PDA

Visualizza versione completa : La "monnezza" : quali soluzioni ?



Armandillo
17-11-10, 11: 05
Sono indignato, ferito e perplesso !!

Vergogna: questo e' il sentimento preminente quando accendo la tv e osservo quelle immagini terribili !
Imbarazzo perche' immagino la figura del nostro paese agli occhi di chi ci osserva e un sentimento di impotenza sapendo che la soluzione a quel problema sembrerebbe non aver sbocchi !

Cio' mi ha fatto riflettere pensando se un giorno la medesima situazione toccasse la mia citta' o altre in una catena di sovra produzione, di difficolta' nel reperire siti idonei e di mancanze gravi da parte delle istituzioni :shock

Credo che risolvere il problema in Campania sia oggettivamente complicato
I fattori da prendere in esame sono molteplici: volonta' politica, mancanza di fondi, ritardo nell'avvio di una seria raccolta differenziata, lotta alla criminalita' che s'e' impossessata di tutto, difficolta' nel trovare aree adatte e, per finire, cattiva educazione della gente (questo dato purtroppo comune a molti) !

La preoccupazione poi s'allarga, in generale, per lo smaltimento di qualsiasi sostanza o materiale a partire da quello pericoloso e dalle scorie.
Muovendomi in citta' e in periferia ho potuto verificare di persona quanto riferito dai giornali o dalle incursioni di Striscia o comunque da denunce di cittadini offesi ed inviperiti.

Mucchi di qualsiasi genere di materiale a bordo strada (soprattutto quelle seminascoste) che deturpano l'ambiente esteticamente, fisicamente e potenzialmente la salute umana.
Uno scempio da paese incivile !!

Cosa fare allora ?
Che soluzioni adottare soprattutto in un periodo come questo che vede l'Italia vacillare sotto l'inadeguatezza politica e l'artiglio di una crisi di la' dall'essere passata ?

Possibile che da noi non si riesca a sfruttare quello che scartiamo guadagnandoci come in altri paesi europei ?

Voi che ne pensate ? parliamone.....:bai

Rodolfo Tatana
17-11-10, 13: 49
volonta' politica, mancanza di fondi, ritardo nell'avvio di una seria raccolta differenziata, lotta alla criminalita' che s'e' impossessata di tutto, difficolta' nel trovare aree adatte e, per finire, cattiva educazione della gente (questo dato purtroppo comune a molti) !

una soluzione si puo' trovare soltanto partendo da questi fattori qui:

-volonta politica: e incapacita', e forse malafede, se la campania governata da 20 anni dagli stessi personaggi e questi in 20 anni non hanno risolto nulla, anzi sono forse causa del problema stesso, si cambi la classe politica
-mancanza di fondi: solo una scusa, troviamo i soldi per tutto, troviamo i soldi per le missioni all'estero, troviamo i soldi per mantenere il parlamento e la partitocrazia, abbiamo i soldi per tenere in piedi province e migliaia di inutili enti pubblici a maggior ragione ce ne dovrebbero essere per risolvere un problema di salute pubblica..si torna quindi al punti primo, la volonta' politica. Oltretutto la gente paga le bollette salate per la nettezza urbana
-lotta alla criminalita': senza dubbio il problema numero uno, per anni hanno controllato l'affare rifiuti e il fiume proveniente dalle imprese del nord italia, la soluzione la trovino classe politica e forze dell'ordine, c' solo da smascherare e arrestare le persone
-trovare aree adatte: non facile ormai la campania satura di discariche, purtroppo si pagano adesso i decenni in cui tutti facevano finta di niente e ti aprivano una discarica abusiva dietro casa, decenni di camorra, la campania era la discarica d'italia. cosa fare ? non lo so, ma con una raccolta differenziata seria riduci i rifiuti del 50% e non poco
-raccolta differenziata ed educazione delle persone: indispensabile obbligare le persone a fare la raccolta differenziata, e che sia porta a porta, multando chi non la fa, come succede in tutta italia, anche in sardegna dove non siamo certo campioni di rispetto per l'ambiente, bastato obbligarci a farla e nel giro di due anni siamo gia al 50%; il caso campania era scoppiato due anni fa, la raccolta differenziata si poteva fare, c'era il personale pagato e le macchine per farla, come mai invece se ne stavano a casa? criminalita' e volonta' politica, dal sindaco alla regione.
Ci spieghino come mai ancora non si fa la raccolta differenziata, forse preferiscono pagare le multe?

