PDA

Visualizza versione completa : Discutiamone: gay, coppie gay, diritti, omofobia, adozioni



Rodolfo Tatana
17-08-10, 20: 29
Visto che la discussione è partita da un'altra parte, visto che il tema è sempre piu attuale anche se si cerca di nasconderlo, insabbiarlo, visto che è un discorso cui tengo e visto che io appoggio in toto tutte le lotte a favore dei gay, discutiamone.

siamo insieme alla polonia l'unica nazione europea che non ha ancora disciplinato la materia, diritti e dovevi delle coppie gay, noi facciamo finta che non esistano (io no, ma noi come italiani) sarebbe bello iniziare con voi un discorso sentendo le varie opinioni

io sono per i matrimoni gay, sono per le coppie gay, sono per le adozioni di bambini da parte di coppie gay, sono affinche finalmente queste persone vivano la loro personalita' e il loro amore senza doversi nascondere, senza doversi sentire diversa dagli altri, senza sentirsi discriminata, possibilmente avendo pari diritti di fronte alla legge a quelli di una qualsiasi coppia etero, diritti e doveri, perchè la legge dovrebbe essere uguale per tutti

danystreet
17-08-10, 20: 48
dovrebbe rod... come sempre:bgg2

io, sotto quell'ambito come detto, ho paura che la crescita sana di un bambino, attraverso l'affetto, l'attenzione o l'amore che dir si voglia di coppie omosessuali, possa...non perche voglia discriminare i gusti sessuali delle persone, come dire influenzare la vita stessa di quella creatura, che per qaunto ben curato non avrebbe le stesse capacità di scelgiere il propio modo di essere sotto tale ambito che sia etero o omosessuale...a mio modo di veder dovrebbe cresciere in un'ambiente che sia comune alle comuni regole che la natura ci impone
la natura...non gli aspetti morali di noi uomini!
poi ovvio se si puo dare la possibilità di una vita migliore a delle creature tramite adozioni anche di questo tipo ( pur avendo delle grosse titubanze), piuttosto che vederli soffrire magari in africa o chissa dove allora...ma se si comincia col dire, io me lo scelgo come mi piace allora la cosa non mi va giù!!!
in merito invece a matrimoni, liberta di espressione svincolata da stupide ed opprimenti morali di tali coppie o anche solo "avventure" non posso che quotarti :bai:bai:bai

deathwish
17-08-10, 21: 23
@Rodolfo Tatana se la Società non dimostrasse, complessivamente, i "limiti" che dimostra credo che riuscirei ad essere così "deciso" nella mia presa di posizione come sembri esserlo tu.

tuttavia, essendo la realtà delle cose ancora molto complicata, ho molti dubbi.

MarcoStraf
17-08-10, 21: 23
Statistiche effettuate nelle nazioni in cui l'adozione da parte di coppie gay/lesbiche hanno dimostrato che la percentuale di persone omosessuali non dipende dal tipo di famiglia che li alleva, la percentuale e' la stessa per tutti i tipi. Quello che la famiglia deve dare alla prole e' senso di amore e protezione, e instigare l'amore reciproco, e l'accettare persone che sono diverse da noi.

Per quanto riguarda la "natura": essa prevede solo che ci voglia un ovulo femminile e un seme maschile per la "procreazione", ma non prevede nulla per quando riguarda l'allevamento della prole, che infatti varia molto da specie a specie. Di fatto, sono pochissime le specie animali in cui esiste il concetto di "famiglia", ancora meno quelle in cui la famiglia sia "monogama" o duratura. La prole viene allattata dalla madre (nel caso dei mammiferi), ma appena la prole e' capace di cavarsela da sola (ossia procurarsi cibo) viene mandata a spasso. In alcuni casi la prole e' lasciata a se' stessa appena nasce, come nel caso della tartaruga, che depone le uova nella sabbia e le lascia covare dal sole, quando i gusci si aprono le tartarughine se ne escono da sole... e cercano di sopravvivere. Senza contare poi che l'omosessualita' e' presente nelle forme animali in maniera massiccia.

Ma restiamo nel genere umano. Il concetto della famiglia e' cambiato sempre negli anni, e continua a cambiare, non e' proprio quella cosa immutabile e "naturale" che gli omofobi vogliono farci credere.

Nei secoli scorsi i figli dei nobili erano allattati dalla balia, educati da tutori privati, e mangiavano con i cortigiani. I genitori li vedevano solo con un appuntamento, come tutti gli altri. Nel proletariato, le donne sfornavano un figlio all'anno e il marito non si faceva mai vedere in casa se non per dormire, i figli venivano cresciuti dai fratelli e sorelle maggiori (come successe a mio padre, ultimo di una famiglia fascista numerosissima) Tutto questo sotto il beneplacito delle varie religioni, che consideravano tutto questo assolutamente "normale".

E che dire di adesso? Con entrambi i genitori che lavorano, chi li cresce i figli? Quando si e' fortunati si hanno i nonni, altrimenti si mandano al pre-asilo, all'asolo-nido, all'asilo o dalla vicina di casa.

Io ho la fortuna di vivere in uno stato (la California) in cui l'adozione e' ammessa sia a coppie omosessuali che a singoli, dove gli omosessuali possono quindi registrarsi come "coppia" legale e ci stiamo battendo per legalizzarne anche il matrimonio. Ho avuto nella mia vita la sfortuna di vedere figli cresciuti malissimo da coppie eterossuali, e la fortuna di vederne altri felicissimi da famiglie non convenzionali.

Una volta che si realizza che la vita NON e' nero su bianco, ma esistono infinite varieta' di grigio, tutto diventa piu' semplice.

Manlio
17-08-10, 22: 31
Io sono favorevole alle coppie di se per se, ma non devono avere gli stessi diritti di una coppia normale, soprattutto l'affidamento di bambini!!!
Secondo me sarebbe assurdo!

MarcoStraf
17-08-10, 22: 51
Io sono favorevole alle coppie di se per se, ma non devono avere gli stessi diritti di una coppia normale, soprattutto l'affidamento di bambini!!!
Secondo me sarebbe assurdo!
Io rispetto la tua opinione, ma la devi giustificare. Perche' pensi che sia assurdo, quando si e' dimostrarto che non c'e' nessuna differenza tra bambini cresciuti da "famiglie" diverse?

Ovvio invece che l'adozione da parte di famiglie "non convenzionali" debba seguire la sua trafila, saranno gli psicologi incaricati dell'adozione a decidere quale "famiglia" sia la piu' opportuna per ogni caso specifico. Dobbiamo ricordare sempre che il processo dell'adozione non e' semplice. La famiglia che decide di adottare viene "pesantemente" intervistata da psicologi che ne devono assestare le capacita', e poi i bambini vengono continuamente seguiti dagli psicologi anche dopo essere stati adottati, per accertarsi che la "famiglia" adottiva stia facendo il suo dovere.

