PDA

Visualizza versione completa : Acqua: diritto e non merce !



Armandillo
12-10-10, 19: 32
Acqua.

Una parola "preziosa" come lo e' questo liquido che da' vita e ci fa sopravvivere.
Il nostro corpo ne contiene il 75 % (bambini) fino a scendere al 50 % in eta' adulta.
Dalla qualita' di essa dipende anche la qualita' della nostra vita.

Per essa, in futuro, e' stato previsto che vi saranno probabili guerre e l'uomo, con l'inquinamento delle falde, ne sta mettendo a rischio qualita' ed esistenza.

L'Italia e' ricca di fonti eppure e' prima in Europa per consumo d'acqua minerale :shock

Perche' ?

Probabilmente per disinformazione e per credenze che non hanno basi solide.

Le cose certe sono:
- l'acqua minerale produce plastica che si smaltisce in almeno 7 secoli
- il trasporto della stessa a sua volta produce inquinamento
- non sempre si sa come viene imbottigliata e come viene immagazzinata
- i controlli sull'acqua adottano metodiche e valori spesso criticati (leggere qui (http://www.disinformazione.it/acqua2.htm)
- e' sicuramente troppo cara

Di contro sappiamo che quella delle nostre citta' viene scrupolosamente controllata e che nella maggior parte delle volte e' migliore di quella naturale...ma la gente non la beve !!

Ecco, appunto, vorrei vedere le preferenze della gente con un sondaggio che prevede una scelta secca e che si intende esteso a tutta la famiglia e, se possibile, conoscere la ragione di quella scelta....sempre se vi va :bai

jacklostorto
12-10-10, 20: 00
:thxArma,dove vivo e abito,in provincia di bolzano l'acqua proviene direttamente dai nostri monti e non mi dilungo su ciò,preciso solo che è buona e supercontrollata,io personalmente l'ho sempre bevuta,difficilmente bevo la minerale se proprio non sono costretto.
:bai

principe andry
12-10-10, 21: 21
Hai ragione Arma... Non a caso viene definita "l'oro blu".

Noi la compriamo, purtroppo. La mia città è tra le prime in Italia (se non prima siamo quasi sicuramente sul "podio") per il maggior inquinamento di ogni tipo.
L'anno scorso addirittura per contaminazione batteriologica alcune zone non potevano usare l'acqua nemmeno per lavarsi o cucinare. Bisognava prima bollirla.

Oltre a puzzare di cloro (disinfettante), alcune volte puzza abbastanza di fogna, e non sempre è limpida. Preciso che nella maggior parte dei casi è "normale" alla vista ed olfatto.
Direi che berla non sarà proprio salutare.

:bai

vane
12-10-10, 23: 21
'sera :bai

Da piccola bevevo spesso l'acqua della mia città dalle centinaia di fontane sparse in giro, adesso non posso più berla di conseguenza non bevo nemmeno l'acqua del rubinetto. Forse perché è troppo "pesante", non lo so, però ha un sapore amaro e quindi non riesco a berla, sono costretta a comprare l'acqua al supermercato, tra l'altro naturale perché non mi piace quella frizzante.

Solo quando vado in Abruzzo bevo l'acqua del rubinetto, è sempre fresca e buona.

:bai

Armandillo
13-10-10, 20: 09
Da piccola bevevo spesso l'acqua della mia città dalle centinaia di fontane sparse in giro, adesso non posso più berla di conseguenza non bevo nemmeno l'acqua del rubinetto.

:shock:shock:shock....Vane, ma come !!
Noi abbiamo una delle acque migliore in assoluto !
Il fatto che sia "pesante" (alto contenuto di calcio) non vuol dire che sia cattiva.
E' vero che dipende spesso da vecchie tubature che possono snaturarla, ma in genere in quasi tutta la citta' e' potabile e buonissima.

