PDA

Visualizza versione completa : Esecutivo, vigilia di natale con doppio voto di fiducia



janet
23-12-13, 13: 10
Periodo intenso per l'esecutivo che mostra in pieno la sua debolezza ed è costretto a ricorrere ad un doppio voto di fiducia.
Infatti, mentre al senato dovrà passare la legge di stabilità, alla Camera verrà richiesto il voto di fiducia sull'ormai famigerato decreto "Salva Roma", un calderone in cui è finito di tutto e contro il quale M5S e Lega hanno fatto ostruzionismo, dopo la scoperta di un "emendamento porcata" nella Legge di Stabilità che cancella la norma contro gli 'affitti d'oro' pagati dallo Stato.

Ci sono però molte altre norme strane e discutibili in questo decreto, ad esempio è stata inserita anche una sanatoria indifferenziata per case in legno, cabine, bungalow, roulotte o altri manufatti non previsti dalle concessioni e realizzati in aree demaniali.
Infine mentre era stata precedentemente votata una norma che vietava come incompatibili le cariche di sindaco di comuni fra i 5000 ed i 20.000 abitanti, nel decreto "fare" questa incompatibilità è stata eliminata e nel decreto "salva Roma" tale nuova legge è stata resa retroattiva.

L'esecutivo pensa quindi di far continuare l'iter parlamentare al decreto "salva Roma" il 27 dicembre e proporre anche un decreto mille-proroghe in cui inserire tutte le questioni insolute come quelle che hanno provocato l'ostruzionismo dei parlamentari dell'opposizione.

Armandillo
23-12-13, 15: 23
Beh c'e' molta confusione ed approssimazione e quello che mi meraviglia e' che gran parte del Parlamento s'e' rinnovata (o forse proprio per questo ?) quindi ci si aspetterebbe piu' serieta' ed attenzione sia nelle commissioni che in aula.
Di papocchi ce ne sono molti a partire dal provvedimento per l'eliminazione delle province che non prevederebbe esuberi ! :shock
Esuberi ci sono ovunque ma nella politica nulla !!

Non so che pensare...mi viene da credere che trasversalmente vi sia una specie di ribellione tacita di coloro che hanno fiutato un'aria di cambiamento e quindi cercano di cautelare il loro potere acquisito con decenni di legislature.
Il governo da parte sua e' pressato dall'urgenza e non ha tempo per discutere i provvedimenti, cosa anomala in un luogo dove il "parlare" e' base di democrazia, ma ormai tutto e' fuori misura, dalle prerogative del Capo dello Stato giu' giu' fino al confronto-scontro politico.
Penso che di "porcate" ne vedremo ancora :sisi

janet
25-12-13, 14: 48
Questa volta è intervenuto Napolitano a bloccare il decreto "Salva Roma" e la 7 ha detto chissà come saranno arrabbiati i vari lobbisti

Armandillo
25-12-13, 15: 58
Beh, meno male !
Era veramente scandaloso e sembrava proprio un colpo di coda di quella "casta" tanto odiata.
Speriamo che la triade Napolitano-Letta-Renzi ce la faccia a contrastare le spinte particolaristiche, ne vale per la democrazia, o quello che ne rimane, e per quel barlume di speranza che ancora sopravvive.