PDA

Visualizza versione completa : Tsunami devasta il Giappone, moltissime le vittime



janet
11-03-11, 19: 52
Si è trattato di una scossa maggiore di 8,9 gradi Richter con grattacieli di Tokio che hanno ondeggiato e l'asse terrestre si sarebbe spostato di 10 cm e si sono verificati anche due violenti tsunami. Si parla già di più di mille vittime. Anche una centrale nucleare a rischio
Fonte (http://www.repubblica.it/esteri/2011/03/11/dirette/diretta_terremoto_giappone_11_marzo-13459049/?ref=HREA-1)

MarcoStraf
11-03-11, 20: 26
Stamattina ho ricevuto email dal nostro ufficio di Tokyo (al momento chiuso), una foto mandata con il cellulare mostra un muro crollato su una scrivania. Nessuno e' rimaso ferito, ma hanno dovuto camminare a casa perche' i trasporti sono in completo caos (alcuni hanno dovuto camminare quattro ore) Di certo se il Giappone non fosse preparato il conto delle vittime sarebbe stato molto piu' alto.

Molti computer e internet servers hanno subito danni, per cui si pensa che anche servizi internet subiranno ritardi in questi giorni, e c'e' la possiblita' che chi usava quei server per memorizzare i dati (computer cloud) non potra' accedere per un po'.

Per adesso non si sa ancora il numero delle vittime, si continua a scavare e una nave sembra sparita dai radar.

L'ondata della tsunami sta colpendo buona parte del nord Pacifico, questa mattina ho ricevuto una telefonata automatica dalla mia contea avvisando pericolo di una tsunami intorno alle otto del mattino, le spiagge sono state chiuse ma per adesso sembra che nessuna ondata ci abbia raggiunto.

Ricky
11-03-11, 20: 33
La pressione all'interno del reattore numero uno dell'impianto nucleare di Fukushima-Daiichi sta aumentando a causa dell'aumento della temperatura, che non riescono a raffreddare, con il rischio di una fuga di radiazioni.. Gli USA hanno mandato in Giappone liquido di raffreddamento. Boh. Ma io non penso che ai giapponesi manchi acqua (http://it.reuters.com/article/topNews/idITMIE72A0AI20110311) o sodio.

Forse la cosa è più grave del previsto.

Ricky
12-03-11, 09: 31
Infatti:

Esplosione in centrale nucleare, rischio fusione (http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=150892) (fonte: Rainews24)

Adesso sono 3 i reattori fuori controllo (http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/11/tsunami-in-giappone-allarme-radiazioni-mille-volte-superiori-al-normale/97119/).

EDIT: la situazione si sta aggravando: il tetto del reattore di Fukushima con forti problemi di tenuta dell'impianto di raffreddamento è crollato. Lo conferma il gestore dell'impianto Tepco. Le autorità stamane avevano avvertito che nel reattore num.1 della centrale nucleare, situata a circa 250 km a nord-est di Tokyo, un'area urbana di 30 milioni di persone, poteva essere avvenuta una fusione nucleare.

L'emittente pubblica NHK ha riferito che l'esplosione è stata avvertita alle 3:30 del pomeriggio (le 7:30 in Italia), ha mostrato le immagini del fumo che si leva dall'impianto, segnalando che è andata distrutta la cupola che accoglie il reattore. I canali televisivi hanno avvertito i residenti della zona di rimanere al chiuso, spegnere i condizionatori d'aria e non bere l'acqua del rubinetto. Alle persone che sono all'esterno è stato consigliato di non lasciare esposta la pelle e coprirsi la faccia con maschere ed asciugamani bagnati. CONTINUA (http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=150892)

EDIT2: Ma c'è da stare tranquilli. Il Forum Nucleare Italiano annuncia: la centrale di Fukushima è sotto controllo (http://www.forumnucleare.it/index.php/notizie/notizie2/terremoto-in-giappone-la-centrale-di-fukushima-e-sotto-controllo). :ghgh

http://www.rainews24.it/ran24/immagini/2011/03/fukushima_giappone_280xFree.jpg
Fonte: www.rainews24.rai.it

Lo Zio T
12-03-11, 15: 04
Intanto alcune precisazioni..

I morti continuano a salire.. SOno più di 800, con 1500 dispersi.. Man mano che si ritirano le acque, si scoprono nuovi errori.. Ad esempio, in una spiaggia (ormai diventata una fanghiglia) si sono scoperti 300 morti..

Ma adesso il problema più grave è questo:

Terremoto in Giappone: un’esplosione alla centrale nucleare | Ecoo (http://www.ecoo.it/articolo/terremoto-in-giappone-un-esplosione-alla-centrale-nucleare/12797/)

C'erano già stati problemi ieri ed erano state fatte evacuare tutte le persone nell'arco di 10 chilometri. Oggi la situazione è peggiorata, a causa dell'esplosione ed è aumentato il raggio di evacuazione a 20 km..