A sentire queste discussioni sulle famiglie mosessuali mi vengono in mente le stesse che si sentivano contro divorzio e aborto. A sentire i "benpensanti" la societa' sarebbe andata in rovina, la famiglia distrutta, dal cielo avrebbe piovuto sangue e la razza umana sarebbe stata distrutta da invasione di cavallette :-) Indovina un po': siamo ancora qui. E la gente e' piu' felice quando divorzia invece che continuare a vivere sotto lo stesso tetto litigando continuamente e tirandosi i piatti l'uno con l'altro. Che esempio possono dare ai figli?

Armandillo
18-08-10, 00: 26
Il tema e' delicato e gia' dai primi post si rischia la deriva pro o contro gay e affermo questo pensando che, invece, il problema si trova altrove.
Infatti credo che, tolti gli esempi di razzismo vero e proprio, la questione sia esclusivamente culturale.
I dati presentati da Rodolfo lo chiariscono immediatamente: Italia e Polonia !
Due paesi legati da profonde radici cattoliche che talvolta hanno stritolato il libero pensiero e una crescita culturale ampliando le vedute in un mondo in continuo cambiamento.
L'immobilita' ci ha reso sterili, la morale e l'ipocrisia ci hanno reso ciechi !

Si e' parlato di natura ma si dimentica spesso che e' stato l'uomo a dettare le regole della societa', lo stesso uomo che dovrebbe intelligentemente aggiornarle ai cambiamenti di una societa' che evolve in ogni ambito.
La famiglia e la forma che questa debba prendere non sono regole incontrovertibili e in un futuro non molto lontano, per esigenze di pura sopravvivenza, dovranno essere fatte scelte diverse e forse anche dolorose.

Legarsi a schemi mentali obsoleti riduce le prospettive di crescere culturalmente e chi non sara' capace di adeguarsi perira' !
Anni e anni di indottrinamento, mancanza di adeguate forme di informazione ed educazione hanno prodotto, qui da noi, steccati difficilmente superabili ai quali si aggrappa chi vede in queste "novita'" un pericolo, il vacillare delle proprie sicurezze, o finte tali e se poi si aggiunge il timore del diverso a cui non si sa dare risposta allora il quadro diviene chiaro....purtroppo !

Non voglio oltrepassare il limiti della discussione, ma da cio' che ho espresso ne deriva un arretramento anche riguardante i temi etico morali (eutanasia, testamento biologico, sperimentazione genetica, clonazione, ecc...)

Credo che il processo di trasformazione della societa' sia inarrestabile, lento, lentissimo, ma alla fine si concludera' e se così non fosse, ahinoi, prevarra' la barbarie.

janet
18-08-10, 00: 55
io credo che il discorso di Armandillo sulla regressione in certi settori sia da considerare in primis, qui già siamo pieni di "bhò" perchè la situazione è tale che mica tutti gli omosessuali escono allo scoperto, schiacciati da moltissimi fardelli, quindi il discorso per me è l'Italia è pronta per un simile passaggio, no sicuramente non è pronta.

Allora non è la presenza di cinque, dieci illuminati che può rendere ogni giorno più facile il cammino di una coppia omosessuale e soprattutto dei loro figli, sottoposti ad angherie continue, soprattutto da parte dei compagni minorenni, che sanno essere molto più cattivi degli adulti e non parliamo a questo punto di psicologhi ecc, perchè l'Italia non se li può più permettere

MarcoStraf
18-08-10, 01: 58
... I dati presentati da Rodolfo lo chiariscono immediatamente: Italia e Polonia !
Due paesi legati da profonde radici cattoliche ...
Anche Spagna (73%) e Argentina (92%) sono paesi a maggioranza cristiana cattolica, ma in entrambi i paesi non solo l'unione omosessuale e' ammessa, ma addirittura anche il matrimonio. Di sicuro come dici tu e' anche una questione culturale, ma ci vogliono anche governanti "con le palle" che non si facciano abbindolare e sappiano riconoscere i diritti umani.
Del resto non e' solo la religione cattolica ad essere indietro culturalmente... e' in buona compagnia, purtroppo!

E come dice giustamente Janet, non bastano dieci "illuminati" per cambiare le cose... ma ne basta solo uno per "iniziare" a cambiare. Una volta che la ruota si mette in moto, poi finisce con il girare da sola. Io sono il primo a dire che non si puo' cambiare dall'oggi al domani, ma bisogna porle le fondamenta per il cambiamento, altrimenti si rimarra' sempre fermi. E, cosa importante, il cambiamento deve avvenire all'interno di una cultura: imporla dall'esterno e' un grosso errore.
Penserete forse che sono un idealista: ebbeno no, anzi sono un realista che tiene bene in piedi in terra. Ma in cinquanta anni di vita, passati un po' in Italia e all'estero, di cambiamenti ne ho visti, e continuo a vederne. Il piccolo passo di oggi puo' aprire la strada al grande salto del domani.

Manlio
18-08-10, 09: 01
Io rispetto la tua opinione, ma la devi giustificare. Perche' pensi che sia assurdo, quando si e' dimostrarto che non c'e' nessuna differenza tra bambini cresciuti da "famiglie" diverse?

Ovvio invece che l'adozione da parte di famiglie "non convenzionali" debba seguire la sua trafila, saranno gli psicologi incaricati dell'adozione a decidere quale "famiglia" sia la piu' opportuna per ogni caso specifico. Dobbiamo ricordare sempre che il processo dell'adozione non e' semplice. La famiglia che decide di adottare viene "pesantemente" intervistata da psicologi che ne devono assestare le capacita', e poi i bambini vengono continuamente seguiti dagli psicologi anche dopo essere stati adottati, per accertarsi che la "famiglia" adottiva stia facendo il suo dovere.

A sentire queste discussioni sulle famiglie mosessuali mi vengono in mente le stesse che si sentivano contro divorzio e aborto. A sentire i "benpensanti" la societa' sarebbe andata in rovina, la famiglia distrutta, dal cielo avrebbe piovuto sangue e la razza umana sarebbe stata distrutta da invasione di cavallette :-) Indovina un po': siamo ancora qui. E la gente e' piu' felice quando divorzia invece che continuare a vivere sotto lo stesso tetto litigando continuamente e tirandosi i piatti l'uno con l'altro. Che esempio possono dare ai figli?

