PDA

Visualizza versione completa : Aprire una discussione



Armandillo
03-09-11, 12: 25
:bai

Qualche tempo fa aprii un thread su P2P ("l'importanza di un post" forse qualcuno lo rammenta) descrivendo quelle che ritenevo le fasi che mi vedevano coinvolto all'atto dell'apertura di una discussione partendo da un'idea e sullo svolgimento della stessa.
Ero agli inizi e quindi dovevo necessariamente capire bene i meccanismi per evitare di incorrere in errori dovendo immaginare come un altro utente avrebbe percepito quella lettura.

Del tempo e' trascorso ed ora che ho trovato una mia strada ho pensato di descriverla a favore di chiunque fosse interessato ma titubante ed anche per confrontarla con qualunque altro volesse spiegare la sua, cio' ovviamente senza pretendere di dettare regole, ma solo per concedere uno spunto da cui partire.
Premetto che sto parlando di "apertura" e non di "risposta".

Il mio personale approccio lo posso dividere in:

- status mentale
- l'idea
- lo svolgimento

Status mentale

Per me fondamentale e' essere disposti mentalmente alla scittura.
Con questo voglio dire essere rilassati e sereni ed avere tutto il tempo necessario senza "fiato sul collo".
Le distrazioni contrastano con la propensione nell'atto dello scrivere e possono indurre a confusione alterando cio' che si ha in mente di proporre.
Nel mio caso, alcune volte, ho dovuto soprassedere perche' intervenivano dei fattori (telefonate, distubi, rumori) esterni a spezzare la giusta atmosfera.

L'idea

Qui il campo e' vasto e variegato.
La motivazione per aprire una discussione e' personale ma sempre legata ad un interesse poiche' penso che aprire solo per far "audience" serve a nulla.
Ho fatto anche questo, non lo nego, nei momenti di stanca del forum quando mi mancava il rapporto con gli utenti ed allora presentare un tema leggero allo scopo di scambiare qualche parola mi sembrava corretto e utile.

Nel mio caso spesso vengo coinvolto da discorsi e chiacchierate con amici o colleghi quando un certo tema si presti a considerazioni interessanti e di sostanza.
Altre volte nella testa frullano argomenti anche molto personali e cresce il desiderio di condividerli o confrontarsi con il parere altrui alla ricerca di soluzioni da vagliare.
Ancora l'idea puo' sorgere da un problema (tecnico o meno) o da un fatto ascoltato o letto che in qualche modo ha attirato l'attenzione e sul quale poco conosciamo.

Se l'idea non viene meglio non scrivere.
Importante e' avere la consapevolezza di poter dire qualcosa di corposo e non sforzarsi poiche' si perde la necessaria spontaneita' e nello svolgimento si nota.


Svolgimento

Ognuno ha un suo modo o stile.
Io cerco di sviluppare il discorso per fasi così come facevo con i temi scolastici iniziando con una introduzione poi proseguendo con la parte centrale o corpo per poi giungere alla conclusione

Nei limiti delle mie possibilita' cerco sempre di seguire un filo logico a vantaggio della chiarezza così che il lettore non fraintenda il pensiero e possa essere messo in condizioni di rispondere adeguatamente.
:ehmm...purtroppo la cosa talvolta non mi riesce !
Delle volte per paura di essere prolisso, delle volte esattamente per quella opposta non trovo la strada intermedia e sono costretto ad un nuovo intervento per spiegare meglio :hap

In questa fase mi sono imposto di tentare al massimo di essere me stesso, senza compiacere alcuno e pronto a eventuali critiche e correzioni e se e' il caso ammettendo lo sbaglio.

Una cosa invece a cui tengo e' la grammatica e l'ortografia :sisi
A scuola in italiano ero una frana e i 4 grandinavano :cry3

Col tempo ho migliorato, soprattutto sotto la leva, dove scrivevo almeno una volta al giorno alla morosa :hap e questo mi ha aiutato.
Mi piace che i concetti siano chiari e leggibili.
Quando leggo qui nel forum talvolta faccio fatica ed allora immagino che altrettanto possa succedere dall'altra parte con quello che scrivo e quindi mi adopero per facilitare la lettura.

