PDA

Visualizza versione completa : Microsoft: via la parola "gay" dagli utenti XBox



MarcoStraf
08-09-10, 20: 39
Questa e' veramente una storiella simpatica

Il 26enne americano Josh Moore, incallito giocatore online con la sua XBox, ha orgogliosamente scritto nel suo profile personale il nome della sua citta' come "Fort Gay WV" Microsoft non ha gradito il nome, in quanto la parola "gay" ha automaticamente fatto scattare un campanello di allarme. A Moore e' stato sospeso il suo acconto, finche' non avesse cancellato la parola "Gay" dal suo profilo.

Moore ha cercato di fare ragionare Microsoft, dicendo che Fort Gay e' una citta' reale di 800 abitanti in West Virginia (WV), con un vero codice postale (25514). Dopo che Microsoft ha fatto orecchi da mercante, Moore ha raccontato il fatto alla agenzia di stampa AP, e ha perfino notificato il suo sindaco, David Thompson. il quale ha contattato lui stesso, indignato, i responsabili di Microsoft.

A questo punto la notizia e' esplosa in internet, e finalmente e' arrivato all'orecchio di Stephen Toulouse, il responsabile legale del circuito online di XBox, che ha ammesso l'errore, riaperto il conto di Josh Moore, il quale ricevera' a breve una formale scusa da Microsoft.

Fonte:
Microsoft suspends 'Fort Gay' gamer | Technically Incorrect - CNET News (http://news.cnet.com/8301-17852_3-20015821-71.html)

Ora, errori sono normali. Sbagliano gli uomini come sbagliano i computer. In questo caso il computer non ha sbagliato, in quanto e' stato istruito dai responsabili Microsoft di sospendere acconti personali il cui profile contiene certi termini (tra cui la parola "gay"). Quello che non ha funzionato e' stata poi la testardaggine, probabilmente dovuta a un eccesso burocratico, di Microsoft, che non ha riconosciuto l'errore finche' la notizia e' arrivata alla stampa.

LadyHawke
08-09-10, 23: 13
Secondo me quello che in primis non ha funzionato è stato il cervelletto di gallina che ha permesso che il termine "gay" fosse inserito nella blacklist: ogni tanto mi sveglio la mattina consapevole che un sacco di gente ha combattuto per anni per motivi e ideali diversi e di aver solo perso tempo...

Per contro non sarà la prima volta nè l'ultima che anche in casi di conclamata idiozia chi ha le spalle larghe tenti prima di tutto di mantenere la posizione (una immediata ammissione di colpa sarebbe ugualmente deleteria perchè implicherebbe una debolezza nel management), supponendo, e spesso con ragione, che il moscerino di turno chini la testa: quando ciò non accade allora si torna pentiti sui propri passi e se si vuole strafare magari si fa saltare qualche testa... business are business


:bai

MarcoStraf
08-09-10, 23: 22
Secondo me quello che in primis non ha funzionato è stato il cervelletto di gallina che ha permesso che il termine "gay" fosse inserito nella blacklist: ...
Senza contare che "gay" e' una normalissima parola inglese che significa "vivace, allegro", solo recentemente e' divenuto sinonimo di omosessuale. Sarebbe come proibire la parola italiana "finocchio"...

wrongway
09-09-10, 09: 11
uhm... no, non è così
il termine "gay" viene gestito in quella maniera dalla m$ per evitare che venga utilizzato per prendere in giro o per insultare i gay


Unfortunately, the Associated Press reports that, ever alert for the japes of wrath, Microsoft suspended Moore for what it assumed was a rather crude and pejorative slur.

non è una discriminazione da parte della m$ (...e come potrebbe? hanno messo in piedi il GLEAM (http://www.microsoft.com/about/diversity/en/us/programs/ergen/gleam.aspx))

:bai

MarcoStraf
09-09-10, 17: 30
uhm... no, non è così ...
Bastava digitare "fort gay, wv" in Google map per accertarsi che la città esistesse veramente, invece hanno fatto le pernacchie anche al sindaco.
È alquanto imbarazzante per microsoft che si sta scusando a tutto spiano
Microsoft Apologizes to Fort Gay Gamer | News & Opinion | PCMag.com (http://www.pcmag.com/article2/0,2817,2368883,00.asp)

wrongway
09-09-10, 17: 42
Bastava digitare "fort gay, wv" in Google map per accertarsi che la città esistesse veramente, invece hanno fatto le pernacchie anche al sindaco.
non mi son spiegato, o ho capito male io...
da questo

Secondo me quello che in primis non ha funzionato è stato il cervelletto di gallina che ha permesso che il termine "gay" fosse inserito nella blacklist: ogni tanto mi sveglio la mattina consapevole che un sacco di gente ha combattuto per anni per motivi e ideali diversi e di aver solo perso tempo...
e questo

Senza contare che "gay" e' una normalissima parola inglese che significa "vivace, allegro", solo recentemente e' divenuto sinonimo di omosessuale. Sarebbe come proibire la parola italiana "finocchio"...
mi era sembrato di capire che aveste interpretato la mossa di m$ nel mettere in discussione l'utilizzo del termine "gay" come una discriminante nei confronti degli stessi gay quando in realtà era un modo per tutelarli da gente che li prende di mira

non ci piove sul fatto che non si sono presi la briga di controllare che in questo particolare caso ciò non fosse così, ma dal titolo del topic

Microsoft: via la parola "gay" dagli utenti XBox
e dalle vs. affermazioni la visione della m$ che ne ricevo è distorta

peace & love :fleurs:bai

MarcoStraf
09-09-10, 20: 27
Ci siamo spiegati male.

Quello che io (e penso anche Lady) volevamo dire e' che Microsoft abbia peccato in un eccesso di zelo.
L'idea di proteggere le minoranze e' giusta, ma e' stata spinta a questa ridicola conseguenza: con la loro testa dura di volere stare troppo appiccicati alle regole e non volere ammettere che in effetti una citta' che si chiama "Fort Gay" esista veramente e continuare a definire la frase come offensiva.

Del resto, non mi sembra che semplicemente il vietare l'uso della parola "gay" possa in qualche modo proteggere la popolazione omosessuale... Automaticamente vieterebbe frasi del tipo "I am proud to be gay" e accetterebbe frasi del tipo "f_u_c_k the g_a_y".
La parola "gay" nel profilo personale dovrebbe solo avvisare un addetto di controllare se la frase sia offensiva o meno, non automaticamente sospendere l'acconto dell'utente. Quella e' stata la stupidita', che la Microsoft stessa ha ammesso (con un po' di ritardo)