PDA

Visualizza versione completa : Vicinissimi ad un secondo mandato di Napolitano



janet
20-04-13, 14: 33
Dopo le elezioni parlamentari, il PD si era espresso in modo forte sul fatto di come fosse necessario un governo di cambiamento.
Da qui, abbiamo tutti assistito a una serie di situazioni completamente farsesche, la rincorsa del PD dei grillini, lo streaming e quella che sembrava una chiusura totale al PDL.
Napolitano, cercava i numeri e quindi accertato che il segretario del partito vincente non li aveva, lo ha congelato ed ha cercato, con la nomina dei dieci saggi di arrivare a fine mandato.
Dopo, la parte più corrotta del vecchio direttivo PD non ha per niente accettato la mano tesa offerta da Grillo e quindi ha rifiutato la nomina di Rodotà, che poi, esce da quello stesso schieramento di sinistra che dovrebbe essere il loro.
Bersani, quindi per evitare spaccature nel partito si è visto costretto a proporre Marini, bocciato poi dai franchi tiratori del partito stesso.
Si è poi, pensato al nome di Prodi ma le faide durate venti anni sono ancora più importanti della grave crisi che sta affrontando l'Italia.
Bersani e la Bindi alla fine troppo onesti per il PD si sono dimessi. Che partito è quello in cui uno su quattro tradisce dietro l'anonimato offerto dal voto segreto ?
A questo punto, usciti gli onesti si ritorna a proporre un giovincello di 88 anni, Napolitano per il suo secondo mandato.
Poi sicuramente partirà un governo di larghe intese con anche i dieci saggi di cui si è già scritto tutto il male possibile.
E Rodotà ed il rinnovamento ? Una pia illusione che in Italia possa cambiare qualcosa

Eres
20-04-13, 15: 06
Il pd è la palla al piede di questo paese e mo ci ribecchiamo nata vota o presidient Napulitano, presidente di tutti e di nessuno :ghgh
L'Italia mi sembra sempre più fottuta :ghgh

zovin
20-04-13, 16: 17
Come gia' espresso su altri siti, il PD-L , il PDL e le altre forze politiche di questo sventurato paese ( che purtroppo le annovera) stanno dando l'ultima spallata garantendosi per ancora sette anni( Dio permettendo) la poltrona per i loro loschi affari fra litigi ed accordi scellerati pur di governare, chiudendo la porta in faccia ai tantissimi italiani veri che vorrebbero una svolta. Gentre senza piu' pudore che nemmeno all'evidenza dei fatti fa un passo indietro. Sono nauseato.

Eres
20-04-13, 16: 23
E questo dimostra quanto ormai sia inutile andare a votare, tanto decidono loro sempre e comunque.

Armandillo
20-04-13, 17: 00
Sono italiano, un italiano medio con tutte le sue incertezze...e sono vecchio ma non cieco !
Da vecchio dico che il "vecchio" ha ancora una volta prevalso !

Quei "traditori" probabilmente erano i giovani eletti, le forze fresche e desiderose di cambiare l'andazzo italiano magari, come s'e' detto, affascinati dal M5S e convinti di poter dare una spallata all'incancrenito sistema dirigenziale degli storici partiti.

Non s'e' capito e non lo hanno voluto capire.
Giornalisti, addetti del settore, esperti, politici e forze occulte hanno osteggiato questo vento di novita', perfettibile certo, ma coraggioso ed aperto al rinnovamento.

Ieri sera Crozza, a mio avviso, qualora ce ne fosse ancora bisogno, ha reso molto bene l'idea di questo paese senza rispetto della cultura e dei suoi cittadini.

Credo che quello che e' accaduto ieri sia comunque benefico, una evoluzione tardiva ed incompleta ma dalle cui ceneri forse, lo spero, nascera' qualcosa di diverso.
Nel frattempo i lor signori scaricano la loro irresponsabilita' sul giovanetto del colle sperando possa aggiustare le loro vilta' consegnando il paese alla medesima classe politica che così l'ha ridotto !