Mi rendo conto pero' che capita di scontrarsi con la regola della brevita' (mostro di questi tempi !) e spesso rileggendomi mi viene da ridere pensando al duetto Panariello-Zero quando quest'ultimo faceva un discorso interminabile che avrebbe potuto abbreviare con poche parole ! :hap

Continuando questa mia fissazione a volte mi piace trovare parole antiche e particolari o semplicemente poco usate ma non lo faccio per sembrare saccente, non lo sono davvero, lo faccio perche' la "parola" e' un dono da non sottovalutare e la sua ricchezza ci concede di ben esprimere quei pensieri che non hanno anima dandogli corpo e peso.

Passando al finale mi piace concludere con un invito o con un breve commento che surroga tutto lo scritto, quasi un sunto di cio' che avevo espresso, poiche' so che tanti utenti di fronte a un lungo intervento sono tentati di saltare subito alla conclusione :eye


Beh, ho finito (e meno male, direte :ghgh)
Questa mia discussione e' forse un esempio di tutto il suo contenuto....mi andava di scrivere e l'ho fatto, senza pensare al suo accoglimento, quasi di getto, un modo per sfogarmi e rilassarmi sperando di aver interessato qualcuno e magari avendo dato uno spunto su cui costruire il proprio stile o metodo.

Se vi va di intervenire ne sarei lieto :bai

Lo Zio T
04-09-11, 10: 56
Ho aperto poche discussioni, ho sempre lasciato fare agli altri. Questo perchè, appena iscritto, bisogna in primis capire le regole non scritte riguardo l'apertura dei thread. Comprendere se bisogna inserire news o tue sensazioni su un argomento specifico o entrambe e via discorrendo.

Per quanto riguarda le discussioni "di svago", beh, non mi sono mai posto il problema, dato che pensava (e pensa) a tutto Arma. :ghgh

janet
04-09-11, 15: 36
io credo che non stiamo a fare un servizio pubblico, ossia la cosa che mi ha dato P2P è la voglia di condividere, poi può essere che a uno interessi ad un altro no, ci sono sempre stati tanti che leggevano e basta.
A volte notizie, scritte malissimo e veloci avevano tantissimi interventi, poi io parto sempre dall'idea di non giudicare gli altri, ognuno dà come vuole, quando vuole e nel modo che vuole.
Cosa invece odio ? Coloro che rispondono solo se postano i loro amici, coloro che non hanno mai un'idea personale ma solo quella dei moderatori e dei membri influenti dello staff. In giro è pieno di casi simili ma fortunatamente tale problema non vi è mai stato a livelli pericolosi nè su P2P forum, nè su Collection tricks

Armandillo
04-09-11, 17: 36
Per quanto riguarda le discussioni "di svago", beh, non mi sono mai posto il problema, dato che pensava (e pensa) a tutto Arma. :ghgh

Spiritoso....:ghgh....piuttosto mi sembra che sei un pochino latitante Zio !! :tong2



A volte notizie, scritte malissimo e veloci avevano tantissimi interventi, poi io parto sempre dall'idea di non giudicare gli altri, ognuno dà come vuole, quando vuole e nel modo che vuole.

Vero, ognuno si esprime come crede e, come ho gia' detto, il mio approccio non vuole essere un "esempio" ma solo un personalissimo modo, uno dei tanti e se poi qualcuno ci vede uno spunto perche' non sa come iniziare...beh, ne sarei felice.
Poi poco importa che non si abbia uno stile, quel che conta e' l'idea.

Io scrivo perche' mi piace e senza ipocrisie affermo che lo faccio prima di tutto per me stesso assecondando cio' che vivo o penso ma se facendolo riesco a regalare un momento di riflessione a qualcuno sono ancora piu' soddisfatto perche' non esiste cosa piu' appagante che offrire senza pretendere :sisi

:bai

Lo Zio T
05-09-11, 17: 26
Spiritoso....:ghgh....piuttosto mi sembra che sei un pochino latitante Zio !! :tong2

Si fa quel che si può.. Poi, con calma, vedrò di rispondere a tutto. :eye

Comunque, quella frase, era una battuta fino ad un certo punto. Devo dire che molte volte, quando vedevo i tuoi topic, la prima cosa che pensavo era la seguente: "ah già, è vero! Ma potevo pensarci anch'uo..".

Pigrizia mentale? Può darsi, però nessuno è sotto esame e può anche starci. L'importante è che non diventi un'abitudine: a volte basta anche solo postare una news di cronaca (mi riferisco ad Edicolandia) per intavolare un discorso importante. Con "importante" non intendo dire che deve avere necessariamente un numero elevato di risposte, bensì deve rappresentare un argomento sul quale sarebbe doveroso ragionare, vuoi per cultura, vuoi perchè bisogna responsabilizzarsi ed imparare a capire dove si vive, e via dicendo.


io credo che non stiamo a fare un servizio pubblico [...]

