PDA

Visualizza versione completa : L'Italia e il suo futuro



Armandillo
22-03-12, 12: 08
Come tutti sanno la crisi che ha investito noi ed altre nazioni ha costretto il nuovo governo a provvedimenti duri ma necessari che hanno comportato e comporteranno sacrifici un po' per tutti.

Il lettore che abbia seguito anche solo un poco gli ultimi avvenimenti riguardanti il governo, la politica tutta ma anche le parti sociali e alcune corporazioni avra' senz' altro compreso come man mano questi provvedimenti abbiano scontentato da una parte all'altra a partire dal cittadino comune fino all'imprenditore e oltre.

Senza entrare nel particolare di queste disposizioni era mia intenzione sondare l'utenza ma con lo sguardo rivolto al futuro, breve, medio o lungo che sia tentando di "prevedere", se possibile, quale potra' essere il cammino italiano nei prossimi anni....in pratica come prefigurate il futuro dell'Italia rappresentando speranza o rassegnazione.

Il tema, mi rendo conto non invita a discutere, vista la disaffezione immutata nel tempo verso chi ci governa, ma e' innegabile che le vicende di cui sopra, volenti o nolenti, ci toccano e soprattutto toccheranno la prossima generazione (così almeno nelle intenzioni) che dovra' fare i conti con le attuali decisioni politiche.

Ho previsto alcune opzioni, quelle che mi venivano spontanee, ma ho lasciato "altro" per eventuali pensieri e commenti, diciamo, non in linea.

Se vi va....come al solito :bai

janet
22-03-12, 19: 08
io penso che in Italia si gioca troppo, si comprano ancora troppi "gratta e vinci" e si fanno troppe scommesse, quindi c'è sicuramente del marcio in Danimarca e per fare gli esempi di Crozza, che ha considerato i vari casi in tutta Italia, nella provincia di Caserta il 100% di personale sanitario privato non emette fattura, in un altra parte d'Italia c'era un pensionato cieco che cieco non era e che prendeva 1700 euro al mese e da un'altra parte ancora, un'altra che non ha dichiarato la morte della madre per tot mesi, per continuare a prendere la pensione.
Perchè dico questo ? Perchè è difficile fare previsioni quando tanti vogliono solo uno stato assistenzialista e non hanno alcuna intenzione di lavorare e questo viene prima del fatto che una legge possa essere giusta o sbagliata. E' un cancro che corrode troppi settori perchè possa esserci salvezza, almeno se non si cambia rotta.

jacklostorto
22-03-12, 19: 40
bel sondaggio Arma:thx
ho votato il II ,penso a pochi cambiamenti ma intanto si comincia finalmente,almeno spero.
riguardo l'articolo 18,il mio pensiero va agli statali e al posto fisso,credo che sia giusto finire con questo privilegio e chi non rende sia sostituito,per rendere intendo lavorare onestamente,non scaldare la sedia e questo vale anche per la classe politica al completo, si dia finalmente un taglio agli osceni redditi della casta e una sforbiciata in parlamento,che la metà degli onorevoli e anche più se ne vada a casa e qui mi fermo che già mi viene il nervoso:furious
ciao:bai

Ricky
22-03-12, 21: 15
Sempre peggio: corruzione che si mangia 80 miliardi di euro delle nostre tasse all'anno, con un gettito fiscale superiore a quello francese abbiamo più problemi di loro e meno servizi.

La Grecia si avvicina: prevedo un 2013 difficile.

Pegaso
22-03-12, 22: 26
riguardo l'articolo 18,il mio pensiero va agli statali e al posto fisso,credo che sia giusto finire con questo privilegio e chi non rende sia sostituito,per rendere intendo lavorare onestamente,non scaldare la sedia e questo vale anche per la classe politica al completo, si dia finalmente un taglio agli osceni redditi della casta e una sforbiciata in parlamento,che la metà degli onorevoli e anche più se ne vada a casa e qui mi fermo che già mi viene il nervoso:furious
ciao:bai
Peccato che attualmente la modifica dell'articolo 18 non riguarda queste caste e è questo che mi fa imbestialire e che mi conferma che anche questo governo fa gli interessi dei soliti pochi e non del popolo (suo datore di lavoro).

janet
23-03-12, 00: 57
c'è il rovescio della medaglia di chi ha sempre avuto due o tre dipendenti e che ora dovrà dare 27 mensilità a chi manda via, tanti autonomi e piccoli imprenditori non sono affatto soddisfatti, non pensiamo sempre in grande e alle grandi aziende. Il fatto è che ci serve qualcosa che inneschi un processo di crescita, perchè dove si guadagna, poi si spende ed il denaro circola.

