PDA

Visualizza versione completa : Vittoria di class action contro Nutella in USA



janet
28-04-12, 23: 07
Secondo le mamme americane, la pubblicità del famoso prodotto dolciario a base di cioccolata, era ingannevole ed ora in tribunale si è raggiunto un accordo per cui la filiale USA di Ferrero dovrà risarcire 4 dollari a barattolo a tutti coloro che dimostreranno di aver acquistato, tra il 2009 e il 2012 la crema nocciole e cacao più famosa al mondo. Non si potranno 'denunciarè più di cinque confezioni, e dai primi calcoli la cifra da sborsare potrebbe ammontare a oltre 3 milioni di dollari.
Il risarcimento riguarderà però solo il mercato americano ed anche la pubblicità, negli altri paesi non verrà variata.
Fonte (http://www.leggo.it/zoom/mamme_contro_la_nutella_in_arrivo_3_milioni_di_ris arcimento_/notizie/177651.shtml)

Armandillo
29-04-12, 10: 15
Certo mi vien da ridere se penso alla serieta' americana applicata qui da noi :hap ....non passerebbe giorno per un contenzioso !

Mi meraviglio pero' che sia stato preso di mira quel prodotto visto che negli States di porcherie ce ne sono e davvero non rappresentano il modello di sana alimentazione....pero' saranno piu' furbi circa le etichette ! :boh

Detto questo, quel «fa più buona la vita» , qualunque cosa vi sia dentro, mi vede solidale al 100% e non per nazionalismo.

:bai

Rodolfo Tatana
29-04-12, 15: 06
in effetti suona strano che la patria della coca cola e del cibo spazzatura vada a multare la Ferrero con tutte le cose di casa loro che avrebbero di cui preoccuparsi

Armandillo
29-04-12, 15: 20
in effetti suona strano che la patria della coca cola e del cibo spazzatura vada a multare la Ferrero con tutte le cose di casa loro che avrebbero di cui preoccuparsi

Beh, a loro basta non dire che la Coca Cola mangia il marmo !

Qui (http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Coca_Cola) una simpatica ironica presa in giro !

:bai

Rodolfo Tatana
29-04-12, 15: 26
ahahahah mitica nonciclopedia :lol:

janet
29-04-12, 16: 05
ah, ah. ragazzi mitici come sempre. Certo con il livello di obesità e con le schifezze che si mangiano, sembra strana anche a me, l'azione contro la Nutella.

Armandillo
29-04-12, 17: 46
ah, ah. ragazzi mitici come sempre. Certo con il livello di obesità e con le schifezze che si mangiano, sembra strana anche a me, l'azione contro la Nutella.

Gia'....m'e' capitato di vedere qualche puntata della trasmissione con Jamie Oliver (http://www.cielotv.it/programmi/jamie_great.html) dove mostrava agli americani di alcune cittadine quali assurde quantita' di grassi ed altre sostanze nocive assumessero giornalmente tentando così di invogliarli a cambiare stile alimentare.

L'articolo postato comunque parla di "falsa pubblicita'" che sembra non entrarci col discorso alimentazione ma credo e ipotizzo che anche negli Usa vi sia pubblicita' menzognera ed allora di qui ecco la perplessita' per quel giudizio della corte, che rispetto senz'altro, ma che parrebbe porre degli interrogativi.

:bai

almenolinno
04-05-12, 11: 56
Non so che cosa in America si intenda per " pubblicità menzognera " , ma se su un'etichetta sta scritto: " grassi saturi 10,9-kcal x 100gr.544) sta a te mamma capire che, forse rimpinzare il tuo pargolo di questo prodotto, non è la scelta più salutare. Una cosa è certa, l'America è la patria delle class-action e, le case produttrici, di qualsiasi tipo esse siano pur di non ricevere pubblicità negative sui loro prodotti molto spesso, a torto o a ragione, si assoggettano e patteggiano in questo tipo di azioni legali.

Interessante sarebbe sapere se laggiù esista, come sono certo esista, un prodotto similare alla Nostra Nutella.

Nel qual caso il sospetto di una lotta commerciale utilizando mezzi poco canonici è più che doveroso.

Personalmente adoro la Nutella ma, come in tutte le cose, a piccole dosi.

Di striscio ricordo anche che la Food & Drug Administration nei lontani anni '70 autorizzò l'uso dell'aspartame, del quale si parla molto in questi giorni, autorizzazione che ha sollevato non pochi sospetti di ingerenze da parte della casa produttrice. Questo per dire che molte delle cose che vengono dall'America andrebbero prese cum grano salis.

