PDA

Visualizza versione completa : Non ci sono piu' i ratti di una volta !!



Armandillo
14-03-13, 22: 58
Ci ho pensato prima di postare perche' l'argomento e' frivolo e c'e' poco da commentare ma mi andava e poi oggi posso tutto :ghgh

Tempo fa ebbi un incontro ravvicinato il mattino molto presto e come protagonista fu un piccolo ratto, seduto sulle zampe posteriori che tranquillamente se ne stava sul bordo di un negozio chiuso totalmente indifferente al mio passaggio e intendo a meno di 1 metro !

Due pomeriggi fa lo stupore !

Passeggiavo di pomeriggio presto con mia sorella osservando i negozi sotto casa.
D'improvviso ho visto camminare al centro del marciapiedi, tra i negozi e la strada, un ratto adulto, di circa 30/40 cm, che procedeva piano venendoci incontro.

Quando e' arrivato a pochi metri ci siamo fermati incuriositi ed un ragazzo ha fatto altrettanto mentre una signora, vistolo, ha cambiato strada.
Lui, imperterrito, ha proseguito ed io ancora piu' curioso sono rimasto lì ad attendere assieme al ragazzo :sisi

Bene...lo sfrontato zampettando piano piano s'e' avvicinato a pochi centimetri....ed io aspettavo...e alla fine ha vinto lui :sisi

Infatti ho dovuto allargare le gambe e lui e' passato in mezzo continuando la passeggiata incurante di tutti e tutto...in pieno giorno...in spazio aperto :shock

Io, mia sorella ed il ragazzo lo abbiamo seguito con lo sguardo finche', parecchi metri dopo, ha cambiato direzione verso le fogne (probabilmente) e noi ci siamo guardati in silenzio sbigottiti !

In tanti anni di "incontri" ne ho avuti ma solitamente bastava il piccolo rumore o movimento per far scappare piu' o meno qualsiasi animale :hap

V'e' capitato qualcosa del genere ?

:bai

Pegaso
15-03-13, 06: 36
Sarà la nuova razza, topi addomesticati.

Eres
15-03-13, 08: 11
un ratto adulto, di circa 30/40 cm
Sei sicuro non fosse un coniglio? :bgg2

Armandillo
15-03-13, 13: 19
Sarà la nuova razza, topi addomesticati.


Credimi l'ho pensato (per pochi secondi :hap) perche' un atteggiamento così lo poteva giustificare oppure, come credo, lo ha manifestato, diciamo, per sfrontatezza dato che gli animali piu' grandi normalmente si sentono piu' sicuri delle loro forze di fronte ad un umano.



Sei sicuro non fosse un coniglio? :bgg2

Quei 30/40 cm erano coda compresa :sisi altrimenti non sarei rimasto lì a guardarlo :nono

Tieni presente che un ratto piccolo, una volta, lo vidi saltare di almeno 50 cm in altezza nel tentativo di fuggire perche' era rimasto "incollato" sul cartoncino apposito per catturarlo...immagina una bestia piu' grande :oo2


:bai

jacklostorto
15-03-13, 18: 10
ciao arma:baiqui in altoadige-sudtirol e dove abito,ci sono tanti ma tanti di quei merli che ci passi vicino e manco si spostano,per non parlare dei colombi,quelli se gli dai del becchime,pure sulla mano ti vengono:sisi

Eres
15-03-13, 18: 25
Quei 30/40 cm erano coda compresa :sisi altrimenti non sarei rimasto lì a guardarlo :nono

Tieni presente che un ratto piccolo, una volta, lo vidi saltare di almeno 50 cm in altezza nel tentativo di fuggire perche' era rimasto "incollato" sul cartoncino apposito per catturarlo...immagina una bestia piu' grande :oo2 :bai
Ok, prima non avevi specificato della coda, adesso ci siamo con le misure.
Anch'io ogni tanto uso la colla speciale per eliminarli dalla cantina.

