PDA

Visualizza versione completa : Caro diario......



Armandillo
12-10-11, 19: 16
Oggi in preda ad una tristezza profonda mi era venuta voglia di sfogarmi in qualche modo, magari scrivendo in "A cosa stai pensando ?"....poi non l'ho piu' fatto poiche' i lettori non avrebbero potuto capire il contenuto del post che necessariamente avrei dovuto tagliare nelle parti piu' personali.

Da cio' m'e' balzato alla mente che se avessi tenuto un diario avrei potuto scrivere lì i miei pensieri, i miei ragionamenti, in sostanza i miei piu' intimi sentimenti.

Tranne quelli scolastici non ho mai posseduto un diario personale fatta forse eccezione del periodo della leva in cui scrivevo una lettera al giorno ! :shock

Non so....non credo che oggi si usi ancora...ma forse sbaglio....

Nell'era tecnologica attuale "lo scrivere" penso si sia perso tra messaggini e chat elettroniche.

Il diario rappresenta forse un retaggio romantico alieno a molti giovani ma non essendolo piu' io non riesco ad avere una idea precisa se sia ancora di moda o se sia ad appannaggio solo di ragazzine adolescenti nella loro fase piu' idilliaca.

Quindi....si usa ancora ?
Sarebbe ancora un valido strumento per esprimere l'inesprimibile ?

Se vi va.....:bai

janet
12-10-11, 20: 12
molti adolescenti usano quello scolastico anche per scrivere i pensieri della giornata o i loro sentimenti ecc., tanto è vero che alcuni fra ricordini ed immagini pesano un quintale, fa piacere pensare che tutto cambia, niente cambia
Altri ad età più matura, penso proprio di no, molti utilizzano i blog utente messi a disposizione dai forum, mi sembra che anche quello di Iguano lo avesse, altri sinceramente non so, forse utilizzano solo i social network, oppure niente. Forse sarebbe una buona idea anche per analizzare e riconsiderare come si è agito, cosa che a volte potrebbe servire ad evitare errori.

marcella36
12-10-11, 21: 17
Bella! L'idea del diario, anche se al momento non ho una grande attività. Ma sicuramente userò quest'angolo. Armandillo sei un genio!

marcella36
13-10-11, 11: 59
13 Ottobre, data importante, in un lontano 13 ottobre, ero giovanissima,cambiai la mia vita, allontanai da me a chi credevo di amare e diceva (bugiardo) d'amarmi. Guardai il cielo luminoso al tramonto, feci un grosso respiro e decisi che era tempo di crescere e di prendere io le redini del destino. almeno quelle del destino amoroso.
Quando si è giovani si ama l'amore, io volevo un uomo d'amare. Fatto. Non me ne sono mai pentita. Ogni anno (o così mi sembra) ricordo questo giorno come il giorno del riscatto. Nuove decisioni, nuova vita, il taglio dei capelli, un colore più intenso, la patente! e in seguito un incontro importante: quello giusto!:sisi
Chissà perché mi è venuta voglia di poetare, mi sentivo ispirata, carta e penna, parole varie in rima sciolta...ho buttato tutto, volevo scrivere buio (ora ci sono riuscita) e ripetutamente ho scritto buoi! non è proprio aria!:bgg2

Armandillo
13-10-11, 18: 22
Beh, ho accennato alla leva militare....quello e' stato un periodo molto particolare....lontano da casa, dagli amici...dall'amore :triste

All'inizio fu terribile, ricordo che giunsi in quella caserma di sera tardi dopo un viaggio lunghissimo e che fummo accolti, noi "zanzare" (così venivano chiamati i novellini) a "paninate", ovvero lancio di panini, forse come sfregio o come benvenuto :ghgh

Come detto in quell'anno scrissi quello che mai avevo scritto sia per quantita' che per qualita' ed era l'unico mezzo per stare in contatto con i cari.

A rivederlo a distanza pero' quel periodo non fu poi tanto male e non tanto perche' mi fece maturare, quanto per il suo intero svolgimento caratterizzato da continui e giornalieri spostamenti con i mezzi (ero autista...18A...) per cui alla fine mi passo' velocemente.

Di quel periodo, come appunto fosse un diario, ho conservato tutto...le lettere e le cartoline alla "Sabato pomeriggio" raffiguranti silhouette di innamorati quasi sempre con alle spalle un bel tramonto !

Non ci crederete ma non ho piu' letto quel materiale e non so se un giorno lo faro'.

Ora lascio spazio a qualcun'altro perche' altrimenti dovrei scrivere pagine e pagine di quel periodo e non voglio annoiare.

:bai

marcella36
18-10-11, 01: 44
Caro diario, fa freddo, non mi sento di uscire, nel forum nessuno messaggio ha stimolato la mia voglia di scrivere. forse dovrei aprire un blog, ma non so me si fa, poi che racconto? Com'era la vita una volta? a chi può interessare? sarebbe una sequela di "noi che". sono avviltita