Si vocifera che sono presenti addetti alla sicurezza anche a 60 km (si, sessanta) dalla centrale nuclerare..

Che dire, siamo appena all'inizio del dramma.

EDIT:

In effetti non ho cercato bene il numero di vittime. C'è questa notizia ANSA di 6 ore fa:

Sisma Giappone: media, oltre 700 morti - Top News - ANSA.it (http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2011/03/12/visualizza_new.html_1557037687.html)

EDIT1:

ecco l'ultimo aggiornamento. Confermato che il numero è salito a 1400:

Giappone, caos e paura: "Almeno 10.000 i dispersi" - Giappone, sisma, terremoto, tsunami, Fukushima, centrale nucleare, atomica - Libero-News.it (http://libero-news.it/news/689271/Giappone__caos_e_paura___Almeno_10_000_i_dispersi_ .html)

I dispersi sono diecimila invece..

Armandillo
13-03-11, 18: 29
Un cocktail di emozioni...questo l'impatto con quella tragedia.

Sgomento !!
Questo il primo sentimento provato guardando quelle immagini catastrofiche.
Sconcertato da una forza lacerante mai veduta nella mia vita e che solo la filmografia aveva presentato.

Compassione per quel lontano popolo che da sempre ho ammirato per la compostezza e l'educazione che ancor oggi, pur nel dramma, bene li rappresenta.

Rabbia.
Seguendo le notizie che si succedevano e i commenti degli esperti in vari settori non ho potuto fare a meno di pensare al cinismo che caratterizza il nostro vivere globalizzato.
Spirito di solidarieta' e fratellanza vorrebbero in casi del genere una comunione di intenti e di compartecipazione ad evitare o almeno ammortizzare conseguenze deleterie sui vari fronti, economia compresa, ed invece l'impietosa macchina del business e della finanza sembrano accanirsi come sciacalli amaramente constatando come sia globalizzato solo il soldo...ne' il dolore, ne' l'umana comprensione !

Paura.
Infine un sentimento comune che ci ricorda come siamo piccoli in confronto alla natura e alle sue manifestazioni da cui nessuno e' escluso persino un popolo, una nazione supertecnologica ed avanzata e preparata come forse nessuno ma che solo in parte e' riuscita ad attenuare esiti molto piu' catastrofici.

Speranza.
L'ultima dea...ed il mio augurio che sappiano, come credo e come dimostra il loro atteggiamento composto, risollevarsi da questa ulteriore batosta, dopo Hiroshima, dopo la sconfitta mondiale, con l'unione di tutte le forze di quel paese, di quei caratteri fieri e dignitosi esempio per l'intera umanita'.

Ciao

Ricky
13-03-11, 22: 12
Meltdown Caused Nuke Plant Explosion: Safety Body (http://e.nikkei.com/e/fr/tnks/Nni20110312D12JFF03.htm) Fonte: e.nikkei.com


La giapponese Nuclear and Industrial Safety Agency (NISA) ha dichiarato sabato pomeriggio che l'esplosione all'impianto nucleare n° 1 di Fukushima può essere stata causata solo dal meltdown del nucleo del reattore.

Cesio e iodio, sottoprodotti della fissione nucleare, sono stati rilevati intorno all'impianto, cosa che potrebbe rendere questa esplosione il peggior disastro nucleare in 50 anni di storia del nucleare giapponese.

Il Giappone ammette: il meltdown può essere avvenuto in due reattori nucleari (http://www.iljournal.it/2011/il-giappone-ammette-il-meltdown-puo-essere-avvenuto-in-due-reattori-nucleari/219919)
E' finita. Ora c'è un bel problema. :cry3:cry3:shock:ohoh

http://img847.imageshack.us/img847/438/fallout.jpg

Ho trovato questa mappa di una previsione del fallout nucleare giapponese nei confronti degli USA. Secondo voi è verosimile o è un fake?
Perché se fosse vera bisognerebbe che Marcostraf quantomeno fosse avvertito... :ohoh
Ho trovato QUI (http://squall.sfsu.edu/scripts/nhemjetstream_model.html)c'è l'animazione delle correnti a getto sopra il pacifico, aggiornate. (basta cliccare su 'build Animation')


In spoiler c'è la mappa del fallout di Chernobyl per confronto (by Main Page - QED (http://qed.princeton.edu))
http://qed.princeton.edu/getfile.php?f=Radioactive_fall-out_from_the_Chernobyl_accident.jpg

MarcoStraf
13-03-11, 23: 01
Andiamoci piano con le notizie allarmistiche.
Il Giappone è ovviamente preoccupato e sta facendo il suo meglio, al punto che hanno deciso di rinunciare a salvare i reattori e iniziato a pompare acqua di mare al loro interno, per cercare di raffreddarli. Ma che io sappia non c'è stato ancora nessun meltdown.

