PDA

Visualizza versione completa : Valdesi: sì a testamento biologico e coppie omosessuali



refennu
30-08-10, 11: 40
Torino, 27-8-2010
Testamento biologico e coppie omosessuali. Lo strappo dei valdesi.
Per imprimere una svolta epocale basta un giorno solo: via libera alla benedizione delle coppie omosessuali (seppur con riserva e dopo mille riflessioni), ai registri per il testamento biologico e alla ricerca sulle cellule staminali embrionali. Tre «sì» che trasformano in faglia la frattura tra valdesi e cattolici d’Italia.

... ci sono voluti due giorni, tre sessioni e decine d’interventi per trovare il punto d’incontro sul tema più spinoso: la benedizione alle coppie gay. Ne è uscito un ordine del giorno votato a maggioranza (105 sì, 9 no, 29 astenuti): saranno riconosciute dalle chiese valdesi ... segue (http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/cronaca/articolo/lstp/308722/)

Fonte: La Stampa (http://www.lastampa.it)

Ogni tanto una buona notizia nel nostro paese.
:bai

Armandillo
30-08-10, 16: 17
Ogni tanto una buona notizia nel nostro paese.

...ed insperata direi !
Non conosco la chiesa valdese ma credo che questa decisione vada nella giusta direzione in un mondo che cambia e che guarda al suo interno, alle sue problematiche nel segno dell'uguaglianza.

I temi affrontati sono delicati e da quanto letto nell'articolo hanno obbligato a lunghe riflessioni.
Potrei dire che sono una svolta e che aprono la strada a discussioni e polemiche sicure ma rappresentano senz'altro un punto da cui partire benche' il viaggio sara' costellato di ostacoli.

Probabilmente tra i temi trattati quello sul testamento biologico mi sembra piu' trasversalmente accettabile e mi auguro che presto un esito identico possa giungere dal nostro parlamento.

Cio' che temo di piu', per le esperienze passate e per le caratteristiche esclusive italiane, e' un possibile stravolgimento dei principi nel segno del compromesso che darebbe vita ad una legge inaccettabile...meglio nessuna legge ad una brutta legge.

:bai

Rodolfo Tatana
01-09-10, 11: 58
sarei ben piu soddisfatto se una posizione simile la adottasse lo stato italiano, la notizia fa comunque piacere, ora sappiamo che anche 30.000 valdesi la pensano come noi, non cambia asolutamente nulla dal punto di vista pratico, esistono gia centinaia di associazioni e piccole religioni che la pensano cosi' ma oltre che lottare per queste idee non sono ancora riusciti ad ottenere niente, considerando che il vaticano rimarra su posizioni medioevali per altri due secoli almeno, considerando che il tema viene affrontato dai nostri politici solo quando si tratta di raccimolare voti, a me questa notizia mi lascia piuttosto indifferente, potremo anche essere in maggioranza ma a decidere saranno sempre quei 10 personaggi che hanno il potere temporale e spirituale, che tristezza...forse sarebbe ora di proporre un referendum e far valere il concetto di democrazia

MarcoStraf
01-09-10, 19: 30
Sono in accordo con tutto quello che dici eccetto questo:


... ora sappiamo che anche 30.000 valdesi la pensano come noi, non cambia asolutamente nulla dal punto di vista pratico, e ...
Non e' vero: piu' gente o associazioni si fanno avanti e mostrano apertura mentale verso l'omosessualita', piu' la gente viene sensibilizzata a riguardo, invece che sentire solo quello che "mamma chiesa" predica


... forse sarebbe ora di proporre un referendum e far valere il concetto di democrazia ..
Democrazia non significa che la maggioranza debba opprimere la minoranza, in quanto la Costituzione dice che tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge. Dopo avere appurato che gli omosessuali non sono persone malate o perverse o amorali, o peggio ancora criminali, automaticamente diventano "cittadini" come tutti gli altri, e quindi con gli stessi diritti (e doveri)

