PDA

Visualizza versione completa : La Calabria non vuole Venditti



janet
15-09-12, 20: 20
Il Concerto del cantautore che si sarebbe dovuto tenere a Vibo Valentia è stato cancellato in quanto, secondo la società che gestisce le attività del cantante "sarebbe in corso una campagna denigratoria".
La disputa era nata nel 2008, dopo alcune affermazioni poco felici del cantante che avrebbe detto "Perchè Dio ha fatto la Calabria?" avrebbe poi aggiunto che si augurava che fosse costruito il ponte sullo stretto in modo che così la Calabria sarebbe potuta esistere. Qualcuno avrebbe dovuto fare qualcosa per la Calabria.
In seguito il cantautore si è scusato per le sue dichiarazioni, ma il popolo calabrese non sembra aver dimenticato e alla notizia del concerto è iniziata una campagna denigratoria sui social network.
Fonte (http://www.repubblica.it/spettacoli-e-cultura/2012/09/15/news/la_calabria_non_perdona_venditti_concerto_cancella to_per_le_polemiche-42571993/)

Qual migliore esempio del provincialismo italiano ? Per fare un altro esempio ad una notizia che riguardava Vasco Rossi, di nuovo ricoverato, un commento è stato " chi se ne f. Lui i soldi per curarsi li ha " Forse però chi commenta così sarà un ignoto tutta la vita e nessuno magari ha avuto momenti salienti della sua esistenza accompagnati dalla musica delle sue canzoni.

Rodolfo Tatana
18-09-12, 09: 59
Qual migliore esempio del provincialismo italiano ?

a proposito di vasco rossi... anni fa si permise di dire, dopo un concerto in sardegna, che prima o poi tutti devono andare al cesso, l'ultima volta a cagliari forse c'erano 50000 persone (3 anni fa) io ovviamente non ci andrei neanche gratis a un suo concerto ma non mi considero certo un provinciale, piuttosto lo é lui

Armandillo
18-09-12, 23: 39
Permettimi Janet di sorridere....:hap

Che Italia !!
Non si perdona una frase dal significato non chiaro e se vogliamo innocua ma si perdonano i ladrocini e le offese, quelle si pesanti, commesse in casa propria !

Il metro di giudizio e' andato a farsi friggere.
Non devo difendere Venditti perche' ognuno e' responsabile di cio' che dice ma ammantarsi di finto orgoglio non lo sopporto.

janet
20-09-12, 00: 09
Calcolando anche che chi va in Calabria prova uno shock sopratutto per chi ama la natura e vede scheletri e scheletri di case in costruzione proprio dove la natura è più bella. Ho invece molto apprezzato i cambiamenti a Reggio, ciò vuol dire, tornando sempre allo stesso punto che quando c'è un consiglio comunale o una giunta provinciale che lavora bene, si vede.
Poi di ogni posto e di ogni cosa ognuno può avere un'impressione e magari esprimerla, certo essendo personaggi pubblici dovrebbero stare più attenti ma non mi sembrano commenti così pesanti da provocare tali rancori.
Per sdrammatizzare , anche perchè in genere i romani sono paciocconi, oggi ho sentito uno scambio divertente di battute in metropolitana, fra due persone che commentavano come negli ultimi tempi si sentisse più parlare milanese in metro che il solito cicaleccio straniero e l'altro ha risposto che con Monti stavano arrivando molti del nord e ci mancavano solo loro.
Questo a dimostrare che in genere il romano, nonostante le pesanti battute della lega, non porta rancore e forse gli abitanti delle altre regioni, dovrebbero prendere un pò dell'internazionalità e della filosofia romana.