janet
15-03-13, 19: 36
con i ratti non ho avuto e meno male incontri ravvicinati ma a proposito di natura ho visto un attacco di passeri ad un cipresso, che mi ha proprio colpito. L'albero molto grosso, quasi piegato dal numero e dal peso degli uccelli.
Pensavo solo agli storni o ai gabbiani amanti delle discariche edinvece ho capito che anche i passeri possono rappresentare un pericolo

Armandillo
15-03-13, 19: 47
ciao arma:baiqui in altoadige-sudtirol e dove abito,ci sono tanti ma tanti di quei merli che ci passi vicino e manco si spostano,per non parlare dei colombi,quelli se gli dai del becchime,pure sulla mano ti vengono:sisi

Vedi come puo' essere diversa la storia da posto in posto :sisi
Qui i merli ad esempio non li accosti nemmeno col passo del giaguaro :ghgh mentre i piccioni (maledettissimi) sono sempre troppi e c'e' gente che li sfama pure ! :furious

I gabbiani....quelli si...belli...grossi...eleganti....ma soprattutto nemici giurati dei piccioni di cui sopra 2432 ed infatti un mattino molto presto ne ho visto uno parecchio da vicino che tranquillamente in piedi su una automobile pasteggiava con un pigeon che aveva catturato.

Eres
16-03-13, 07: 28
Sempre a proposito di topi, è vero che non sono più quelli di una volta come tante altre cose, ma per certi versi sono diventati anche troppo furbi per i miei gusti :ghgh
Come scrivevo prima, a volte mi capita di doverli eliminare dalla cantina, in passato ho sempre usato la classica trappola a gabbia con lo scatto per chiuderla. Le ultime volte che l'ho usata l'ho trovata sempre aperta e sempre vuota :shock non so come abbiano fatto, ma ci sono riusciti. Una volta avevo messo come esca la classica bustina col grano avvelenato; alla fine niente grano e niente topo. In pratica l'avevano forata delicatamente facendo scorrere il grano sul fondo della gabbia e lì lo avevano consumato tranquillamente. Meno comprensibile come siano riusciti a mangiarsi un pezzo di formaggio agganciato allo scatto. Ormai l'unico sistema è la colla, per quello non hanno ancora trovato una soluzione.

Armandillo
16-03-13, 11: 44
Carina Eres :sisi

A proposito di intelligenza mi hai ricordato il cane di un collega che inspiegabilmente riusciva, in una enorme ciotola con pappone (riso+carne+altro) , ad "isolare" una minuscola pasticca di medicina grande quanto un chicco di riso :shock

Si sa che certi animali posseggono rosorse ancora inesplorate

:bai

Eres
16-03-13, 13: 31
Sull'apprendimento e i suoi apparenti misteri, non solo quello degli animali e anche a distanza di spazio e tempo, mi rifaccio alla teoria dei campi morfici. Poi la si può adattare o modificare alla propria visione con variazioni sul tema, ma il fondo è quello.

---------- Post Unito alle 13: 38 ----------


Carina Eres :sisi

A proposito di intelligenza mi hai ricordato il cane di un collega che inspiegabilmente riusciva, in una enorme ciotola con pappone (riso+carne+altro) , ad "isolare" una minuscola pasticca di medicina grande quanto un chicco di riso :shock
Sarà mica lo sviluppatissimo olfatto dei cani?

Armandillo
16-03-13, 17: 49
Sarà mica lo sviluppatissimo olfatto dei cani?

La ritengo l'unica probabilita' anche se non so quanto una piccolissima pastiglia confusa nel pappone possa emanare un qualche aroma :boh

Pegaso
16-03-13, 21: 14
Ormai l'unico sistema è la colla, per quello non hanno ancora trovato una soluzione.
Evedrai che prossimamente nella colla trovi delle scarpette e niente topo. ahahahah

Comunque è vero è da sempre che gli animali si evolvono adattandosi all'ambiente... alla fine non si dice che l'uomo abbia fatto la stessa cosa?

