PDA

Visualizza versione completa : Aumentano raccomandate e lettere dal primo gennaio



janet
27-12-13, 14: 29
Dal primo gennaio sarà più costoso spedire una lettera od una raccomandata ma anche prendere un caffè alla macchinetta.
Intanto in alcune regioni i trasporti pubblici sono già aumentati del 20% mettendo nei guai sopratutto i pendolari e ci saranno aumenti anche in alcuni tratti, per i pedaggi autostradali.

Oltretutto come si sa questa Tares secondo gli studi di Confesercenti aumenterà del 60% e verrà pagata anche dagli inquilini, mentre ci sono grosse incognite su quanto costerà ora, il canone acqua.

Nel frattempo, il governo oggi ha approvato il decreto "mille-proroghe", ossia quell'insieme di norme essenziali che bisognava assolutamente votare e che niente c'entravano con tutto il macello del decreto "salva Roma", sul quale è intervenuto Napilitano.
Ancora oggi, però Napolitano si rivolge ai partiti perchè esercitino un controllo ferreo sugli emendamenti da ammettere ai decreti legge.

Ossia Napolitano, una volta tanto è come se dicesse se volete accontentare le varie lobby e far votare la fiducia a provvedimenti che urgenti non sono proprio, io non ci sto e rimanderò la legge in parlamento.

Intanto, però il gruppo del Nuovo Centro Destra, dopo l'elezione di Renzi a segretario del PD è sempre più scontento.
Secondo quanto riportato dai media, Cicchitto, nel corso di una telefonata con Alfano, avrebbe detto, " Sono qui alla Camera a fare il ........., non abbiamo più una linea, comandano tutto i renziani".
Ora bisognerà vedere cosa accadrà a metà gennaio, quando la coalizione di governo dovrà mettersi d'accordo, non tanto su questioni economiche urgenti, ma sulle riforme costituzionali e sulla legge elettorale.

Armandillo
27-12-13, 16: 30
Intanto, però il gruppo del Nuovo Centro Destra, dopo l'elezione di Renzi a segretario del PD è sempre più scontento.
Secondo quanto riportato dai media, Cicchitto, nel corso di una telefonata con Alfano, avrebbe detto, " Sono qui alla Camera a fare il ........., non abbiamo più una linea, comandano tutto i renziani".
Ora bisognerà vedere cosa accadrà a metà gennaio, quando la coalizione di governo dovrà mettersi d'accordo, non tanto su questioni economiche urgenti, ma sulle riforme costituzionali e sulla legge elettorale.

Credo che finche' FI avra' un alto livello di consenso Alfano non potra' alzare la voce sia perche' alle elezioni eventuali scomparirebbe sia perche' il PD potrebbe trovare convergenza con il M5S e formare altro governo.
La mossa di Napolitano invece la vedo come un aiuto a Renzi per far in modo che alla Camera seguano la sua linea e non "tramino" alle sue spalle.
Le dichiarazioni di Letta lasciano intendere che l'intesa con Renzi puo' portare risultati ma per farlo devono "far fuori" la vecchia nomenclatura del partito che ancora ha un suo peso nei gruppi parlamentari.

Circa gli aumenti, beh, nulla di nuovo :boh questa crisi la stiamo pagando noi e continueremo a farlo e finche' "gli alberghi per fine d'anno saranno esauriti e le partenze in aumento" loro avranno di che tassare !

Pegaso
29-12-13, 07: 38
L'aumento delle raccomandate e lettere serviva proprio per stimolare l'uso di questi strumenti che sono sempre più in disuso e quelle società che tipo banche, finanziarie ecc. che per legge devono mandare i documenti cartacei ne approfitteranno per aumentare nuovamente i dazi.

Riguardo a Napolitano & C. manco mi esprimo... passano prima le settimane, poi i mesi, poi gli anni, cambiano i nomi (delle tasse) ma io vedo solo aumenti sui cittadini...