PDA

Visualizza versione completa : Windows Seven unire 2 partizioni



poniboy
31-08-10, 16: 11
ciao. ho un notebook con disco c 53gb e disco d 15 gb circa, è possibile unirli? questo per poi ridimensionare il tutto e installare in dual ubuntu
grazie

Kirk78
31-08-10, 18: 40
Ma sono 2 partizioni o 2 dischi?

Clairvoyant
31-08-10, 19: 50
Ciao poniboy.

Sei sicuro di quelle dimensioni?
Se fosse così avresti un HD da 70GB.:shock

Con Win7 puoi usare l' utility Gestione Disco integrata, io l'ho usata più volte e non mi ha mai dato problemi.
Per utilizzare l' utility esegui Gestione Risorse => click Dx su Computer => Gestione => Gestione Disco.

Da lì puoi ridimensionare clickando Dx sulla partizione dove c'è installato Windows in modo che possa contenere anche i dati dell' altra, poi ci trasferisci tutti i dati ( se ci sono anche programmi ti toccherà reinstallarli ) e nella partizione restante ci installi Ubuntu.

N.B. 1: ti consiglio di fare comunque il backup di tutti i dati, non si sa mai
N.B. 2: eventuali immagini disco o partizioni di ripristino sinora effettuate non funzioneranno più dopo il ridimensionamento

@ Kirk
La domanda è lecita, visto che vengono citati dischi anzichè partizioni, ma i laptop ( questo probabilmente è pure un netbook ) dual HD sono rari e con quelle dimensioni mi sa che non esistono.:eye

:bai

Kirk78
31-08-10, 21: 48
Con GParted (se sono partizioni) si può "allungare" una partizione e eventualmente fino alla fine annullando la seconda. Comunque non ho ben capito perchè le vuole unire per poi doverle necessariamente splittarle se vuole mettere Ubuntu. Se non erro quando installi Ubuntu ti chede che cosa vuoi fare delle partizioni.
Alcuni software di immagine disco comunque permettono anche il restore su partizioni più capienti e ti chiede che cosa vuoi fare.

Ad un vecchio notebook avevo tolto l'obsoleto FD e messo un HDD ... ma forse hai ragione adesso non so se ci sono con due dischi fisici.
:bai

Clairvoyant
31-08-10, 22: 09
Ciao Kirk.:hap

Non ho consigliato GParted o altre utilities e nemmeno di passare da Ubuntu perchè l' utility integrata in Win7 è semplice da usare ed affidabile.

Anche GParted non dovrebbe problemi, mentre direttamente da Ubuntu non saprei ma credo sia più sicuro crearsi prima la partizione per quello, non vorrei che venisse fuori il patatrack.:bgg2

Riguardo alle immagini disco, mi riferivo al fatto che quelle sinora create non si troveranno più le partizioni di origine, quindi potrebbero forse anche funzionare ma distruggerebbero il contenuto dell' HD.
Poi di quel tipo di software non sono esperto e potrebbero esserci altre soluzioni che ignoro.

Per gli HD, sono state le dimensioni a crearmi la quasi certezza.
Solo poniboy potrà toglierci il dubbio definitivamente, i misteri dell' hardware sono ( quasi ) infiniti.:eye

:bai

Andy86
31-08-10, 22: 10
Se non erro quando installi Ubuntu ti chede che cosa vuoi fare delle partizioni.

Confermo, ti permette anche di ridimensionarle inserendo i valori a mano, però non so se sposta anche i dati in automatico come (G)Parted.
Quest'ultima cosa comunque "gestione disco" non la fa, e non permette neanche di toccare la partizione principale di sistema, quindi meglio gparted (lo trovi abilitando ubuntu in live).

:bai

Clairvoyant
31-08-10, 22: 18
Quest'ultima cosa comunque "gestione disco" non la fa, e non permette neanche di toccare la partizione principale di sistema, quindi meglio gparted (lo trovi abilitando ubuntu in live).Gestione Disco i dati non li sposta, ma sulla partizione di sistema consente di agire.
L' anno scorso da lì ho eliminato la partizione di ripristino HP ed ho esteso la partizione di Win7 sino ad occupare l' intero disco.

