PDA

Visualizza versione completa : Chi "for president" ?



Armandillo
22-07-12, 12: 25
Forse il tema e' prematuro ma mi interessava conoscere la vostra opinione "a bocce ferme", come si dice, e nel pieno di una crisi pericolosa di cui e' difficile prevedere sbocchi a breve.
A maggio 2013 scade il mandato di Napolitano che gia' ieri ha smentito una possibile ricandidatura.
I nomi dei "papabili" che si possono leggere riguardano tutti personaggi a noi noti e dalla lunga carriera politica e, per ora, novita' non sembrano esserci.

Quindi ho pensato comunque di provare a fare i loro nomi nelle opzioni nelle quali ho lasciato inserito "altro" piu' che altro per dare la possibilita' agli utenti di nominare una persona "auspicabile" fuori dal coro dei soliti noti o, se volete, una preferenza autorevole non citata dagli addetti del settore.

Se vi va potete anche commentare la vostra scelta :bai

Andy86
22-07-12, 13: 47
:bai
Scusa, ho votato senza leggere, pensavo parlassi del presidente del consiglio... :ops:

Rodolfo Tatana
23-07-12, 20: 46
Nessuno di questi :lol: pronostico che il prossimo sara' gianni letta :bai

Armandillo
24-07-12, 17: 56
gianni letta :bai

Bah...dai commenti letti non sembra abbia un consenso trasversale e comunque, almeno per me, non si identifica col tipo di presidente che vorrei :boh
Come auspicio infatti ho votato per la Bonino, perche' donna, piu' giovane, piu' stimata a livello internazionale ma soprattutto piu' laica e forse proprio per questo temo che non rientrera' nel lotto dei papabili :boh

:bai

jacklostorto
24-07-12, 18: 11
ciao Arma:thxdel sondaggio,sei sempre all'avanguardia nelle idee:sisi
ho votato altro perchè come detto in precedenza e non ho cambiato idea il voto non lo do a nessuno,ma tu vedi l'imu la vogliono pagata subito e dei loro i privilegi se ne parla nel 2013:furious

Armandillo
24-07-12, 18: 50
Permettimi Jack...comprendo l'amarezza o la rabbia o comunque tutti i possibili sentimenti di astio per la politica nel suo insieme ma qui non si tratta di votare giacche' saranno le Camere riunite ad eleggere il Presidente della Repubblica e per quanto i suoi poteri, qui in Italia, siano in effetti ridimensionati rispetto, per esempio, a quelli del presidente americano oppure francese, e' importante che vi sia una figura apprezzata, stimata e di polso.

Un segnale di svolta, per esempio, sarebbe l'elezione di una donna a Capo dello Stato....forse restituirebbe fiducia alla gente !

:bai

Rodolfo Tatana
24-07-12, 19: 11
Bah...dai commenti letti non sembra abbia un consenso trasversale e comunque, almeno per me, non si identifica col tipo di presidente che vorrei

neanche a me piace, ma ti assicuro che piu trasversale di lui non esiste nessuno nella politica italiana :ghgh tutti gli altri nomi che hai proposto secondo me non sono papabili


Come auspicio infatti ho votato per la Bonino

fantascienza, ma è una persona che mi piace molto piu degli altri

Armandillo
24-07-12, 19: 14
neanche a me piace, ma ti assicuro che piu trasversale di lui non esiste nessuno nella politica italiana

Si, diplomatico certamente ma preferirei chiunque (a parte Lui.... S.B.)...una figura di rottura :sisi

calaf
24-07-12, 19: 30
C'è da ritenere che la migliore delle scelte sensate sia quella di eleggere l'unico personaggio italiano che al momento raccoglie una certa stima in campo internazionale riuscendo a lanciare e sostenendo in sede di Consiglio Europeo le sole proposte che si possano ritenere percorribili (ce ne sono altre?).
Soluzioni diverse da Mario Monti, che afferma non voglia ripetere l'esperienza di P.d.C., mostrrebbero ancora una volta al al mondo le nostre irrazionalità ed irresolutezze.
Gli attuali contendenti alla guida del Paese infatti o non hanno ancora espresso uno straccio di programma o sono ammucchiate capaci soltanto di protestare oppure dire di no a tutte le proposte ragionevoli.
Se scegliessero umoralmente in maniera diversa in base malcalcolate propagandistiche ricerche di consenso le prospettive che ci si presentano sono terrificanti.
Chi vivrà vedrà.
:sisi:boh

Armandillo
24-07-12, 19: 37
Soluzioni diverse da Mario Monti, che afferma non voglia ripetere l'esperienza di P.d.C., mostrrebbero ancora una volta al al mondo le nostre irrazionalità ed irresolutezze.

