PDA

Visualizza versione completa : Armstrong radiato



Eres
24-08-12, 18: 30
Questa è da prima pagina, davvero enorme

Doping, Armstrong perde i sette titoli Tour (http://www.corrieredellosport.it/altri_sport/ciclismo/2012/08/24-260942/Doping%2C+Armstrong+perde+i+sette+titoli+Tour)

Sette tour e un bronzo olimpico mai esistiti, solo una vergognosa truffa. Si può cancellate tutto, come si dovrebbe assolutamente cancellare il ciclismo dallo sport.
Sono anni che si sapeva/sospettava di Armstrong, ma si faceva finta di nulla, forse perchè americano? Ma sono anni e anni che tutto il mondo del ciclismo va avanti solo di droga.
Un circuito infernale di sperimentazioni avanzate sul doping.
Non aggiungo altro, inutile polemizzare adesso per chi invece è stato perseguitato per anni fino alla morte, per molto meno.
Vergogna

Mathew23
25-08-12, 11: 36
Boh questa vicenda è da sempre combattuta.
Io non ho mai letto di prove certe... quando accusi qualcuno di doping devi averle e se le hai devi agire subito

Eres
27-08-12, 10: 17
No Mat, il problema vero non è il caso Armstrong, ma il ciclismo in generale che va avanti solo col doping. C'è molta troppo ipocrisia sulla questione. Bisognerebbe avere il coraggio di abolire questo ex sport, ma evidentemente non c'è

Eres
11-10-12, 07: 59
Aggiornamento

Usada contro Armstrong: "Il doping più sofisticato della storia" - Repubblica.it (http://www.repubblica.it/sport/ciclismo/2012/10/10/news/usada_prove_doping_armstrong-44268258/?ref=HRERO-1)

:tap

jacklostorto
11-10-12, 08: 52
a Pantani subito addosso e a questo hanno permesso tutto e di più:triste

Eres
11-10-12, 10: 36
Come si dice; due pesi e due misure. Ma purtroppo il vero problema è il ciclismo che così non può e non deve andare avanti

Lo Zio T
27-12-12, 01: 47
Biognerebbe informarsi prima di scrivere, soprattutto quando si va contro ad un personaggio sportivo..

Premessa: Armstrong non mi è mai stato simpatico, anzi..

Difficile dare un giudizio, dato che non ho mai seguito attentamente la vicenda.

Armstrong è sempre stato sottoposto a tanti controlli, continuamente. Sia durante il dominio francese, sia durante gli ultimi anni, dopo il ritiro.

E diciamo anche che tutto ruota attorno a dichirazioni di personaggi tutt'altro che puliti, come Landis.

Però nello stesso tempo, ci sono tante ombre su di lui, a partire da dei campioni di urina contenenti EPO e risalenti al periodo '99-'00.

Ma appunto, sono passati oltre 10 anni. Insomma, se avevano prove, sarebbero dovute venir fuori prima, non ora.

Probailmente non era pulito (come molti altri, basti pensare ai podi di quei Tour) ma non puoi far passare 13 anni per poi partire con indagini penali.

Eres
16-01-13, 21: 47
Ora ha confessato.
Personalmente mai avuto dubbi che fosse dopato, ma come lui tutti i partecipanti al baraccone ciclo pro.
Ma del resto basta aver fatto un po' di sport anche non pro, per capirlo, non ci vuole molto.

Rodolfo Tatana
17-01-13, 09: 25
finalmente ha confessato, non ci rimane che dimenticarlo :ghgh

Eres
17-01-13, 10: 58
Personalmente ho dimenticato da tempo non solo lui, ma tutto il ciclismo :ghgh

Eres
18-01-13, 10: 33
Ecco il riassunto dell'intervista di Armstrong alla tv amricana

«Senza doping impossibile vincere sette Tour» Armstrong si confessa da Oprah - Corriere.it (http://www.corriere.it/sport/13_gennaio_18/armstrong-oprah-doping_5973a676-6117-11e2-bd7d-debf946ea0b6.shtml)

Notare la definizione di doping come endemico. "Non si può vincere senza doping". E aggiungo, neanche partecipare a certi livelli, non per nulla tutta la sua squadra era dopata fino all'ultimo gregario. Titoli giustamente tolti, ma i soldi vinti in quei tour penso non li restituirà mai :ghgh
Qualcuno ha ancora dei dubbi su come funzioni oggi tutto il ciclismo pro?