Poi ognuno può usare cosa vuole, mica è obbligato a usare Gestione Disco.:eye

:bai

Kirk78
31-08-10, 22: 23
Prima ovviamente di fare tutto un bel backuppino lo farei ... sperando che non ti spariscano magicamente 200GB :cry3
Attendiamo poniboy
:bai

poniboy
01-09-10, 08: 10
ciao a tutti e scusate tanto ma ieri sera son tornato tardi e non mi sono piu' messo dietro a nulla:ehmm
grazie x le risposte intanto. dunque, vedo di fare un pò di ordine. il pc è un notebook con un hd fisso da 80 gb, che in fase di installazione di win 7 ho diviso in disco c x il sistema e i programmi, e disco d per i dati. in passato quando sullo stesso notebook avevo xp, avevo già fatto un dual boot con ubuntu, ma non ricordo bene come avevo fatto:bgg2
allora mi son messo dietro e ho pensato di ridurre da gestione disco le 2 partizioni, cioe' i 2 dischi, solo che il d me lo ha ridotto come ho voluto io, mentre il c mi ha fatto recuperare solo 2gb e non so xchè. comunque sia, lo spazio mi bastava lo stesso, in quanto sui 2gb che avevo recuperato dal c, ci mettevo la parte linux-swap, e sui 10gb recuperati dal d, ci mettevo ubuntu, solo che quando ci ho messo le mani su con gparted ho fatto chissà che casino, e sono riuscito pure a ranzare seven. un macello insomma! al che ho usato l'immagine che avevo fatto con seven stesso per riportare il pc allo stato precedente, meno male che avevo l'immagine.
fin qui spero di avermi capito:eye
ora, da un altro pc vi posterò l'immagine della schermata di gparted x farvi vedere come è adesso il pc. di fatto io vorrei unire le 2 partizioni, c e d x averne una sola, ridimensionarla con gparted x dedicare un tot di gb ad ubuntu.
ammesso e non concesso di essermi piu' o meno spiegato, che ne dite?588

djdedo
01-09-10, 09: 47
/dev/sda1 dovrebbe essere la partizione di ripristino del portatile. Se hai intenzione di installarci ubuntu è inutile prima unirle e poi separarle. Fai una cosa molto semplice, la seconda partizione la elimini (/dev/sda3) e la lasci non allocata. Se vuoi puoi allungare un pò /dev/sda2 (che sarebbe c in windows) ma io lascerei quei 18 giga tutti per ubuntu, meglio non scendere troppo con lo spazio. Lasciando lo spazio non allocato ubuntu lo gestirà da solo in fase di installazione, devi solo selezionare utilizza spazio non allocato

Kirk78
01-09-10, 09: 48
Visto che hai già un'immagine disco, e quindi non ti perdi nulla, hai provato ad installare Ubuntu che, come mi conferma anche Andy86, ti chiede che cosa fare con le partizioni che ha trovato? Al limite puoi sempre rimettere l'immagine disco ... anche se hai detto che l'hai fatta con Seven quindi non so se poi funziona dopo l'installazione di Ubuntu. Faccelo sapere così abbiamo la tua esperienza sul prodotto per immagine di Seven. Però solo se sei sicuro di non perdere dati.

averne una sola, ridimensionarla con gparted x dedicare un tot di gb ad ubuntu
Ubuntu è meglio che abbia una partizione sua dedicata.
:bai

poniboy
01-09-10, 10: 26
/dev/sda1 dovrebbe essere la partizione di ripristino del portatile. Se hai intenzione di installarci ubuntu è inutile prima unirle e poi separarle. Fai una cosa molto semplice, la seconda partizione la elimini (/dev/sda3) e la lasci non allocata. Se vuoi puoi allungare un pò /dev/sda2 (che sarebbe c in windows) ma io lascerei quei 18 giga tutti per ubuntu, meglio non scendere troppo con lo spazio. Lasciando lo spazio non allocato ubuntu lo gestirà da solo in fase di installazione, devi solo selezionare utilizza spazio non allocato

direi tutto giusto quello che dici:sisi
io però farei un pelo diversamente, ma solo x comodità, ti spiego, nei 18 gb della partizione "d" ne avevo occupati circa 4gb, che erano per lo piu' dati, foto e documenti, che ho copiato in "c", in "d" adesso mi resta solo piu' un programma di video editing, che eliminando la partizione, dovrei poi reinstallare, ma siccome non so nemmeno piu' dove ho messo quel programma, volevo evitare!
la mia idea sarebbe quella di restringere "d" ad una misura di 2-3 gb e tenerla li giusto x quel programma, i restanti 15gb li lascio non allocati, che ubuntu si gestirà da se.
che ne pensi?


