PDA

Visualizza versione completa : Social&Web Whatsapp, per gli utenti Android diventa a pagamento dopo un anno



janet
04-02-13, 19: 18
Molto interessante questo articolo di Punto Informatico (http://punto-informatico.it/3708086/PI/Commenti/contrappunti-prezzo-della-protesta.aspx) che mostra la peculiarità tecnologica degli utenti italiani che si sono imbufaliti quando una fortunata applicazione di messaggistica ha fatto sapere che non sarà più gratuita per gli utenti Android ma questi dovranno pagare 0,79 euro dopo un anno di utilizzo.
Invece gli utenti IOS pagano subito al momento del download 89 centesimi , da sempre.
Facciamo tante storie gli unici nel mondo per il prezzo di un caffè e ci facciamo fregare miliardi dai mostri politici, veramente assurdo.

Pegaso
05-02-13, 06: 29
La tua ultima frase riassume quello che pensavo mentre leggevo la notizia.

mich
05-02-13, 12: 36
ma poi sta storia esiste da sempre e (personalmente a me) ogni volta che si reinstalla whatsapp per un aggiornamento del firmware, cambio telefono o cambio di sim con connessione eccetera mi cambia la data di scadenza.
Diventasse a pagamento, esistono tanti altri programmi di chat simili, da gtalk, a ebuddy xms passando anche per viber gratuiti (sebbene devo dire la verità nessuno mi soddisfi come whatsapp).

LadyHawke
05-02-13, 15: 15
In effetti siamo all'assurdo: non per l'app divenuta a pagamento ma si chiami "fregatura" una cosa del genere... Lo posso capire quando sei preso per il collo (Janet potrà confermare che quasi tutti gli studenti sono costretti a lavorare su software pirata perchè è difficile che una famiglia normale riesca ad acquistare i vari Photoshop, Autocad o Maya o anche un Office completo), ma Santo Cielo, qui stiamo parlando di neppure un euro che chiunque butta via in un pacchetto di gomme...
Ho sia iOS che Android e mi pare assolutamente equa quella miseria che viene chiesta per le app, quando queste rispondono alle tue aspettative e fanno bene quello che devono fare: ben venga il gratis, ma la gente lavora per vivere!

:bai

Mathew23
09-02-13, 09: 47
Provate Yuliup, anche migliore di whatsapp :eye

Kirk78
12-02-13, 17: 03
Concordo con LadyHawke. Se un applicazione è utile (non avendo un Android per mancanza di soldini :ehmm non posso verificarne le perfomance) non vedo perché non dargli ben :ghgh 79 cent, dette meno di 1500 lire di una volta. La cosa che non so è se vogliono per forza una carta di credito: ecco su questo punto non sono totalmente daccordo perché magari ci esce qualche altra spesa magari fatta distrattamente cliccando da una parte sbagliata.

:bai

P.S.
acquistare i vari Photoshop, Autocad o Maya o anche un Office completo
Per quanto riguarda programmi di grafica fortunatamente ci sono tantissimi software opensource e per Office, per me, OpenOffice è uguale, se non alle volte superiore, a quello di Bill e può tranquillamente leggere e scrivere documenti di quello di "marca".
Per Autocad e Maya so che ci sono alcune licenze gratuite - Autodesk Education Community (http://students.autodesk.com/?tagent=SCT-murl-SG-9-26-2011) - ma non l'ho mai "testate" ... perchè la scuola l'ho finita da un "pochino" di tempo :ehmm

Mathew23
15-02-13, 08: 53
Kirk hai ragione!
Il problema si pone se quei 79 cent iniziano a lievitare anno dopo anno :)

Kirk78
16-02-13, 23: 06
In parte ai ragione caro Mathew23, ma il concetto per me è che se una cosa è buona si può anche pagare e se non la si vuole non la si usa. Esempio: se vuoi mandare un SMS lo paghi, se non lo vuoi usare usi la mail.
Il mio concetto generale é quello che il lavoro di chiunque va remunerato se non decide di metterlo a disposizione gratuitamente. C'è il freeware, lo shareware e il commerciale. Ma su un lavoro di altri nessuno può decidere cosa vuol fare. Magari se nessuno lo paga poi nessuno più lo usa e magari si ritorna al free. Ma è così che funziona per me il mondo del software. Imho :fleurs

:bai