Comunque, se tanto mi da' tanto, tra un anno beccheranno un'altra batosta....virtuale o reale, questo si vedra' !

Eres
20-04-13, 21: 03
A me sembra che tutto resterà come prima, peggio di prima. Purtroppo non si può dare torto alle parole di Rudy quando dice di volersi staccare dall'Italia, oggi l'Italia è un paese disgraziato, direi maledetto, in mano a gente senza scrupoli che pensa solo ai propri sporchi interessi o a salvarsi dalla galera, disposti per questo a comprare e bloccare tutto e tutti e mandare in rovina quel che resta di questo povero paese.
Si salvi chi può, che tradotto sarebbe; chi può se ne vada all'estero.

Pegaso
20-04-13, 21: 52
Sono tornato da poco dal lavoro e mi trovo alla tv questo bel regalino fatto dai nostri bei mafiosi legalizzati. Ma questo qui non è un anno che sta dicendo che andava fuori dalle @@? E adesso vuole farci credere anche che si sacrifica per noi???
BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!

Eres
21-04-13, 07: 48
No non si sacrifca, molto probabilmente, anzi sicuramente, era tutto già deciso e organizzato da tempo. Chi voleva ingrassarsi alle nostre spalle continuerà a farlo tranquillamente, chi voleva salvarsi dalla galera si salverà e intanto noi pagheremo e saremo sempre più tartassati da questi "signori" fino a che non ci avranno spremuto del tutto. Ora ci ritroveremo col solito governo coi soliti personaggi da spavento. Ormai questo paese non ha più scampo.

Rodolfo Tatana
21-04-13, 08: 12
E Rodotà ed il rinnovamento?

la farsa nasce proprio da qui, Rodota' non lo conosceva nessuno fino ad una settimana fa, appurato il suo passato politico nel pr e nel pci e vari ruoli in diverse commissioni e autority e la posizione anagrafica di 80 anni bisogna ammettere che ce ne vuole di coraggio a far passare questo Rodota' come rinnovamento :ghgh eppure la macchina propagandistica di grillo ce l'ha fatta. Per il resto a me andavano tutti bene, anche rodota', anche marini e prodi, alla fine si sono accordati sull'unico nome che non creava divisioni politiche, non ci vedo ne casta ne complotti ne colpi di stato. Ingenuo per il m5s ancorarsi su quell'unico nome e votarlo per 6 votazioni consecutive l'elezione del presidente prevede da sempre la possibilita' di cambiare idea e il modo in cui viene eletto richiede appunto una maggioranza che va oltre le singole posizioni altrimenti la lega avrebbe votato sempre la sua candidata di bandiera, monti la sua cancellieri, quindi una posizione ferma che non ha prodotto alcun risultato se non la rielezione di napolitano e forse questo era proprio l'obiettivo di grillo cosi' adesso vi raccontera' "vedete avevo ragione io inciuciooo" :ghgh:ghgh e la prossima volta prendera' il 100% :ghgh:ghgh

comunque sono deluso pure io speravo che questo parlamnto fosse capace di proporre qualcosa di nuovo, ma è la srtessa delusione che ho per la non formazione del governo, da tutti questi possiamo aspettarci poco di buono, esistono troppe divisioni interessi di parte e astio e diffidenza, mentre l'ultimo parlamento sara' ricordato come quello piu corrotto della storia della repubblica questo sara' ricordato come il piu inutile, inconcludente e perditempo della storia, temo anche il piu dannoso :bai

Eres
21-04-13, 08: 19
Sicuramente tra Rodotà e Napulitano, non è che il secondo sia sta gran novità :ghgh secondo me è solo il garante di se stesso e dei soliti noti che potranno continuare a fare i loro porci comodi come hanno fatto negli ultimi 20 anni, portando l'Italia alla catastrofe attuale.
Evviva le novità! Evviva il cambiamento! :tap