Al limite puoi sempre rimettere l'immagine disco ... anche se hai detto che l'hai fatta con Seven quindi non so se poi funziona dopo l'installazione di Ubuntu. Faccelo sapere così abbiamo la tua esperienza sul prodotto per immagine di Seven.
per questa curiosità in merito all'immagine di seven devo spendere parole d'elogio, in quanto l'immagine fatta con seven devo dire che è eccezionale, e ti confermo che funziona anche dopo l'installazione di ubuntu, lo dico perchè è ciò che ho fatto, avevo fatto casini a partizionare, poi avevo installato ubuntu, ma non so come, avevo cancellato tutto ciò che era all'interno di "c", quindi seven. quella partizione me la dava vuota. al che ho messo su il disco creato con seven, sono andato a prendermi l'immagine fatta, et voilà
tutto come prima di fare il casino:ghgh
cosa che ad esempio con acronis non ha funzionato, quindi avete un doppio riferimento in merito alle 2 tipologie di immagine, poi magari ho sbagliato io con acronis, tutto può essere:bgg2
attendo i vostri pareri/opinioni in merito a tutto:bai

poniboy
01-09-10, 10: 32
@djdedo pensavo a una cosa del genere

589

Kirk78
01-09-10, 10: 36
nei 18 gb della partizione "d" ne avevo occupati circa 4gb, che erano per lo piu' dati, foto e documenti, che ho copiato in "c", in "d" adesso mi resta solo piu' un programma di video editing, che eliminando la partizione, dovrei poi reinstallare, ma siccome non so nemmeno piu' dove ho messo quel programma, volevo evitare!
la mia idea sarebbe quella di restringere "d" ad una misura di 2-3 gb e tenerla li giusto x quel programma, i restanti 15gb li lascio non allocati, che ubuntu si gestirà da se.
Direi che intanto potresti salvarti i dati foto e documenti (4GB) su un DVD che non fa mai male e magari anche il programma di editing. Poi se il programma di editing è su D vuol dire che è no-install oppure gli hai cambiato tu la destinazione dell'installazione? Di default è su C:\Programmi.
Da quello che ho capito insomma vuoi fare 3 partizioni: C (Seven) D (piccola per programma editing) e quella di Ubuntu. Penso vada bene così.
Grazie delle info sul tool.
:bai

poniboy
01-09-10, 10: 57
si kirk, il fatto che quel programma sia su d era una cosa voluta, e comunque vedo che la mia idea mi pare possa andar bene, grazie! e prego, per le info.:bgg2
vi faccio sapere come finisce :bgg2
:bai

djdedo
01-09-10, 11: 02
Si anche facendo così non ci sono problemi, puoi andare tranquillo

Kirk78
01-09-10, 11: 10
Ok facci sapere. Per il programma di editing installato su D potresti comunque provare a renderlo portabile (visto che non ti trovi più l'installer), se le dll sono nella cartella di installazione e non modifica (troppo) le voci di registro. Per questo potresti aprire una nuova discussione.
Auguri
:bai

Clairvoyant
01-09-10, 15: 15
Se quella partizione viene tenuta in vita solo per l' installazione del programma, con Win 7 il problema è risolvibile creando una junction con il comando da prompt mklink.
Qui (http://www.collectiontricks.it/forum/guide-sistemi-operativi-e-software/Ct1128-organizzare-e-ottimizzare-il-proprio-hd-con-mklink.html) puoi trovare un topic sull' argomento scritto dal buon Asterix.

:bai

ginalfa
01-09-10, 20: 37
Secondo me bisogna comunque creare una partizione estesa a poi al suo interno creare almeno due dischi logici.
Su un disco fisico non possono coesistere più di 4 partizioni primarie e se abbiamo:

sda1 = partizione di ripristino
sda2 = sistema windows
sda3 =dati

cioè tre partizioni primarie

Non potremo lasciare la partition table così com'e ed aggiungere le due necessarie per linux perchè saremmo a 5 e ciò non è possibile.
Inoltre c'è l'incognita di come il PC organizzi il bootstrap normale/ripristino e per questo consiglierei un bel backup RAW (http://www.collectiontricks.it/forum/gnu-linux/Ct1178-clonare-dischi-o-partizioni-da-shell-con-dd.html) dell'intero disco prima di comiciare a metterci mano.

djdedo
02-09-10, 00: 26
Giusto ginalfa hai ragione, mi era sfuggito il numero delle partizioni. Bisogna crearne una estesa e all'interno creare le 2 partizioni linux (root e swap)

poniboy
02-09-10, 08: 33
ora è cosi' e pare funzionare.

