PDA

Visualizza versione completa : La sera a lume di candela



Armandillo
02-06-11, 19: 27
:bai

Senza impegno propongo questo sondaggio molto leggero per passare un po' di tempo e fare quattro chiacchiere.

M'e' balenata l'idea dopo che per dei problemi tecnici nella mia zona e' stata sospesa l'erogazione della corrente....panico ?

Beh, effettivamente, l'aver perduto l'abitudine nel farne a meno ha causato e causa atteggiamenti poco abituali soprattutto quando il "sacrificio" si protrae nel tempo !

Che fare senza tv, senza musica, senza luce...senza pc ? :boh

La mia e le vostre generazioni non hanno mai vissuto periodi piu' lunghi di qualche ora in questo stato e quindi ritrovarcisi comporta davvero strane sensazioni ed immagino anche espedienti diversi per poter passare e poi superare questa situzione.

Nel mio caso ho adoperato una vecchia radio a batterie e ascoltando musica e chiacchierando le prime 2 ore se ne sono andate tranquille ma dopo.....gia'....non conoscendo bene l'esatta durata ed essendo capitato tutto di sera non e' rimasto che anticipare il sonno. (il guasto e' durato circa 4-5 ore).

Mamma mia :m: chissa' come facevano i nostri avi e com'era la vita a lume di candela ?!
Certo, un tempo, nell'Italia rurale ci si alzava prestissimo e quindi forse non c'era nemmeno voglia di uscire non avendo poi tanti motivi di svago.
Si facevano piu' figli ?
Beh, di sicuro piu' di oggi ma comunque debbono aver avuto parecchia fantasia per poter trascorrere le giornate (serate, piu' che altro) con veramente poco :sisi

Probabilmente le riunioni con amici e parenti a suon di musica erano il massimo di coinvolgimento e di divertimento per quei tempi !

Al giorno d'oggi si fa fatica ad immaginare una vita senza tutte le moderne possibilita' ed allora, quando capita, ci sentiamo quasi menomati e spiazzati e quindi.....cosa fare ?

Questa la domanda cui poter rispondere come e se si vuole tenendo presente che le opzioni sono alquanto personali e ve ne potrebbero essere delle altre :sisi

EDIT: purtroppo ho dimenticato di dare piu' possibilita' di voto....chiedo scusa !

MarcoStraf
02-06-11, 19: 47
La cosa che piu' mi sorprende quando manca la elettricita' e' il silenzio. E' incredibile quanto rumore c'e' attorno a noi, sia in casa che in ufficio, tanti piccoli e grandi elettrodomostici che improvvisamente cessano di funzionare e vanno a nanna. E di notte, anche il buio, ormai con tutti i dispositivi elettronici sempre accesi e i caricabatteria sempre collegati di notte, la casa sembra un luna park, con tutti quei LED lampeggianti.
Due cose:

1) io e mia moglie da quando viviamo insieme abbiamo sempre cenato a lume di candela, tenendo una lampadina sola accesa in un angolo della stanza tanto per non essere troppo al buio.

2) NON andare mai a letto con candele accese, si corre il rischio di addormentarsi e la candela finita la cera puo' causare un incendio

E un consiglio finale: se vivete in coppia, provate almeno una volta a cenare a lume di candela: quello che segue, viene da solo ;-)
Ogni tanto fa bene "scollegarsi" dal mondo, e avere tempo da dedicare solo a chi ci ama. E se vivete da soli, fa bene anche a se' stessi.

marcella36
03-06-11, 12: 00
Buio, silenzio. Tutto si ferma: niente frigo, niente acqua calda, niente di niente.
Quattro chiacchiere, quelle si. Tanti pensieri e ricordi.
Ricordo il tempo di guerra, ero una bambina, la vita era comunque diversa, gli elettrodomestici non esistevano, invece del frigo la ghiacciaia ma in tempo di guerra….
La corrente elettrica veniva erogata a giorni alterni e solo per qualche ora. I vetri delle finestre dovevano essere oscurati, per non facilitare il “nemico” che si proponeva di bombardare.
Si viveva a lume di candela, candele fatte con una cera giallastra il cui stoppino fumava spesso, c’erano i lumini ad olio e chi poteva usava l’acetilene. La casa era piena d’ombre. Quando suonava la sirena per un allarme aereo si scendeva nel ricovero e le scale erano illuminate da tante piccole luci in movimento e risuonavano di voci e di richiami. Una vita diversa, un’altra vita.

Andy86
03-06-11, 12: 51
:bai

Ho votato leggere, perché tanto lo faccio sul cellulare (a batteria) quindi... non problem!

Però manca un opzione fondamentale: giocare a carte, giochi di società, ecc...
È una delle cose che ci capita di fare più spesso, basta una torcia, noi ne abbiamo 4 o 5 di quelle grosse che partono da sole al blackout.

(Il bello di vivere nel 21° secolo... :bgg2, il brutto è che anche l'acqua arriva con la corrente, e dopo un po'... :triste)

Armandillo
03-06-11, 17: 36
E un consiglio finale: se vivete in coppia, provate almeno una volta a cenare a lume di candela

Eh si :hap da romantico di altri tempi Marco hai dato un vero buon consiglio di quelli che magari, per un giovane, lasciano un po' in imbarazzo ma che se seguito con serieta' potra' far scoprire quanto siano importanti quei momenti, direi magici se c'e' complicita' ed intesa ! :sisi

Mi limito ad aggiungere di provarci in casa, dopo aver preparato qualcosa di sfizioso e senza sottofondi musicali affinche' le parole facciano da sfondo ed i sospiri e gli sguardi creino la giusta atmosfera coinvolgente.

