PDA

Visualizza versione completa : Siamo soli nell'universo ? No !



Armandillo
27-09-11, 22: 40
Navigando mi sono imbattuto in questo (http://mistero.xoom.it/virgiliowizard/siamo-soli-nell-universor) articolo che diversamente da tanti vuoti discorsi affronta il problema in modo chiaro e, credo, convincente tanto che nel titolo ho volutamente anticipato gia' la risposta.

Leggendo tutto l'articolo mi son lasciato affascinare dalle possibili prospettive future (sempre che l'uomo non ci metta lo zampino !) ed ho trovato piacevole "sognare" e immaginare qualcosa di simile a noi (ma poi lo sarebbe ?) ma ancor piu' se così non fosse :sisi

Voi come la vedete ?
Che sensazioni vi produce ?

Nota: anche se lungo consiglio la lettura completa dell'articolo

Se vi va......:bai

marcella36
28-09-11, 00: 50
Perché dovremmo essere soli? Perché siamo superbi, egoisti, e cos'altro?
Mi viene in mente un bambino che gioca, si copre gli occhi, quindi non vede ed è convinto di non essere visto.
Siamo capaci di fare calcoli straordinari, ma la maggior parte degli scenziati, con l'assenso di moltissimi, fa questi calcoli per negare. Chi ha scritto l'articolo ha, a parer mio giustamente, di rovesciare il risultato, con il risultato purtroppo teorico, di poter affermare che ci sono molte possibilità di altri "mondi" con essere parimenti intelligenti. A me piace questa teoria possibilista, mi piace l'idea o sogno se preferite che le "intelligenze" si possano un giorno incontrare, confrontare e scambiare esperienze. Con questo non nego quanto ci viene insegnato dalla Bibbia, ma in cuor mio non credo di essere blasfema se penso che Colui che ci ha creato dandoci un mondo così pieno di meraviglie e di colori e di fantasia, si sia poi fermato. L'umano ha cercato studiato e affermato che le cose sono formate da tantissime particelle tanto piccole da non poter essere divise: l'atomo appunto nel suo significato non divisibile, poi si è scopero che al contrario divisibile lo era.
Niente è più veloce della luce! E' di questi giorni la notizia che i "neurini" sono molto più veloci. L'umano non dovrebbe affermare che "è così" per poi essere smentito, dovrebbe dire per adesso è così. Chi può mettere freni e confini alla Provvidenza? noi umani? ma siamo matti?
Sarei felice di venire a conoscere che non siamo soli. Si sta meglio in compagnia.

Kirk
28-09-11, 01: 08
Interessandomi da anni all'astronomia ho letto spesso di quei calcoli, la prima se non sbaglio che lessi fu quella dell'equazione di Drake (http://it.wikipedia.org/wiki/Equazione_di_Drake), comunque quella che linki è proprio la più pessimistica che si può, cioè nella Via Lattea esistiamo in pratica per caso. Io mi metto tra i pessimisti moderati che vedi qui (http://cfivarese.altervista.org/SI_Drake_Angela.html), che darebbe una cinquantina di civiltà contemporanee nella nostra galassia, mentre per gli ottimisti sono 600.000.

Purtroppo non lo sapremo mai credo, quei parametri non sono certi, anche se si presume che le stelle della Galassia siano più di 100 miliardi, per una stima maggiore di nane rosse, che non escludono certo la vita, la differenza è che il pianeta abitabile sarebbe più vicino di 150 milioni di km.

E comunque 50 ai nostri giorni, non sarebbe troppo in contrasto col paradosso di Fermi
Dove sono tutti quanti? Se ci sono così tante civiltà evolute, perché non abbiamo ancora ricevuto prove di vita extraterrestreOra, considerando solo 50 civiltà nella nostra galassia, qualcuna può essere al livello del 1900, dunque nemmeno onde radio o altre comunicazioni può mandarci, ma soprattutto, la nostra galassia ha un diametro di 100.000 anni luce, le stelle più vicine o anche a 1000 anni luce sono praticamente a due passi, e poi siamo isolati da quelle poste dall'altra parte della galassia, il nucleo centrale impedisce qualsiasi rivelazione. Perfino chi può viaggiare velocemente se non è nei nostri paraggi ci può trovare solo per caso.

Sull'universo beh, il vuoto da una galassia all'altra è dell'ordine dei milioni di anni luce, e qui c'è poco da paradossare, anche per chi è ben più evoluto di noi sono distanze proibitive..


Stiamo parlando ovviamente di civiltà paragonabili alla nostra che esistano in QUESTO momento, quanti mondi saranno invece dei siti archeologici o abitati da popoli primitivi (che magari fra 1000 anni saranno al nostro livello) beh, questi saranno tantissimi di più, visto che tante stelle hanno pianeti (e non li possiamo vedere tutti, soprattutto i piccoli di tipo roccioso come la terra).

Armandillo
28-09-11, 18: 05
Stiamo parlando ovviamente di civiltà paragonabili alla nostra che esistano in QUESTO momento

Infatti tutti i nostri discorsi e l'articolo stesso si confrontano con i termini di "vita" che noi conosciamo senza prevedere l'eventualita' di altre forme ipotetiche che potrebbero essersi sviluppate, che so, a temperature per noi mortali o che respirano gas micidiali e così via.

La domanda che mi sono fatto leggendo l'articolo e' stata la seguente: "Ma se quel ragionamento basato sulla matematica ha evidenziato che col calcolo di probabilita' si puo' affermare che la vita su altri pianeti e' certa....perche' mai non lo si dice a chiare lettere ?"