Possibile ma invece io credo che "sara' costretto" a ripetere la Presidenza del Consiglio poiche', come te, non vedo allo stato alternative valide :sisi

calaf
24-07-12, 20: 16
Non si è mai smentito.
Per i browsers non è receduto d'un millimetro.

janet
26-07-12, 13: 49
Che dire ? Come al solito vedo una notevole dicotomia fra altri posti web, la vita reale e qui. Infatti c'è anche chi sostiene che scoppierà la rivoluzione a settembre. Può essere giusto, può essere di no. Certo anche la vicenda del ragazzo morto nell'allestimento del concerto di Laura Pausini e ricompensato con poche lire fa pensare, come anche il buffo senza fondo della regione Sicilia oppure il fatto che molti dipendenti comunali saranno senza soldi, strano dopo tutti i soldi dell'imu che si è cacciati, pensavano di prendere anche di più.
Questo, dato che l'argomento è politico, è una giusta premessa, per dire che mi preoccupa il semi-presidenzialismo e che nessuno delle varie scelte messe nei sondaggio mi piace. Non difendo la Bonino perchè è una donna e laica, perchè i Radicali, in genere hanno fatto spesso i voltagabbana e preferisco chi, rispetta i propri punti di vista ed i patti con gli elettori.

Ricky
26-07-12, 21: 36
Un segnale di svolta, per esempio, sarebbe l'elezione di una donna a Capo dello Stato....

Perdonami, ma a parer mio sarebbe l'ennesimo provvedimento 'di facciata', che tanto va di moda in Italia, per cambiare tutto affinché nulla cambi realmente.

Armandillo
27-07-12, 18: 48
Questo, dato che l'argomento è politico, è una giusta premessa, per dire che mi preoccupa il semi-presidenzialismo e che nessuno delle varie scelte messe nei sondaggio mi piace. Non difendo la Bonino perchè è una donna e laica, perchè i Radicali, in genere hanno fatto spesso i voltagabbana e preferisco chi, rispetta i propri punti di vista ed i patti con gli elettori.

Concordo con la tua preoccupazione circa il semi- presidenzialismo e meno circa la Bonino.

Per il primo tema, come al solito, mi sembra la classica "via di mezzo" all'italiana che produce solo compromessi zoppi così poi come le varie leggi elettorali "adattati" per accontentare tutti tranne i cittadini.
Non voglio entrare in polemica parlando dei Radicali che ho seguito per anni con interesse ma qui si parla della persona Bonino che credo abbia tutte le carte in regola per quel ruolo.


Perdonami, ma a parer mio sarebbe l'ennesimo provvedimento 'di facciata', che tanto va di moda in Italia, per cambiare tutto affinché nulla cambi realmente.

Beh, allora lo era anche un ex-comunista al Quirinale !
Credo, invece, che proprio il "maschilismo" politico sia un ostacolo non piccolo per la sua elezione assieme, come gia' detto, alla sua profonda laicita' e a tal proposito ricordo, ma non ce n'e' bisogno, che lo Stato Italiano e' uno stato laico....o dovrebbe esserlo...e che, a mio parere, la mancanza di vera laicita', negli anni, ha prodotto guai che meriterebbero un discorso molto lungo.

:bai

janet
28-07-12, 05: 25
Non voglio entrare in polemica parlando dei Radicali che ho seguito per anni con interesse ma qui si parla della persona Bonino che credo abbia tutte le carte in regola per quel ruolo.
Nessuna polemica è democrazia, ossia accettare anche idee diverse degli altri, argomentando, anche su questo punto abbiamo idee diverse ed allora ? Ne avremo altre uguali su altre cose. Tu la pensi in un modo, io in un altro, del resto che mi interessava la politica penso che in molti lo sappiano, dal momento che postavo su P2P forum e forse, a parte i camuffamenti del napoletano, non mi ricordo più come si chiamava, credo che ero l'unica, come donna.
Pensando invece a quello che ha detto Ricky ed ad un segno di cambiamento, perchè non si cambiano le regole e si mettono persone più giovani ? Sia il sindaco di Firenze che l'altro della lega, hanno, pur contestati dimostrato di essere giovani validi. Oppure Susanna Camusso, perchè no ? Si vuole una donna e laica ? Almeno una con grinta.
Questa però diventa fantapolitica, ciao.