Rodolfo Tatana
23-03-12, 19: 34
l'italia andra' avanti comunque, nel bene e nel male, grazie a tutte le persone oneste che lavorano e pagano le tasse portandosi dietro la zavorra di imbroglioni partitocrazia e caste varie; ce la faremo grazie al patrimonio culturale ambientalistico, al bel clima, al cibo di qualita', alle aziende che investono nella ricerca piuttosto che rimanere ancorati a lavorazioni di 30 anni fa e quindi preferiscono delocalizzare; ma non cambiera' nulla fino a quando non saranno fatte delle leggi che per davvero contrastino l'evasione fiscale (per intenderci, all'americana, dove hanno le carceri piene di colletti bianchi, mica come da noi che l'ultimo che possa essere arrestato è un evasore) leggi che demoliscano il monopolio partitocratico e il sistema di assistenzilismo ingiusto e di privilegi grazie al quale il 10% di italiani puo'mettere i piedi in testa al restante 90%

Kirk78
23-03-12, 20: 26
Ciao a tutti!

Vorrei dire, umilmente, un paio di cose sull'articolo 18, sentendo alcune inesattezze dette dalla Fornero:


lo statuto dei lavoratori, e quindi anche l'articolo 18 vale anche per gli statali ai sensi della legge, di varie sentenze della cassazione e per la costituzione che dice che tutti i lavoratori sono uguali. Oggi anche la Cgil ha detto questa cosa, ma non tutti la sanno.
già ora la legge dice che per i dipendenti sotto i 15 dipendenti per licenziamenti per discriminazioni (come anticipato dalla Fornero) c'è già l'indennizzo (fonte sindacati)


Poi comunque è tutto da fare, sono solo ipotesi che poi andranno in commissione, poi in Parlamento e poi, se non cade il governo, all'approvazione definitiva.

Non è ancora addirittura stato scelto il "mezzo": decreto (non credo e non auspicabile) o disegno delega al Parlamento (probabile e auspicabile vista la materia).

Insomma bisogna attendere gli atti ufficiali e non dichiarazioni più o meno corrette, poi il passaggio agli organi eletti dal Popolo italiano, che in una democrazia è solo ed esclusivamente il Parlamento. Una riforma comunque, per me, è auspicabile.

:bai

janet
23-03-12, 23: 05
A parte il fatto che mi piacerebbe capire cosa sia cambiato sul forum se poi vengono postate queste discussioni, allora vuol dire che finalmente si può parlare di politica dal momento che anche un moderatore esprime chiaramente il suo pensiero e allora io dico non diciamo cavolate quando la maggior parte degli italiani considera il parlamento delegittimato e frutto di un governo che doveva cadere perchè aveva quasi perso la fiducia. Solo la tragica situazione a cui ci aveva condotto il passato governo, ci ha fatto ingoiare un governo tecnico, ma sappiamo benissimo, da continui sondaggi che se si votasse ora, la maggioranza che aveva retto il passato governo non esisterebbe più, come anche il PD sa perfettamente che approvando quanto proposto dalla Fornero come minimo rischia una scissione ed una consistente perdita di voti e proprio alle soglie delle amministrative.

Kirk78
24-03-12, 05: 31
Cara janet, lo sai che ti adoro per quello che scrivi e quello che sei quì su CT e anche prima su P2P Forum Italia, ma devo dirti che nessuno, almeno mi sembra, abbia mai detto di non parlare di politica. Questa è la sweetbar, quindi si può parlare di ciò che si vuole, con il rispetto del regolamento CT e con tranquillità.
Poi se parli di Rodolfo Tatana, con rispetto parlando :fleurs, è il moderatore del BarSport. Chi decide, giustamente, è Asterix e LadyHawke i nostri admin.

Arrivando al tuo commento, penso che ora siamo in un momento in cui la democrazia non sia propriamente rappresentata da noi popolo italiano, e quindi, sempre per il mio personalissimo parere, ho sempre voluto delle elezioni invece di un governo "tecnico", o come lo chiamo io "bancario".