Ricky
13-03-11, 23: 16
Ma a sentire la NISA l'esplosione può essere stata causata solo da un meltdown. E la mappa? Che te ne pare? ti sembra sensata? :ohoh

MarcoStraf
14-03-11, 01: 32
No, probabilmente l'esplosione fu causata dall'idrogeno che hanno lasciato fuoriuscire dal reattore per diminuire la pressione interna, idrogeno che venuto a contatto con l'ossigeno esterno ha causato una esplosione nell'eduficio del reattore, ma il nucleo, protetto da acciaio spesso una ventina di centimetri, pare essere ancora intatto.
Finchè riescono a pompare abbastanza acqua nel reattore e tenere la temperatura costante, siamo a posto, ma anche se l'uranio dovesse fondere (come in parte ha già fatto parzialmente) finchè le pareti del reattore resistono non ci sarebbe pericolo, e più passa il tempo e meno è il pericolo.
Se un meltdown in grande scala fosse già avvenuto, lo avremmo già saputo (sono molte le organizzazioni che controllano la situazione, non sono solo i giapponesi)

Ad ogni modo, questo è un bel colpo per chi ancora si batte dicendo che il nucleare è una sorgente sicura di energia. Se tale terremoto fosse successo altrove, dove non si è preparati ai terremoti come in Giappone, sai che bella tragedia. Come per esempio in Italia, nazione che è notoriamente a grosso rischio sismico, dove ancora usiamo mattoni per costruire case. Sinceramente, parlando di terremoti mi sento più sicuro a vivere in California di quanto lo fossi in Italia.

Rodolfo Tatana
14-03-11, 19: 06
ma infatti se fossimo giapponesi sarei favorevole al nucleare, ma siccome siamo italiani e non siamo capaci neanche di costruire un marciapiede come si deve o una strada direi che è meglio evitare, pare che il reattore sia costruito in modo da resistire a un attacco missilistico..comunque le notizie si susseguono in continuazione, non si capisce piu niente, di certo la situazione è abbastanza grave e posso pure ascoltare e credere a un ingegnere nucleare giapponese che ovviamente cerca di non scatenare la paura nella popolazione (e comunque stanno prendendo tutte le precauzioni possibili evacuando le persone) mi fido molto di meno di quello che puo' dire un politico italiano o un veronesi che di nucleare capisce un tubo e ci rassicura in vista del referendum consultivo che si terra' in sardegna il 15 maggio (sardegna unica regione italiano a non rischio sismico)

tornando al terremoto e allo tsunami non posso fare a meno che sentire profonda ammirazione per questo grande popolo che sta affrontando la tragedia piu importante dal dopo guerra con dignita' incredibile, oggi hanno ricominciato a lavorare, li vedi fare la fila per i vivere con una compostezza assoluta, sono troppo forti, spero che riescano a uscirne il prima possibile e son certo che nel giro di qualche anno saranno riusciti a rimettere tutto apposto, una tragedia che avrebbe spazzato via parecchie nazioni occidentali come la nostra loro riusciranno a superarla, forza Giappone!!

Ricky
14-03-11, 19: 30
Sinceramente, parlando di terremoti mi sento più sicuro a vivere in California di quanto lo fossi in Italia.

Beh poco ma sicuro...:ghgh

Io penso che un terremoto di magnitudo 8 in giappone corrisponda come danni a uno di magnitudo 5 in Italia.
Poi con la corruzione che abbiamo da noi, dove le nuove tangenziali dopo 2 anni hanno già i buchi nell'asfalto, beh non mi sembra il caso che ce le andiamo a cercare investendo sul nucleare...:ghgh
Mi fanno paura anche solo quelle che abbiamo spente, coi rifiuti radioattivi ancora che non sappiamo come smaltirli (quelli vecchi...)

Eres
14-03-11, 19: 44
Questa è l'ennesima e non ultima catastrofe di una pseudo scienza malata e sbagliata. La fissione nucleare è una strada fallimentare, non c'è sicurezza né futuro. Quello che non sono riusciti a fare il terremoto e lo tsunami, lo stanno facendo le centrali esplodenti ormai ingovernabili. E stiamo parlando del Giappone non del Gabon...
Alcuni pensano che almeno qui in occidente siamo al sicuro, ma figuratevi! Ci ritroviamo coi noccioli in fusione, mezzo pacifico radioattivo, vaste aree dei paesi orientali contaminate, conseguenze nel tempo imprevedibili, ma sicuramente devastanti. Siamo solo all'inizio, la radioattività continua ad agire nel tempo. Credo che in questo momento non possiamo neanche renderci conto della gravità delle conseguenze di questa immane tragedia umana e tecnologica.
Ecco a cosa servono le centrali nucleari...chissà quando lo capiranno.