Il calcio, tra l'altro, fa anche bene alle ossa.
Quella minerale all'apparenza sebra leggera ma come si sa puo' contenere metalli molto pericolosi !
Altra cosa sarebbe rifornirsi dalle diverse fonti naturali e, comunque, gia' e' capitato che siano state chiuse (vedi Squarciarelli) per dubbi e verifiche, cosa che non e' mai accaduta a quelle degli acquedotti.

:bai

vane
13-10-10, 20: 14
Arma per me ha un sapore amaro, è oltre il limite del disgusto, non riesco proprio a berla. Sarà salutare, ma per me come sapore fa schifo. :bai

Mafalda
13-10-10, 20: 22
Quando sono stata a roma l'acqua delle fontanelle l'ho trovata buonissima.
Dalle mie parti fa schifo: piena di ferro, manganese e calcare. Sarà perfetta a livello chimico e microbiologico ma dal punto di vista organolettico è una tragedia, ergo bevo l'acqua minerale.

MarcoStraf
13-10-10, 20: 25
Il fatto che sia "pesante" (alto contenuto di calcio) non vuol dire che sia cattiva ...
Il calcio, tra l'altro, fa anche bene alle ossa.

Ohibo', il calcio fa bene alle ossa, ma e' uno dei minerali piu' difficile da assimilare, non si puo' semplicemente "ingerirlo", occorre assumerlo mangiando cibi (tipo latte) che il nostro corpo sia capace di metabolizzare, altrimenti non fa altro che andare a danneggiare organo come i reni o il pancreas.

In casa noi usiamo una caraffa con purificatore da cambiare ogni tanto, come questo (ma ce ne e' per tutti i gusti)
Caff Italia Professional Coffee Machines: Brita Kettle water purifier - Classic filter cartridges (http://www.coffeeitalia.com.au/products.php?cat=67)

Il problema delle bottiglie d'acqua e' serio, principalmente per quanto riguarda il loro riciclaggio. Infatti la maggior parte di chi compra tali bottiglie lo fa quando NON e' a casa (ossia in viaggio, e non rischia di bere acqua di cui non ne conosce la fonte, o che si sa contiene batteri "sconosciuti" al nostro corpo, e uno non vuole passare una vacanza seduto al gabinetto) e dove quindi il riciclaggio e' piu' difficile (se non impossibile)

Per quanto riguarda la sicurezza, l'acqua imbottigliata e' perfettamente sana (specie adesso che si usa plastica speciale (chiamata PET), mentre quella "del rubinetto" occorrerebbe farla controllare per presenza di minerali dannosi, tipo il piombo, usato nelle vecchie tubature.

Mafalda
13-10-10, 20: 37
per quanto riguarda la sicurezza, l'acqua imbottigliata e' perfettamente sana (specie adesso che si usa plastica speciale (chiamata PET), mentre quella "del rubinetto" occorrerebbe farla controllare per presenza di minerali dannosi, tipo il piombo, usato nelle vecchie tubature.
Infatti credo che chi gestisce l'acquedotto garantisca la potabilità dell'acqua solo fino all'allaccio alle tubature domestiche.

Kirk
13-10-10, 21: 11
Beh, inquinata o bevibile, io la compro, quella del rubinetto dalle mie parti sa talmente di cloro che la uso solo per buttar la pasta, nemmeno il caffe' ci faccio..

Armandillo
14-10-10, 19: 27
Ohibo', il calcio fa bene alle ossa, ma e' uno dei minerali piu' difficile da assimilare, non si puo' semplicemente "ingerirlo"

Grazie per la precisazione.
Ingenuamente pensavo che il calcio potesse essere assimilato attraverso i tessuti.



Per quanto riguarda la sicurezza, l'acqua imbottigliata e' perfettamente sana (specie adesso che si usa plastica speciale (chiamata PET)

Mmmmhh....qui, sinceramente, ho qualche perplessita'.
Avevo letto e ascoltato critiche in merito e leggendo qui (http://cattaneo-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/05/05/arsenico-e-uranio-nellacqua-minerale/comment-page-1/) e qui (http://www.territorioveneto.it/amb-cons23.htm) e qui (http://www.acquambiente.com/notizie-dai-giornali/81-legambiente-consumiamo-meno-acqua-minerale) ne ho avuto conferma.

