PDA

Visualizza versione completa : La natura meravigliosa



Armandillo
19-04-12, 19: 24
Spesso guardando dei documentari si ha occasione di osservare come gli animali, nella lotta per la sopravvivenza, abbiano adottato strategie e difese particolari e talvolta strabilianti come, per esempio, il mimetismo.

Si resta affascinati da queste "invenzioni" naturali che nel corso dei millenni hanno trasformato la vita di tanti esseri viventi ma quando si ha la fortuna di vedere da vicino questi "miracoli", beh, si avverte una sensazione forte che fa riflettere :sisi

E' quello che oggi e' accaduto a me, prima volta nella mia vita, e sono rimasto basito dalla bellezza di tale artificio :shock

Sul lavoro ho fotografato quanto segue....


http://s7.imagestime.com/out.php/i696162_P05041214.08.jpg


Che spettacolo !!!

Trattasi di una falena che s'e' poggiata per un po' sul pavimento e che ad ali aperte ha mostrato.....beh, che vi sembra ?

Senza dubbio credo si individui una testa di serpente :sisi

Non so voi ma subito dopo mi sono posto una domanda: in che modo quel disegno s'e' potuto creare ?

E poi: quale meccanismo (chimico, riproduttivo, ecc...) ha potuto generare quel tipo di difesa ? E perche' proprio quello ?

Se fossi credente, lo ammetto, penserei ad una mente suprema !

Un polpo, un camaleonte li comprendo meglio così come altri casi di mimetismo ma quell'architettura complessa proprio non riesco a concepirla :boh

Cosa ne pensate ?

:bai

janet
19-04-12, 20: 21
allora dal punto di vista visivo posso apprezzare la fotografia, dal punto di vista scientifico c'è un'intero programma di biologia, zoologia, genetica, con vari elementi di statistica. Ossia come dice (http://it.wikipedia.org/wiki/Mimetismo)anche Wiki

Perché il mimetismo abbia successo evolutivo devono verificarsi due condizioni: il soggetto deve essere cromaticamente simile allo sfondo e l'efficienza della vista del soggetto da ingannare dev'essere scarsa. Il mimetismo si è gradualmente evoluto migliorandosi, ma anche negli stadi intermedi di evoluzione sortisce gli effetti desiderati, perché una mimetizzazione scarsa viene bilanciata da una vista scarsa che non riesce a riconoscere distinguerla da lontano, con certi angoli di visuale e con luce scarsa. Il meccanismo di selezione naturale ha poi selezionato di volta in volta gli organismi mimeticamente perfezionati.

Dietro queste parole che sembrano semplici, c'è molto ma molto da studiare, in tal senso non posso far altro che rivolgere una preghiera agli studenti delle superiori perchè studino per essi, non per il voto. Quello forse nella vita può anche non servire, dipende da che strade poi si percorreranno, la conoscenza serve sempre.

Andy86
19-04-12, 21: 05
:bai


Senza dubbio credo si individui una testa di serpente :sisi

Col senno di poi. A prima vista mi era parsa una maschera zulù. :lol:

Comunque mi sembra quasi fantascienza che una cosa del genere possa spaventare un predatore. :sisi

Pegaso
19-04-12, 21: 58
Io non sono uno scienziato, e quindi la spiego a parole mie.
Le cellule hanno la capacità di memorizzare e modificarsi in base anche alle esperienze e di conseguenza nelle varie generazioni c'è un'evolversi che porta anche a questi meravigliosi risultati.
Alla fine tutti gli animali a loro modo hanno subito una trasformazione nei secoli che ha del meraviglioso.

Armandillo
19-04-12, 22: 30
Comunque mi sembra quasi fantascienza che una cosa del genere possa spaventare un predatore. :sisi

:nono nessuna fantascienza
Mi sembra strano che tu non abbia mai seguito documentari sul mimetismo perche' avresti visto molte altre strategie simili a quella che ho proposto dove l'inganno di mostrare un potenziale pericolo (serpente) fa fuggire o comunque spaventa il predatore (un uccello per esempio)

Leggi qui (http://www.mauroarc.it/casafarfalle/index.php?option=com_content&view=article&id=60&Itemid=68) e per chi ha voglia qui (http://www.google.it/search?hl=it&safe=off&site=&source=hp&q=come+nasce+il+mimetismo+%3F&btnK=Cerca+con+Google&oq=&aq=&aqi=&aql=&gs_nf=&gs_l=)



Le cellule hanno la capacità di memorizzare e modificarsi in base anche alle esperienze e di conseguenza nelle varie generazioni c'è un'evolversi che porta anche a questi meravigliosi risultati.

Piu' o meno credo sia come dici tu ma questo non basta e molte domande restano senza risposta.
Forse bisognerebbe approfondire la teoria dell'evoluzione per sapere, per esempio, chi o cosa ha spinto quelle cellule a formare quella precisa immagine visto che solo noi umani e sembra gli scimpanze' siamo gli unici animali ad avere la coscienza di noi, coscienza di esistere.

Leggendo da link di cui sopra si puo' comprendere, per esempio, che il mimetismo della farfalla che sembra una foglia possa essere una trasformazione dovuta all'ambiente, altra cosa e' far credere di essere chi non si e' :hap

:bai

Pegaso
19-04-12, 23: 52
...visto che solo noi umani e sembra gli scimpanze' siamo gli unici animali ad avere la coscienza di noi, coscienza di esistere.


Anche questa affermazione è un qualcosa che facciamo noi umani per quello che conosciamo noi, non è un'affermazione di una verità assoluta.
Facciamo affermazione di questo genere per quel poco che conosciamo, ci sono ancora così tante cose da scoprire e da imparare che un domani, con nuove scoperte, un'affermazione del genere ci potrebbe far sorridere.

Armandillo
20-04-12, 19: 12
Anche questa affermazione è un qualcosa che facciamo noi umani per quello che conosciamo noi, non è un'affermazione di una verità assoluta.

In teoria e' vero ma gli scienziati hanno potuto verificare spesso nella pratica quell'affermazione da cui si e' visto che tutto il resto del mondo animale e' soggetto solo all'istinto e in base a quello agisce.

Comunque, ritornando al mio caso, leggendo dai link che ho postato ho scoperto che molti animali adottano un mimetismo indiretto, cioe' in base alle loro caratteristiche (pigmentazione, colori, ecc...) sembrano scegliere un habitat che meglio li protegge.

Un caso tipico e' quello di una farfalla che possiede ali che sembrano foglie secche e si e' scoperto che e' lei che si adegua all'ambiente e non il contrario :sisi

Di una cosa siamo sicuri....il mondo animale e' meraviglioso e molto c'e' ancora da scoprire soprattutto per cio' che concerne gli insetti e le creature degli abissi !

:bai

Pegaso
20-04-12, 22: 20
Esatto, è proprio l'animale che si trasforma per adeguarsi all'ambiente in cui vive... e noi da questo avremmo molto da imparare.

Eres
21-04-12, 08: 06
In natura le forme e le strutture sono ricorsive, come per esempio i gasteropodi e le galassie

2009

2010

Non c'è quindi da stupirsi