In Europa molti paesi nuclearizzati hanno capito da tempo l'inutilità di questa pseudo tecnologia e stanno abbandonando questa strada senza uscita, l'Italia naturalmente la sta intraprendendo, perché noi siamo sempre più furbi degli altri. E questo nonostante un voto popolare largamente contrario alle centrali della morte :tap
Immaginatevi cosa potrebbe succedere nel nostro paese con centrali piazzate qua e là senza criterio, su un territorio in disfacimento, tra disastri tellurici, catastrofi idrogeologiche e in mano a gente che non riesce nemmeno a costruire delle misere case con criteri antisismici adeguati. Anzi dove spesso palazzi, ponti e strade di sabbia implodono su se stessi senza neanche bisogno di cause esterne...poi è chiaro che l'Austria, paese civile, abbia rizzato le orecchie di fronte ad un simile rischio...

Scusate lo sfogo.

Nucleare. Fukushima e Chernobyl: catastrofi a confronto. - Crisis (http://crisis.blogosfere.it/2011/03/fukushima-e-chernobyl-un-confronto-sullesposizione.html)

E la situazione è ahimè, in continua evoluzione, negativa.

Ricky
14-03-11, 21: 21
Volevo segnalare che l'immagine sul fallout nucleare è un fake, ecco la dichiarazione (http://www.australian-radiation-services.com.au/index.php) dell'Agenzia Nucleare Australiana:


DISCLAIMER: Australian Radiation Services is aware of information about radioactive contamination being spread from the Japanese nuclear reactor incident released under the ARS logo and name. We wish to be clear that this information has not originated from ARS and as such distance ourselves from any such misinformation.

MarcoStraf
14-03-11, 21: 54
... Scusate lo sfogo.

Nucleare. Fukushima e Chernobyl: catastrofi a confronto. - Crisis (http://crisis.blogosfere.it/2011/03/fukushima-e-chernobyl-un-confronto-sullesposizione.html)

sfogo quanto mai giustificato, direi, visto come vanno le cose.

Ma attento alle parole "pseudo-scienza", non c'e' nulla di falso o finto nella fisica nucleare (in questo caso particolare fisica dei neutroni, chiamata anche radioattivita'), scienza che si e' iniziata a studiare circa cento anni fa e che ormai conosciamo bene. Quello di cui possiamo discutere e' invece di "come" tale scienza viene utilizzata, per esempio non si puo' negare che ha aiutato tantissimo la medicina (vedi i raggi X) e molte persone malate di tumori vengono aiutate ogni giorno dalla chemioterapia. Sui reattori nucleari, sono perfettamente in accordo: e' una strada da abbandonare, troppo pericolosa e con troppi problemi di mantenimento (per esempio cosa fare delle scorie radioattivem a parte mandarle nel Congo)

A riguardo il blog che hai linkato, la persona in questione e' un geologo, e mi chiedo quanta conoscenza abbia di fisica nucleare. Anche sono un fisico, e quello che so e' quello che ho studiato all'universita' (un esame, di cui ho dimenticato quasi tutto se non le basi) e mi pare che sia arrivato a conclusioni un po' estreme sui dati in esame (come alcuni hanno risposto al suo blog) e molte sono inesatte. Per esempio mi sembra strano che non sappia il motivo per cui l'aumento della radiattivita' esterna si sia sviluppato prima delle esplosioni, banalissimo a chi mastica un minimo di tecnologia e sapppia almeno come funzioni un reattore nucleare, ma che si puo' spiegare benissimo con semplici parole, ci provo nel paragrafo seguente.

Un reattore nucleare genera elettricita' mediante turbine a vapore, vapore creato dall'acqua che circonda le barre di uranio, acqua che bolle a causa della temperatura generata dalla fissione atomica. L'acqua funziona anche da regolatore di temperatura, se viene a mancare le barre di uranio raggiungerebbero una temperatura tale da fondere e quindi distruggere il nucleo del reattore (meltdown) La temperatura (e quindi la reazione) viene controllata immergendo piu' o meno le barre all'interno dell'acqua. Quello che e' successo e' che durante il terremoto e successivo maremoto, le pompe che mandavano l'acqua nel reattore hanno smesso di funzionare, per cui la temperatura ha iniziato a salire. I tecnici delle centrali sono riusciti a rimettere le pompe in azione, ma ormai era troppo tardi e la temperatura era gia' alta, per cui si e' creato un eccesso di vapore, la cui pressione avrebbe potuto distruggere il reattore. Per evitare cio', l'unica cosa da fare e' quella di fare diminuire la pressione nel reattore, ossia liberare parte del vapore al suo interno, ovvio occorre farlo in minima parte perche' tale vapore e' radioattivo. L'esplosione e' avvenuta dopo che il vapore e' stato liberato, quando l'idrogeno (di per se non infiammabile) ad alta pressione e' venuto a contatto con l'ossigeno dell'aria (in pratica la stessa reazione chimica usata nella fiamma ossidrica)

--- Post unito in modo automatico ---


Volevo segnalare che l'immagine sul fallout nucleare è un fake, ecco la dichiarazione (http://www.australian-radiation-services.com.au/index.php) dell'Agenzia Nucleare Australiana:
Non mi stupisce, il fallout dipende da moltissimi fattori e la sua distribuzione puo' cambiare da un momento all'altro a seconda delle condizioni meteorologiche. Questo non vuole pero' dire che quella mappa non possa raffigurare un "possibile" situazione.

