PDA

Visualizza versione completa : Hardware Intel Thunderbolt: One Connection To Rule Them All



MarcoStraf
27-02-11, 20: 26
Il titolo è ovviamente preso dalla trilogia del Signore degli Anelli: One Ring to rule them all.

Sto parlando della tecnologia presentata da Intel, il nuovo connettore Thunderbolt (inglese per fulmine), nome originale del progetto Light Peak, disponibile per la prima volta nel nuovo Macbook di casa Apple. C'è un sacco di notizie in rete riguardo questa tecnologia, molte delle quali molto confuse, specie in siti in lingua italiana, e cercherò qui di chiarire un po' le cose. Innanzi tutto vi anticipo le mie impressioni: è veramente una tecnologia interessante.

Prima di tutto che cosa ha di così interessante. Ha una larghezza di banda impressionante, la versione attuale è di 10Gbpser (gigabits per secondo), ma ha la possibilità di arrivare a 100. A causa di ciò è capace di trasmettere e ricevere contemporaneamente più di una canale, e avendo la possibilità di essere connessa mediante daisy chain (ossia una connessione di periferiche in cascata) basta una sola uscita dal computer per collegarsi a un massimo di sei periferiche (più che sufficiente per un uso normale). Il cavi sono di semplice rame, quindi si riduce il costo sia dei cavi che dei connettori (che assomigliano per tutto a un semplice USB), rendendoli anche meno suscettibili a rotture (come per esempio i connettori a fibra ottica). La massima lunghezza è di 100 metri, rendendo quindi possibile connettere periferiche distanti ma nello stesso edificio, in questo modo diventa più semplice ed economico costruire una rete locale. E come per la connessione USB permette anche di alimentare periferiche a basso consumo, fino a un massimo di 10Watt

Adesso la parte veramente interessante. Questo nuovo connettore permette il passaggio di dati usando il protocollo PCI Express x4, e di video mediante il protocollo DisplayPort (quindi anche ad alta risoluzione). In altre parole, è possibile collegare le attuali periferiche senza dovere aspettare che abbiano il nuovo connettore, basta munirsi di un apposito adattatore. Come funziona è molto semplice: il chip a cui si connette la porta Thunderbolt "riconosce" il tipo di periferica collegata, e usa il protocollo di comunicazione adatto. Intel assicura che questo chip sia molto piccolo e quindi molto economico, rendendo quindi questa tecnologia disponibile anche in piccoli dispositivi. E il chip non deve essere collegato necessariamente a un processore Intel, quindi può veramente essere adoperato da tutti.

Insomma, è molto strabiliante il fatto che Intel stesse lavorando a questa tecnologia allo stesso tempo che lavorava sul USB3, che a questo punto diventa completamente inutile.

Thunderbolt ha tutte le carte in regola per diventare un grosso standard, Apple è stata la prima ad adottarlo e altri costruttori hanno già annunciato periferiche munite di porta Thunderbolt. Sembra troppo bello per essere vero, giusto? Bene, guardatevi il video mostrato in questa notizia (il video ormai sta spopolando internet ed è ovviamente disponibile anche su YouTube)

Intel Thunderbolt: a closer look (updated with video) -- Engadget (http://www.engadget.com/2011/02/24/intel-thunderbolt-a-closer-look)

Il video mostra un nuovo Macbook collegato a un disco Raid esterno, e dal raid un connettore video finisce al DisplayPort di un monitor ad alta risoluzione. Quindi solo una cavo esce dal Macbook. Nella prima dimostrazione, fanno vedere la velocità di trasferimento dal Raid al computer, un grosso documento viene trasferito in un baleno alla impressiva velocità di 8-9Gbpsec, rendendo per esempio possibile una operazione di backup in un batter d'occhio. La seconda dimostrazione è ancora più interessante, perché mostra come il connettore trasferisca allo stesso istante documenti da Raid al computer, e video ad alta definizione dal computer al monitor: quattro grossi documenti video vengono trasferiti dal Raid al computer, i quali vengono messi insieme e quindi mandati e visualizzati nel monitor. Niente male per una demo.

Spero di essere stato esaustivo. Per qualunque domande, sono qua.

PS ero tentato di aggiungere il video della sigla del film Thunderball di James Bond a causa della frase "and he strikes like a thunderbolt"...

Ricky
27-02-11, 21: 03
Secondo quanto si legge QUI (http://erratasec.blogspot.com/2011/02/thunderbolt-introducing-new-way-to-hack.html) bisogna stare attenti: essendo una connessione peer to peer qualunque dispositivo Thunderbolt collegato a un computer ha pieno accesso alla memoria del computer in questione.

MarcoStraf
27-02-11, 22: 01
Secondo quanto si legge QUI (http://erratasec.blogspot.com/2011/02/thunderbolt-introducing-new-way-to-hack.html) bisogna stare attenti: essendo una connessione peer to peer qualunque dispositivo Thunderbolt collegato a un computer ha pieno accesso alla memoria del computer in questione.
Grazie, ho dimenticato di parlarne (in effetti ho parlato fin troppo...)
Questo problema di Thunderbolt è comune a tutte le porte peer to peer, per esempio il Firewire, quindi tutti i computer con tali porte sono già soggetti a tale problema, non è quindi che la porta Thunderbolt renda le cose peggiori di come lo siano adesso. Non per nulla io non salvo mai le password nei miei computer, e tengo tutti i documenti privati sotto chiave (ossia crittografati)
Ma Intel ha anche annunciato una soluzione, che deve essre implementata nel sistema operativo (al momento non è presente in Leopard, probabilmente lo sarà in Lion)
Tutto questo lo trovi proprio nell'articolo da te linkato (uno dei tanti che sta circolando a bizzeffe)

ARAGORN II
28-02-11, 21: 28
Io non ho ben capito la faccenda delle periferiche in cascata. Immaginiamo di avere un cavo che va da un MacBook ad un hard disk esterno tramite Thunderbolt, per collegare all'hard disk esterno ad esempio un monitor, come nel video, l'hard disk dovrà necessariamente avere (oltre che ad una "entrata Thunderbolt") anche un'uscita sbaglio?

:bai

wrongway
01-03-11, 07: 59
l'hard disk dovrà necessariamente avere (oltre che ad una "entrata Thunderbolt") anche un'uscita sbaglio?
presumibilmente sarà come per il firewire:

FVA6rzaOVqI

(ciascuna delle 2 connessioni funge sia da ingresso sia da uscita per poter fare la catena)

ARAGORN II
01-03-11, 09: 36
Ah ok ho capito, grazie! In ogni caso però l'hard disk dovrà essere appunto provvisto di due porte, giusto? Non esistono cose del tipo, cavi sdoppiati?

:bai

wrongway
01-03-11, 11: 29
Non esistono cose del tipo, cavi sdoppiati?
non mi risulta
anche nel "vecchio" SCSI occorrono 2 porte su ciascuna periferica per formare la catena:
Installing a SCSI device - making the connections (http://www.pctechguide.com/tutorials/SCSI_ExtConnect.htm)

:bai