Secondo me farli crescere in un'ambito diverso non sarebbe la stessa cosa, cioè secondo me il bambino deve vedere un padre e una madre... non due padri o due madri, perchè secondo me a lungo andare potrebbe cambiare le tendenze sessuali del bambino, un po come quando il padre dice le parolacce e il figlio dce (benissimo) <se lo dice lui perchè io non dovrei farlo?> d'altronde sarebbe una cosa normale, e quindi stessa cosa accadrebbe pure con i bambini adottati.

Ovviamente IMHO e aperto a critiche :eye

deathwish
18-08-10, 09: 52
[...] secondo me a lungo andare potrebbe cambiare le tendenze sessuali del bambino, un po come quando il padre dice le parolacce e il figlio dce (benissimo) <se lo dice lui perchè io non dovrei farlo?> d'altronde sarebbe una cosa normale, e quindi stessa cosa accadrebbe pure con i bambini adottati.

rispetto la tua opinione e, tutto sommato, ha un suo senso quanto esprimi...

... tuttavia "l'orientamento sessuale" non è un'abitudine o un condizionamento.

un bambino, forte della sua intelligenza ed elasticità mentale, non vivendo in un'isola deserta distante dal mondo che lo circonda, si renderebbe conto ben presto che esistono anche altri modelli familiari e saprebbe identificarsi.

danystreet
18-08-10, 10: 06
bello l'esempio delle tartarughine marco:bgg2 ma dalla natura sopratutto quella mammifera...prederei i leoni come animali da impersonificare in noi piuttosto, che delle docili creature che lentamente si trascinano verso una covata abbandonata!
crescono con l'affetto di una leonessa che li cura, trovano a sua volta la loro leonessa, il loro territorio...prorificano, non si fanno pregiudizi a farlo anche a loro volta con la loro prole...la accudiscono tenedo lontano, iene se non addirittura pretendenti al territorio
curandosi di non permettergli di rovinargli, quella che ritengo un'armonia famiglinare , e se ciò accade, si preoccupano ben bene di rimediare subito togliendo di mezzo, quella che potrebbe essere una futura fonte di guai, che se lasciata "vegetere" priva di quallo che deve essere l'amore materno/paterno, prima o poi finira per farsi scavalcare perdendo, leonessa madre figle e nipote oltre che al teritorio:bgg2
ecco questo mi sembra un pochettino piu un'esempio coerente con le razze mammifere...e perdona il mio essere stolto...ma continuo a credere che animali sempre siamo è PER CIO che ritengo sia etico che la prole cresca in un'ambiente simile. Non dico assolutamente che debba obbligatoriamete esserre cosi, come quella diciamo "suora" che forse altro non pensa, che al suo benestare, abbattendo i diritti delgi omossessuali, prendendo come scusa una sana morale cattolica.

però ti dirò, con parlole semplici e crude, perche conosco solo quelle...a sto mondo si fa tanto i moralisti per i diritti sessuali delle coppie, come se poveri loro fossero rinchiusi in campi di concentramento (quando basterebbe che se ne fregassero altamente dell'opinione della gente, dimostrando una carattere solido) pensando di poter dare una sana istruzione...attraverso degli psicologi, che non me ne vogliano bravissima gente, ma il più delle volte, altro non sono che dei finti moralisti pronti a tutto, pur di benestare magari sorretti da istituzioni, che gli permettono di compiere veri e propi scempi attravero crudeli atti di repressione , somministrando a qulunque malcapitato, avvelanamenti considerati dalla legislatura come cure mentali, con oltre, al non solo fine di lucrare, come detto da rodolofo nell'altra discussione, ma anche di "sperimentare" gli effetti di quella che tu chiami una, giusta civiltà industriale a modello capitalistico.

poi ci si preoccupa di due ragazzi che poverini, non hanno il diritto di baciarsi davanti a tutti...per me potrebbero pure fare l'amore o sesso che dir si voglia d'avanti a tutti...
ma per cortesia non mi venite a dire che a sto modo, la cosa importate sia togliersi di dosso moralistiche sessuali per poter fare, un piccolo passo verso un'integrazione socialie sana nei confroti di tutti.
se poi si da la possibilita magari a solo coppie piene di soldi, di adottare un bambino.
pensando magari di avere pure il diritto di andareselo a scegliere.


ripeto, la mia non è una forma razziale anzi tuttaltro, visto che sarei per un'intergazione globale di sporco modo...dove forse prima di pesare erroneamente "quello è diverso perche gli piaciono gli uomini " o "quella è diversa perche gli piaciono le donne" ci sarebbe da dire perche non posso vivere insieme ad uno perche e bianco, nero, giallo, eurpeo, africano, cinese o amricano!

perdonate lo sviare dal filo coduttore della discussione, ma a me piace parlare così un po a 360, perche un pò come dice il caro armadillo


ma da cio' che ho espresso ne deriva un arretramento anche riguardante i temi etico morali (eutanasia, testamento biologico, sperimentazione genetica, clonazione, ecc...)

Credo che il processo di trasformazione della societa' sia inarrestabile, lento, lentissimo, ma alla fine si concludera' e se così non fosse, ahinoi, prevarra' la barbarie.

prima di, poter dare luce ad modo giusto ci si deve preoccupare della miriade di porcherie che ci sono e poi...possono venire tematiche diciamo leggere come queste, ribadendo il fatto che per me non è l'aspetto morale che debba limitare la possibilita di avere figli a coppie omossesuali, ma quello prettamente naturalistico...non che abbia paura di veder venir giu il modo marco:bgg2 ma su lasciamo che i pargoli vengano accuditi da chi realmente li dovrebbe fare, poi ooo se evolvere significa essere frutto di provette e mammelle di plastica porte da un petto virtuoso...bè allora che così sia:shock:bai:bai:bai

edit:
... tuttavia "l'orientamento sessuale" non è un'abitudine o un condizionamento. un bambino, forte della sua intelligenza ed elasticità mentale ummm. siamo sicuri...l'orientamento sessuale non dovrebbe cominciare ad arrivare un pochino piu tardi?

deathwish
18-08-10, 10: 19
edit: ummm. siamo sicuri...l'orientamento sessuale non dovrebbe cominciare ad arrivare un pochino piu tardi?

con "bambino" intendevo in modo lato l'individuo e non necessariamente la sua collocazione temporale nella di crescità.


Only registered members can view code.

Manlio
18-08-10, 10: 24
rispetto la tua opinione e, tutto sommato, ha un suo senso quanto esprimi...