Non credo altresì che "la tragica situazione" sia stata "condotta" dal "passato governo". Se vuoi dicci nello specifico, pacatamente, così abbiamo il tuo pensiero che può, o non può, essere condivisibile.

Ultimamente le frasi "fatte" da qualuque parte senza dare particolari mi danno, e penso anche a tutti voi, particolarmente .... fastidio.
I sondaggi poi, se non sono fatti vicini alle elezioni politiche, valgono meno di zero come è sempre successo nel passato e sempre succederà.

Io comunque sono daccordo ad aprire, questa sì moderata, una sezione chiamata magari Politicamente con moderazione. Ma questo lo deve decidere il nostro carissimo Asterix. Se vuoi proporla sono dalla tua parte.

:bai

Eres
24-03-12, 06: 32
Ma perché c'è un futuro? :tap

Pegaso
24-03-12, 07: 38
...un governo "tecnico", o come lo chiamo io "bancario".
Per usare termini "alla moda", ti stimo fratello e ti quoto al 100000%!!! :sisi


Ma perché c'è un futuro? :tap ahahah questa sintesi mi ha fatto morire dal ride, anche se c'è poco da ridere.
Io direi che il futuro c'è per forza, ma lo vedo nero come la pece. :triste

janet
24-03-12, 12: 44
Cara janet, lo sai che ti adoro per quello che scrivi e quello che sei quì su CT e anche prima su P2P Forum Italia, ma devo dirti che nessuno, almeno mi sembra, abbia mai detto di non parlare di politica. Questa è la sweetbar, quindi si può parlare di ciò che si vuole, con il rispetto del regolamento CT e con tranquillità.
Anch'io Kirk78 ed ammiro la tua intelligenza ma mi era sembrato chiaro che si fossero scelta una strada dal momento che era quella che imperava nel periodo finale su P2P e anche secondo me ci vuole chiarezza perchè siccome posto spesso discussioni, ho evitato di proposito in edicolandia tutte quelle che avessero un tema politico.
Poi almeno nel mio lavoro noi siamo pubblici ufficiali e non è che se succede qualcosa in una classe che non è la mia io mi giro dall'altra parte o non sono legalmente responsabile, quindi ritengo che chiunque accetti una carica poi debba dare l'esempio e fare da guida per altri, altrimenti facciamo sempre le cose all'italiana e lo scarica barile.

Per quello che riguarda poi il mio commento era legato a questa frase
Insomma bisogna attendere gli atti ufficiali e non dichiarazioni più o meno corrette, poi il passaggio agli organi eletti dal Popolo italiano, che in una democrazia è solo ed esclusivamente il Parlamento.
per me non c'è nessuna democrazia anzi siamo già in dittatura, anche se se forzati perchè il parlamento non rappresenta più il popolo ossia quelle persone di cui dovrebbero essere rappresentanti, questo è anche dimostrato dal gran numero di liste civiche che si presenteranno alle amministrative.

Kirk78
24-03-12, 17: 54
per me non c'è nessuna democrazia anzi siamo già in dittatura, anche se se forzati perchè il parlamento non rappresenta più il popolo ossia quelle persone di cui dovrebbero essere rappresentanti, questo è anche dimostrato dal gran numero di liste civiche che si presenteranno alle amministrative.
E' per questo che per me bisognerebbe mandare a casa questo governo che emette decreti "amazza Italia", per andare rapidamente alle elezioni politiche per fare in modo che l'Italia abbia un futuro, o comunque che sia un futuro creato dai rappresentanti eletti da noi, cosa che attualmente non è per via degli enormi cambiamenti di giacchetta che hanno fatto un gran numero di parlamentari che sono stati votati, che io chiamo scherzosamente voltagabbana.

Per rendere democratico il futuro della nostra povera Italia, bisognerebbe sfornare una legge che decreti l'auto decadenza da parlamentare a chi cambia schieramento, palese o nei fatti. Per me tra amministrative e politiche c'è un'enorme differenza che si palesa alle volte anche con un capovolgimento dei risultati. Imho come si dice in gergo.

Per quanto riguarda Edicolandia, forse basterebbe un po' di correttezza nei commenti ad una notizia, ma visto che gli utenti alle volte sono un po' birichini, allora ci vorrebbe un moderatore per evitare gli eccessi, come c'è al BarSport.

Comunque la politica è praticamente in qualsiasi cosa. Come hai visto ho fatto alcune discussioni che sfiorano, non di poco, la politica come quella sulle tariffe professionali abrogate.