Rodolfo Tatana
21-04-13, 11: 33
Purtroppo non si può dare torto alle parole di Rudy quando dice di volersi staccare dall'Italia

riprendo questa frase che non avevo letto, non sono io che mi voglio staccare dall'italia, ci hanno staccato, uccidendo l'industria il turismo e l'agricoltura, e se vuoi venira in saregna spendi 200 euro di aereo se ti va bene ma per andare a londra a volte ne bastano 30. A livello nazionale tra i partiti non mi pare che ci sia piu coesione di quella tra un nazionalista e un indipendntista, lo dimostrano le elezioni del presidente della repubblica, lo dimostra il non governo a due mesi dalle elezioni, suggerite quindi ai vostri politici, se non riescono proprio ad andare daccordo, che si puo' dividere l'italia in tre, al nord ci mettiamo berlusconi, al centro il pd e al sud grillo, di monti fatene cio' che volete; il fatto che di fronte a una situazione che vede tre schieramenti al 30% e quindi nesuno in grado di prevalere e il sentimento popolare e purtroppo molto anche quello politico si rifiuta categoricamente l'ipotesi del governissimo che è invece l'unica logica possibile per riuscire a fare qualche legge e tenere unita l'italia, allora torniamo agli staterelli rinascimentali, il principato di grillo, il granducato del berlusca, lo stato democratico di bersani, il ducato di toscana di renzi, la provincia autonomia della mesaeuropa di bossi, vaticano e papa francesco e stato di sardegna. Ma penso che in pochi sarebbero daccordo...allora ci mettiamo daccordo e facciamo il governissimo, ma non si puo' è inciucioooo, e allora facciamoci benedire

Eres
21-04-13, 13: 12
Beh di inciucio e governissimi siamo andati avanti finora e i risultati li abbiamo sotto gli occhi. Per cui adesso con quest'ultimo governissimo del presidente aspettiamoci solo inasprimento di tasse e balzelli, crisi galoppante e sempre più disperazione, non vedo altro nel futuro di questo paese, con questa classe dirigente.
In fondo poi ognuno ha ciò che si merita e noi evidentemente ci meritiamo questo.

janet
21-04-13, 15: 44
C'è tantissima gente a Piazza S.S. Apostoli oggi a Roma, apposta avevo detto che chiudersi e vedere solo l'Italia dei talk show è limitativo.
Vedremo ora le amministrative nel Friuli, utilizzando la democrazia, il gruppo parlamentare dei Grillini, ha continuato a votare Rodotà, libera espressione di ciò che aveva indicato il popolo della rete.
Democraticamente non poteva fare altro e a me, da elettrice del Movimento cinque Stelle, basta la loro onestà e coerenza, piano piano si riuscirà a cambiare le cose, senza violenza.

MarcoStraf
21-04-13, 17: 22
Che vergogna di classe politica che abbiamo in Italia, non cambieranno mai.

Spero solo che questo sia il suicidio definitivo del PD. Ma la mia paura è che si smantellerà per rinascere dalle proprie ceneri, stessi politici sotto un nome diverso. E il M5S paga i suoi peccati di gioventù, aveva i mezzi per cambiare le cose ma non ha avuto la gente con le giuste idee, come disse il Manzoni si sono trovati essere una terrina di coccio tra vasi di ferro, ossia dei dilettanti. Peccato.

Rodolfo Tatana
21-04-13, 17: 29
Spero solo che questo sia il suicidio definitivo del PD

vi sto il momento attuale io non me lo auguro, finiamo dritti tra le fauci di silvio e del pifferaio magico del momento, questi bersaniani faranno pena ma il renzismo secondo me sara' peggio, un uomo di destra che sta a sinistra per convenienza, guarda che al peggio non c'è mai fine, spero che la dirigenza appena dimessa riesca a ricostruire l'idea di un partito democratico che in fin dei conti era l'unica coalizione con quella di monti che alle elezioni si è presentata con quelche idea di programma concreta basata sui numeri e non sulle urla le promesse irrealizzabili e i sogni

Pegaso
21-04-13, 17: 52
... Ma la mia paura è che si smantellerà per rinascere dalle proprie ceneri, stessi politici sotto un nome diverso. ...
Purtroppo finisce Sempre cosi e non Solo con il PD. Quando vengono mandati a casa dovrebbe esserci una legge che gli impedisce di ripresentarsi.