... tuttavia "l'orientamento sessuale" non è un'abitudine o un condizionamento.

un bambino, forte della sua intelligenza ed elasticità mentale, non vivendo in un'isola deserta distante dal mondo che lo circonda, si renderebbe conto ben presto che esistono anche altri modelli familiari e saprebbe identificarsi.

Non sarebbe modificata di netto ma magari la sua tendenza sarebbe più spinta da una parte rispetto che da un'altra...

danystreet
18-08-10, 10: 26
death...come direbbe il caro e buon vecchio bimbo marty " che diavolo è un (sed 's/bambino/individuo/g'):bgg2 sai comè io di lingue ne conosco giusto un paio e nemmeno correttamente, una è l'italiano e l'atra...:bgg2
se mi parli in codice binario, posso solo FRAintiendere:bgg2:eye

Ale
18-08-10, 10: 38
si e' dimostrarto che non c'e' nessuna differenza tra bambini cresciuti da "famiglie" diverse?

Curioso (neanche tanto vista la costante attualità di un tema cosi scottante) aver trovato questo thread, ne parlavamo giusto qualche sera fa con amici dopo aver passato una piacevole serata con un gruppo in cui ci sono diverse coppie gay.

Generalmente non ho problemi a schierarmi in ogni discussione ma in questa tematica ho grandi perplessità e pensavo proprio che avere qualche statistica attendibile proveniente dagli stati in cui è permesso alle copie omossessuali l'affido di un bambino fosse importante per capire quanto due genitori gay possano influire sulla libera crescita di un figlio.

Sarebbe interessante Marco analizzare queste statistiche, non è che hai qualche dato/fonte più precisa ?

In linea di massima comunque preferisco sicuramente che un bambino possa crescere con una coppia gay che morire di fame in un paese povero, capire quanto l'omosessualità incida poi nella crescita è importante però non dimentichiamo di quei bambini che nascono a coppie etero e poi crescono nei modi più disumani tra botte ed abusi se non peggio (http://www.collectiontricks.it/forum/showthread.php?t=2057) :triste

Alla fine in tutti i casi cio che conta veramente è l'intelligenza dei genitori che devono garantire ai propri figli tutto l'amore che loro serve senza dimenticare di aiutarli ad imparare come si affronta il mondo.

Per gli altri diritti ovviamente sono d'accordo nel ritenere sotto questo profilo il nostro un paese ipocrita ed arretrato ma si sa bene di chi è la colpa, la speranza che un giorno lor signori levino le tende e se ne tornino ad Avignone resta sempre in fondo a l mio cuore ... :ghgh

Manlio
18-08-10, 10: 53
Alla fine in tutti i casi cio che conta veramente è l'intelligenza dei genitori che devono garantire ai propri figli tutto l'amore che loro serve senza dimenticare di aiutarli ad imparare come si affronta il mondo.

Quotone questa è la cosa basare di ogni coppia etero o omo che si rispetti!

jr1999
18-08-10, 12: 07
Per gli altri diritti ovviamente sono d'accordo nel ritenere sotto questo profilo il nostro un paese ipocrita ed arretrato ma si sa bene di chi è la colpa, la speranza che un giorno lor signori levino le tende e se ne tornino ad Avignone resta sempre in fondo a l mio cuore ...

straquoto......anche se sono d'accordissimo per il riconoscimento di coppia in ambito "diritto civile" tranne che per l'adozione di bambini....anche se riconosco che molte coppie potrebbero esser migliori di molte famiglie riconosciute (uomo/donna).
:bai

Manlio
18-08-10, 12: 48
straquoto......anche se sono d'accordissimo per il riconoscimento di coppia in ambito "diritto civile" tranne che per l'adozione di bambini....anche se riconosco che molte coppie potrebbero esser migliori di molte famiglie riconosciute (uomo/donna).
http://www.collectiontricks.it/forum/images/smilies/ciao%20%29.gif

Questa è la sintesi perfetta di come la vedo io... poi ci dobbiamo ricordare che in ogni casa c'è il pro e il contro!

janet
18-08-10, 14: 13
Per gli altri diritti ovviamente sono d'accordo nel ritenere sotto questo profilo il nostro un paese ipocrita ed arretrato ma si sa bene di chi è la colpa, la speranza che un giorno lor signori levino le tende e se ne tornino ad Avignone resta sempre in fondo a l mio cuore ...
Straquoto Ale e fosse per me lì manderei ancora più lontano, non parlo del cristianesimo come credenza ma ormai il potere temporale della chiesa ha perso il suo potere positivo come centro d'aggregazione, tipo oratori ecc. dove una volta si abituava al diverso, almeno a leggere gli eventi e influisce creando barriere e tabù, probabilmente più che in altri paesi. Poi guardando la Tv ieri, sacerdote che parlava di Cossiga aveva al collo un crocefisso d'oro che chissà quanti bambini poveri avrebbe sfamato.

Faccio questo discorso perchè politicamente, come è stato in altri paesi, è molto difficile che venga votata da noi una legge che consenta l'unione di omosessuali e giustamente, come dice Marco Straf, senza la voglia di cambiamento, continua l'arretratezza e la bigotteria.

jr1999
18-08-10, 14: 34
aveva al collo un crocefisso d'oro che chissà quanti bambini poveri avrebbe sfamato.

aggiungo, che storicamente lo Stato Chiesa ha sempre avuto un'enorme bacino di persone che hanno aderito alla tonaca......nei paesi poveri.
durante il periodo delle 2 guerre mondiali vi erano molti italiani ed italiane che prendevano i voti....ora sono sempre di più persone che provengono da stati sudamericani, africa.....chissà se non sia voluto questo lusso sfrenato che si vede ad alti livelli dello Stato chiesa.

Eres
18-08-10, 14: 41
Il problema principale del cristianesimo in genere e dei suoi rappresentanti ufficiali è come sempre l'ipocrisia. Se almeno razzolassero come predicano..invece sappiamo bene che dietro questo paravento di santità, molti appartenenti alla chiesa praticano attività contrarie a ciò che vorrebbero insegnare e non mi riferisco solo a pratiche sessuali estreme come la pedofilia, ma anche a tutti i coinvolgimenti in scandali politici e finanziari di tipo criminale di cui è piena zeppa la storia e la cronaca nera

deathwish
18-08-10, 14: 49
Il problema principale del cristianesimo in genere e dei suoi rappresentanti ufficiali è come sempre l'ipocrisia.

altrettanto è un problema grosso la generalizzazione.


molti appartenenti alla chiesa praticano attività contrarie a ciò che vorrebbero insegnare e non mi riferisco solo a pratiche sessuali estreme come la pedofilia, ma anche a tutti i coinvolgimenti in scandali politici e finanziari di tipo criminale di cui è piena zeppa la storia e la cronaca nera

beh, il problema in questi casi è sempre l'Uomo...