Rodolfo Tatana
14-03-11, 22: 02
Scusate lo sfogo.

e di che eres, quello che pensi tu è condiviso da molti, ecco magari il rischio è quello di trasformare questo 3d sul terremoto e lo tsunami in un 3d "sei favorevole o contrario al nucleare?". Ma è ovvio che è difficile dividere le due cose per noi, il nucleare è un tema molto attuale in italia, io comunque ero sfavorevole anche prima per moltissimi motivi che non sto qui ad elencare (casomai si aprisse un 3d del genere sarei felicissimo di esporle) e lo tsumani non ha assolutamente influenzato ne forzato la mia opinione negativa.

è notizia di oggi che la svizzera ha bloccato le domande di autorizzazione all'apertura di nuove centrali, la germania ci ha ripensato a tenere aperte qualche anno ancora quelle che avrebbero gia dovuto chiudere, e anche la francia fa una profonda riflessione, eppure una catastrofe simile da noi non potrebbe accadere, è bene comincino a pensarci, le strade per l'energia del futuro sono ben altre.

e auguriamoci che i giapponesi riescano a scongiurare il rischio radioattivita', detto questo ancora tanti auguri al giappone che ne ha bisogno e meno male che sono bravi perchè se aspettano aiuto dall'estero stanno freschi

MarcoStraf
14-03-11, 22: 50
... detto questo ancora tanti auguri al giappone che ne ha bisogno e meno male che sono bravi perchè se aspettano aiuto dall'estero stanno freschi
Mi aggiungo agli auguri, comunque il Giappone non e' certo Haiti, solo una parte del territorio e' stata colpita, e loro sanno come comportarsi in caso di disastri naturali. Non sono mica come noi italiani che continuiamo a costruire con mattoni in zone sismiche

Ad ogni modo gli aiuti si stanno gia' muovendo, anche se gli esperti sono della mia stessa idea: probabilmente loro non hanno bisogno di aiuto (certo che pero' fa sempre piacere sapere che c'e' chi e' disposto a dare una mano):
U.S. military, aid groups prepare to assist after Japan earthquake (http://www.washingtonpost.com/wp-dyn/content/article/2011/03/11/AR2011031106027_pf.html)

Quello che mi fa veramente piacere e' che pare finalmente che il segnale di allarme suonato da questo episodio sia ascoltato nel mondo e che stia facendo cambiare idea a che era in favore del nucleare come fonte di energia.

Ricky
14-03-11, 23: 40
L'esperto nucleare accusa: Tokyo non dice la verità (http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=150951)

Un ex progettista di centrali nucleari giapponesi, Goto, ha detto che nel reattore 3 di Fukushima-Daiichi, dove la pressione sta salendo a rischio esplosione, e' stato usato un tipo di combustibile chiamato Mox (un misto di ossido di plutonio e ossido di uranio): il fallout radioattivo potrebbe essere due volte peggio. L'esperto nucleare ha accusato il governo di nascondere deliberatamente informazioni vitali: "Non e' stato detto abbastanza su come e' stato ventilato l'idrogeno". Goto ha anche descritto come "altamente inconsueto e pericoloso" l'uso dell'acqua di mare per raffreddare i reattori di Fukushima-Daiichi.

La Tepco, il gestore dell’impianto giapponese, dopo i fallimenti dei precedenti tentativi di raffreddamento delle barre ha già annunciato “l’inizio di fusione del nucleo”. Fonte (http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/14/giappone-due-esplosioni-di-idrogeno-a-fukushima-bloccato-un-altro-reattore/97466/)


Fukushima: ora il pericolo è la fusione del nocciolo (http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/Il_pericolo_di_Fukishima/1347102)
Ogni esplosione può fessurare il cemento armato e creare dei varchi, grandi e piccoli, attraverso cui quelle che erano barre di uranio e ora somigliano a fango bollente possono contaminare l'ambiente
Fonte: LeScienze

EDIT: magari si potrebbe aprire un 3d apposito...

MarcoStraf
15-03-11, 02: 43
... Goto ha anche descritto come "altamente inconsueto e pericoloso" l'uso dell'acqua di mare per raffreddare i reattori di Fukushima-Daiichi. ...