596

sono incuriosito da ciò che ha detto clair, ma x ora vistoche tutto funge forse èmeglio che non toccopiu' nulla :bgg2

ginalfa
02-09-10, 11: 23
Infatti hai creato la extended....:oo2

poniboy
02-09-10, 12: 37
di fatto non l'ho creata io, ha fatto tutto lui, in quanto in fase di installazione ho fatto installare nello spazio libero che avevo, poi lui si è creato il tutto. ubuntu è mooolto piu' bravo di me:ghgh:ghgh:ghgh

però scusa una domanda, è vero che non possono essere create piu' di 4 partizioni primarie, ma linux-swap, sarebbe vista come tale?
perchè in quel modo, giustamente, ce ne sarebbero 5 ed ecco che non funzionerebbe la cosa, giusto?

questa ad esempio è la configutrazione dell'altro pc che ho. (un fisso )

598

K.a.o.s.
02-09-10, 12: 45
però scusa una domanda, è vero che non possono essere create piu' di 4 partizioni primarie, ma linux-swap, sarebbe vista come tale?
perchè in quel modo, giustamente, ce ne sarebbero 5 ed ecco che non funzionerebbe la cosa, giusto?Con dischi partizionati usando mbr il limite è di 4 partizioni primarie. Tuttavia può essere creata una partizione detta estesa, che contiene altre partizioni, in modo da superare il limte. Questo è quello che ha fatto Ubuntu.

Chi invece usa gpt al posto di mbr non ha il limite delle 4 partizioni primarie, sui pc però è piuttosto raro.

Kirk78
02-09-10, 13: 18
poi lui si è creato il tutto. ubuntu è mooolto piu' bravo di me
Infatti mi sembrava (e te lo avevamo detto :eye) ... non che è più bravo di te : "quello" è comunque un software fatto dall'uomo (o per l'esattezza da moltiiiii) :ghgh
Consideriamo Risolto il caso?
:bai

Clairvoyant
02-09-10, 17: 07
]Con disci partizionati usando mbr il limite è di 4 partizioni primarie. Tuttavia può essere creata una partizione detta estesa, che contiene altre partizioni, in modo da superare il limte.
Infatti non ho capito perchè dover ricorrere a tutte e 4 le partizioni primarie disponibili in questo caso.:confused:
Creandone una estesa all' interno si possono mettere un bel pò di partizioni logiche, e se non erro Linux può essere installato anche in quelle, a differenza di Windows.


sono incuriosito da ciò che ha detto clair, ma x ora vistoche tutto funge forse èmeglio che non toccopiu' nulla :bgg2Beh, puoi sempre provare.
Al limite ti fai una img disco prima di farlo, e se va bene ti ritrovi con una partizione in meno, se va male ripristini il tutto velocemente.

Io comunque senza andare a toccare le partizioni, ho da tempo risolto il problema delle installazioni multiple con VirtualBox (http://www.virtualbox.org/).:tong2
E' vero che è diverso da averlo su una partizione dedicata ( la prima cosa che non hai ed è subito visibile è il dual boot ), ma se lo usi poco o a scopo di prova eviti di incasinarti l' HD.

:bai

K.a.o.s.
02-09-10, 17: 35
e se non erro Linux può essere installato anche in quelle, a differenza di Windows.
Confermo. Anche una partizione di boot può stare dentro un'estesa nel caso di Linux.

Infatti non ho capito perchè dover ricorrere a tutte e 4 le partizioni primarie disponibili in questo caso.
Per quello che ne ho capito io, non voleva toccare le altre 3 partizioni già presenti :hap.

poniboy
02-09-10, 17: 40
Io comunque senza andare a toccare le partizioni, ho da tempo risolto il problema delle installazioni multiple con VirtualBox (http://www.virtualbox.org/).:tong2
E' vero che è diverso da averlo su una partizione dedicata ( la prima cosa che non hai ed è subito visibile è il dual boot ), ma se lo usi poco o a scopo di prova eviti di incasinarti l' HD.

:bai

hai ragione anchio ho usato virtualbox, ma siccome il pc lo uso sia x lavoro che x svago, mi è comodo averli tutti e 2 anche perchè x svago lo usa anche e sopratutto mia moglie, e prima di farla entrare nell'ottica di ubuntu ci va un pò di tempo, e poi uso dei programmi x lavoro che su linux non girano, e non riesco nemmeno a farli girare con wine. x questo mi è comodo averli tutti e due.:ghgh
comunque grazie a tutti x la bella discussione, e... si da parte mia possiamo considerare risolto.:bai