( ma com'è che si finisce sempre per parlare della Chiesa? )

danystreet
18-08-10, 15: 48
croce e delizia no?=:bgg2death...
eres addirittura sprofondare? che male ce se prediacono la pace e il sesso gli piace?:bgg2....isomma dai fate l'amore non fate la guerra...fin quando si limitano a quello va + che bene, è quando dicono di annientare un'intera schiera sociale, alla quale appartengono la maggiorparte dei preti...che qualcosa non quadra:bgg2
però, da quello a dire sprofondassero, é come fare lo stesso discorso della suora incrimnata, é!!! vabbene togliere certi pregiudizzi inutili, ma se qualcuno crede che vi sia qualcosa di più, che il semplice "se non tocco, non credo", mi sembra giusto che sia libero di farlo, tanto quanto due gay che si baciano in giro per il mondo, davanti alla gente

p.s. con ciò...rimango della mia idea...i fii li debbe fare chi di dovere...poi possono pure andare a spasso a diveritirsi ma per bontaà divina non togliamo le giuste mammelle ai pargoli:bgg2:bai:bai:bai

Armandillo
18-08-10, 17: 28
Anche Spagna (73%) e Argentina (92%) sono paesi a maggioranza cristiana cattolica, ma in entrambi i paesi non solo l'unione omosessuale e' ammessa, ma addirittura anche il matrimonio. Di sicuro come dici tu e' anche una questione culturale, ma ci vogliono anche governanti "con le palle" che non si facciano abbindolare e sappiano riconoscere i diritti umani.

Si, ma in Italia e' diverso.
Il condizionamento della chiesa e' stato e sara' un fardello, almeno per me, da cui difficilmente si potra' sottrarre la classe politica perche' il peso del voto cattolico ha influenzato da sempre i governi succedutesi.
Talmente e' forte questo peso che anche i governi di sinistra non hanno avuto il coraggio di affrontare questi problemi spinosi demandando ai posteri.

Ora noi possiamo argomentare come vogliamo su quale potrebbe essere il futuro delle coppie omosessuali, quali diritti (sacrosanti) concedere loro, ma non si scappa dall'intolleranza piu' o meno aggressiva e, soprattutto, da un sottile e strisciante razzismo che ultimamente ha ripreso voce e azione !

Questo paese ancora non ha risolto la "questione femminile" e se e' vero che normalmente a parita' di lavoro una donna guadagna un 20% meno di un uomo, come si fa a pensare ad altre questioni ?
Con questo non voglio dire che non si debba fare nulla....ma e' un dato di fatto di cui tenere conto.

Siamo in un paese sostanzialmente in mano agli uomini, maschilisti e legati alla loro poltrona (o potere), con limitate vedute che hanno terrore di perdere la loro leadership.

Scindere i diritti dei disabili, delle donne, dei gay, dei pensionati, degli operai non si puo' !
Tutti hanno legittima priorita' e credo sarebbe sbagliato valutare caso per caso.

Cosa fare allora ?
Parlarne e sperare in una presa di coscienza nella gente, prima, e poi in chi ci governa e il tempo ci dira' in quale direzione staremo andando.

Ciao

danystreet
18-08-10, 17: 55
Scindere i diritti dei disabili, delle donne, dei gay, dei pensionati, degli operai non si puo' !
Tutti hanno legittima priorita' e credo sarebbe sbagliato valutare caso per caso.

Cosa fare allora ?
Parlarne e sperare in una presa di coscienza nella gente, prima, e poi in chi ci governa e il tempo ci dira' in quale direzione staremo andando.

non si può????
e cosa dovremmo fare stare qui a farci prendere per i fondelli da quì all'eternità???
schiavizzati da assurde regole????

guarda tacci mia e quando parlo troppo...500kg di tritolo per ogni sede parlamentare 50 per ogni aula di tribunale e che andassero a cercare qualsa di utile da fare!!!:bgg2
altro che sto continuo sottostare, poi appalti a imprese di demolizione...costruzione riforme non sociali, ma industriali, con il fior fiore di ingenieri a disposizione in attesa di mettere a frutto il loro sapere...centrali elettriche/solari..altro che benzinai
rifondare le grandi industrie, tra utoveicoli, abitazioni, e "granai", con tanto lavoro per gli operai!!! ristutturazioni di scuole chiese ed ospedali per lavoro alle piccole e medie imprese, salari decenti e guai a chi si assenta da lavoro, iva...ridotta a livelli ragionevoli e guai a chi non la paga...altro che tagli a istutuzioni...e magna magna dei migliardari!!!!!
starsi zitti ???? ma fuori la voce!!! che di uomini con i cosiddetti tanto gradi da attuare una cosa simile da soli non ce ne sono!!! se non ci si unisce per davvero qui si finisce sul serio nei guai !!! fra un po ce la ressa nei supermercati della povera gente, non per farsi la spesa!!! e chi si sciaqqua i...strapieno di miliardi fatti spairire in chissa quale paese portando via capitali...con prese per i fondelli dei tribunali!!!!

ma daltronde fi quando tutti noi si porta acqua al propio mulino fregandosene altamente del prossimo e se possibile fregandolo...facendo tanto i benpensati davanti
a ogni tipo di meschino capitalismo, difendendolo nel nome del progresso e del benstare....lamentandoci magari di non poter spendere 5 £ per una piscina o un cinema, ma indossando capi firmati o completi gessati che costano l'ira di dio? e intanto cè chi crepa di fame, altro che industrie per cotruire armi o andare sulla luna ma che dasserro da magnare a tutti come si deve quelli che studiano" scienze politiche" :furious:furious:furious

Rodolfo Tatana
18-08-10, 18: 02
Buona sera, pensavo nascessero piu attriti e invece mi pare siamo tutti un po daccordo, la discriminazione verso i gay fa schifo a prescindere, non mi pare che nessuno si sia detto contrario a una qualche forma di riconoscimento per le coppie omosessuali per avere qualche diritto in piu, fino ad arrivare alle adozioni e qui qualcuno la pensa diversamente ma è normale...tutti piu o meno lo stesso pensiero, sara' che siamo pochi qui ma nella realta' c'è ancora chi pensa che i gay siano dei malati "viziosi" da curare, o meglio a volte dicono che sono proprio malati, altre volte dicono che sono viziosi, poi se chiedi cosa sia peggio tra pedofilia e omosessualita' certi signori ti rispongono l'omosessualita' perchè un pedofilo poverino va aiutato mentre un gay deve essere punito per comportamenti libidinosi che vanno contro natura :bgg2

gia queste persone non sopportano che possa esistere un gay, figuriamoci se pensavo a riconoscere civilmente queste coppie, figuriamoci addirittura se gli affiderebbero dei bambini..