A voi le considerazioni.

:bai

MarcoStraf
14-10-10, 20: 52
... Avevo letto e ascoltato critiche in merito e leggendo qui (http://cattaneo-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2010/05/05/arsenico-e-uranio-nellacqua-minerale/comment-page-1/) e qui (http://www.territorioveneto.it/amb-cons23.htm) e qui (http://www.acquambiente.com/notizie-dai-giornali/81-legambiente-consumiamo-meno-acqua-minerale) ne ho avuto conferma.
Hai letto bene quei siti?
Il primo e il terzo dicono che il contenuto dei minerali e' praticamente lo stesso nell'acqua del rubinetto e in quello delle bottiglie, ma sono dati statistici: mentre l'acqua in bottiglia e' sempre la stessa, quella del rubinetto varia da rubinetto a rubinetto. Non riesco ad accedere al secondo. Quello di cui pero' non parlano e' il sapore dell'acqua: se l'acqua del rubinetto non piace, non piace e basta.

Ci sono molte bufale in giro, cui la gente ci crede perche' accusano le societa' di imbottigliamento, ed e' sempre facile accusare le grosse aziende. Come nel caso dell'arsenico: nessuno dice che in realta' il contenuto di arsenico non e' assolutamente allarmante. Piuttosto la gente dovrebbe informarsi sul contenuto di piombo in vecchi edifici in cui le tubature non sono state ancora cambiate.
Vedi anche qui (un sito un po' piu' imparziale)
Acqua minerale o acqua del rubinetto? - Centro Tutela Consumatori Utenti (http://www.centroconsumatori.it/43v187d12564.html)

Mafalda
14-10-10, 23: 03
Arma l'ultimo link riporta dei dati vecchi: è cambiata sia la legge sulle acque potabili che quella sulle acque minerali con i rispettivi limiti di legge di entrambe e sono molto molto cautelativi.
Adesso ad esempio il limite sull'arsenico è di 10 microgrammi/litro per le acque potabili mentre fino a qualche anno fa era di 50, quindi oggi ci allarmeremmo se venisse fuori che nel nostro rubinetto arriva un acqua con 20 migrogrammi/litro di arsenico mentre 10 anni fa l'avremmo bevuta tranquillamente e non mi risulta che in passato si siano verificati casi di avvelenamento.
Tornando alle acque minerali a quel che so ora i limiti sulle sostanze inquinanti sono più o meno gli stessi delle potabili per gli inquinanti inorganici e per quelli organici in certi casi più restrittivi per le acque minerali che per le acque potabili. Il problema poi è il solito, i limiti di legge ci sono: importante è che gli enti preposti facciano i controlli per vedere se vengono rispettati e che le etichette dicano il vero.

Lo Zio T
16-10-10, 12: 58
Ho sempre bevuto acqua di rubinetto e continuerò a farlo..

Non ho mai riscontrato problemi di salute, perciò mi pare inutile comprarla.

:bai

Kirk78
16-10-10, 13: 44
Beh, inquinata o bevibile, io la compro, quella del rubinetto dalle mie parti sa talmente di cloro che la uso solo per buttar la pasta
Non è per il nome e la passione ma sono assolutamente daccordo col buon kirk.


Ohibo', il calcio fa bene alle ossa, ma e' uno dei minerali piu' difficile da assimilare, non si puo' semplicemente "ingerirlo", occorre assumerlo mangiando cibi (tipo latte) che il nostro corpo sia capace di metabolizzare, altrimenti non fa altro che andare a danneggiare organo come i reni o il pancreas.
Cosa che non mi posso permettere (parlo del Calcio non assimilato) ecco perché bevo l'acqua minerale.