Rodolfo Tatana
18-01-13, 15: 55
come funzioni oggi? mi sa che funziona cosi' da quando è nato il ciclismo :ghgh

Eres
20-01-13, 11: 36
Ok ma oggi le cose si sono specializzate e ingrandite, una volta si andava di bomba artigianale ma solo per i migliori. oggi è diventata una scienza, sporca, ma scienza :ghgh

Rodolfo Tatana
20-01-13, 11: 52
si ok, diciamo che la scienza del doping si è evoluta e ora è alla portata di tutti, mi ricordo un'intervista a Coppi dove diceva che quando affiorava la stanchezza nella borriaccia avevano l'energizzante, insomma c'è poco da aggiungere

Eres
21-01-13, 08: 49
Però pur essendo ormai evidente a tutti, nessuno fa nulla, si limitano a squalificare il capro espiatorio di turno mentre tutto il resto del baraccone continua a doparsi allegramente.
Se ci pensi bene la frase di Armstrong " senza doping non si può vincere" ha senso solo in questa situazione. Ma se nessuno si dopasse certo che qualcuno vincerebbe.

jacklostorto
21-01-13, 11: 35
se quel pirla si fosse ritirato a quota 4/5 forse gli sarebbe andata bene,invece a fare l'ingordo:ghghil nostro checco,moser per la cronaca,ha vinto giro,record dell'ora su pista,e tanto altro,con la collaborazione del famigerato prof.conconi,e poi s'è ritirato a bella vita:bgg2

Eres
23-01-13, 08: 01
se quel pirla si fosse ritirato a quota 4/5 forse gli sarebbe andata bene,invece a fare l'ingordo:ghghil nostro checco,moser per la cronaca,ha vinto giro,record dell'ora su pista,e tanto altro,con la collaborazione del famigerato prof.conconi,e poi s'è ritirato a bella vita:bgg2
Come si dice Jack, chi troppo vuole nulla stringe! :ghgh

jacklostorto
23-01-13, 14: 48
ma te pensa:eyeci faranno anche un film:ghgh
J.J. Abrams produrrà un biopic su Lance Armstrong (http://www.movieplayer.it/film/news/j-j-abrams-produrra-un-biopic-su-lance-armstrong_23567/)

Rodolfo Tatana
23-01-13, 15: 46
mi sembra il minimo, noi ne facciamo uno su Schwazer? :lol:

Eres
25-01-13, 14: 57
Ora che il vaso di Pandora è aperto tutto il marcio sta uscendo fuori, chissà quanto altro ne uscirà. Però molti fanno ancora finta di niente.

Armstrong è caduto. Le verità di Simeoni (http://www.corrieredellosport.it/altri_sport/opinioni/2013/01/24-297562/Armstrong+è+caduto.+Le+verità+di+Simeoni)

Mi chiedo come farà la gente a seguire ancora questo pseudo sport, affollando le strade al passaggio dei corridori...sarebbe meglio dire al passaggio dei dopati omertosi :ghgh

Kirk
25-01-13, 18: 51
Una cosa che ha detto Simeoni e che molti hanno pensato:


perché Pantani era il numero uno e lo sarebbe stato comunque, mentre Armstrong non lo era, indicandoci una data spartiacque: il 1999. Fino ad allora, tutti avevano gli stessi vantaggi dal doping; dopo, solo i più ricchi e protetti avevano accesso a prodotti evoluti e sofisticati. Tra questi, ovviamente, Armstrong. «Pantani era un buono, non ha resistito all’umiliazione di essere indicato come il male del ciclismo: ha pagato per tutti»

Certo anche lui si dopava perchè altrimenti con gli altri dopati non avrebbe vinto, ma se nessuno si fosse dopato, lui vinceva lo stesso, Armstrong no.. , in montagna, tutti e due non dopati, Pantani gli avrebbe dato 10 minuti a salita :tap

Eres
25-01-13, 20: 17
Pantani gli avrebbe dato 10 minuti a salita :tap
Poco ma sicuro.

Rodolfo Tatana
26-01-13, 13: 32
in montagna, tutti e due non dopati, Pantani gli avrebbe dato 10 minuti a salita

non saprei, in fondo non abbiamo prove che pantani abbia fatto anche una sola salita senza doparsi, forse diamo per scontato che quello fosse un suo talento naturale

Eres
26-01-13, 15: 00
Qui non sono d'accordo, di talento ce n'aveva e anche tanto, perchè se lui era dopato lo erano anche gli altri. Fino al 1999 ho seguito molto il ciclismo, oltre a praticarlo per anni in varie forme anche estreme come il triathlon, la mountainbike in alta montagna :ghgh e ti assicuro che Pantani con o senza doping era un fenomeno in salita, come ce ne sono stati pochissimi nella storia del ciclismo. Non dimenticare che anche il "Cannibale" Eddy Merckx fu squalificato per doping. Inoltre Pantani è stato l'unico italiano a fare l'accoppiata giro-tour dopo un certo Fausto Coppi. Armstrong mai visto in Italia o in altre gare impostanti a parte il "suo" Tour :eye Non so se mi spiego.