RbOEvTCOLWc

In europa spagna belgio finlandia francia germania eire lussenburgo paesi bassi portogallo regno unito repubblica ceca slovenia svezia ungheria croazia slovenia svizzera hanno una qualche legislazione che disciplina la materia

Albania, Bulgaria, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Cipro, Estonia, Grecia, Italia, Lettonia, Lituania, Malta, Moldavia, Monaco, Montenegro, Polonia, Repubblica di Macedonia, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovacchia, Ucraina, Vaticano, invece non hanno alcuna legislazione che regolamenti il discorso sule coppie omo

andando a vedere i paesi piu ricchi sono quelli in cui si è affrontato il discorso, alcuni prevedono addirittura l'adozione

In italia ci provo' il governo prodi ma a me sembro piu una mossa elettorale per prendere una fetta di voti importante cosi' come gli altri ne hanno fatto un'arma elettorale al contrario, non ci riuscirono semplicemente perchè non esisteva una maggioranza favorevole in italia cosi' come immagino non ci sia tutt'ora, ma penso che fondamentalmente importasse solo alle associazioni gay e non ai politici


a sto mondo si fa tanto i moralisti per i diritti sessuali delle coppie, come se poveri loro fossero rinchiusi in campi di concentramento (quando basterebbe che se ne fregassero altamente dell'opinione della gente, dimostrando una carattere solido)

dany perchè mi devi far inorridire? ma ti rendi conto di quelloche hai scritto? quindi per te è sufficente un po di carattere per eliminare la discriminazione dalla faccia della terra? se tu fossi nero, se tu fossi gay e cammini per strada e magari vieni insultato o ti mandano i carabinieri perchè dai un bacio al tuo compagno risolvi il problema fregandotene? :shock
e a parte gli insulti per strada, trovare un lavoro secondo te è facile per loro? è ovvio che il problema numero uno del mondo è la fame per un miliardo di persone ma anche il razzismo è un problema, una vergogna da eliminare

sono favorevole all'adozione da parte di single, sono favorevole anche alle adozioni per i gay, condivido il concetto di famiglia di marco, per esperienza basta guardarsi intorno e notare che la famiglia in senso tradizionale esiste sulla carte ma nei fatti si divorzia spesso, si fanno gli amanti, si va al lavoro e i figli si lasciano all'asilo etc..etc..quando le cose sono normali diciamo perchè poi ci sono quelli che maltrattano i figli etc..etc..visto quello che c'è in giro, visto che i bambini anche grandicelli sono numerosissimi negli orfanotrofi e tanti non avranno mai una casa vuoi per i tempi lunghi vuoi per le poche richieste, io non vedo perchè escludere a prescindere una coppia di persone, che siano due donne o due uomini, in condizioni economiche buone per dare una casa a un bambino sfortunato

io guardo la cosa dal punto di vista del bambino sopratutto, meglio stare in un orfanotrofio o avere una vera casa? avere un punto di riferimento è fondamentale, probabilmente se tutti considerassero la questione dal punto di vista dei bambini senza cadere nel tranello senza senso della discriminazione, del dubbio che una persona gay sia diversa da una etero..io sono per l'adozione da parte del single qualunque sia l'orientamento sessuale non vedo perchè allora non dovrei essere favorevole all'adozione da parte di una coppia, che non si tratta di allattare ma di dare una casa, protezione, educazione, un aiuto a crescere a chi non l'ha avuto

danystreet
18-08-10, 18: 24
no...lo risolvo dando un calcio nel sedere a chi mi insiulta e quando vengono gli sbirri, gli rispodo vedi di andare a fare qualcosa di utile al posto che venire a stare a dietro a ste fesserie...ok ritorniamo nei ranghi che sto eccedendo un po troppo...
ti ripeto rodolfo la mia preoccupazione è non che...dei poveri orfanelli non possano trovare una casa, del sano amore paterno/materno...ma che siano condizionati nel trascorso della loro vita da quel punto di vista, pur non vedendoci niete di mele nel ritovarli da adulti come omosessuli...solo che penso sia etico affidarli ad una coppia che abbia una donna al suo interno perche, continuo a ripeterti che dal mio modo stolto di vedere le cose, ritengo giusto che la figura materna sia presente per un bambino.
ovvio...meglio che vederli morire di fame!!!:bai:bai:bai

Rodolfo Tatana
18-08-10, 18: 28
solo che penso sia etico affidarli ad una coppia che abbia una donna al suo interno perche, continuo a ripeterti che dal mio modo stolto di vedere le cose, ritengo giusto che la figura materna sia presente per un bambino.

quindi qualora fossero due donne saresti daccordo? e dimmi, tu sei favorevole all'adozione da parte di singles?

janet
18-08-10, 18: 39
quindi qualora fossero due donne saresti daccordo?
Lasciamo stare le donne che, bhò saranno sempre le mie esperienze solo che poi le faccio in tutta Italia due povere donne che hanno lasciato i mariti per mettersi insieme erano l'argomento clou delle chiacchiere sulla spiaggia e già dal nomignolo le pescatrici ecc., perchè a loro piace come hobby la pesca, si capisce tutto.
Io dico se invece avessero lasciato i mariti per darsi magari alla prostituzione, non avrebbero sollevato tante chiacchiere.


no...lo risolvo dando un calcio nel sedere a chi mi insiulta e quando vengono gli sbirri, gli rispodo vedi di andare a fare qualcosa di utile al posto che venire a stare a dietro a ste fesserie.. Il problema è che le cattiverie, la maldicenza, spesso prendono una strada subdola, silenziosa che non permette una simile reazione e fa molto più male e porta le persone più sensibili a rinnegare la propria natura per assecondare modelli sociali stereotipati ma che li fanno poi più facilmente accettare dal branco.