Insomma se fossimo tutti bravi bimbi, come si dice alla toscana, potremo fare tutto ciò che ci garba, ma visto che siamo ospitati da Asterix, e che alcuni utOnti potrebbero uscire con eccessi, con pericolo anche di denunce penali, ci vuole un regolamento e un'attenta moderazione su argomenti "caldi".... sempre il mio umilissimo parere.

W la buona politica senza eccessi per dare un buon futuro all'Italia! Che ora non si vede... :bai

Rodolfo Tatana
24-03-12, 18: 21
Allora io esprimo la mia posizione, non mi pare che questo sia un discorso politico, non stiamo discutendo di una legge, ne di singoli individui politicamente schierati, ne facendo risse tra fazioni politiche come poteva succedere tempo fa su p2pforum, il massimo che ho espresso dal punto di vista politico è che la partitocrazia è una zavorra di cui possiamo fare a meno, e ci infilo dentro anche sindacati e confindustria, e chiunque altro seduto dietro una scrivania abbia ancora la faccia tosta di dire che rappresenta ancora il popolo/i lavoratori/gli imprenditori/disoccupati o pensionati che siano, la gente, è ora che le persone capiscano che ogniuno si rappresenta per se e non esiste piu il bisogno di delegare altri a farlo, sindacati partiti etc...hanno avuto un grande ruolo ma imho è ora che si facciano da parte perché per noi solo solo un costo. sopratutto il discorso sui privilegiati sulle caste sugli evasori mi sembra davvero temi fuori da un classico discorso politico


ora rispondo brevemente a janet per quanto riguarda il parlamento delegittimato, e qui rischio davvero di cadere in politica, mi limito a citare la legge costituzionale per la quale il parlamento dura 5 anni e solo il capo dello stato puoì sciogliere le camere, e solo dopo aver appurato che non sia piu possibile che questo parlamento possa trovare una maggioranza che elegga un governo, in italia non è successo, anzi monti ha piu voti di quello che c'era prima (piu di 450 alla camera), il popolo elegge i suoi rappresentanti, i rappresentanti eleggono il governo, il popolo non puo' delegittimare nessuno, solo i suoi rappresentanti posson farlo, quindi finiamola con la farsa che il governo viene eletto dal popolo, è pane per chi non sa come funzionano le cose, che poi é palese che il parlamento nel complesso non rappresenta piu nessuno, ma non ci possiamo fare nulla, fino al maggio dell'anno prossimo, sempre che cambi la legge elettorale

Armandillo
24-03-12, 18: 26
L'intento di questo sondaggio era quello di verificare il clima del paese attraverso questa piccola comunita' ed ero conscio che un argomento scottante e vitale come questo potesse provocare reazioni.
Ero pero' altrettanto sicuro dell'intelligenza degli utenti che pur spinti da contrastanti sentimenti per cio' che accade avrebbero limitato gli interventi senza esagerare con le parole esprimendo al contempo il loro stato d'animo e il loro pensiero.

Credo che fin'ora i commenti siano stati corretti ma se ne vogliamo continuare a parlarne e' bene che si resti alla stretta attualita' poiche' il "si sarebbe dovuto fare" poco porta alla reale situazione giacche' questo governo restera' in carica fin il prossimo anno....se non oltre.

Se dovessimo approfondire certamente dovremmo scavare indietro di decine d'anni e alla fine la discussione perderebbe il filo della stretta attualita'.
Questo governo, comunque la si pensi, andra' ancora avanti e le proposte, come s'e' visto nella societa' e qui tra di noi, avranno un impatto i cui risultati non sono chiaramente visibili o interpretabili ed e' su cio' che avevo chiesto un vostro parere :sisi

Ringrazio intanto tutti dei civili contributi proposti :bai

Rodolfo Tatana
24-03-12, 18: 40
un'ultima cosa, mi scuso se ho oltepassato quel sottile confine tra "socialita'" e politica, se ho dato questa impressione, é difficile non farlo, lo facciamo spesso anche senza volerlo quando parliamo di cronaca, di leggi sui diritti d'autore, magari di omosessualita', adozioni etc...è cosi' sottile questo confine che possiamo essere fraintesi, o caderci inesorabilmente nell'argomneto "politico"

Armandillo
24-03-12, 18: 57
.... é difficile non farlo, lo facciamo spesso anche senza volerlo quando parliamo di cronaca, di leggi sui diritti d'autore, magari di omosessualita', adozioni etc...è cosi' sottile questo confine che possiamo essere fraintesi, o caderci inesorabilmente nell'argomneto "politico"

In effetti e' così e trovare l'equilibrio e trattenersi dal rispondere quando prima si e' letto un commento che ci ha fatto storcere il naso ammetto che non e' facile.
Non lo e' soprattutto se si e' toccati sul vivo e dentro si ha una rabbia repressa e si vorrebbe gridarla al mondo intero !