- l'acqua minerale produce plastica che si smaltisce in almeno 7 secoli
- il trasporto della stessa a sua volta produce inquinamento
- non sempre si sa come viene imbottigliata e come viene immagazzinata
- i controlli sull'acqua adottano metodiche e valori spesso criticati (leggere qui (http://www.disinformazione.it/acqua2.htm)
- e' sicuramente troppo cara
Ciao Armadillo :bai. Diciamo che bisogna un'attimino ridimensionare i pericoli e chiarire alcuni fatti.
In generale la differenza sostanziale tra l'acqua minerale e quella del rubinetto è (lasciando perdere del fidarsi o no che vale per entrambe le acque) che la prima è batteriologicamente pura e la seconda è disinfettata (cloro).
Per quanto riguarda la plastica, ti ricordo che è "obbligo" dei buoni cittadini il riciclo quindi non si deve smaltire ma diventa un'altra cosa. Per esempio una bottiglia per l'acqua minerale.
Il trasporto viene fatto comunquesia (e solitamente viene effettuato insieme ad altri prodotti al grossista). Sono pienamente d'accordo di utilizzare mezzi meno o per niente inquinanti e l'utilizzo dell'acqua minerale prodotta dalla stessa regione o comune per essere quasi a kilometri 0.
Il 3° e 4° punto dipende non da noi ma dalla legge (come già detto anche cambiata) e sopratutto da chi deve farla rispettare. In galera chi sbaglia, ma non facciamo di tutti i ruscelli un oceano (vi è piaciuta la metafora acquiforme? :ghgh).
Sul fatto che sia cara, ci vorrebbe un sondaggio su quanto pagate l'acqua minerale?
Insomma non dico che sempre faccia pena l'acqua del rubinetto, ne che sia ottima quella minerale, ma visto che ho avuto qualche anno fa un'intossicazione di cloro per aver bevuto dell'acqua dal rubinetto ... permettetemi la scelta.
Comunque grazie Armadillo del sondaggio, per farci esprimere anche il nostro pensiero.
:bai

Rodolfo Tatana
16-10-10, 14: 20
Ingenuamente pensavo che il calcio potesse essere assimilato attraverso i tessuti.

OT. ovviamente vien assimilato attraverso itessuti, nel duodeno, la prima parte dell'intestino tenue, l'assimilazione è molto bassa e non ho idea se il cibo in cui è contenuto possa influire, sicuramente l'acqua è la principale fonte di calcio per tutti perchè tutti la beviamo, aggiungiamo il latte che ne è molto ricco ma non tutti lo bevono, c'è comunque da fare un discorso particolare sul latte, essendo ad alto contenuto di amminoacidi zolfati questi tendono ad abbassare il pH del sangue e come sistema tampone viene rilasciato calcio dalle ossa, sentivo una dietologa in tv poco tempo fa ce l'aveva a morte con il latte, affermava che è maggiore la quantita' di calcio che si perde piuttosto a quella che si guadagna, insomma sta cadendo la vecchia leggenda per cui il latte farebbe bene alle ossa..ma non c'è pericolo di calcio ne troviamo a iosa nella frutta verdura e nell'acqua che beviamo e non abbiamo bisogno di integratori di vitamida D e calcio che sono assolutamente un furto sopratutto se vivi in italia e hai il nostro sole e la nostra acqua. chiuso OT


In generale la differenza sostanziale tra l'acqua minerale e quella del rubinetto è (lasciando perdere del fidarsi o no che vale per entrambe le acque) che la prima è batteriologicamente pura e la seconda è disinfettata (cloro).