Eres
16-03-13, 21: 51
Evedrai che prossimamente nella colla trovi delle scarpette e niente topo. ahahahah
Questa è davvero divertente! :bgg2
Ma sai a volte la casualità è decisiva per l'apprendimento. Fai conto che un giorno un topo trovi qualcosa caduto sul cartone col collante e lo usi come passaggio per giungere all'esca. Da quel punto sarebbe possibile che portino qualcosa da mettere sul cartone ogni volta? et voilà il gioco è fatto! Troppo intelligenti? Fantasie? Chissà.
Del resto chi avrebbe mai immaginato che un giorno riuscissero ad entrare, mangiarsi tranquillamente l'esca e uscire da una trappola, senza farla scattare? :ghgh

Pegaso
17-03-13, 00: 21
Concordo che la casualità giochi un ruolo nell'apprendimento e la necessità è l'altra parte per aguzzare l'ingenio.

Armandillo
17-03-13, 00: 47
E a proposito di intelligenza dei ratti potete leggere qualcosa qui :shock (http://nuovianimalicompagnia.forumcommunity.net/?t=25678418)

Pegaso
17-03-13, 05: 09
E' proprio vero che sui gusti non si discute, ma... :-(

Eres
17-03-13, 08: 36
In India c'è di meglio :ghgh

Vicino e lontano: Karni Mata, il tempio dei topi (http://vicinoelontano.blogspot.it/2008/09/il-tempio-di-karni-mata.html)

Armandillo
17-03-13, 10: 30
Boh, sara' per combinazione, sara' perche' uno ci fa piu' caso, fatto e' che stamani presto sono uscito a prendere il latte e mentre tornavo ho visto un bel gabbiano posarsi su un palo della luce e mi sono fermato per osservarlo.
Lo vedevo agitarsi ma non capivo....ed ecco che dopo pochi secondi proveniva lateralmente un altro gabbiano con un piccione nel becco !!
Subito il primo ha raggiunto il secondo e atterrati su un tetto di balcone hanno iniziato a spennare la vittima.

Certo, ho pensato, a come l'uomo possa aver cambiato le abitudini di alcuni animali.
Volpi, orsi, lupi e gabbiani attirati da discariche cittadine che riescono quasi a convivere in un ambiente innaturale.
Il gabbiano marino che si dovrebbe cibare di pesce che diviene carnivoro !

Ormai, almeno qui a Roma, c'e' di tutto: gabbiani, piccioni, storni, passeri, merli, cornacchie, pappagalli, tortore, qualche falchetto e nottetempo civette ! :hap
Ogni tanto vado ad Anzio, in spazi aperti, e non vedo quello che trovo qui !

:bai

Rodolfo Tatana
17-03-13, 17: 00
V'e' capitato qualcosa del genere ?

qualche anno fa feci un praticantato in industria e mi è capitato qualche turno di notte, piu o meno all'aperto, non avevo niente da fare e potevo permettermi una penichella, beh ho dovuto distribuire dei grissini in un raggio di 10 metri intorno a me perchè mi sono trovato circondato di topi che "mi sfidavano", per quanto tentassi di cacciarli e fargli paura al limite retrocedevano di qualche passo ma solo se mi avvicinano a meno di un metro, confermo che i ratti non hanno alcuna paura di noi, ci conoscono e sanno quanto possono osare avvicinarsi, cedo anzi che siano consapevoli della paura che provocano in noi e la usano come arma, inutile dire che la penichella non l'ho mai fatta visto che dovevo sorvegliare che non gli venisse in mente di mangiarmi mentre dormivo, e vi assicuro che non ero in una fogna

Armandillo
17-03-13, 18: 00
Mhmmm....Rodolfo....degno del "Collezionista di ossa" ! :ghgh
Ci credo che non potevi dormire !
Ora non hai specificato le dimensioni ma io ne vidi uno, al mare a Fiumicino tra gli scogli, grande come un gatto e trovarsi in mezzo ad un gruppo non e' certo piacevole :sisi
Ovvio che piu' delle dimensioni fa paura il morso nocivo dal punto di vista infettivo....ma se sono tanti....

:bai