Veramente quello che ha detto e' molto diverso:
Nuclear expert Goto explains that using seawater "was a stopgap fix, and not as efficient as the original cooling system because it takes longer to cool the fuel rods."
Cosa che gia' sappiamo, infatti nel radiatore dell'auto si mette il liquido raffreddante, non certo acqua di mare :-) ma a mali estremi, estremi rimedi, come dice il proverbio.

Fonte:
Second Explosion Damages Japanese Nuclear Plant; Third Blast Could Follow - IEEE Spectrum (http://spectrum.ieee.org/tech-talk/energy/nuclear/second-explosion-damages-japanese-nuclear-plant-third-blast-could-follow)

Che poi alcuni reattori giapponesi usassero MOX lo si sapeva da anni, e altre nazioni avevano ammonito parlando della sua pericolosita'.

Qui e' dove mi tengo aggiornato:
Latest Updates on Earthquake Aftermath in Japan - NYTimes.com (http://thelede.blogs.nytimes.com/2011/03/14/latest-updates-on-japans-nuclear-crisis-and-earthquake-aftermath/?partner=rss&emc=rss)

Ricky
15-03-11, 20: 49
ma a mali estremi, estremi rimedi, come dice il proverbio.

Col senno di poi potevano evitare le iniezioni di acqua marina, così si aveva un meltdown ma almeno la struttura di contenimento rimaneva intatta. Adesso invece questo ultimo elemento di sicurezza, a causa delle continue esplosioni, si sta danneggiando.


Secondo André-Claude Lacoste, responsabile dell'Authority per la Sicurezza nucleare (ASN) francese, la vasca di contenimento del reattore numero due "non è più sigillata". Il rischio più temuto è la parziale o totale fusione del nocciolo, la formazione cioè di una massa radioattiva ad alta temperatura, creata da combustibile nucleare, rivestimenti e matrice d'acciaio che racchiude il nocciolo. Fonte (http://www.repubblica.it/esteri/2011/03/15/news/giappone_15_marzo_cresce_allarme-13650506/)

Eres
19-03-11, 09: 20
Per l'energia del futuro, sempre che vogliamo un futuro, bisogna cambiare completamente strada, i fondi andrebbero impiegati in altre ricerche, come la fusione da z-pinch o meglio ancora la fusione fredda. Il nucleare attuale è bell'e morto.

Kirk78
19-03-11, 21: 28
Ciao a tutti. Altre informazioni ufficiali su questa disgrazia si possono trovare anche sul sito dell'Ambasciata d'Italia a Tokyo (http://www.ambtokyo.esteri.it/ambasciata_tokyo). Se invece volete aderire alle inizialitive di solidarietà ho aperto una discussione apposita (http://www.collectiontricks.it/forum/edicolandia/Ct3093-iniziativa-coraggio-giappone-e-altre-inziative-per-il-terremoto-tsunami.html), che ho messo anche in firma.
Nippon, ganbare!

Andy86
20-03-11, 12: 38
come la fusione da z-pinch o meglio ancora la fusione fredda

Forse intendevi dire "come l'energia eolica, idrica e solare". :bsh

MarcoStraf
20-03-11, 17: 04
Sono in accordo che bisogna cercare fonti di energia alternative, ma per cominciare perché non rendere più efficienti quelle che già abbiamo? La quantità di energia persa, in quanto non utilizzata, è enorme.
Se mettete una mano in tasca e la trovate vuota che fate: continuate a metterci monete dentro... o piuttosto tappate il buco nel fondo della tasca?

Rodolfo Tatana
20-03-11, 17: 16
iniziando ad esempio da come si costruisce una casa in modo da non disperdere il calore, il geotermico, gli infissi, le lampadine, elettrodomestici moderni classe A, uscire a piedi per comprare il pane, usare la bicicletta, davvero se ogniuno di noi stesse attento a queste cose si sprecherebbe molta meno energia, non abbiamo bisogno di energia come ci raccontano, abbiamo bisogno di intelligenza nell'usare l'energia. il piano nucleare italiano prevere 30 miliardi di euro, se quei 30 miliardi li usassero per fornire le case di fotovoltaico sicuramente saremo molto piu indipendenti energeticamente, oltretutto il solare funziona da subito non dobbiamo aspettare 15 anni per avere il primo kwatt!!

tornando al giappone le notizia non sono assolutamente positive ci sono un centinaio di tecnici con aspettativa di vita di 3 mesi che cercano di limitare il disastro, intanto la contaminazione si allarga e la segnalano addirittura a 1300 km da fukushima, dio salvi il giappone ma il rischio è davvero quello che diventi un'isola deserta, chernobyl in confronto fu uno scherzo, speriamo che sto disastro segnali la fine dell'era atomica, speriamo che il sacrificio giapponese serva a insegnare qualcosa al resto del mondo

Ricky
20-03-11, 19: 15
Pienamente d'accordo con te, Rodolfo.

