PDA

Visualizza versione completa : Per la crisi, una chiesa chiude e riaprirà a pasqua



janet
02-01-12, 21: 04
In effetti ci sono magari dei piccoli paesini con grandi chiese, ricordo di altri tempi. Quindi, un sacerdote, nel trevigiano venendo sempre più a mancare le offerte dei parrocchiani ha deciso di chiudere la chiesa dei Santi Pietro e Paolo per risparmiare sulle spese di riscaldamento ed elettricità e spostare le celebrazioni in una chiesa più piccola al centro del paese.

Questa una delle notizie meno tristi legate alla crisi, in quanto cominciano ad essere parecchi i suicidi. Oggi la7 ha parlato del suicidio di un pensionato al quale era arrivata una richiesta dall'inps di 5000 euro, perchè gli era stato dato per errore di più di pensione. Il pensionato che percepiva nel complesso circa 750 euro aveva paura di non riuscire a pagarli.

Altra morte quella di un concessionaria di moto, certo se già c'è stato un calo del 10% delle vendite della macchine, pensa se si venderanno le moto.
l'anno è appena cominciato e già la crisi ha le sue vittime, speriamo per tutti che ci sia un futuro migliore

Pegaso
02-01-12, 23: 39
Putroppo questo è solo l'inizio del 2012. :triste

Eres
03-01-12, 11: 27
La crisi economica è grave e credo che peggiorerà col tempo, è tutto il sistema capitalistico occidentale che è in una crisi profonda e secondo me, irreversibile. La crescita infinita non fa parte di questo mondo, ma invece dopo ogni crescita c'è sempre una fase di stasi e poi una decrescita/recessione fino al termine del ciclo/sistema. Questa non è la solita mini crisi degli anni scorsi, ma una crisi globale e radicale. Quindi un nuovo sistema economico dovrà necessariamente sostituire il vecchio, non si scappa.
Purtroppo negli anni delle vacche grasse ci si è abituati tutti ad un certo livello di benessere materiale, che da un po' non è più sostenibile, a parte una fascia di privilegiati sempre più ristretta. Oggi con l'economia virtuale è facile creare soldi e farli sparire in un colpo, per quello penso che i poveri aumenteranno ancora, quella fascia di privilegiati è destinata ad assottigliarsi ulteriormente.
Si va verso un governo mondiale centralizzato delle banche, pochissimi privilegiati (economicamente) e tutti gli altri più o meno barboni. Il tristemente noto NWO tanto per intenderci.
Credo che ormai dovremmo abituarci tutti ad essere più poveri, insomma abituarci all'idea prima che alla realtà, di tornare al tenore di vita della metà del secolo scorso.
Ieri alla radio ho sentito questa battuta che gira sull'anno appena terminato; sapete qual'è la cosa migliore del 2011? Che sarà migliore del 2012 :bai

Rodolfo Tatana
03-01-12, 11: 31
dai per quanto riguarda il parroco perlomeno avra' da mangiare comunque e un posto dove fare messa, non è quindi chissa' quale tragedia, gesu' predicava scalzo e per strada e dio si accontenta di poco, sopratutto del pensiero; è giusto che in tempo di crisi se le persone fanno poca questua il parroco si adegua e tira la cinghia, non è certo questo a minare la fede delle persone.

per quanto riguarda i suicidi secondo i miei calcoli siamo gia a tre, il pensionato, il concessionario e oggi un ragazzo vent'enne suicida davanti alla questura di palermo per non meglio precisati motivi, ma mi spiace dirlo questo sara' l'anno perggiore per la crisi e di questi episodi ne vedremo qualche centinaio, è giusto raccontare la verita', ora smaltita la sbronza di capodanno ritorniamo nel mondo reale duro e difficiole

janet
03-01-12, 18: 07
hai ragione Rodolfo, la storia della chiesa è più un'osservazione personale, perchè con gli amici abbiamo girato vari paesini in montagna e le chiese erano sempre chiuse. Ma sono anche nostre le chiese, non lo trovo giusto, meglio fredde che chiuse.

Armandillo
03-01-12, 18: 32
Quello della chiesa chiusa contrasta notevolmente con i lussi di ben altra diocesi !!
Non credo che il fatto sia legato direttamente alla crisi economica, ma a quella religiosa.
Gia' da tempo il clero lamentava un calo di vocazioni e se ci mettiamo anche la scarsa frequentazione delle chiese il conto e' fatto.

Sinceramente mi preoccupo piu' dei lavoratori che la pancia iniziano a non riempirla piu' ma questa non e' una critica al post poiche' del caso s'e' parlato anche al lavoro ed e' stato usato, erroneamente per me, come sintomo di quel che ci attende.

In generale comunque credo sia giusto darsi una ridimensionata laddove, per troppo tempo, s'e' scialacquato ed anche la chiesa dovra' fare i suoi conti.