Non da ingenuo penso che una risposta probabile potrebbe essere:"Perche' cio' fa paura"

Non parlo ovviamente del livello scientifico ma del popolo "ignorante" che tale deve restare.
Probabilmente vi sono anche ragioni che incidono sulla fede e non di meno quelle psicologiche dato che cio' che non si conosce intimorisce.

Non e' forse così ?

:bai

marcella36
28-09-11, 18: 23
Non da ingenuo penso che una risposta probabile potrebbe essere:"Perche' cio' fa paura"

Non parlo ovviamente del livello scientifico ma del popolo "ignorante" che tale deve restare.
Probabilmente vi sono anche ragioni che incidono sulla fede e non di meno quelle psicologiche dato che cio' che non si conosce intimorisce.

Nonostante tutto, io voglio credere che i tempi di Galileo siano ormai finiti. Siamo maturi per aprire le nostre menti.
Gli errori e orrori commessi in passato sono stati confessati. Spero vivamente che se si fosse in grado di sapere che altre vite come la nostra "è" in altro o altri luoghi, chi ha Fede non potrebbe e dovrebbe gioirne.
L'Uomo, intendo il genere umano, è una Creazione stupefacente, perché dovrebbe essere geloso della sua unicità?
Dimostro ingenuità? No, ho solo Fede, sempre e comunque.

Armandillo
28-09-11, 19: 34
L'Uomo, intendo il genere umano, è una Creazione stupefacente, perché dovrebbe essere geloso della sua unicità?


Azzardo....forse l'idea di altre civilta' sconosciute metterebbe in gioco alcune certezze secolari in diversi ambiti e quello religioso e' certamente quello piu' radicato.
Purtroppo l'intolleranza verso il diverso non risparmierebbe nemmeno popoli extraterrestri.

MarcoStraf
29-09-11, 23: 54
Ci stanno guardando dal pianeta Vulcan, appena lo scienziato Zefram Cochrane scopre la propulsione a curvatura ci vengono a trovare, in accordo alla Prima Direttiva.

marcella36
29-09-11, 23: 59
Ci stanno guardando dal pianeta Vulcan, appena lo scienziato Zefram Cochrane scopre la propulsione a curvatura ci vengono a trovare, in accordo alla Prima Direttiva.

Ottimo! avremo così l'occasione di condividere ciò che sappiamo! Farei volentieri parte del comitato di benvenuto di Collectiontrcks!

Rodolfo Tatana
30-09-11, 19: 30
Ci stanno guardando dal pianeta Vulcan

credo che star trek sia andato un po troppo veloce, troppo ottimista, a questo punto avremo gia dovuto fare la guerra eugenetica e il primo viaggio terra saturno, e invece nel 2011 ci cadono i satelliti in testa, i vulcaniani, se ci guardano, ci trasmettono in diretta su una trasmissione di tipo comico, il grande fratello vulcaniano :lol::lol:

Io ho sempre creduto che non siamo soli nell'universo, solo una rigida mentalita antropocentrica da medioevo potrebbe credere ancora oggi (che probabilmente siamo ancora nella preistoria dell'umanita) di essere al centro di tutto, quanta importanza ci diamo..è statistica, 100 miliardi di stelle, per essere pessimisti, nella nostra galassia, esistono miliardi di galassie, insomma i conti li lascio fare ad altri piu bravi di me

Kirk
03-10-11, 00: 03
Secondo me dal futuro qualcuno ha cambiato il passato :ghgh O forse Q? :shock
Penso sia così perchè nelle guerre eugenetiche si dice che Kahn (http://it.wikipedia.org/wiki/Khan_Noonien_Singh) nel 95 acquistò bombe dai sovietici, dunque niente caduta del muro :lol:

P.s. Seeee Saturno..nemmeno su Marte che in confronto è a un tiro di schippo siamo andati..

deathwish
03-10-11, 20: 50
Voi come la vedete ?
Che sensazioni vi produce ?


in buona sintesi...

<< Dad, do you think there's people on other planets? >>

<< I don't know, Sparks. But I guess I'd say if it is just us... seems like an awful waste of space. >>

:)

Lizard
03-10-11, 22: 28
Minuto 1.28 :hap


http://www.youtube.com/watch?v=9L-BeIvqScw


:ghgh

Comicità illustre a parte, davvero un bellissimo articolo, molto interessante.

Io davvero credo sia quasi impossibile che non ci siano altre forme di vita intelligente come la nostra in TUTTO l'universo.. ma la cosa triste è che probabilmente non le incontreremo mai.. cioè, noi di sicuro, ma probabilmente nemmeno tra 10000 anni.. (poi bisogna vedere se il pianeta terra ancora esisterà..)

Kirk78
10-10-11, 05: 19
Grande Armandillo! Mi hai fregato sul tempo! La stavo costruendo anche io, strutturandola, tempo permettendo. Sto riunendo molti documenti che ho e poi vi darò alcuni dettagli su questo argomento che mi interessa molto
Anche io ho fatto l'astrofilo per decenni... ma che ora per mancanza di tempo non posso coltivare. Ma la voglia di ricominciare è ENORME.

Spero presto di darvi alcuni spunti di riflessione. Anche se ho in cantina i miei 2 telescopi, ci sono!

Dimenticavo comunque la mia risposta: SICURAMENTE NON SIAMO I SOLI ESSERI INTELLIGENTI NELL'UNIVERSO! Scusate il maiuscolo ma é da urlare, almeno statisticamente parlando.

:bai