PDA

Visualizza versione completa : Addolcitore acqua domestica, consigli...



DeST
21-03-11, 14: 43
Salve a tutti,
come primo giorno di primavera ho provveduto a fare la solita disincrsostazione del calcare da... ovunque!
Tempo fa installai un addolcitore a polifosfati sulla tubatura dell'acqua calda (prima della caldaia), ma ultimamente sembra che la durezza dell'acqua sia aumentata e che di conseguenza anche l'acqua fredda (sul quale non sono presenti filtri) stia iniziando a presentare stalattiti e stalagmiti alquanto preoccupanti...
Inizialmente volevo aggiungere un altro filtro a polifosfati per l'acqua fredda, ma pensando al fatto che questa sostanza viene disciolta nell'acqua per uso "alimentare" volevo cercare delle alternative...
Così cercando su internet ho realizzato che la migliore scelta è un filtro a resine con scambio ionico, che richiederebbe maggiore manutenzione ma a differenza di quello a polifosfati non "altera" in nessun modo le proprietà dell'acqua (se non riducendone il calcare).
Per l'acqua "alimentare" mi sembra la migliore scelta... Unica nota negativa sembra essere la dimensione dell'addolcitore... Qualcuno lo usa?
Mi ero orientato verso i prodotti della culligan
Voi cosa mi consigliate?

DeST
24-03-11, 13: 09
Mmm... non credevo di essere l'unica persona ad avere questo problema

Asterix
25-03-11, 18: 40
Ciao

giusto ieri sera mi hanno installato questo (http://www.solostocks.com/venta-productos/electronica/electrodomesticos/otros/purificador-de-agua-aquabion-modelo-ab-h25-5817186) spacciandolo per addolcitore centralizzato non so fino a che punto funzioni o se ho preso una cantonata.

:bai

Armandillo
25-03-11, 19: 12
Mmm... non credevo di essere l'unica persona ad avere questo problema

Beh, se ti riferisci al calcare allora sei in compagnia di tantissimi, se invece, come penso, la frase riguarda il rimedio allora credo che sarai o sarete in pochi :sisi

A suo tempo presi in considerazione l'uso di un filtro, soprattutto per la potabile, ma rinunciai quasi subito.
L'enormita' di calcare prodotto era (ed e') tale da far divenire economicamente salatissimo il suo uso !

Mi son rassegnato e ormai ogni anno devo pulire il boyler e cambiare guarnizioni e serpentina estraendo ammassi incredibili di calcare.
Per la lavatrice uso prodotti specifici.

Per la potabile, bevendone moltissima, mi sono informato dal mio medico che non ha parlato di problemi relativi purche' il "ricambio" sia efficiente e continuo.

Sentendo altre persone son giunto alla conclusione che questo "problema" viene affrontato unicamente dal lato "potabilita'" con l'acquisto di acqua minerale in verita' abbondante in zona.

In conclusione, a parte questioni di gusto, non saprei dire quanto il fattore calcare si ponga in relazione ad eventuali danni procurati e se l'uso di apparecchi specifici possa far economizzare :boh

:bai

DeST
26-03-11, 10: 19
giusto ieri sera mi hanno installato questo
Davvero non riesco a capire quale principio usi per addolcire l'acqua... :S


questo "problema" viene affrontato unicamente dal lato "potabilita" [..] non saprei dire quanto il fattore calcare si ponga in relazione ad eventuali danni procurati e se l'uso di apparecchi specifici possa far economizzare
Che io sappia l'acqua calcarea danni alle persone non ne porta (calcoli permettendo :D) però tra caldaia, tubature, lavastoviglie, lavatrici, docce, rubinetti ecc...
C'è il rischio di ritrovarsi un giorno o l'altro in una vera e propria lotta di sopravvivenza tra uomo e calcare, dove però il calcare ha preso il controllo dell'acqua domestica!


Mi son rassegnato e ormai ogni anno devo pulire il boyler e cambiare guarnizioni e serpentina estraendo ammassi incredibili di calcare
Questo è quello che vorrei evitare o al massimo cercare di prolungare quanto più possibile i periodi tra una pulitura e l'altra...

Armandillo
26-03-11, 10: 36
Che io sappia l'acqua calcarea danni alle persone non ne porta (calcoli permettendo :D) però tra caldaia, tubature, lavastoviglie, lavatrici, docce, rubinetti ecc...
C'è il rischio di ritrovarsi un giorno o l'altro in una vera e propria lotta di sopravvivenza tra uomo e calcare, dove però il calcare ha preso il controllo dell'acqua domestica!

Mah, non potendo giudicare il livello di calcare nel tuo caso posso solo dirti che non la vedo tanto drammatica :boh.....fino ad ora, nel mio caso, il calcare perde ! :sisi

La spesa, economica e fisica, riguarda solo lo scaldabagno e non ho la minima idea di quanto avrei speso in filtri & co. se avessi installato quegli apparecchi (piu' d'uno certamente).

Ricordo che, a suo tempo, i filtri ai "carboni attivi", per la sola acqua potabile, dovevano essere cambiati spesso e tenendo presente l'uso consistente per bere e cucinare il piatto della bilancia mi consiglio' di desistere....avrei speso meno acquistando acqua minerale !

Cosa dirti....potresti provare per un dato periodo di tempo e poi trarne un bilancio :boh...comunque auguri :bai

DeST
26-03-11, 12: 24
Vabhè l'impiato di addolcimento che mi interessava, cioè quello a resina, da quel che ho visto, dovrei montarlo a monte di tutto l'mpianto idraulico (quindi un impianto per tutta la casa) la manutenzione dell'impianto consiste nel "lavare" il filtro ogni volta che si satura, la resina del filtro di per se va sostituita ogni circa 12 anni... in fin dei conti non dovrebbero esserci spese elevate oltre l'acquisto e l'installazione del filtro stesso... Speriamo di risolvere quanto prima... per ora vado ad olio di gomito

FiltroAddolcitoreAcqua
15-02-12, 11: 25
Buongiorno a tutti, la discussione è un po' vecchia ma potrebbe interessare ancora dato che si sente parlare spesso del trattamento dell'acqua per ridurre il calcare.

I dosatori di polifosfati devono essere montati esclusivamente là dove l'acqua viene riscaldata: all'ingresso del bollitore e della caldaia, mai sul rubinetto utilizzato per bere o cucinare. Questo significa che l'acqua fredda è bevibile e utilizzabile in cucina senza pericolo alcuno.

Le resine a scambio ionico funzionano in maniera diversa: a contatto con una soluzione di acqua e sale si caricano di ioni di sodio e trasformano il carbonato di calcio presente nell'acqua e causa del calcare in carbonato di sodio. Questa è una delle "tecnologie" migliori per addolcire l'acqua, ma è sconsigliata a coloro che soffrono di ipertensione: il motivo è presto detto. Se l'aumento di sodio nell'acqua che si beve e si consuma può avere come effetto l'aumento della pressione sanguigna e aumento della possibilità di malattie cardiovascolari.

Esistono altre soluzioni: come l'osmosi inversa oppure sottoponendo l'acqua a un campo elettromagnetico.
Ma poi mi dilungo troppo :p fatemi sapere se volete sapere qualcos'altro ;)