Armandillo
28-07-12, 08: 37
Janet, ho usato il termine polemica ma convinto di un civile scambio d'opinioni che pero' avrebbe potuto preludere anche ad accese discussioni, rispetto la tua ma non sono così ipocrita da far finta di accettarla :hap
I nomi che hai citato mi andrebbero benissimo soprattutto perche' di giovani si tratta ma anche qui e' inutile negarlo sappiamo entrambi che e' quasi una utopia :boh
Il nome della Bonino l'ho fatto oltre che per la stima anche perche' e' l'unico, fino ad ora, citato dagli addetti ai lavori.

:bai

janet
29-07-12, 00: 18
Armandillo, lo scambio acceso di opinioni è di chi non sa regolarsi, ossia non conosce i propri limiti. Di questo ho un'ottima possibilità di tastare le situazioni attuali sui social network, in cui si usa prima la parolaccia, proprio perchè non si riesce più ad argomentare con calma il proprio punto di vista. Questo, però ci ha anch'esso portati all'attuale situazione e a liti sfrenate anche in parlamento. Forse l'epoca Monti, sempre molto parco nei contraddittori ci porterà ad un cambiamento, forse però prima che si espanda in tutti i livelli sociali, ci vorrà tempo.
La situazione è sui social network sopratutto, che non esistono più notizie ma si postano immagini con quattro, cinque punti scritti in modo appropriato per infiammare gli animi e disgraziatamente questi posts sono quelli che riscuotono più successo.
Quindi, invece per chi magari il cervello vuole usarlo e non accettare condizionamenti è necessario sempre più argomentare e discutere pacatamente, ma discutere. Anche perchè questa gente che accetta passivamente tutto, che si beve tutto, poi andrà a votare e condizionerà la vita di tutti con le proprie scelte.

Armandillo
29-07-12, 10: 36
Bene, allora discutiamo...

Si parla appunto di semi-presidenzialismo (http://it.wikipedia.org/wiki/Repubblica_semipresidenziale) che prevede l'elezione popolare diretta del Capo dello Stato e che darebbe un potere maggiore a questa figura permettendogli di scegliere il primo Ministro semplificando vecchi passaggi ma che necessita comunque della fiducia del parlamento...ed e' questo il punto che non mi piace perche' direttamente collegato alla legge elettorale (dove contano solo le segreterie di partito) che dovrebbe invece essere modificata in senso maggioritario uninominale puro (IMHO) per dare piu' potere ai cittadini.

Per questo preferisco il Presidenzialismo (http://it.wikipedia.org/wiki/Repubblica_presidenziale) anche se mi rendo conto che sarebbe un passaggio netto di cambiamento che la classe politica attuale non credo sia in grado di pilotare ma che consegnerebbe al paese un sistema veramente democratico.

Purtroppo in queste ore e nonostante le spinte di Napolitano si assiste ai soliti giochi politici che tendono a tirare la giacchetta da una parte o dall'altra secondo convenienza mettendo sulla bilancia legge elettorale e riforma semi-presidenziale come se noi non contassimo !

Probabilmente la paura per le future elezioni 2013 e il "terremoto" politico conseguente alla crisi stanno spingendo verso una divaricazione delle posizioni quando, invece, dovrebbero far collaborare per la ricerca di soluzioni a lungo termine e per dare un volto piu' moderno ed efficiente al paese.

Le conseguenze di questo clima mi fanno pensare solo a due soluzioni, il nulla di fatto oppure un inguacchio all'italiana.

