PDA

Visualizza versione completa : Siti web responsabili dei commenti



janet
11-10-13, 00: 27
Strasburgo ha deliberato, riconoscendo giusta la decisione dell' Estonia, che ha multato il più grosso portale d' informazione del paese, colpevole di non aver rimosso dei commenti offensivi dei suoi utenti rivolti ad una delle maggiori compagnie di navigazione della nazione.
Secondo Strasburgo, la decisione presa dall'Estonia non mina la libertà di espressione.
Secondo, Guido Scorza, noto avvocato esperto in diritti digitali si tratta di un atto di importanza fondamentale che però andrebbe contro le precedenti regole riguardanti l' e-commerce, in quanto finora i siti web, non erano considerati responsabili di quanto pubblicato dai propri utenti, a meno che essi non provvedessero a rimuovere il materiale, oggetto di discussione, una volta richiesto.
in ogni caso, anche se non si sa con esattezza se era stato richiesto al sito in Estonia di rimuovere i commenti offensivi, qualcosa sta sicuramente cambiando ed anche Youtube ha comunicato che starebbe effettuando operazioni di pulizia dei suoi commenti.

Asterix
11-10-13, 07: 01
Se si continua di questo passo, la libertà di parola non ci sarà più e molti siti spariranno forum compresi, specialmente quelli che parlano di recensioni o similar.

:bai

Armandillo
11-10-13, 14: 48
Se si continua di questo passo, la libertà di parola non ci sarà più e molti siti spariranno forum compresi, specialmente quelli che parlano di recensioni o similar.

Forse anche di piu'.
Di commenti offensivi ce ne sono a bizzeffe dappertutto :boh quindi se si applicasse dovunque quella decisione vorrei sapere chi non verrebbe multato !
Se io dico ad un amico che quel ics software fa schifo probabilmente la passo liscia, ma se glielo dico in rete posso essere multato...mi sembra molto ipocrita.

Posso capire le offese ad istituzioni, politiche e religiose, posso capire istigazioni a delinquere e similari ma il diritto d'opinione dovrebbe essere tutelato anche perche' penso sia impossibile per un sito controllare tutto e tutti :boh

:bai

janet
11-10-13, 17: 27
Diciamo che un pò di pulizia, sopratutto, in Italia dovrebbe essere fatta e dato che c'è un'intera Commissione delle nazioni unite che si occupa della diffusione delle connessioni per accedere alla rete, i risultati apparsi qualche tempo fa sul Corriere della Sera, non sono incoraggianti sulla democrazia che vige ora sul web, dove si parla ancora di un popolo on line prettamente maschile mentre mi sembra che sempre più donne abbiano ruoli importanti sopratutto nel mondo anglosassone. Si parla anche del grande divario esistente fra i paesi più evoluti e quelli in via di sviluppo.
Un ambiente più civile e meno offensivo porterà sicuramente più donne on line.

Poi se ci sono siti e forum che non tengono conto del fatto che ad esempio il 28% delle persone in Italia, viaggia su internet tramite dispositivi mobili e continua con vecchie politiche, bhè subirà lo stesso destino del piccolo negozietto, rispetto al grande Centro Commerciale.
I grandi si adatteranno e continueranno a prosperare perchè cambiano continuamente per far sì che sempre più utenti si iscrivano.
Del resto tutto cambia Blackberry che pure una volta era forte, schiacciato dalla concorrenza ha perso tantissimi soldi, Nokia, sappiamo com'è finita anche HTC è in crisi ma sul fronte PC lo è anche Dell.
Insomma dietro solo il concetto della libertà di espressione non è possibile proprio salvare alcuni luoghi, famosi solo per la crudezza dei commenti dei propri utenti. Anche Youtube che prima permetteva tutto sta cercando di far pulizia.
Se poi volessimo fare un altro esempio di come gli utenti alla fine scelgono, basta riportare l'esempio dei due conduttori della Zanzara che hanno lanciato un programma su Rete 4, che oltre ad aver avuto una share bassissimo è stato sospeso dopo la prima puntata, a causa proprio dei commenti pesanti che si lanciavano i partecipanti al programma.
Questo non vuol dire che voglio trasformare internet in qualcosa di estremamente controllato come il mezzo televisivo, ma dei passi in avanti bisogna farli anche lì.

Pegaso
13-10-13, 09: 36
Rendere responsabile il portale, forum o simili dei commenti fa comodo a chi ha paura di fare un faccia a faccia con i suoi "clienti" oppure sa che ha qualcosa da nascondere.