Mathew23
17-11-10, 15: 44
Ciao Armadillo,
i motivi che hai scritto tu li condivido in pieno tutti, ma soprattutto questo:


cattiva educazione della gente (questo dato purtroppo comune a molti) !

Tutti si lamentano dei rifiuti, ma nessuno vuole avere le discariche sotto casa... come dire mi fa male un dente ma non voglio andare dal dentista....:ohoh
Lo stato ha sicuramente le sue colpe, ma molte ce le hanno anche i cittadini che poco rispettano "la differenziata" e ragionano poco...

Basta pensare che in Lombardia ci sono 11 discariche e tutto fila liscio, in Campania ce ne sono 3 e poi ci si chiede perch non si smaltisce la monnezza:shock

Armandillo
17-11-10, 16: 11
@Mathew23

Ti dico la verita'...avevo iniziato a rispondere partendo dal tuo spunto sull'educazione della gente poi, pero', mi sono fermato perche' mi sono reso conto che avrei dovuto fare un salto mortale all'indietro tornando all'epoca borbonica !!

Le diversita' del nostro popolo credo debbano sempre essere considerate una ricchezza e non un ostacolo !!

La mentalita' alacre del nord si scontra con l'apatia del sud, detto a chiare lettere e volutamente generalizzando, e si alimenta da se stessa proponendo un paese ancora piu' diviso a tal punto da sfiorare l'intolleranza o peggio il razzismo....ma non e' cos o non lo dovrebbe essere !!

Si dovrebbe parlare molto di politica per analizzare quali colpe si possono imputare agli uni o agli altri e son sicuro che ne uscirebbero fuori aspetti che qualcuno mal digerirebbe e vorrebbe ammettere :sisi

Avevo lanciato l'argomento cercando di capire eventuali soluzioni nell'immediato rendendomi conto che recuperare una situazione cos drammatica necessiterebbe della collaborazione di tutte le forze in campo ma soprattutto di tutte le regioni italiane proprio perche' ne vale l'immagine del Paese, con la "p" maiuscola, e non della sola Campania !
:bai

janet
17-11-10, 16: 29
Il problema secondo me non tanto educare alla raccolta differenziata, quanto forse privatizzare la cosa, ormai penso che solo le industrie private possano andare avanti perch capita altrimenti che anche dove partita la raccolta differenziata c' gente che raccoglie che rimescola il tutto, si sono fatte fotografie, denunce ma niente e questo vuol proprio dire prendere per i fondelli i contribuenti

Rodolfo Tatana
17-11-10, 16: 30
Basta pensare che in Lombardia ci sono 11 discariche e tutto fila liscio, in Campania ce ne sono 3 e poi ci si chiede perch non si smaltisce la monnezza

3?? sono una decina solo le discariche illegali dei casalesi che hanno scoperto, piu di 10 quelle utilizzate durante l'emergenza di due anni fa, dove li prendi questi dati? basta guardare un po su google, ma se anche i tuoi dati fossero veri la lombardia ha una decina di milioni di abitanti, la campania ne ha un terzo, sarebbe normale che ce ne siano molte di piu in lombardia, oltre al fatto che ci sono piu imprese e industrie, comunque continuo a ricordare i fiumi di rifiuti tossici prodotti dalle ditte del nord e sotterrati illegalmente in campania dalla camorra per 4 soldi nel corso degli ultimi 40 anni, poi capisci come mai la gente sia stufa di avere le discariche sotto casa, normale che siano stanchi, sono cirdondati dalla puzza

Armandillo
17-11-10, 17: 09
Il problema secondo me non tanto educare alla raccolta differenziata, quanto forse privatizzare la cosa

E' senza dubbio una possibilita' ma ho delle perplessita' per gli stessi motivi che citava Rodolfo nel suo post precedente circa la "mano lunga" della criminalita' organizzata.

Poi, come si puo' leggere qui (http://magazine.liquida.it/2009/11/19/la-crisi-economica-incide-sulla-raccolta-differenziata/) vi sono ragioni legate al business e al controllo dello stesso.

Insomma, come la si veda, l'intervento delle istituzioni resta il fulcro del problema anche nell'ottica della privatizzazione lasciando interrogativi aperti sulle eventuali modalita' di assegnazione e sugli interessi non sempre trasparenti.

Mathew23
17-11-10, 20: 22
3?? sono una decina solo le discariche illegali dei casalesi che hanno scoperto, piu di 10 quelle utilizzate durante l'emergenza di due anni fa, dove li prendi questi dati?