:bai

Rodolfo Tatana
29-07-12, 11: 23
purtroppo parliamo comunque di aria fritta, come se il problema dell'italia fosse il presidente della repubblica e chi verra' dopo o la questione del semipresidenzialismo o del presidenzialismo, di sicuro la legge elettorale va cambiata affinche il cittadino possa votare un nome, una persona, non una lista preconfezionata, ma i problemi sono davvero altri, c'è da risolvere la questione dei privilegi e dell'evasione fiscale, questi parassiti che vivono sulle spalle di chi produce, votare direttamente o meno il presidente della repubblica, con premio di maggioranza magari, sopratutto visto da chi nasce la proposta, è chiaramente il canto del cigno del nostro napoleone bonaparte che sogna gloria eterna e gli piace sempre essere al centro dell'attenzione, é ambizione personale di un personaggio, ma la vita reale è un'altra e loro non la conoscono, come si fa a a farsi guidare da persone che non sanno cosa significa fare la spesa? il diesel è a 1.70, le cipolle a 2 euro, le pere a 3 :shock

Armandillo
29-07-12, 11: 35
ma la vita reale è un'altra e loro non la conoscono, come si fa a a farsi guidare da persone che non sanno cosa significa fare la spesa

Giusto ma se si e' giunti a questo punto e' proprio perche' la gente non e' stata messa in condizioni di scegliere anche se il "ma quelli chi ce li ha messi?" ci fa interrogare sulla consapevolezza di un popolo che volente o nolente ha vissuto di raccomandazioni e privilegi in cambio della promessa di un voto.

E' vero, i problemi sono altri, ma alla politica non si puo' rinunciare e le elezioni sono o dovrebbero essere un atto responsabile in cui far sentire la propria voce anche per chi odia le chiacchiere e pensa al "fare".
D'altronde per mandare a casa chi ha governato male non c'e' altro mezzo e l'elezione del Capo dello Stato potrebbe dare un segno di rottura e una speranza di svolta.

Rodolfo Tatana
29-07-12, 11: 40
alla politica non si puo' rinunciare e le elezioni sono o dovrebbero essere un atto responsabile in cui far sentire la propria voce anche per chi odia le chiacchiere e pensa al "fare".

assolutamente daccordo con te, mi ricordo che io stesso facevo un discorso simile piu di un mese fa sull'importanza di andare a votare, dire la propria e anche della partecipazione diretta di singoli cittadini apartitici :bai


edit: aggiungo una cosa, sono favorevole all'elezione diretta del presidente della repubblica, sopratutto a una riforma radicale della costituzione nelle parti che riguardano l'architettura dello stato, dal presidente al parlamento fino ad arrivare ai comuni, passando attraverso la riforma delle procedure legislative troppo lente

Armandillo
29-07-12, 11: 50
assolutamente daccordo con te, mi ricordo che io stesso facevo un discorso simile piu di un mese fa sull'importanza di andare a votare, dire la propria e anche della partecipazione diretta di singoli cittadini apartitici :bai

Si, ricordo.
Era la discussione in cui io, invece, mi ero espresso per l'astensione ma in quel caso ne sottolineavo la possibilita' a fronte di una stagnazione politica e gli effetti del solo nominarla, come si puo' osservare ultimamente, ha messo in fibrillazione tutto il mondo politico.

Ora, se ve ne fossero le condizioni con una legge finalmente democratica, al contrario, servirebbe una enorme partecipazione nella speranza di incidere e dare un colpo al vecchiume.

:bai

janet
29-07-12, 14: 54
una enorme partecipazione, una volta che ci si è chiariti le idee, perchè ad esempio sono questi i messaggi che hanno più successo sui social network http://images.collectiontricks.it/images/75357397473215270684.jpg (http://images.collectiontricks.it/)
postati, poi da pensionati repressi o da persone che cercano una compensazione in una popolarità fittizia su internet, postando ciò che la gente vuole.
Ma proprio in posti, tipo il nostro forum bisogna creare contro.tendenze e ricominciare a postare news e notizie che poi si possono interpretare e discutere, dal momento che anche Anna Masera della stampa, ha scritto che la gente le notizie le legge sempre di meno e la maggior parte dei siti di notizie ha dei risultati gonfiati con tattiche da SEO.
E' necessario che questa volta sopratutto la gente ragioni e cerchi i programmi nel partito politico che voterà.

Armandillo
29-07-12, 18: 39
E' necessario che questa volta sopratutto la gente ragioni e cerchi i programmi nel partito politico che voterà.

Concordo ma da cio' che si sente sembra che si avveri l'opposto.
La notizia che hai mostrato sottoforma di immagine fa parte di tante altre denunce che si leggono e si ascoltano perfino nei bar.
Ultimamente anche alcune trasmissioni inchiesta e non, hanno messo l'accento su molte sregolatezze del sistema italia facendo montare la rabbia, rabbia che spesso non risveglia le coscienze, come dovrebbe essere e come hai accennato, ma accentua la sfiducia, la rassegnazione e il qualunquismo per cui anche coloro che sanno e che leggono, dopo lo stupore, inveiscono e accumunano tutti "ad una massa di....".