Accalorarsi pero' porta pochi benefici se non quelli inerenti uno sfogo legittimo :sisi

C'e' da dire per onesta' che un punto va comunque tenuto sempre presente: il rispetto per l'opinione altrui seppur non ci garba.
Questo e' fondamentale poiche' dare la parola a chi la pensa diversamente garantisce a nostra volta quella liberta' d'espressione indispensabile per un corretto rapporto sociale.

Forse non avrei dovuto fare questo commento che non e' rivolto ad alcuno degli intervenuti ma ci tenevo a sottolinearlo per far si' che prima di scrivere ci si pensi meglio e magari ci si sbollenti un poco :hap

:bai

janet
24-03-12, 21: 15
Rodolfo capiamoci bene io non ce l'ho con te affatto perchè è impossibile rispondere a questa discussione con baci e amore e fantasia ma è così da sempre dal tempo di P2P, avevamo le stesse persone che facevano i loro comodi, e poi a scusa dicevano ma qui siamo qui e lì invece là, siamo tutti abbastanza intelligenti e ci conosciamo da parecchio, quindi finiamola, godiamoci la discussione e per tutto quello che hai detto son d'accordo con te.

Trovo anche molto interessanti i commenti di Kirk78 anche se possiamo non essere della stessa idea, trovo noiosi e stucchevoli, paternalistici ed assolutamente inappropriati i commenti di Armandillo che sapeva perfettamente che questa era una discussione pericolosa in quanto troppo attuale e troppo legata al nostro futuro ed ora con un italiano perfetto ci tira le orecchie.

Armandillo
24-03-12, 22: 21
Trovo anche molto interessanti i commenti di Kirk78 anche se possiamo non essere della stessa idea, trovo noiosi e stucchevoli, paternalistici ed assolutamente inappropriati i commenti di Armandillo che sapeva perfettamente che questa era una discussione pericolosa in quanto troppo attuale e troppo legata al nostro futuro ed ora con un italiano perfetto ci tira le orecchie.

Questo Janet e' proprio l'atteggiamento per far sì che la discussione venga chiusa e meno male che avevo parlato di rispetto delle opinioni altrui.

Se la metti su quel piano rispondo....

Carissima io parlavo di politica ed occupavo le scuole quando ancora andavi alle elementari.
Se avessi voluto avrei vomitato qualsiasi cosa contro questo o quello ma non sarebbe servito e il mio intervento precedente era indirizzato a chi, come te, ha calcato volutamente la mano ignorando l'intento del sondaggio.
I comizi politici non mi interessano e men che meno leggere cio' che gia' conosco e per di piu' senza poter guardare in faccia l'interlocutore.

Lezioni di politica non mi servono e tantomeno ne voglio ricevere quindi chiedo cortesemente agli Admin di chiudere questa discussione.

janet
25-03-12, 01: 06
Il tema, mi rendo conto non invita a discutere, vista la disaffezione immutata nel tempo verso chi ci governa, ma e' innegabile che le vicende di cui sopra, volenti o nolenti, ci toccano e soprattutto toccheranno la prossima generazione (così almeno nelle intenzioni) che dovra' fare i conti con le attuali decisioni politiche.
L'intento del sondaggio ?
Prendo proprio ad esempio questa tua frase che invita, al contrario, non solo a discutere ma anche come dici tu a far conto con le attuali decisioni politiche, legate a quanto è successo al passato e al nostro futuro, quindi io non vedo come questa non sia una discussione politica e perchè non si possa condurla come tale, senza ipocrisie e come succede in ogni anfratto in rete e sinceramente non mi sembra proprio che ci siamo detti chissà che o che ci sia bisogno di moderazione o di chiuderla. A me comunque, qualunque cosa decideranno gli amministratori va bene.

Asterix
25-03-12, 08: 29
Visti i climi e visto che la linea è troppo sottile procediamo con la chiusura.