Fermo restando che il forum lo dobbiamo fare noi, nel senso che le discussioni devono rappresentare una nostra opinione, dalla quale si può iniziare un discorso, credo anche che un po' d'informazione non guasta mai. :sisi:

Intendiamoci, non voglio dire che il forum deve trasformarsi in un blog o in un sito, riportando tutte le news del web, però ritengo corretto inserire notizie di una certa importanza, indipendentemente dal fatto che ci saranno risposte oppure no.

In sostanza, quello che si fa con Edicolandia. :eye

Armandillo
05-09-11, 17: 36
Pigrizia mentale? Può darsi, però nessuno è sotto esame e può anche starci.

Per carita' .....:hap....e' che ti leggevo molto volentieri :sisi ...mai scontato e mai superficiale.

Lo stesso potrei dire di Almenolinno, di Silverado ma anche di Vane e di Mafalda e scusate se dimentico qualcuno.

:bai

Lo Zio T
05-09-11, 18: 40
Per carita' .....:hap....e' che ti leggevo molto volentieri :sisi ...mai scontato e mai superficiale.

Grazie, ma mi riferivo al fatto che non stavo molto a pensare ad aprire thread in quanto ci pensavi già te.. Per quello parlavo di pigrizia mentale, ecco. :eye


Lo stesso potrei dire di Almenolinno, di Silverado ma anche di Vane e di Mafalda e scusate se dimentico qualcuno.

Eh, ho notato che siamo rimasti in tre gatti.

Beh, motivo in più per rimboccarci le maniche. :hap

janet
07-09-11, 19: 05
Fermo restando che il forum lo dobbiamo fare noi, nel senso che le discussioni devono rappresentare una nostra opinione, dalla quale si può iniziare un discorso, credo anche che un po' d'informazione non guasta mai.
Giustissimo, ma in effetti mi riferivo più a periodi che tutti passiamo, quindi possiamo anche essere interessati da argomenti diversi, fermo restando la voglia di condividere e di discutere mentre come giustamente hai detto tu un blog od un sito può essere obbligato a trattare sempre lo stesso genere di notizie, ciao

marcella36
13-09-11, 17: 56
Armandillo non mi hai menzionato fra i latitanti! Le idee e la voglia di risposte non mi sono mancate fin'ora, ma proprio non potevo connettermi e molti mii interventi sono finiti chissà dove, poiché il pc si spegneva.
sto scrivendo con un pc che mi è stato prestato o forse regalato.
aprire una discussione, non mi faceva paura, ora, da un po' di tempo ho il timore di spargere troppo pessimismo, mi trattengo.
Se potrò usare questo pc anche in seguito, spero di poter trovare argomenti che possano essere di qualche interesse.
Mi siete mancati tanto tutti!

Lo Zio T
13-09-11, 18: 11
ora, da un po' di tempo ho il timore di spargere troppo pessimismo, mi trattengo.

Mah, direi che questo è uno dei rari luoghi del web dove ci sono l'educazione e l'apertura mentale necessarie per poter scrivere liberamente, quindi non farti problemi. :eye

Armandillo
13-09-11, 18: 23
Armandillo non mi hai menzionato fra i latitanti! .....aprire una discussione, non mi faceva paura, ora, da un po' di tempo ho il timore di spargere troppo pessimismo, mi trattengo.

:bai non ti ho menzionata perche' non ti considero tale !

"Spargere pessimismo"....mah, anche quello fa parte della vita comune e poi sarebbe ipocrita voler a tutti i costi postare solo discussioni "positive" per compiacere l'utenza.
Io non mi faccio problemi, cose serie o futili non importa purche', come dice Zio, siano argomentate in modo civile e su questo, cara Marcella, potrei mettere la mano sul fuoco :sisi

Tu hai sulle spalle un fardello di mille esperienze, immagino d'ogni genere, la saggezza e le capacita' per interessare i lettori quindi non preoccuparti e scrivi....ti aspettiamo :bai

Lo Zio T
13-09-11, 19: 38
Che poi...

Bisognerebbe anche cercare di pensare con la propria testa, anche se non si è conformi alla "massa". Altrimenti non verrai mai identificato nel web come "Armandillo", "Marcella" e via dicendo, ma solo come "uno di quelli che..."...