:bai

janet
03-01-12, 20: 41
Hai ragione Armandillo, ma forse non avete idea di quanti piccoli paesi ci siano in Italia, levata la chiesa e il palazzo ora comunale, una volta del signore che si va a vedere le villeytte a schiera, le case popolari ? Credo che le chiese siano memorie storiche della comunità e se tanto si è parlato di un sasso caduto dal colosseo, credo che sia giusto che la comunità e non la chiesa, come ente a sè, le tenga aperte, scusate l'ot ma la crisi non può far cadere in abbandono i nostri monumenti

Pegaso
03-01-12, 20: 58
Io invece credo che se la comunità vuole intervenire lo faccia, ma non è che DEVE intervenire, perchè le chiese sono proprietà privata e come tali hanno chi deve provvedere alla loro manutenzione e a tutto il resto. Se poi vogliamo aggiungere il discorso di non pagare l'ICI ecc...
Se io abito in una casa storica ma di mia proprietà non viene nessuno a sistemarmela a spese sue, anzi se la lascio decadere le Belle Arti o chi per esso può multarmi o arrivare anche al sequestro.

janet
04-01-12, 03: 55
Se io abito in una casa storica ma di mia proprietà non viene nessuno a sistemarmela a spese sue, anzi se la lascio decadere le Belle Arti o chi per esso può multarmi o arrivare anche al sequestro.
Perfettamente d'accordo non si dovrebbe agire solo dove arrivano pellegrini e quindi entrate. Mi ricordo che una cosa che mi ha colpito della storia di Steve Jobs è che aveva comprato una casa storica e alla fine non ha fatto niente finchè è crollata e lì ha costruito ciò che voleva ma mi sembra appunto che gli accordi fra stato e chiesa in Italia siano diversi, vedi ICI, quindi, la stessa, dovrebbe occuparsi dei suoi immobili, altrimenti li sconsacrasse e come, spesso edifici storici, molti, anche gli sponsor, potrebbero occuparsene.

Rodolfo Tatana
04-01-12, 12: 22
Ma sono anche nostre le chiese, non lo trovo giusto, meglio fredde che chiuse.

sono assolutamente daccordo, ho approfondito un po l'argomento e penso che quella del parroco sia una provocazione o meglio una maniera di farsi sentire per avere dei finanziamenti, oltre al discorso del riscaldamento (i soldi risparmiati andranno in beneficenza a una mensa mi pare..), che da quelle parti forse è davvero necessario per non congelarsi durante la messa, ho sentito il parroco che diceva che erano necessari 130000 euro per rifare il tetto, quella chiesa è abbastanza antica e ci sono opere d'arte importanti, il parroco fa quello che puo' per attirare l'attenzione sul problema della manutenzione, che poi la debba fare il vaticano, o la debbano finanziare i fedeli o anche un ente pubblico che si occupa di arte non lo so, ma qualcuno dovrebbe farlo. Ma questo è un argomento antico che con la crisi economica c'entra poco, da anni i parroci fanno i salti mortali per finanziare spese che un tempo erano piu facili da affrontare, vuoi che la gente non va piu in chiesa, vuoi che ci sono pochi soldi, che spesso manca il contributo del riccone del paese che finanziava spese importanti, vuoi anche il fatto che oggigiorno in italia per muovere un dito serve una barca di soldi mentre un tempo certi lavori erano molto piu economici.

tornando alla crisi e ai suicidi leggevo che ne abbiamo in media uno al giorno da parte di disoccupati, poi ci sono quegli imprenditori che si sono rovinati di punto in bianco per colpa della crisi, metti i suicidi per cartelle di equitalia...fatti un po di conti vedremo che solo per queste tre categorie quest'anno conteremo almeno 1000 suicidi :cry3

janet
04-01-12, 22: 38
bhè si è appena scoperto che in USA un vescovo aveva due figli adolescenti, meno male che non si era in Italia, anche
perchè quel vescovo avrà, fra l'altro dovuto spendere due soldi per il mantenimento dei figli.
Per quello che riguarda invece l'Italia, si è scoperto a Cortina qualche centinaio di persone che avevano auto di lusso e dichiaravano di non riuscire a sbarcare il lunario. Quindi c'è tanta gente, ben lontana dai problemi della gente comune e che a suicidarsi non ci penserà mai.

Ricky
05-01-12, 13: 29
Mah non capisco... con tutti i soldi che ha il vaticano, non capisco dove si voglia arrivare, se non a usare la notizia mediaticamente per spremere ancora di più i poveri a dare maggiori offerte.

janet
05-01-12, 15: 18
Bhè come ho detto a me piacciono le chiese come monumenti ed ad esempio qui, a Monteleone di Spoleto, nei giorni di natale l'ho trovata chiusa, ora non so quando le aprono, se non le aprono a natale.

http://img594.imageshack.us/img594/4273/monteleonedispoleto3.jpg (http://imageshack.us/photo/my-images/594/monteleonedispoleto3.jpg/)