beh, no. l'acqua imbottigliata sara' magari microbiologicamente pura all'imbottigliamento nel senso che le colonie di batteri sono sotto i livelli previsti per legge ma ti sfido ad analizzare una bottiglia che sosta un mese nei loro maggazzini, e poi si fa l viaggio verso i vari punti vendita e poi sosta per settimane sotto le luci potenti dei riflettori dei supermercati, non dico che ci crescano le alghe ma statti certo che i batteri ci sguazzano e si riproducono alla grande. facendola anlizzare ci potrebbe essere anche qualche bella sorpresa. é lo stesso discorso che fasccio sugli olii extravergini di oliva, sara' stato extravergine all'imbottigliamento ma dopo qualche mese non lo è piu, un extravergine va consumato entro un anno dalla produzione ma potrebbe risultare una schifezza anche dopo 4-5 mesi, al sapore è difficile accorgersene ma i parametri si sfasano in men che non si dica tantoche è facilissimo comprare un extravergine che non è piu tale, sopratutto quendo costa meno di 8 euro e la bottilgia è trasparente

L'unica cosa positiva che si puo' trovare in un'acqua imbottigliata è il sapore gradevole e delicato in confronto a quella di rubinetto, imho

Tralasciando il discorso organolettico e parlando di potabilita' questa dipende da vari fattori, i comuni assicurano che l'acqua degli acquedotti siano potabili ma è ovvio che se uno vive in una casa con tubature vecchie di un secolo l'acqua che gli scende dal rubinetto sara' per forza di cose diversa da quella che ti fornisce il comune, quindi c'è responsabilita' privata. Se non si fa discriminazione organolettica ma decidiamo quale acqua bere solo in base alla potabilita' e non siete sicuri che la vostra di casa lo sia ma vi scoccia spendere 50 euro al mese per comprare l'acqua allora la soluzione è semplice, comprate un kit che sitrova in commercio che costa 10 euro e saprete cosa state bevendo, ci riesce anche un bambino a usarli, se non vi fidate di questi strumenti andate da un qualsiasi sistudente universitario che studia agraria o chimica o microbiologia, che possa accedere a un laboratorio, gli date il vostro campione e gli dite di analizzarlo durante una lezione, è facilissimo, se non vi fidate neanche dello studente e del docente spendete 5 euro e ve la fate fare da un'altro ente preposto a questi controlli, ve li fanno per 5 euro.

Io non ho mai comprato acqua imbottigliata figuratevi bevevo pure quella di cagliari e abitavo nel centro storico, usciva fuori bianca :lol:
sono solito rifornirmi in una fonte gratuita di una societa' che faceva anche imbottigliamento fino a pochi anni fa, quindi non ho necessita' di comprarla ne di berla dal rubinetto, la uso pero' per fare la pasta, oddio direte voi, ci fa solo la pasta quindi va bene..uahuahuah...avete idea di quanta acqua assorbe la pasta? sparo intorno al 40%, non la bevete ma la mangiate, se avete paura di bere un bicchiere d'acqua del rubinetto dovreste avere paura anche di mangiare la pasta, a meno che non valga soltanto il discorso organolettico.

ogniuno fa la propria scelta, ogniuno ha i suoi soldi e li spende come vuole ogniuno ha le sue preferenze anche di sapore, non osanniamo l'acqua del rubinetto perchè è chiaro che non puo' essere buona ovunque, non osannerei quelle minerali per il discorso microbiologico e per i costi assolutamente spropositati, dico che ci vorrebbe piu informazione e cascare di meno nei tranelli pubblicitari tipo quelli dell'acqua che fa dimagrire, dell'acqua che stimola la diuresi e ti fa fare tanta plin plin, l'acqua povera di sodio e poi facciamo la basta e ci buttiamo 30 grammi di cloruro di sodio, in italia ci facciamo imbrogliare molto facilmente dalle pubblicita', infatti chiediamoci come mai in europa siamo la nazione con le migliori fonti e acque potabili e siamo anche quelli che comprano piu acqua imbottigliata