MarcoStraf
18-08-10, 18: 40
... Talmente e' forte questo peso che anche i governi di sinistra non hanno avuto il coraggio di affrontare questi problemi spinosi demandando ai posteri. ...
Sono in accordo con tutto quello che dici, ma ricorda: trenta-quaranta anni fa riuscimmo a passare referendum sul divorzio e sull'aborto, nonostante la massiccia campagna contraria fatta dalla Chiesa. Vuole dire che se siamo disposti a rimboccarci le maniche, qualcosa si muove. Credi che sia stato facile negli altri paesi? Che in Italia sia ancora piu' difficile non ci piove: in Italia, a parte la corruzione, tutto e' piu' difficile.

danystreet
18-08-10, 18: 45
allora, penso che per un bimbo sia già abbastanza traumatico capire che i veri genitori non siano quelli che tanto gli vogliono bene e gli accudiscono quando notano magari differenza nel colore della pelle...se poi gli aggiungi il cercare di conprendre che fra la miriade di famiglie che gli stanno attorno...la quasi totalita è etero, per poi ritovarsi in una situazione diciamo "insolita" (e non vuole essere discriminazione) non so se logicamente, ma immedesimandomi nei loro panni, credo che qualcosa di un pochettino insofferenziale possa nascere...sarò carogna...ma...se propio non ci sono famiglie etero disponibili per adozioni...preferirei che venissero affidati a donne singles nemmeno coppie di lesbiche, perche credo(non lo affermo con certezza) che nella testa di un bambino sia piu facile accettare il fatto di avere la sola madre piuttosto che il solo padre o due padri e due madri!
poi se propio le avversita del caso(cosa che reputo dificile riscontrare) dicono che non vi è un'ambiente familiare consono a quello che la NATURA comanda e non le morali UMANE allora piuttosto che vedreli soffire magari nelle bidonville...:bai:bai:bai

edit: ok cara janet...qundi...a sti poveri ragazzi tenerucci cosa bisogna dirgli, per renderli forti e consapevoli del loro essere, se pur scomodo agli occhi del branco...di trovarsi un'isoletta felice dove stare? o di lottare per quello che gli piace?
tu forse meglio di me, a giudicare dal tuo modo di fare, che tanto mi dà, della laureata in psicologia
sai dirmi allora mettendola sul "naturale"(visto che mi parli di branchi:tong2) cosa fa un lupetto se non ben accetto? scappa o lotta? posso capire l'indone diciamo femminile ma fuori le unghie allora come farebbe una vera donna!!!
se i muscoli non sono il loro pane... é!!!:bai:bai:bai

Rodolfo Tatana
18-08-10, 18: 58
preferirei che venissero affidati a donne singles nemmeno coppie di lesbiche, perche credo(non lo affermo con certezza) che nella testa di un bambino sia piu facile accettare il fatto di avere la sola madre piuttosto che il solo padre o due padri e due madri!

ho capito come la pensi, e se a chiedere l'affidamento fosse una donna? lesbica magari (non lo dice, non sia mai fattore discriminante)


credo che qualcosa di un pochettino insofferenziale possa nascere..che nella testa di un bambino sia piu facile accettare il fatto di avere la sola madre piuttosto che il solo padre o due padri e due madri!

guarda nella testa del bambino è inaccettabile che i genitori non l'abbiano riconosciuto, che l'abbiano abbandonato, che sia stato levato ai genitori perchè magari delinquenti o drogati, e penso non sia molto difficile invece accettare le cure e l'amore di persone che si assumono la responsabilita' di darti una casa, qualunque sia l'orientamento sessuale

danystreet
18-08-10, 19: 06
a bè ciao... se mi cominci a parlare di cosa la gente dice o non dice di vero, te la dò vinta rod!!!:bgg2 ovvio disonesti ce ne sono a miriadi a sto mondo come potrebbero nascondere una omosessualità potrebbero nasondere non so cos'altro (chiunque non solo omosessuali) :bai:bai:bai

MarcoStraf
18-08-10, 19: 28
... Sarebbe interessante Marco analizzare queste statistiche, non è che hai qualche dato/fonte più precisa ? ...

Accipicchia quanto scrivete :) Mi ero perso questa domanda.

Ale, le ricerche che conosco sono quelle effettuate negli Stati Uniti, dove adozione e affidamento sono legali nella maggior parte degli stati da ormai una trentina di anni.
Di documentazione ce ne e' a bizzeffe, direi che possiamo partire dai risultati dei censimenti (questo e' l'ultimo disponibile)
http://www.urban.org/UploadedPDF/411437_Adoption_Foster_Care.pdf
che mostra come la percentuale di adozione da parte di famiglie GLB (gay, lesbian, and bisexual) e' quasi pari alla percentuale delle famiglie GLB stesse, ossia quelle famiglie adottano come tutte le altre. Al tempo del censimento, i bambini adottati erano 65mila, quelli in affidamento 14mila
A riguardo della tua domanda, il rapporto cita le ricerche fatte sul benessere dei bambini, ovvio che a causa del tipo di indagine e del basso numero di adozioni una statistica sia difficile farla, ma la conclusione e' che i risultati di tutte le statistiche sono conformi: non c'e' nessuna conseguenza negativa per i bambini
However, findings across these studies are remarkably consistent in showing no negative consequences for children of GLB parents with regard to standard child well-being measures.

E' un rapporto molto lungo, che parla anche dell'impatto negativo da parte di vista finanziario che si avrebbe se le famiglie GLB non potessero adottare. Alla fine c'e' anche una lista di link con altre referenze.

Un sacco di informazioni qui:
http://www.childwelfare.gov/survey/disclaimerAskme.cfm (digitare "gay adoption" nella casella d ricerca)
http://www.glad.org/uploads/docs/cases/2009-11-17-doma-aff-lamb.pdf
http://www.apa.org/pi/lgbt/resources/parenting-full.pdf
http://www.apa.org/pi/lgbt/resources/parenting.aspx

Armandillo
18-08-10, 19: 59
Sono in accordo con tutto quello che dici, ma ricorda: trenta-quaranta anni fa riuscimmo a passare referendum sul divorzio e sull'aborto, nonostante la massiccia campagna contraria fatta dalla Chiesa.

Lo ricordo eccome ma.....ehmmmm....forse non passo' anche perche' era molto comodo a qualcuno ?
Detto questo non voglio aprire altri discorsi perche' il tema potrebbe ingigantirsi e non finire piu' anche se anch'io ho contribuito ad allargarlo e me ne scuso !

Comunque, come detto in precedenza e ancor piu' leggendo dei post mi rendo conto come sia possibile avere idee confuse, quindi discuterne senza eccedere fa bene ad ognuno.

:bai

janet
18-08-10, 20: 50
edit: ok cara janet...qundi...a sti poveri ragazzi tenerucci cosa bisogna dirgli, per renderli forti e consapevoli del loro essere, se pur scomodo agli occhi del branco...di trovarsi un'isoletta felice dove stare? o di lottare per quello che gli piace?
tu forse meglio di me, a giudicare dal tuo modo di fare, che tanto mi dà, della laureata in psicologia

No, caro Dany, anzi ho un carattere tipo il tuo e tendenzialmente farei una strage perchè odio l'ipocrisia, come vedi mi trovo meglio in forum a tendenza maschile sia perchè mi piacciono le notizie tecnologiche sia perchè trovo spesso le donne on line, molto ipocrite.