Ci abbiamo provato in California, con il referedum noto come "Proposition 8", per cambiare la Costituzione californiana in modo da definire il matrimonio come unione tra un uomo e una donna (ovviamente io votai contro) Il referendum e' passato, anche se di pochissimi, specialmente spinto dalla massiccia campagna elettorale organizzate da associazioni religiose anche al di fuori della California (per esempio i Mormoni dello stato dell'Utah, che hanno investito milioni in tale campagna). Il referendum e' stato contestato, e ultimamente un giudice federale lo ha dichiarato anticostituzionale (ossia contario alla Costituzione degli Stati Uniti, a cui le Costituzioni dei singoli stati devono aderire) La decisione adesso passa alla Corte Suprema (federale)

Rodolfo Tatana
01-09-10, 20: 29
Non e' vero

marco il nostro problema è solo formale e non di contenuti, mi spiego meglio, ora che la chiesa valdese (cosi' si chiama?) ha dichiarato ufficlialemte queste cose, sul piano pratico in italia non si è mosso un granello di polvere, cioè le coppie gay hanno gli stessi diritti di prima, cioè non ne hanno, se non si muove qualcosa sul piano politico, e che non sia solo una mossa elettorale per pigliare un 3% in piu alle politiche, potranno dirsi sulla stesa linea anche altre 100 chiese diverse che in fondo la situazione non cambia; in italia siamo abituati a certe prese di posizione su parecchi temi, animalismo, lotta contro il fumo, lotta all'evasione..tanti proclami e prese di posizione, ma poi nella realta' vendono le sigarette, massacrano i cani e non costruiscono canili (anzi l'europa forse destinera' i randagi presi per strada alla vivisezione), e i nostri politici poco trasparenti evadono, mafiano etc...ecco perchè a me questa notizia non mi fa giorire piu di tanto, perchè se quei 10 80enni che hanno il potere non afferrano certi principi c'è poco da fare


Democrazia non significa che la maggioranza debba opprimere la minoranza, in quanto la Costituzione dice che tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge.

democrazia non è neanche la roba che abbiamo in italia, oligarchia la definirei, dove 1000 persone decidono per 60 milioni grazie a un voto ogni 5 anni circa, se per una volta si chiede anche il parere degli italiani, e magari questo parere diventa vincolante per l'attivita' di quei 1000 che abbiamo eletto, forse ci troveremo davvero in democrazia. se facciamo un referendum e votato 40 milioni di persone e 25 dicono che le coppie gay possano e debbano usufruire di una qualche forma di riconoscimento legale a magari avere agevolazioni e assegna familiari etc..come una qualsiasi coppia etero, e 15 milioni dicono di no, non significa uccidere la minoranza, anche in democreazia il 50% piu uno decide per tutti, perchè non saremo mai daccorso su ogni tema

ps. io comunque sono convinto che siamo in minoranza, ma tentar non nuoce

MarcoStraf
01-09-10, 20: 39
Perfettamente in accordo!

janet
03-09-10, 01: 09
105 sì, 9 no Anche la votazione fa capire che non si è in Italia dove ci sarebbero stati magari un numero elevatissimo di astenuti,anche perchè noi siamo il paese dove si permette ad un politico, ad esempio, di essere eletto con un gruppo e di migrare in parlamento in un altro, magari con idee radicalmente diverse dal primo.

MarcoStraf
03-09-10, 01: 39
Anche la votazione fa capire che non si è in Italia dove ci sarebbero stati magari un numero elevatissimo di astenuti, ...
Janet, la chiesa Valdese e' una chiesa riformista italiana, fondata circa 1000 anni fa, che adesso e' unita alla chiesa Metodista, e ha circa 50mila seguaci.

Le Chiese Protestanti, assieme alla Chiesa Ebraica, al momento sono molto aperte all'omosessualita', in quanto libere di certi dogmi propri della Chiesa Cattolica (che per esempio relega le donne in secondo piano, le proibisce il sacerdozio, e vieta il matrimonio del clero) Negli Stati uniti molte di queste Chiese ammettono sia pastori omosessuali (purche' seguono una morale giusta, ossia siano fedeli ai propri partner) che il matrimonio tra omosessuali. A causa di cio', molti predicono un ulteriore scisma della Chiesa Cattolica, con il Vaticano sempre piu' arroccato in una posizione ortodossa.