Kirk78
16-10-10, 15: 02
beh, no. l'acqua imbottigliata sara' magari microbiologicamente pura all'imbottigliamento nel senso che le colonie di batteri sono sotto i livelli previsti per legge ma ti sfido ad analizzare una bottiglia che sosta un mese nei loro maggazzini, e poi si fa l viaggio verso i vari punti vendita e poi sosta per settimane sotto le luci potenti dei riflettori dei supermercati, non dico che ci crescano le alghe ma statti certo che i batteri ci sguazzano e si riproducono alla grande. facendola anlizzare ci potrebbe essere anche qualche bella sorpresa.
beh, no. Se c'è un dolo da parte del trasportatore è una cosa che spetta alla magistratura. Le luci dei supermercati sono solitamente al neon e non sono riflettori, e comunque se c'è dolo nell'immagazinaggio vale quanto detto poc'anzi. Le bottiglie devono avere delle caratteristiche tali per "resistere" ad un certo periodo per un determinato stoccaggio, quindi se c'è dolo vedi poc'anzi bis. Il "qualche bella sorpresa" vale esattamente come quella del rubinetto, se non ci sono controlli: ci sono (o non) esattamente come quella delle acque minerali.


Tralasciando il discorso organolettico e parlando di potabilita' questa dipende da vari fattori, i comuni assicurano che l'acqua degli acquedotti siano potabili ma è ovvio che se uno vive in una casa con tubature vecchie di un secolo l'acqua che gli scende dal rubinetto sara' per forza di cose diversa da quella che ti fornisce il comune, quindi c'è responsabilita' privata.
"i comuni assicurano" esattamente come è assicurato il controllo sulle minerali e loro viaggio. Ti fidi dell'una e non ti fidi dell'altro? Pensi ci siano meno "magagne" da parte di TUTTI i comuni che da parte di TUTTI i produttori? ... Comunque la mia intossicazione di cloro non c'entrava ovviamente nulla con le tubature "interne" ma, ovviamente, dal cloro immesso negli acquedotti.


Io non ho mai comprato acqua imbottigliata figuratevi bevevo pure quella di cagliari e abitavo nel centro storico, usciva fuori bianca :lol:
sono solito rifornirmi in una fonte gratuita di una societa' che faceva anche imbottigliamento
Quindi ti fidati di chi fa(ceva) imbottigliamento :ghgh


uahuahuah...avete idea di quanta acqua assorbe la pasta? sparo intorno al 40%, non la bevete ma la mangiate, se avete paura di bere un bicchiere d'acqua del rubinetto dovreste avere paura anche di mangiare la pasta, a meno che non valga soltanto il discorso organolettico.
Sai che l'acqua bolle a 100% gradi e che i batteri muoiono a quella temperatura? :eye


ci vorrebbe piu informazione e cascare di meno nei tranelli pubblicitari tipo quelli dell'acqua che fa dimagrire, dell'acqua che stimola la diuresi e ti fa fare tanta plin plin, l'acqua povera di sodio
Ecco su questo posso essere d'accordo, anche se alcune fonti sono ovviamente diverse dalle altre.

Rodolfo Tatana
16-10-10, 15: 40
beh, no. Se c'è un dolo da parte del trasportatore è una cosa che spetta alla magistratura.

non parlo mica di dolo, ma solo di naturale conseguenza, le bottiglie di plastica trasparenti non proteggono dalla luce ne impediscono o rallentano la crescita batterica, ti sei mai chiesto come mai esista una data di scadenza per le acqua minerali? se dovessi scegliere comprerei l'acqua nel tetrapack che almeno mi assicura la conservazione in assenza di luce.


Ti fidi dell'una e non ti fidi dell'altro?

prova rileggere quello che ho scritto, mica ho detto che non mi fido di chi imbottiglia, solo non regalo 50 euro al mese quando ho la potabile a casa, a maggior ragione se ho una fonte disponibile, fonte che c'è da secoli e che è controllata, non ho bisogno di comprarmi la stessa imbottigliata. Tu piuttosto ti fidi dell'acqua che compri che dici essere microbiologicamente pura? Lo era sicuramente quando l'hanno imbottigliata, dopo un po di stoccaggio non ci metterei la mano nel fuoco


Sai che l'acqua bolle a 100% gradi e che i batteri muoiono a quella temperatura?