Anche perché numerosi studi scientifici, tra cui questo (http://www.google.com/url?sa=t&source=web&cd=7&ved=0CE0QFjAG&url=http%3A%2F%2Fwww.wwf.it%2FUserFiles%2FFile%2FN ews%2520Dossier%2520Appti%2FDOSSIER%2Fenergia%2FDO SSIER_ENERGIA_2011.pdf&rct=j&q=100%25%20rinnovabili%20entro%202050&ei=uECGTduiHcjMtAav95CiAw&usg=AFQjCNEcEwAKzjXK_DYfoDhf4LIhZOYtDQ&cad=rja), dicono chè possibile un futuro al 100% rinnovabile entro il 2050.
Ok, 100% mi sembra troppo, :ghgh ma anche un 60% sarebbe sconvolgente rispetto allo status quo attuale (ricordiamo però ai detrattori delle rinnovabili che attualmente in Italia più del 20% dell'energia consumata del 2010 proviene da rinnovabili), mentre i costi del nucleare sono in aumento (http://www.corriere.it/cronache/11_marzo_17/l-Atomo-ha-Costi-Sempre-piu-Alti-non-Conviene_0723cd38-5070-11e0-9bca-0ee66c45c808.shtml), e per questo il Dipartimento dell'Energia USA lo sconsiglia.

Rodolfo Tatana
20-03-11, 19: 33
Anche perché numerosi studi scientifici, tra cui questo, dicono chè possibile un futuro al 100% rinnovabile entro il 2050

prometto di leggere il link appena ho due secondi di tempo in piu, ma per risponde all'istante..non servirebbero neanche "gli studi", basterebbe un po di applicazione, gia adesso la germania soddisfa per il 10% il suo fabbisogno energetico con il solare, il 10%!! e non mi pare che il sole sia una caratteristica tedesca. la merkel e i suoi ministri stanno elaborando un piano per avere entro il 2050 l'80% di energia da sole fonti rinnovabili, questa è intelligenza e progettazione, noi siamo ancora li a comprarare i dati dei vari studi. In svizzera si riscaldano la casa (costruita secondo certi parametri) con il geotermico, noi in italia invece andiamo a gasolio e pompe di calore, pensiamo a nucleare gas ed eolico (quando i signori dell'energia possono usufruire di finanziamenti pubblici, per me l'eolico è la peggiore fonte energetica tra le rnnovabili, in italia va di moda solo perchè noi siamo i primi costruttori al mondo di pale eoliche), ma piuttosto non è un problema di ignoranza della classe politica, siamo monopolizzati dai signori dell'energia, hanno paura che un giorno avremo case attive che producono energia invece che sprecarla, hanno paura di non fare piu i soldi, diciamoci la verita', a chi gestisce l'energia l'ultima cosa che puo 'interessare è abbassare i costi che sostengono le famiglie perchè non avrebbero piu' guadagni e dovrebbero andare a lavorare anche loro come gia facciamo noi, siamo in mano a persone che perseguono l'interesse personale e non il progresso della societa'! chi ci avrebbe guadagnato dal nucleare in italia? i costruttori e le 5 societa' che hanno il monopolio dell'uranio ( il cui prezzo è 10 volte superiore adesso rospetto a 10 anni fa), non certo noi che forse vedremo il primo kwatt tra 15 anni, forse!! perchè dubito saranni mai capaci di finirne una...scusate lo sfogo

Ricky
04-06-11, 11: 53
Come volevasi dimostrare:

"Su Fukushima nascosta la verità"
Gli esperti Angelo Baracca, Ernesto Burgio e Giorgio Ferrari hanno analizzato i dati pubblicati online dalla Tepco. Non è vero, dicono, che le misure antisismiche della centrale nucleare hanno retto: "Gravi danni già causati dal terremoto, prima che arrivasse lo tsunami. E il cesio 137 contaminerà la catena alimentare per molti anni" Continua (http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/04/su-fukushima-nascosta-la-verita-vogliono-minimizzare-le-conseguenze-dellincidente/114917/)
Fonte: Il Fatto Quotidiano (http://www.ilfattoquotidiano.it)

Kirk78
04-06-11, 19: 54
Sinceramente non mi fido dei dati della Tepco visti gli errori grossolani sui dati che hanno dato precedentemente. E' necessario che verifichi un ente esterno. Anche la IAEA - International Atomic Energy Agency - ha richiesto un'Authority indipendente. Ecco l'ultimo update della IAEA del 2 Giugno 2011
W6TLPn6iPoM
Se ne saprà di più sull'ispezione, nella conferenza ministeriale di Vienna del 20-24 giugno 2011 - IAEA Ministerial Conference on Nuclear Safety.

Quì (http://www.youtube.com/user/IAEAvideo)si trovano tutti gli altri video della IAEA.