Purtroppo c'e' un dilagante disinteresse per i temi che conosciamo e cio', credo, e' dovuto ad anni di mancanza di dovere civico e assenteismo mentale tenendo presente che le nuove generazioni e gli anziani, per ragioni diverse, si sono tenuti fuori e solo una parte di lavoratori ha continuato a seguire con interesse le vicende politiche.

jacklostorto
29-07-12, 19: 01
una enorme partecipazione, una volta che ci si è chiariti le idee, perchè ad esempio sono questi i messaggi che hanno più successo sui social network http://images.collectiontricks.it/images/75357397473215270684.jpg (http://images.collectiontricks.it/)
postati, poi da pensionati repressi o da persone che cercano una compensazione in una popolarità fittizia su internet, postando ciò che la gente vuole.
Ma proprio in posti, tipo il nostro forum bisogna creare contro.tendenze e ricominciare a postare news e notizie che poi si possono interpretare e discutere, dal momento che anche Anna Masera della stampa, ha scritto che la gente le notizie le legge sempre di meno e la maggior parte dei siti di notizie ha dei risultati gonfiati con tattiche da SEO.
E' necessario che questa volta sopratutto la gente ragioni e cerchi i programmi nel partito politico che voterà.
quoto eccome !! ....:furious

Ricky
29-07-12, 20: 44
Credo, invece, che proprio il "maschilismo" politico sia un ostacolo non piccolo

Per carità, tutto giusto... ma in Italia sarebbe come volere cambiare il colore delle tendine di casa quando le fondamenta non reggono più.

Armandillo
30-07-12, 19: 41
Per carità, tutto giusto... ma in Italia sarebbe come volere cambiare il colore delle tendine di casa quando le fondamenta non reggono più.

Vero Ricky ma come spiegare che circa la meta' degli italiani da' ancora fiducia ai due partiti maggiori ?
Da questo dato sembrerebbe che meta' Italia non ha capito oppure si dovrebbe pensare che quella parte di italiani sono quelli che non hanno problemi oppure quelli che hanno beneficiato e beneficiano ancora del consenso concesso.

E' realistico pensare che non c'e' possibilita' di cambiare tutto e subito ed a questo immagino che dovremo rassegnarci.
Quindi non rimane che piccoli passi visto che per strada penso sarebbero pochi a scendere !

Visto che la casa ha fondamenta fradicie, come s'usa, bisognerebbe buttarla giu' e rifondarla....ma chi lo fa ?! :boh

janet
31-07-12, 02: 55
Credo che Armandillo sia nel giusto, in quanto è estremamente semplice dire è tutto sbagliato è tutto da rifare, ma poi bisogna ricostruire, andare avanti.
Ogni cosa ha il suo rovescio su cui si è politicamente discusso, ad esempio si è arrivati al finanziamento pubblico ai partiti, proprio per evitare che finanziatori influenti li potessero portare dalla loro parte e per altri motivi.
C'è di mezzo anche la magistratura, sicuramente perchè una volta cessata la fase di nebbia, creata dai media, l'attacco alla lega, sembra un pò ad hoc.
Altro punto che fa furore sui media è il fatto che questo gruppo uscito dalla Bocconi sembra creare molti ma molti problemi sopratutto a chi i soldi non li ha, però anche qui, bisognerebbe vedere gli impedimenti posti dai partiti che sostengono il governo che magari non permettono che si tocchi il vaticano od altre lobbies.
Altra cosa da considerare è che anche Grecia e Spagna non se la passano affatto bene ed essi hanno avuto altri governi ed altre situazioni. Quindi, gli sprechi ci sono stati e continuano ad esserci ma magari anche con un governo perfetto problemi li avremmo avuti, dal momento che l'America i suoi li ha risolti stampando denaro e quello che anche l'Europa dovrebbe fare.

La scelta del presidente, quindi mi sembra che avverrà dopo le elezioni, se ci saranno e le alleanze a quali rose di candidati porteranno ? A parte ciò che noi vorremmo è sicuramente una previsione, ora difficile da fare.