:bai

ma39
06-05-12, 16: 14
L'ennesima dimostrazione che l'italiano tipo non è poi così peggiore dello statunitense tipo.

Al di là dell'evidente vantaggio economico tratto (a scapito di una società comunque italiana), puntare il dito contro una menzogna suppone evidentemente il fatto che ci si sia cascati, un po' come dire che si è cretini (e sto pensando anche al servizio trasmesso dalle Iene sulla Magic Pen o come si chiamava; o alla cartomanzia trasmessa sulle tv private 24h).

Eres
07-05-12, 16: 29
Mi meraviglio pero' che sia stato preso di mira quel prodotto visto che negli States di porcherie ce ne sono e davvero non rappresentano il modello di sana alimentazione...
:ghgh :ghgh

janet
07-05-12, 16: 35
interessantissima deduzione ma39, se non fosse che abbiamo avuto anche noi Vanna Marchi, va bhè che in America c'è gente che si rovina per i vari santoni, fino al suicidio di gruppo. A questo non siamo ancora arrivati, forse perchè mangiamo oculatamente Nutella, scherzo naturalmente.

ma39
07-05-12, 19: 14
se non fosse che abbiamo avuto anche noi Vanna Marchi
Era quello a cui mi riferivo tra le righe, ovviamente. La differenza sta però nel tipo di persuasione che viene indotta. nel caso di Vanna, come nel caso di centinaia di persone come lei, veniva (e ancora oggi) raccontato quello che era palesemente impossibile e che supponeva un azione trascendentale e mistica alla quale nessuna persona sana di mente crederebbe (il motivo per cui c'è da dubitare che una parte della popolazione italiana sia sana di mente).

Nel caso della Nutella statunitense c'è invece un comune slogan pubblicitario plausibile ALMENO nel contesto di vendita pubblicitario. Addirittura lo slogan risulta essere scientificamente vero se prende in considerazione il fatto che la cioccolata permette la sintetizzazione di un enzim simile alla serotonina, responsabile della regolazione dell'umore nel sistema nervoso centrale. Quindi è vero, la Nutella fa bene, checché ne pensino le sagge mamme statunitensi.

MarcoStraf
07-05-12, 19: 43
Non so che cosa in America si intenda per " pubblicità menzognera " , ma se su un'etichetta sta scritto: " grassi saturi 10,9-kcal x 100gr.544) sta a te mamma capire che, forse rimpinzare il tuo pargolo di questo prodotto, non è la scelta più salutare. ...
Esattamente.
L'etichetta della Nutella non dice menzogne (se lo facesse andrebbe incontro molto di piu' che una Class Action), ma la pubblicita' in parte lo era, non perche' dicesse il falso, ma perche' diceva solo una parte della verita'. Molti americani hanno commentato "read the bloody label" (leggi il cavolo di etichetta) e la mamma intervistata si e' difesa dicendo che se dovesse leggere tutte le etichette passerebbe ore per fare la spesa. Il che non e' vero. Ma anche Nutella ha sbagliato, e ha preferito pagare lasciando poi la gente pensare quello che vuole di una mamma che passa "ore" a leggere le etichette e preferisce credere a quello che dicono le pubblicita'.

Purtroppo la mamma degli stupidi e' sempre incinta.

ma39
07-05-12, 19: 51
ma perche' diceva solo una parte della verita'
E l'altra parte qual è? Che se ti rimpinzi di cioccolata come il Brums Pappalardo di Matilda 6 mitica diventi proprio come Brums Pappalardo di Matilda 6 mitica?

MarcoStraf
07-05-12, 20: 08
E l'altra parte qual è? Che se ti rimpinzi di cioccolata come il Brums Pappalardo di Matilda 6 mitica diventi proprio come Brums Pappalardo di Matilda 6 mitica?
Piu' o meno.

Un articolo (decente) con il video della pubblicita' in questione:
Nutella: Consumer Class Action Settlement - ABC News (http://abcnews.go.com/blogs/business/2012/04/nutella-consumer-class-action-settlement/)

ma39
07-05-12, 22: 20
I thought it had health benefits and it clearly doesn’t,” she said.Probabilmente pensava che l'avrebbe trasformato in Superman...

Per non parlare delle cinque ore per fare la spessa, che nausea... Possibile che non si abbia nemmeno la cura di sapere cosa si mangia?

MarcoStraf
07-05-12, 22: 47
... Possibile che non si abbia nemmeno la cura di sapere cosa si mangia?
fosse solo quello! E questa e' una mamma, sai che educazione puo' dare ai suoi figli. Depressing.