Ricky
27-06-11, 20: 15
http://informarexresistere.fr/wp-content/uploads/2011/06/fort-calhoun.jpg

Negli USA, nel Nebraska, la barriera che proteggeva una centrale nucleare dalle acque del Missouri ha ceduto (http://www.google.com/hostednews/ap/article/ALeqM5hwsIdVXW-V7xE60P0dUnI_qSIaIw?docId=252989d1dda94c1d83ee47ba 8907e484), adesso tutta la struttura è sott'acqua, i reattori raffreddati (http://www.talkradionews.com/news/2011/6/27/opinion-nebraskas-nuclear-disaster-just-got-worse.html) dai gruppi diesel.

Ommamma.

jacklostorto
27-06-11, 20: 43
adesso anche questa:ehmm

Ricky
31-10-11, 09: 10
La verità su Fukushima, il governo latita: i giapponesi fanno da soli e partono dal web

Associazioni spontanee hanno iniziato le rilevazioni radioattive in alcune zone di Tokyo. In 22 aree della capitale (su 132 esaminate) la radioattività è simile ai livelli di di Chernobyl.

A Tokyo, alcuni cittadini non più disposti ad aspettare le rassicurazioni di governo ed enti locali sui possibili effetti dell’incidente nucleare di Fukushima, hanno attivato via facebook un progetto per misurare autonomamente il livello di radioattività in alcune zone della città. I risultati ottenuti sono scioccanti: in 22 aree della capitale (su 132 esaminate) la radioattività supera, e di molto, i 37mila becquerel al metro quadrato, il livello dei luoghi contaminati dal disastro di Chernobyl.
Continua (http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/10/31/la-verita-su-fukushima-il-governo-latita-i-giapponesi-fanno-da-soli-e-partono-dal-web/167498/)

Fonte: ilfattoquotidiano.it


Scusate se riporto in auge una discussione vecchiotta, ma a me da sempre fastidio quando i media si 'dimenticano' di un'immane tragedia e non ne parlano più: alla gente sembra poi che non sia mai successa o si sia risolta.
Invece no: la situazione è ben lungi dall'essere risolta, e come al solito le rassicurazioni e i controlli 'ufficiali' hanno avuto l'unico scopo di sottovalutare pesantemente il problema, probabilmente per limitare il panico o per limitare i risarcimenti.
:triste

Kirk78
31-10-11, 10: 02
Per me sarebbe meglio fare fare una discussione separata, sopratutto dopo alcuni mesi: una cosa è lo Tsunami una cosa sono le "polemiche" più o meno legate al nucleare, dove le opinionii sono sempre discordanti ( Giappone: esperto rassicura su Fukushima, no rischi a salute - Medicina - Salute e Benessere - ANSA.it (http://ansa.it/saluteebenessere/notizie/rubriche/medicina/2011/10/25/visualizza_new.html_667859017.html) ) per le vittime dello Tsunami l'opinione è comune. Imho.

Ricky
31-10-11, 11: 36
Sono d'accordo con te kirk: una discussione separata sugli 'sviluppi' della vicenda. Se i mod sono d'accordo...

Kirk78
31-10-11, 11: 56
Creala tu Ricky su Sweetbar, che penso sia la sezione più adatta. L'importante è NON andare in una polemica sterile, ma magari riunire le varie opinioni, magari di esperti e non di giornalisti o solo giornalai :eye. Quindi falla premettendo di non trascendere.

Ricky
31-10-11, 12: 01
Sai cosa? preferirei che lo facesse un mod 'spostando' i post già inseriti in questa discussione, in modo da non perdere il filo conduttore.... non so se si può fare...attendo lumi

Ricky
01-07-12, 11: 48
Giappone, riparte sistema raffreddamento a Fukushima. Paura per il reattore 4 (http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/07/01/giappone-fermi-i-sistemi-di-raffreddamento-del-reattore-4-di-fukushima/280162/)
L’incubo nucleare ritorna. I sistemi di raffreddamento della piscina del combustibile esausto del reattore n° 4 della centrale di Fukushima, in Giappone, sono stati fermi per circa 27 ore. La Tepco, il gestore dell’impianto colpito dal sisma/tsunami dell’11 marzo 2011 (http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/11/spente-11-centrali-nucleari-per-ora-nessuna-fuga-radioattiva/96673/), aveva 47 ore per evitare che la temperatura interna raggiungesse i 65 gradi, ovvero la soglia massima prevista dagli standard di sicurezza. La compagnia aveva fatto sapere di aver individuato il problema e che, con l’avvio delle operazioni, ci sarebbero volute due ore di lavori per tentare il ripristino del raffreddamento. Invece è stata necessaria un’ora in più quando la temperatura era gi arrivata a oltre 42 gradi.

Fonte: ilfattoquotidiano.it


Per non dimenticare, visto che in tv non se ne parla più...