Non parlo di discarichette da quartiere, ma di quelle attive adesso...Sono dati che ho letto nel Corriere della Sera, riportati anche da Matrix e da Santoro qualche tempo fa...
In lombardia ci sono 11 discariche (+ 2 in costruzione) e 3 inceneritori; in Campania ci sono 3 discariche e 0 inceneritori!:eye


poi capisci come mai la gente sia stufa di avere le discariche sotto casa, normale che siano stanchi, sono cirdondati dalla puzza

Sono circondati dalla loro puzza e dalla loro monnezza, ricordiamocelo questo...
Se la gente avesse pi rispetto e cura, ci sarebbero meno problemi....
Se si rispettasse la raccolta differenziata ( nei posti in cui la fanno) come facciamo qui al nord magari qualche problematica in meno ci sarebbe...

E al posto di fare guerriglia urbana bruciando Camion della spazzatura ecc ecc, si mettano a fare la gente civile agendo nei limiti loro concessi

Poi come dite voi c' anche il problema delle istituzioni... L'Amministrazione Pubblica da quelle parti sarebbe da rivedere:sisi

Comunque rimane il solito paradosso: tutti si lamentano dei rifiuti ma nessuno vuole le discariche....:ghgh

Rodolfo Tatana
17-11-10, 21: 07
Non parlo di discarichette da quartiere

discariche da quartiere :shock, spiegami con quale criterio le classifichi in questo modo, ma tu immagini cunette con 4 pneumatici? guarda che la campania stata per 40 anni la discarica d'italia, solo le discariche dei casalesi sono una decina, lo stato finanzi la bonifica piuttosto che prendersela con il cittadino


E al posto di fare guerriglia urbana bruciando Camion della spazzatura ecc ecc, si mettano a fare la gente civile agendo nei limiti loro concessi

ti sei perso il particolare che poi quella discarica l'hanno tenuta chiusa perch assolutamente fuori norma europea nonostante il commissario straordinario, e complimenti a quella gente che pur di non farsi avvelenare ulteriormente andata a prendersi le manganellate che i tg non hanno trasmesso


Poi come dite voi c' anche il problema delle istituzioni...

no ma quali istituzioni, persone, nomi e cognomi, li conoscono, bisogna prendersela con le persone che lavorano in esse, sono le stesse da 20 anni, gente che convive con la camorra e ha fatto della campania la discarica illegale d'italia


In lombardia ci sono 11 discariche (+ 2 in costruzione) e 3 inceneritori; in Campania ci sono 3 discariche e 0 inceneritori!

fatti una ricerchina sulle discariche casalesi e su quelle attive nel 2008 durante l'emergenza che chiami di quartiere e poi mi dici quante sono "in realta", guarda che non sufficente nasconderle sotto il tappeto della legalita' o ufficialita per affermare che non esistono


Sono circondati dalla loro puzza e dalla loro monnezza, ricordiamocelo questo...

ricordiamoci sopratutto che sono stati la discariche delle industrie del nord italia per 40 anni, per cui a questo punto penso che sia doveroso che si prenda la responsabilita' di questo il camorrista e l'imprenditore del nord che ha risparmiato, perch fare lo scaricabarile sul cittadino che non differenzia o butta la cicca per terra o butta la carta dove ci sta l'umido semplicemente rivoltante

Mathew23
17-11-10, 22: 05
Io mi baso sui dai che hanno pubblicato...
Le discariche sono quelle che ti ho detto... che poi ce ne siano fatte dai casalesi puo essere


e complimenti a quella gente che pur di non farsi avvelenare ulteriormente andata a prendersi le manganellate che i tg non hanno trasmesso
C'era una parte che manifestava normalmente, ma una parte consistente che ha portato disordine e fatto guerriglia...


ricordiamoci sopratutto che sono stati la discariche delle industrie del nord italia per 40 anni
Vero, ma sono le stesse industrie del Nord che tirano avanti la baracca da anni :eye
Ma hai ragione quando dici che in passato ci si approfittati del sud e molti del sud accettavano la cosa complici della malavita ecc ecc

Ma non questo il punto,
Nord e sud hanno entrambe svariati problemi e non il caso che ci si attacchi a vicenda..

