PDA

Visualizza versione completa : Docente all'università, ma senza mai aver preso la laurea



janet
14-10-12, 13: 57
In questi giorni, continuando il discorso dell'Italia dei furbetti è stata diffusa una notizia riguardo ad un'indagine condotta dalla procura di Bergamo su un docente che aveva ottenuto l'incarico di professore a contratto di calcolo elettronico dichiarando che aveva conseguito due diplomi di laurea con votazione massima, ossia 110/110 e lode in biologia e fisica. Lo stesso individuo ha insegnato dal 2001 al 2005 e poi è stato dirigente al ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, dal 2009 a oggi con stipendio annuo di 109.808 euro lordi. Ora il docente potrà presentare le memorie difensive, se vuole, tenendo conto che i reati sono comunque prescritti. Quindi in teoria non rischia nulla.
Fonte (http://bergamo.corriere.it/bergamo/notizie/cronaca/12_ottobre_13/professore-lauree-universita-inchiesta-truffa-faletti-bergamoministero-2112236670254.shtml)

Se ne è parlato molto sui social network, in quanto il suo curriculum è molto ricco e si tratta sicuramente di una persona dotata ma gli esclusi e con titoli che potevano avere il suo posto ? Gli studenti che avrà bocciato e senza titoli ? L'opportunità offerta di fare ricerca che altrimenti non avrebbe avuto ?
Altro che start up, in Italia, nonostante ciò che dicono i politici c'è sempre una corsa sola, verso il lavoro statale e magari proprio per non lavorare e se non si cambia profondamente mentalità, sempre peggio ci troveremo.

MarcoStraf
15-10-12, 18: 58
Si Janet, va bene parlare di "furbetti", ma qui si parla anche di "incompetenti".
Insomma, se si assume qualcuno che si controlli se le credenziali siano in regola, no? In questo caso particolare non lo si e' fatto per dieci anni, dico io. Lui sara' anche da mettere in galera, ma perche' non licenziare (o almeno punire) chi non ha fatto il proprio lavoro durante il processo di assunzione? Possibile cha abbia pagato tutti per farli tacere?

janet
15-10-12, 21: 45
penso che il discorso sia legato sempre alle famose auto-certificazioni, che praticamente si scoprono essere false, nel caso si faccia ricorso contro il punteggio del concorso, oppure per cause varie, dopo anni, come in questo caso.
Però la cosa che non capirò mai in Italia è sempre il discorso due pesi, due misure, perchè come ho scritto qui, (http://www.collectiontricks.it/forum/edicolandia/Ct4637-inps-200-000-pensionati-dovranno-restituire-quattordicesima.html)i pensionati che avevano sbagliato l'auto-certificazione sono costretti dall'inps a restituire i soldi e quest'uomo non dovrebbe restituire tutti gli stipendi presi grazie anche ad un titolo, mai avuto ?

La cosa mi fa particolarmente incavolare sopratutto nel caso della laurea in fisica, per niente facile in cui ho amici che hanno mollato dopo aver fatto, come nel caso di quest'uomo un certo numero di esami ed hanno onestamente, poi fatto i concorsi, con il voto del diploma. Ossia magari, se avessero anch'essi frodato avrebbero ottimi lavori con principeschi stipendi, invece della posizione faticosamente conquistata, con il voto del diploma.