Rodolfo Tatana
26-01-13, 15: 50
ti concedo la fiducia sulla parola ma rimane comunque una opinione, come quella di Simeoni, e non prova..c'è pero' da dire anche una cosa importante, non so quando abbia iniziato ma pantani faceva uso massiccio di cocaina, potremo definirlo un antidoping perchè è un tipo di droga che fa tutto tranne che migliorare le prestazioni sportive, le puo' solo peggiorare, quindi possiamo anche dire che pantani è stato molto forte anche con questo "svantaggio" rispetto agli altri dopati totali :bgg2

Eres
26-01-13, 19: 18
No ma questa volta non credo si tratti solo di un'opinione, Pantani è stato uno dei più grandi scalatori tutti i tempi. Lo dimostrano i risultati, tanto poi alla fine sappiamo che il doping lo usano tutti.

Eres
23-06-13, 07: 58
Anche Ullrich ammette: «È vero, mi sono dopato» (http://www.corrieredellosport.it/altri_sport/ciclismo/2013/06/22-325873/Anche+Ullrich+ammette%3A+«È+vero%2C+mi+sono+dopato »)

Ormai più passa il tempo più la verità viene a galla in tutta la sua putrescenza. Si sospettava, anzi di più, ora si sa che tutti ma proprio tutti nel ciclismo sono drogati.
E come dice Ulrich, non poteva lasciare un vantaggio a tutti gli altri drogati, per quello si è dato una pari opportunità con l'uso di droghe dopanti. Ora dice che solo lealtà e volontà dovrebbero decidere, ma lo dice ora dopo anni che ha smesso. Come fanno tutti gli altri del resto. Tutto inutile e troppo comodo.
Continuo a chiedermi come faccia la gente a seguire ancora questo pseudo sport e perchè nessuno si sia deciso ancora a chiuderlo definitivamente. Non è sport, non lo è più da parecchi anni, ma solo un baraccone di sperimentazioni chimiche e farmacologiche su cavie umane, dove i medici sono in prima linea. Che senso ha tutto ciò? :tap

Rodolfo Tatana
23-06-13, 10: 14
secondo me non sono tutti dopati, basta andare a cercar quello che arriva per ultimo :ghgh

sono molto deluso da ullrich, anche piu che per armstrong, non sapevo ci fossero gia da tempo sospetti sul tedesco, é stato uno dei miei ciclisti preferiti anche perchè era un periodo che le gare le seguivo, ora sono anni che non seguo piu niente a parte qualche gara del giro d'italia, beh speriamo che almeno nuvoli sia pulito

chiudere definitivamente uno sport non è una soluzione intelligente, bisogna chiudere lo sport dopato, come fare non lo so

Eres
24-06-13, 08: 57
secondo me non sono tutti dopati, basta andare a cercar quello che arriva per ultimo :ghgh
Lì dentro secondo me sono tutti dopati, ultimi compresi. Non per nulla accade che siano squalificati per doping corridori praticamente sconosciuti.


chiudere definitivamente uno sport non è una soluzione intelligente, bisogna chiudere lo sport dopato, come fare non lo so
Non avrebbe senso se la percentuale di dopati fosse molto inferiore al 100%, anzi al 50%, ma dato che non è così, andrebbe chiuso del tutto. Poi non vuol dire che dopo qualche anno di purificazione non si potrebbe riaprire, ma dovrebbe essere qualcosa di completamente nuovo, dove il doping non dovrebbe mai più entrare, neanche la parola. Allo stato attuale quel mondo è tutto strutturato sul doping, dai bambini fino ai pro, passando anche per molti ciclo amatori, quindi con i controlli attuali e qualche squalifica qua e là non si risolverà mai niente.

Rodolfo Tatana
24-06-13, 11: 35
Allo stato attuale quel mondo è tutto strutturato sul doping, dai bambini fino ai pro, passando anche per molti ciclo amatori

appunto, essendo strutturato cosi' non ha senso trovare soluzioni eliminando le gare, che sono comunque tantisime e da qualche parte in giro per il mondo troverebbero sempre dei tour da fare, anche se chiudessimo giro d'italia e di francia, se è vero che il doping lo fanno anche i non professionisti..dovresti vietare l'uso della bicicletta a tutti per qualche anno :ghgh o piu semplicemente eliminare i medici da questo sport :ghgh:ghgh

Eres
24-06-13, 13: 48
Quando dicevo chiudere non intendevo solo le gare, ma proprio la federazione internazionale ciclistica e tutte quelle dei vari paesi, insomma abolire lo sport ciclismo come organizzazione mondiale. Poi nel privato ognuno si può drogare come meglio crede :ghgh
Fatto ciò, dopo un certo periodo si potrebbero ricostituire le varie federazioni e organizzazioni, ma partendo da tutt'altre basi, perchè evidentemente quelle attuali sono marce.
I medici del ciclismo sono un problema, magari andrebbero selezionati e costretti ad un giuramento contro il doping, pena radiazione a vita e incarcerazione immediata di medici e ciclisti in caso di doping accertato, senza processo naturalmente :ghgh

Rodolfo Tatana
24-06-13, 16: 42
esagerato magari sei un po troppo drastico, direi dittatoriale :ghgh

Eres
24-06-13, 20: 04
Non si tratta di quello, come si dice, a mali estremi estremi rimedi :ghgh nulla di più vero.