Ma trovo abbastanza ridicolo che ci si lamenti dei rifiuti quando nessuno vuole discariche per eliminarli...:ghgh

janet
17-11-10, 22: 10
In lombardia ci sono 11 discariche (+ 2 in costruzione) e 3 inceneritori
Bh ti sembra un dato positivo, sai quanta gente in pi sar morta di cancro, da noi nonostante tutte le lotte ambientalistiche non riusciamo a far chiudere una discarica con casi accertati di aumenti di leucemia soprattutto per bambini ed anziani, mentre la partenza efficace del differenziato e delle oasi ecologiche, porterebbe ad una riduzione notevole del materiale in discarica,come da tanti anni fanno in Germania, ma non ci sar la camorra, per qualcuno che ci mangia c' sicuro, perch ormai hanno realizzato una collina di rifiuti e sembra che a provincia e regione e comune vada benissimo cos

Quindi il discorso non costruire nuove discariche, assolutamente ma riciclare e risparmiare, non parlo per luoghi specifici ma il discorso vale per tutta l'Italia.

Mathew23
18-11-10, 06: 22
Janet,
le discariche che ci sono in lombardia sono proporzionali ai rifiuti che si devono smaltire..
magari si potesse fare a meno..

Il problema che c' a napoli proprio quello dello smaltimento... quindi c' bisogno di qualche discarica in piu

Kirk
18-11-10, 08: 11
Se la gente avesse pi rispetto e cura, ci sarebbero meno problemi....Il problema di fondo non e' certamente questo.
Ho visto posti dove, quella che tu chiami maleducazione, e' maggiore 50 volte di quella di Napoli, altro che cicche per terra, di tutto, ma.. il giorno dopo tutto era stato raccolto, le discariche io non le ho viste ma immagino che quei governi pensino al problema maggiormente del nostro, e non credo proprio siano illegali o diverse dalle raccolte nostrane.

Ma una cosa e' certa, le fanno dove ritengono opportuno ( e ripeto che girando in lungo e in largo non ne ho viste visibili), e se ne fregano se una certa citta' dice che non le vuole, ci devono essere e basta, pagare per mandare i rifiuti all' estero e' un' altra cosa ridicola per il nostro paese.

Ha ragione Rodolfo, ci sono i soldi per stipendiare soldati per i c. degli altri, e non ci sono per il bene dei nostri cittadini..bahhh.. facciamo ridere diciam la verita', a volte c' un misto rabbia e impotenza a veder certe situazioni che non dovrebbero esistere.

Rodolfo Tatana
18-11-10, 10: 53
Io mi baso sui dai che hanno pubblicato...
Potremo tirare avanti all'infinito e non questo il punto, quelle attiva magari sono solo 3 ma quella esistenti sono molte di piu, legali o illagali che siano, chiuse perch ormai inutilizzabili o fuori norma; io non penso risolverebbero il problema costruendo due discariche in piu senza prima risolvere il problema di fondo che il business dei rifiuti e la non raccolta differenziata perch nel giro di due anni le nuove discariche saranno piene (e di chissa' che cosa) e si ricomincera' a parlare di riaprire per emergenza discariche pericolosissime e fuori norma per tamponare momentaneamente il problema, e allora di nuovo proteste giuste da parte delle popolazioni, io li capisco ma vi sembra normale dover andare a scuola con la mascherina o avere nel parco del vesuvio a due passi da dove si produce agricoltura di qualita' una discarica incredibile dove non si sa che tutto stato buttato nei decenni? nel parco del vesuvio dove fanno i famosissimi pomodori!

giustissimo pensare a nuove discariche dove pero' ci vada a finire quello che ci deve andare a finire, cio il secco, quello non riciclabile, che non inquina non avvelena e non puzza. come fare? raccolta differenziata e massimi controlli sulle ditte e persone che gestiscono il problema, inutile aprire una discarica nuova se poi la dai in gestione a un camorrista, cosi' come inutile se poi non fai la raccolta differenziata.

vedendo le immagini impressionanti di napoli di due anni fa e anche recenti mi chiedo come sia possibile che per strada ci siano buttati scatoloni di cartone televisori frigoriferi divani e poi scopri che i fondi per la racolta ce li avrebbero cosi' come ci sono i dipendenti e le macchine, pero' restavano parcheggiate e i dipendenti stavano a casa, pagati, ma dai come possibile uno scempio del genere' e poi scopri che a napoli esistono zona A zona b e zona C, nella zona A ci abita la jervolino e quindi puliscono ogni giorno, in quella b c' gente meno famosa e ci passano ogni 4 giorni, nella zona C neanche ci passano