Armandillo
21-04-13, 18: 40
Mettiamola così: se non puoi abbattere il nemico meglio fartelo amico !!
Questa l'ipotesi "governissimo" con tutte le conseguenze del caso...compromessi, compromessi ed ancora compromessi, per cui ci saranno mezzi balzelli, mezza IMU tolta, mezze riforme, ecc....
Il PDL concedera' qualcosa in cambio della pelle del suo capo e naturalmente alcuni provvedimenti non si toccheranno (incandidabilita', conflitto di interessi, corruzione) e il tutto reggera' finche' non si scontreranno su qualche scoglio magari appoggiato o promosso dal M5S.

A quel punto il voto sara' piu' vicino e l'esito dipendera' da come il PD riuscira' a ricucire la vecchia e la nuova generazione nelle sue file.

janet
21-04-13, 19: 53
Sono sempre più d'accordo con Armandillo e poi il PDL si regge su una persona sola che proprio un giovanotto non è.
Il PD dovrà per ora fare i conti con i propri elettori ed anche con i cosiddetti "Giovani turchi".
Vendola bisognerà vedere cosa voterà poi, in parlamento, il gruppo di Monti è ridicolo, perchè ha distrutto anche Casini, così anche la lega.
Alla fine come ha detto Napolitano ci vogliono i numeri, anche in Parlamento per far passare le leggi.
Bersani, arrivati al cinquecentesimo voto di Napolitano è scoppiato a piangere perchè non ci credeva e non parla più con quelli che credeva fedelissimi perchè hanno silurato Marini.
Questi problemi interni fra essi, permarranno e qui, può funzionare bene l'opposizione del movimento a cinque stelle.

Eres
22-04-13, 19: 07
Direi che tutto si è compiuto come previsto e organizzato dai soliti noti e i loro padroni banchieri, visto che ci siamo e visto il nuovo che avanza, ora manca solo Umilio Fido presidente del consiglio, è lui il nuovo! :ghgh

PS: Napolitano ha detto: "basta tatticismi".
Vero, adesso arrivano altre mazzate, preparatevi. Siamo già i più tartassati al mondo, ma non gli basta, ci vogliono eliminare del tutto.
Almeno una volta le tasse in Italia servivano per avere buoni ospedali, buone scuole ecc. ormai tutti lontani ricordi. Ma ora a cosa servono, anzi a sto punto a chi servono, chi se li intasca? I banchieri europei?

janet
25-04-13, 20: 04
Ora se si parla in rete o anche sul lavoro con chi ha votato PD, questi hanno fatto un'opera di auto-convincimento che la colpa è tutta di Beppe Grillo, che all'inizio non gli ha appoggiato un governo di cambiamento e poi, al momento che Beppe Grillo aveva steso la mano, offrendo la candidatura di Rodotà era troppo tardi.
Credo, quindi che un partito formato da gente che prima di tutto odia, i nove milioni che hanno votato Berlusconi, odia anche gli altri milioni di italiani che hanno votato Beppe Grillo perchè molti erano di sinistra e non li hanno votati, ormai ho parlato con tanti in rete e l'idea dominante è questa, prima si divide in tanti pezzi, meglio è per tutti.
Se anche non ci fosse più Berlusconi, ci sarà sempre un partito di destra con il quale cercare una qualsiasi forma di dialogo e questa concezione di superiorità e che sbagliano sempre gli altri non è finita affatto con le dimissioni di Bersani.

