PDA

Visualizza versione completa : Classi differenziate per i disabili



janet
23-10-10, 14: 34
Ha sollevato bufera l'opinione del leghista Fontanini, secondo il quale sarebbe meglio mettere i disabili in classi differenziate, perchè ritardano lo svolgimento dei programmi. Ovviamente la proposta ha suscitato molte polemiche ma è solo l'ultimo atto di una tendenza, che vede una forte diminuzione degli insegnanti di sostegno e simili proposte fatte in passato anche per alunni extracomunitari.
Nel frattempo è stato abbassato definitivamente l'obbligo scolastico a quindici anni e varato il “Codice disciplinare per i dirigenti scolastici” che dovranno intervenire su dipendenti ed altri parlino in modo lesivo dell'immagine dell'amministrazione e per i rei ci sarà la sospensione del servizio e dello stipendio.

Armandillo
23-10-10, 16: 05
Sono indignato !!
Auguro con tutto il cuore a questo signor Fontanini di non dover mai pentirsi di cio' che ha detto !!

jacklostorto
25-10-10, 16: 34
mamma mia!!!siamo messi veramente male:ehmmin che mani siamo:furious

Armandillo
25-10-10, 17: 40
siamo messi veramente male

...e anche di piu' !!

Probabilmente l'uscita di questo politico rientra nella propaganda ma non e' accettabile che un rappresentante del popolo proponga un'azione senza conoscerne le conseguenze.

L'aria che tira e' confermata anche dalle iniziative prese circa i cosidetti "manicomi" per cui i degenti in essi ricoverati vengono messi nella condizione di andar via e tornare alle loro case con tutto cio' che questo comporta alle famiglie degli stessi !!

Non mi piace per nulla questo atteggiamento "ghettizzatorio".

Circa i disabili, per esperienza personale, posso dire che solo l'interazione con i "normali" seguita da un assistente puo' assicurare una possibilita' di una qualche integrazione nella societa', molto ben limitata tra l'altro, e garantire quei diritti e quella dignita' che spetta loro.

Quelle iniziative, invece, tolgono la speranza di una societa' senza barriere e tabu' e ancora una volta esprimono il disagio di chi non sa, non conosce e non vuole sapere.

Ciao

Rodolfo Tatana
28-10-10, 17: 18
Mi sembra quasi un voler trovare dei problemi laddove non esistono, basterebbe qualche insegnante di sostegno in piu, ho fatto le elementari con due ragazzi in classe che avevano problemi, una è sorda l'altro un pochino ritardato, magari ci mettevano di piu a capire certe cose ma siamo cresciuti tutti quanti bene con le stesse possibilita' di apprendimento e nessuno ha avuto problemi, penso che isolarli in classi a se oltre che essere ancora piu dispendioso sarebbe discriminante e ne risentirebbe pure il loro apprendimento

refennu
04-11-10, 13: 58
E' la cosiddetta politica "della pancia", che rende a chi la fa in termini di voti, ma favorisce l'imbarbarimento dei paesi e la tendenza a diventare delle giungle dove i piu' forti prosperano, i piu' deboli vengono repressi (e in certi frangenti storici soppressi ...): cose gia' viste purtroppo ... 80 anni fa in Germania ...

Rodolfo Tatana
04-11-10, 14: 33
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

dite che qualcuno sta trascurando la costituzione?