l'acqua dei rubinetti è potabile e non hai bisogno di bollirla per poterla utilizzare, non siamo mica in africa, la bollitura non modifica neppure la composizione chimica, se l'acqua è inquinata da metalli pesanti ad esempio rimane tale e quale, il discorso era riferito a chi usa l'acqua di rubinetto solo per la pasta perchè non si fida di berla, ma si fida a mangiarla, se non c'è un discorso di gusto e sapore non ha senso discriminare.

magari i batteri morissero a 100 gradi soltanto, per sterilizzare al meglio dovresti stare 15 minuti a 120 gradi e in sovrapressione, come in un'autoclave da laboratorio, e comunque la probabilita' di aver sterminato ogni germe non è mai al 100%

Armandillo
16-10-10, 18: 24
:bai
Voglio ringraziare tutti per il contributo che avete dato !!

Sicuramente ho commesso l'ingenuita' di non verificare, come si dovrebbe, la fonte delle notizie riportate.
Probabilmente anche quella di credere alle cose lette dandole per certe; qui pero' ho l'attenuante che gia' in passato avevo ascoltato e letto le medesime critiche.

Di sicuro lo sviluppo della discussione ha chiarito alcuni punti fondamentali e questa, prima di tutto, e' la cosa piu' importante per chi ci legge ed e' cio' che speravo uscisse dal thread :sisi

Il tema dell'acqua e' e rimane un tema basilare viste anche le voci di possibili privatizzazioni che, secondo me, non esulano dal discorso qualita'.

Un dato emerso, e non poteva essere diversamente, e' che l'acqua minerale resta saldamente in testa alle preferenze degli italiani, ma non senza contraddizioni.
L'altro riguarda invece i vari passaggi che l'acqua di rubinetto compie dalla fonte alle nostre case e pone in evidenza come l'attenzione dei vari comuni sia scemata lasciando che si verifichino perdite clamorose a danno soprattutto dei luoghi perennemente assetati.
Molto piu' grave se si considera che influenze malavitose giocano un ruolo non secondario.

Ritornando al tema principale posso solo testimoniare, da grande bevitore, che l'acqua dell'acquedotto (almeno qui a Roma) continuo a berla senza problemi e che la minerale, pur essendo piacevole, non soddisfa quel desiderio di sazieta' che provo al momento.

Infine debbo sottolineare la mancanza d'una corretta informazione ed anche una certa superficialita' della gente, parlando in generale, che non se ne occupa ritenendo l'acqua inesauribile e fuori pericolo.

Un saluto a tutti

ginalfa
18-10-10, 10: 17
Spesso la qualità, sopratutto organolettica, dell'acqua che arriva ai nostri rubinetti è compromessa a causa della pletora di normative "igienico sanitarie" che impongono costose manutenzioni e la clorazione laddove un condomio disponga di una riserva idrica. Al sud praticamente ovunque.
In tal modo, anche se l'acqua all'origine è di buona qualità questa qualità si perde irrimediabilmente nell'ultimo anello della catena.
E qui si possono aprire una serie di considerazioni circa queste normative, ma finerei a fare dietrologia spicciola.
Certo è che se il sapore dell'acqua è sgradevole, come spesso accade, toccherà ricorrere all'acqua minerale.

Kirk
18-10-10, 15: 53
l'acqua dei rubinetti è potabile e non hai bisogno di bollirla per poterla utilizzareSi ma quando fa schifo fa schifo, da zona a zona dipende la differenza, lasciando un attimo stare il discorso inquinamento ( in paesi dove non e' potabile bollendola mezz' ora comunque si evitano mal di pancia te lo assicuro), non credo che ti piacerebbe bere acqua di una piscina :eye

Un tempo anche qui c'erano pompe pubbliche dove il sapore era ottimo, e non dava problemi di sorta, talvolta solo un leggero sapore ferroso, ma ora come ora non e' cosi, lessi qualcosa su comuni che daranno acqua senza cloro, questi non e' obbligatorio che venga messo, che si sappia, ma in certe zone e' veramente troppo.

