PDA

Visualizza versione completa : Roma, liceo Mamiani senza soldi per i computer



Armandillo
30-08-13, 23: 47
Al Liceo Mamiani di Roma (classico, scientifico più llinguistico)la preside Tiziana Sallusti ha inviato una lettera ai genitori degli studenti: "Il nostro Liceo in questi ultimi mesi è stato cablato.... continua (http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/articoli/1114566/roma-liceo-mamiani-senza-soldi-per-i-computerla-preside-ai-genitori-regalateci-i-pc-usati-.shtml)

Fonte (http://www.tgcom24.mediaset.it/)

Mettendo da parte per ora il discorso fondi statali, quello che non comprendo e' come, nel 2013, vi siano persone completamente all'oscuro di cio' che avviene magari a poca distanza da loro o quantomeno non abbiano mai ricevuto notizie sulla possibilita' di contattare aziende o enti per verificare la disponibilita' di apparecchiature dismesse :boh

Nella mia vita lavorativa ho potuto constatare quante tonnellate (e non esagero) di questi materiali vengano gettate ancora funzionanti; vi sono centinaia di societa' che nei loro magazzini accumulano questo materiale e sicuramente una certa percentuale di esso e' possibile riciclarlo.
Io stesso tempo fa provvidi ad assemblaggi di pc datati per donazioni in favore di piccole stazioni di CC e di scuole.
Non credo ci vorrebbe molto per contattare tramite conoscenze questi potenziali donatori tenendo presente che in tanti casi la dismissione ha un determinato costo e che quindi vi sarebbe un guadagno anche per chi dona.

Mi risulta che la legge, se non e' cambiata, preveda un costo simbolico per chi acquista queste apparecchiature usate e calcolando anche il trasporto la spesa generale dovrebbe essere parecchio moderata.
Ovviamente tali pc avranno caratteristiche non molto attuali ma per un lavoro di "ufficio" e poco specializzato penso andrebbero benone.

C'e' crisi, si cerchi di essere piu' economi e meno spreconi !!

janet
31-08-13, 00: 13
Una manovra pubblicitaria in quanto come dice l'articolo il passaggio al registro elettronico ormai obbligatorio viene gestito da contratti milionari con siti raccomandati e credetemi non c'è proprio niente da fare nello spiegare che lo stesso si potrebbe attuare con sistemi gratuiti su base Linux. il dono di materiale dismesso da parte di aziende e ministeri pubblici avviene continuamente, ad esempio tutte le nostre stampanti sono dono di un' azienda ma la pubblicità, vuol dire anche attirare più utenti.
Ho parlato dei contratti milionari perche' con i soldi di quei contratti si potrebbe comprare moltissimo materiale informatico.
Comunque, per farvi fare una risata quando ho comprato la casa in montagna, parzialmente ammobiliata, indovinate cosa ho trovato in cucina delle sedie scolastiche, quelle solite abbinate ai banchi di scuola.
non so chi le abbia portate ma svolgono ancora il loro compito.
il problema sempre della P. A. è che i soldi sono investiti male e c' e troppo spreco.

Pegaso
31-08-13, 06: 35
Concordo, ha ragione janet e poi non si parli del fatto di come avvengono assegnati i contratti alle ditte appaltatrici...
Tra il risparmio del software e una ricerca di mercato di hardware a basso o addirittura a zero costo con i soldi stanziati si potrebbe fare molto di più.

marcella36
31-08-13, 12: 41
Non posso che concordare, gli sprechi sono molti, troppi. Nessun amministratore politico o no agisce con il pensiero del buon padre di famiglia.
(pensiero personale: nell'allora Liceo ginnasio Terenzio Mamiani ho trascorso tanti anni, imparando molto, era il miglior istituto classico di Roma, quello dove i voti erano dati con parsimonia, essere promossi con la media dell'otto equivaleva ad avere dieci nelle altre scuole.)

Armandillo
31-08-13, 13: 00
Comunque, per farvi fare una risata quando ho comprato la casa in montagna, parzialmente ammobiliata, indovinate cosa ho trovato in cucina delle sedie scolastiche, quelle solite abbinate ai banchi di scuola

Boccaccia mia statti zitta !!
Eh gia', perche' ne ho viste di cose del genere e molto spesso era anche materiale imballato !!
Montagne di oggetti d'ogni tipo ancora nuovi destinati alla spazzatura solo perche' non a norma oppure perche' c'erano di mezzo bustarelle....
Ai miei commenti mi si disse che era meglio lasciare stare le cose come erano perche' "i prodotti cambiano, la gente lavora e lavori pure tu che devi gestirli" ! :boh
Forse una parte di verita' c'e' ma quello spreco mi ricorda molto da vicino quello delle enormi distese di arance distrutte (o pomodori o altro) necessario per mantenere determinati prezzi di mercato.

Il discorso degli appalti lo conoscevo bene e non mi meraviglia che il Ministero della P.I. ne stipuli per informatizzare la scuola d'ogni livello ma nonostante questo e soprattutto in tempi bui come questi un po' di saggezza in piu' non guasterebbe, ma capisco che qui ci si scontra ancora una volta con il livello politico e allora si torna alle tante discussioni sulla qualita' e moralita' di chi ci comanda :boh

janet
31-08-13, 15: 47
Eh gia', perche' ne ho viste di cose del genere e molto spesso era anche materiale imballato !!
Come ha ragione Armandillo e a me che non ho mai toccato uno spillo, neanche mai una penna, anzi spesso mi faccio anche le fotocopie che mi servono per lavoro a casa, tutto questo spreco mi fa proprio tanto male al cuore.

Armandillo
31-08-13, 20: 05
Beh, allora infierisco di piu' !!
Pensate che spesso, molto piu' di quanto si pensi, non solo del materiale viene destinato alla discarica (che poi non ci arriva :tap), pagando il servizio ovviamente, ma nessuno si preoccupa di venderlo.
Carta e metallo, per esempio, in grandi quantita' possono rendere dei soldi da utilizzare per esempio nella didattica o comunque riutilizzabili per materiale nuovo e utile.
A parte la noncuranza l'ostacolo che ne impedisce talvolta l'applicazione e' ancora una volta la burocrazia poiche', in teoria, tutto cio' che esce deve essere registrato così come quello che entra :sisi
Pero'....parliamoci chiaro...se il fine fosse risparmiare ottimizzando materiale vario non credo che qualcuno potrebbe ergersi a paladini delle regole !!
Credo ci voglia anche buona volonta' poiche' un piccolo sacrificio di tempo porterebbe magari a piccole ma gradite soddisfazioni !