:bai

Rodolfo Tatana
04-06-11, 10: 16
Quando manca la corrente elettrina è solo panico per me, oddio apprezzo il silenzio, anche una cena a lume di candela, se si fa per scelta e non per necessita'..non sono di quelli che tiene accese tutte le luci da questo punto di vista sono parsimonioso vivrei bene con una radio due lampadine e un frigorifero (e ormai anche un computer), ma il fatto è che non rinunciamo mai alla luce per puro piacere, non possiamo farlo, l'homo sapiens è diventato ormai homo elettricus :bgg2 la nostra societa' puo' resistere poche ore senza l'energia elettrica, 3-4 ore, dopodichè va in tilt il sistema, penso che se venisse mancare l'energia per una settimana collesserebbe il mondo occidentale, non sappiamo piu farne a meno, a parte le comodita' di avere la luce quando fa buio basta pensare ai cibi che necessitano di refrigerazione, ai congelati..vorrei vedere un europeo moderno senza il frigorifero che torna a mangiare la carne solo il giorno che si macella o mangia solo insaccati o carne salata, la filiera agricola i cui prodotti non durerebbero tre giorni a temperatura ambiente, in poche parole la fame per molte persone

ho votato "fare qualsiasi cosa purchè passi"

MarcoStraf
04-06-11, 17: 49
Rodolfo, hai parlato da puro materialista e non hai capito lo spirito della domanda, se mi permetti :-)
La nostra civiltà collasserebbe in toto se mancasse elettricità, ma qui il discorso è diverso, non si critica l'uso della corrente elettrica ma il fatto che la nostra società sia sempre in corsa e che a volte farebbe bene rallentare un po' per apprezzare le piccole cose della vita.

NON andare in panico quando manca la corrente elettrica, non ti preoccupare che tanto ritorna, rilassati, siediti sul divano, abbraccia le persone che ami, accarezza il gatto, pensa alle prossime vacanze, vai con il pensiero indietro ai bei ricordi che hai della vita o anche di quelli più tristi. La vita dura più a lungo se ogni tanto ci fermiamo a "ricaricare" le batterie. Altrimenti, è già lunedì e ci accorgiamo di avere sprecato un fine settimana.

Rodolfo Tatana
04-06-11, 18: 21
rilassati, siediti sul divano, abbraccia le persone che ami, accarezza il gatto, pensa alle prossime vacanze, vai con il pensiero indietro ai bei ricordi che hai della vita o anche di quelli più tristi. La vita dura più a lungo se ogni tanto ci fermiamo a "ricaricare" le batterie

guarda che grazie al cielo questo riesco a farlo anche se non manca la corrente elettrica :ghgh, e non è che ho frainteso lo spirito della domanda, mica si chiedeva che fine fara' il mondo senza l'energia, ho gia precisato che io vivrei con due lampadine un frigo e un computer, è il minimo, ma se me lo levi entro in panico, divento un disadattato, ovviamente quando fa buio..di giorno vivo bene lo stesso a parte la carne in congelatore che scongela che un attimino mi tiene in ansia perchè soldi per ricomprare le scorte ce ne sono pochi, ho fatto quel discorso giusto per svariare, se manca la corrente non mi vedrete urlare come un folle strappandomi i capelli per l'imminente fine del mondo, al limite mi siedo scocciato, me la prendo con i gestori, e aspetto che torni, ho pure votato il sondaggio, se volevate una risposta piu romantica tipo accarezzo il gatto mangio al lume di candela e poi faccio l'amore, chiacchero con mia nonna guardo le stelle etc..quello lo so fare anche gli altri giorni

Armandillo
04-06-11, 18: 42
Ahaaaaa....ma allora di romantici in giro ce ne sono ancora ! :ghgh

Beh, probabilmente questa benedetta luce dovrebbe andar via piu' spesso :sisi

E' vero comunque che quel "noooooo" nel momento clou della telenovela o del film o di quanto altro di disagio ne provochi.
Ed e' anche vero che di propria volonta' staccare la spina (letteralmente) non se ne parla proprio.....fortunati coloro che sanno farlo.

C'e' da dire pero' che profittare di alcuni momenti di blackout per un intimo colloquio in una pace ritrovata col pensiero rivolto al passato puo' generare attimi inaspettati e, come m'e' capitato, esprimere se stessi senza infingimenti, sguardo nello sguardo.

Il buio talvolta e' un valido complice e il chiarore della candela uno spot per pochi protagonisti !

:bai

Kirk
04-06-11, 21: 23
chissa' come facevano i nostri aviAi tempi dei nostri avi non erano possibili nemmeno certe opzioni del sondaggio, niente batterie o pile, per le altre opzioni magari qualche volta chiacchieravano, anche con gli amici, ma soprattutto dopo una giornata nei campi, a nanna!!
Oppure, se in certe serate non erano troppo stanchi..
facevano l' amore, che per quello non serve la luce, beh almeno in casi non disperati :ghgh

Ovviamente ai nostri giorni mi incacchio un po', abituato con pc e tv, ma cosi' ho dovuto sopportare talvolta negli ultimi tempi, ma se la cosa è breve non è un gran problema pazienza.. sempre meglio la luce dell' acqua corrente (nel mio caso anche senza corrente l' acqua ce l' ho, a meno che non manchi per piu' di 2 giorni).

Ma fosse per lungo tempo i problemi maggiori ovviamente sono nel..frigo :boh
Non siamo temprati e abituati come i nostri avi che non avevano MAI la luce.