Rodolfo Tatana
18-10-10, 16: 08
Si ma quando fa schifo fa schifo

se fai un discorso esclusivamente di tipo organolettico sono assolutamente daccordo con te, ogniuno beve l'acqua che gli piace di piu, spesso pero' ci sono pregiudizi e scarsa informazione tanto che i piu scelgono di comprarla immaginando l'acqua del rubinetto contenga chissa' quali veleni o chissa' che altro, infatti siamo i primi in europa che comprano l'acqua imbottigliata eppure sulla carta abbiamo fonti e acqua potabile che il resto d'europa si sogna (immaginatevi poi il resto del mondo), le ipotesi possono essere due: o nel resto d'europa non gli interessa la salute ne il gusto e quindi si accontentano del rubinetto oppure siamo un attimino esagerati noi, bombardati da una ventina di pubblicita' diverse di acque minerali e neanche una che ricordi che anche l'acqua del rubineto é potabile, c'è gente che crede la prendano dalle fogne o da chissa' quale impianto industriale

Armandillo
18-10-10, 17: 49
... oppure siamo un attimino esagerati noi, bombardati da una ventina di pubblicita' diverse di acque minerali e neanche una che ricordi che anche l'acqua del rubineto é potabile, c'è gente che crede la prendano dalle fogne o da chissa' quale impianto industriale

C'e' assolutamente del vero ed e' così da molto tempo; chi ha i capelli grigi puo' ricordare come in passato si usasse spessissimo questa (http://it.wikipedia.org/wiki/Idrolitina) probabilmente per conferire all'acqua sia un sapore che l'effervescenza.
Io ero piccolo e non mi ricordo che sapore avesse l'acqua di allora ma per un ragionamento logico dovrei pensare che fosse anche meglio di ora visto il ruolo che le vecchie tubature hanno attualmente !

Quindi se fosse così si confermerebbe una certa abitudine a considerare la nostra acqua di "serie b" o peggio.

:bai

Kirk
18-10-10, 19: 45
A parte tutto, certamente chi vive a ridosso delle montagne come sapore non c'e' paragone, l' acqua buona di rubinetto io l'ho bevuto solo da quelle parti, non nella "palude" padana,quello capitava come dicevo una ventina di anni fa e piu', pero' la gente andava in queste pompe pubbliche a far scorta con varie taniche, quella che passava ai rubinetti di casa era come oggi niente e' cambiato nella mia zona..so anch' io che se necessario e sto morendo di sete bevo anche l' acqua di rubinetto, ma prima, dalle mie parti, devo rimanere senza un euro perche' lo faccia, e sentendola, credo che molti di voi lo comprerebbero, la gente non la beve non perche' e' inquinata, non generalizziamo.. nella pasta e' diverso, i condimenti contano maggiormente, ma anche il caffe' fa pieta' con l' acqua di casa mia.

Armandillo
23-10-10, 12: 26
ROMA - Acqua minerale. Con gas e senza. Costo: cinque centesimi per un litro e mezzo. Certo, la bottiglia te la porti da casa, ma sai che risparmio!.... continua (http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_ottobre_21/ciampino-acqua-minerale-da-fontana-1704001808663.shtml)

di Claudia Voltattorni
Fonte (http://roma.corriere.it/)

Ecco, questa mi sembra una iniziativa positiva che lascia ben sperare !

Ricordo molto bene quando latte, pasta, tonno, farina, sigarette, ecc...venivano venduti "sciolti" (anche se l'igiene non era il massimo!) ma rileggendo l'articolo e sapendo che distributori similari (pochi) sono gia' attivi in alcune citta' mi pongo la domanda se il futuro ci riservera' un "ritorno al passato" tecnologicamente evoluto e se questa sara' la giusta via per un mondo ecologicamente corretto.
Le premesse ci sono e sembra che la gente accetti il sacrificio di buon grado...esempi che la coscienza civica di amministratori e cittadini ancora esiste !

:bai