PDA

Visualizza versione completa : Social&Web FaceBook e i Blocchi Aziendali



bodom
05-12-12, 20: 23
da TiempoLibreSite.com - Come Collegarsi a Facebook nonostante i blocchi aziendali? (http://www.tiempolibresite.com/guide/collegarsi-a-fb-nonostante-i-blocchi-aziendali)

Come collegarsi a facebook nonostante i blocchi aziendali?
Un nuovo tips per i nostri amici amanti dei social network, costretti a non usare FB durante le ore d'ufficio per i blocchi impostati da aziende o da enti pubblici alla rete, illudendosi così di chiudere la rete...

continua... (http://www.tiempolibresite.com/guide/collegarsi-a-fb-nonostante-i-blocchi-aziendali)

MarcoStraf
06-12-12, 14: 28
Sono estremamente contrario a questi trucchi e raggiri, perchè se scoperti si corre il pericolo di essere licenziati in tronco. E non è il solo motivo, per me il più importante è quello etico, in quanto si fa uso di un servizio non proprio (la rete aziendale, per cui non si paga) a scopi personali. Per me, equivale a un vero e proprio furto, come portarsi a casa una penna dell'ufficio. La azienda paga per una connessione internet (fior di quattrini) e se io dipendete mentre la uso per motivi di lavoro la trovo lenta perché un collega scarica da FB le foto dei figli, be' mi imbestialirei non poco.

Se siete dipendenti di FB, usate il vostro smartphone.

Clairvoyant
07-12-12, 22: 00
A parte la questione dell'uso improprio di bene/strumento aziendale, ci sarebbe anche la questione che un dipendente non è pagato per andare su FB anzichè lavorare.
E' assimilabile a leggersi il giornale o fare l'uncinetto durante l'orario di lavoro.

Comunque quelle soluzioni credo possano funzionare solo in aziende con politiche poco restrittive, visto che quasi tutte quelle di certe dimensioni non lasciano diritti di amministatore sui computer aziendali e ci sono delle blacklist nei server che quasi sicuramente non ti fanno arrivare a siti proxy o comunque ritenuti di "non interesse aziendale".

Poi ognuno faccia come meglio crede, io su FacciaLibro nemmeno ci sono.:ghgh

:bai

bodom
10-12-12, 10: 54
Giusto a titolo di consulenza portare a casa la penna d'ufficio sicuramente non è furto... forse potrebbe essere appropriazione indebita (che nella pa si trasforma in peculato) ma c'è un interpretazione dottrinale ed io propendo perché più razionale che afferma che per questa sciocchezze è inutile aprire un processo penale (ed io sono d'accordo) e queste in oggetto sono azioni che dovrebbero ricevere sanzioni extra giudiziarie. In pratica con regolamenti interi all'azienda, sempre perché utilizzo questo topic per ripassare c'è da ricordare qual è la sostanziale differenza tra furto e peculato.
Cos'è il furto ex 624 c.p, si tratta di <<d'impossessamento della cosa mobile altrui, sottraendola a chi la detiene, al fine di trarne profitto per sé o per altri..>> invece l'appropriazione indebita ex art. 646 cp è << l'appropriazione di denaro o di cosa mobile altrui di cui abbia, a qualsiasi titolo, il possesso....per procurare a se o altri un ingiusto profitto>>
Nell'appropriazione il reo ha il possesso della cosa... pensiamo alla cassiera che s'impossessa di una banconota di denaro del supermercato ed invece nel furto il reo sottrae la cosa a chi la detiene... e quindi commette una violazione più grave.

A parte la partentesi giuridica, sperando di non avervi annoiato, io trovo stupido da parte dei datori di lavoro bloccare facebook e social network perchè io ad esempio uso facebook tantissimo per lavoro... e lo trovo di una comodità assurda è anche vero che il rischio di perdere tempo in sciocchezze è troppo...

MarcoStraf
11-12-12, 06: 39
Chi usa FB o altri siti per motivi di lavoro non deve fare altro che chiederne l'apertura ai proprio manager per averne l'approvazione (o direttamente al dipartimento IT) Che esistono leggi idiote sono io il primo a dirlo, ma non per questo bisogna violarle. Le leggi sono leggi e vanno rispettate, se non si è d'accordo si può lamentarsi o lottare per cambiarle. Questo è ovviamente un discorso più generale, ma vale anche in una azienda.

La questione della penna era solo un esempio, so benissimo che non si finisce in galera per quello (come non si finisce in galera per usare l'internet dell'ufficio per motivi personali), ma per me rimane una questione di etica.