Rodolfo Tatana
26-04-13, 10: 38
che la colpa è tutta di Beppe Grillo, che all'inizio non gli ha appoggiato un governo di cambiamento e poi, al momento che Beppe Grillo aveva steso la mano, offrendo la candidatura di Rodotà era troppo tardi.

che è la pura verita', non "colpa", verita', hanno rifiutato di fare un governo con bersani, poi hanno fatto quel sondaggino sul blog tra i 10 candidati, prima la gabanelli secondo Strada, terzo rodota' con 4200 preferenze e spacciato infine per la scelta democratica del m5s, grazie alla rinuncia degli altri due, candidatura che non vedo per quale motivo doveva essere accettata dopo due mesi di no a tutto


gente che prima di tutto odia

a me pare che quelli che vogliono mandare la gente a casa a calci nel c. fossero gli altri, se non sbaglio :m::bai

janet
27-04-13, 13: 13
non è che abbiano rifiutato di fare un governo con Bersani, quest'ultimo voleva la fiducia ad un governo tutto PD, poi la coerenza dov'è? Mai con Berlusconi e quando ti rendi conto che se vai a votare ora, scompari dal momento che tutti i sondaggi danno come primo partito quello del centro-destra, cambi completamente idea.
Quindi i dirigenti dell PD hanno pensato facciamo lievitare e calmare le acque e per far questo va bene anche un accordo con Berlusconi, dando ovviamente la colpa del mancato rinnovamento, tutto ai grillini.
Anche Monti che ho visto alla trasmissione della Gruber, che ha preso in giro Berlusconi per tutta la campagna elettorale, ora non rifiuterebbe un accordo con Berlusconi.
Improvvisamente l'uomo del bunga bunga, il super indagato, quello che aveva per venti anni rovinato l'Italia diviene un grande statista con cui tutti si vogliono alleare.
Meglio la coerenza di Grillo che farà una seria opposizione, se i giochi di palazzo non riusciranno in due o tre mesi a corrompere una buona parte dei parlamentari del Movimento cinque stelle , che finiranno da altre parti, in gruppi misti, cosa che tutti ritengono molto probabile.

Armandillo
27-04-13, 18: 33
Non ho molto da aggiungere alle parole di Janet...inappuntabili !

Vista la situazione a oggi, col governo appena annunciato, sinceramente non so cosa pensare :boh
Se tanto mi da' tanto le differenze prima o poi verranno fuori e siccome, come gia' dissi, non credo che questi riusciranno a cambiare il paese in modo radicale, immagino che non tutte le speranze di un M5S vincente siano perdute.

Pero' conosco gli italiani e non mi meraviglierei che concedendo loro qualche zuccherino, stremati e rassegnati, abbassino le mani salendo sui carri dei vincitori.

Eres
28-04-13, 07: 17
Rimpiangeremo amaramente Rigor Mortis.

Armandillo
28-04-13, 18: 15
In un paese "normale" l'attuale compagine governativa non avrebbe destato malumori.
Nelle antiche democrazie e' appunto normale l'alternanza tra le forze (quasi sempre due soli grandi partiti) che dialogano pur nelle dovute differenze di vedute.

Qui da noi, per proprie ineluttabili caratteristiche storiche, la cosa e' vista come "inciucio" ed e' comprensibile che sia così.
Lo e' perche' non si sono risolte vecchie beghe, perche' non c'e' stato il coraggio di decidere rischiando l'impopolarita' su temi fondamentali, perche' noi non siamo stati mai uniti veramente in un sentimento di fraternita' nazionale !
Troppe divisioni direi addirittura a partire dall'interno della stessa famiglia e su su salendo fin all'Italia intera !
Non credo di dire una bestemmia se affermo questo.

Dunque un paese diviso in casa, nelle istituzioni, nell'ambiente di lavoro, nella politica.

L'attuale tentativo probabilmente e' nato con l'intento di pacificare gli animi e risolvere le urgenze economiche ma, come s'e' gia' detto, e' supportato da forze che fin dall'altro ieri si insultavano e si odiavano....resistera' ?
Forse si, ma senza dubbio dovra' soprassedere su quei fondamentali provvedimenti che invece la gente aspetta !

La definizione di governo coraggioso cozza con le forze politiche che lo sostengono e cio' non induce all'ottimismo temendo il riaffiorare di peculiari interessi piu' o meno personali.

Credo che il primo scoglio sara' la "prova del nove" della nuova compagine....vedremo.

Eres
29-04-13, 10: 18
Fine della ?Seconda Repubblica? - Stato & Potenza (http://www.statopotenza.eu/6972/fine-della-seconda-repubblica)

non ho altro da aggiungere.