Il messaggio giusto è il tuo il ragazzo che accorge di essere omosessuale deve lottare per essere quello che è, non accettare compromessi, non esistono isole felici ma la realtà dove si vive deve essere di tutti e bisogna lottare per conquistarla.

MarcoStraf
18-08-10, 21: 14
... , a giudicare dal tuo modo di fare, che tanto mi dà, della laureata in psicologia ...
Non vorrei andare troppo OT, ma mi pare dany che tu nutri un forte riservo nella psicologia.
Dimmi la verita', sei mai andato da uno psicologo, o parli come fa la maggior parte degli italiani solo per sentito dire? Da quello che sento (mia moglie e' psicologa americana, e nella sua professione ha contatti con psicologi italiani) sembra che in Italia ci sia ancora il concetto (di Mussoliniana memoria) che lo psicologo servi solo a curare i "matti"

Rodolfo Tatana
18-08-10, 21: 30
se mi cominci a parlare di cosa la gente dice o non dice di vero, te la dò vinta rod!!! ovvio disonesti ce ne sono a miriadi a sto mondo come potrebbero nascondere una omosessualità potrebbero nasondere non so cos'altro (chiunque non solo omosessuali)

dany inizia a guardare in faccia la realta', la varieta' che c'è nelle stesse famiglie eterosessuali che invece molti immaginano omologate a un concetto che nella realta' non esiste, e solo perchè etero, guarda la realta', esistono decine di migliaia, solo in italia, di bambini orfani o tolti ai genitori dai servizi sociali, non lo dico per vincere il dibattito, non me la devi dare vinta, dobbiamo soltanto guardare la realta'. non si possono trovare soluzioni generali su problemi individuali

comunque per me non è disonesta' "nascondere" il proprio orientamento sessuale, di quello che la gente fa a letto mi importa davvero poco, affari privati, in italia per quanto ne so l'adozione da parte di single è vietata, una cosa assurda secondo me, se venisse invece permessa non discriminerei certo tra omo o etero

danystreet
18-08-10, 22: 49
ma lascia stare i servizzi sociali rod che se ci penso guarda...il più delle volte, non fan altro che abbindolare i poveretti che ci finiscono di mezzo, imbottendoli di antidepresivi che altro non fanno che spappolargli il fegato e la mente...solo perche le multinazionali dei farmaci devono fare i loro sporchi fatturati a fine mese e si parla di non so quanti milioni di vittime di sta storia al mondo...che in milioni di eruo...poi mi vengono a fare la morale su come vivere, su chi amare e su come stare al mondo...mentre stropiano la faccia e gli organi della povera gente con quella schifezza di tranquillanti, antidepressivi, antipsicotici e quantaltro, mettendoli più che sulla buona strada, in una situazione di disagio spaventosa, affermando di curarli quando altro non fanno che avvelenarli...visto che qulla roba è pure più pesante di certe droghe considerate illegali, se non per il solo lucro come dicevi tu nell'altra discussione, anche per sperimentare nonsocche...
lascimo stare sto argomento che davvero sbotto, ecco qualè la realtà i meschini guadagni di multinazionali che altro non fanno che schiavizzare la povera gente
e poi ci si preoccupa di due poveretti che non si possono sbaciucchiare davanti alla gente altro che moralismi quelli sono più bestie di quanto posso esserlo io sotto certi aspetti :bai:bai:bai

Eres
19-08-10, 09: 13
altrettanto è un problema grosso la generalizzazione.
In questo caso la generalizzazione va benissimo :eye




beh, il problema in questi casi è sempre l'Uomo...

( ma com'è che si finisce sempre per parlare della Chiesa? )
Perchè sono quelli della chiesa che predicano bene e razzolano male, poi ci saranno molti altri casi del genere anche singoli, ma qui parlavamo di questo :bai

Lo Zio T
19-08-10, 15: 57
Partiamo da questo punto:


Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Le parole chiavi sono libertà ed uguaglianza.

- La libertà di esprimere un proprio pensiero, che può essere il colore preferito come l'orientamento sessuale. Libertà di vivere, di essere uomini (inteso come esseri umani). Nel nostro Paese esiste questo genere di libertà? No, perchè siamo un Paese sostanzialmente di omofobi e razzisti ai tempi non è ancora stato recepito o semplicemente non è condiviso.. Pensiamo che una buona fetta dell'Italia vota il partito x, che ha come cardini del suo pensiero proprio il razzismo verso etnie religiose diverse ed addirittura anche insofferenza verso persone che vivono nel medesimo Stato. Vabbè lasciamo perdere questo punto, altrimenti si va OT. Cmq chi vuol capire, capisca. :eye

- Dalla libertà nasce l'uguaglianza. Solo chi accetta persone che pensano e ragionano diversamente, solo chi è aperto al dialogo allora comprende il significato di uguaglianza. Uguaglianza significa libertà di pensare diversamente dagli altri ed essere rispettato. Ma evidentemente questi concetti apparentemente cosi banali oserei dire, perchè dovrebbero essere assorbiti automaticamente fin dai primi giorni, mesi di vita. Evidentemente non siamo ancora pronti per capire quello che scrisse Voltaire (http://www.pensieriparole.it/aforismi/verita-e-menzogna/frase-4737) ai suoi tempi.

Se uno non è d'accordo con queste definizioni di libertà ed uguaglianza che sono scritte a chiare lettere nella nostra Costituzione, allora non potrà mai accettare gli omosessuali e via dicendo.

Tutti hanno il diritto di esprimere il proprio punto di vista, tutti hanno diritto di poter camminare per strada senza paura, tutti hanno il diritto di vivere.

Tuttavia, in pratica, niente di tutto questo è tollerato e purtroppo è la maggioranza delle persone che pensa in quella maniera.

In futuro magari anche noi potremo vedere scritto sulle nostre monete "Liberté, Égalité, Fraternité", ma quel giorno, almeno qui in Italia, è ancora molto lontano.

:bai

danystreet
19-08-10, 17: 59
sè, come no zio....qui in italia al limite puoi dire libertè, legalitè, e aspetta che te frec, altro che fraternità:bgg2...


si parla tanto dei diritti di ugulianza e poi ci si vergogna di dire apertamente cosa si è fatto a letto...abbattiamo prima stupide concezzioni come questa. come puo accadere in nazzioni dove la prostiutizione è legale, e poi magari, puoi fare un ragionamento di ugualianza con pari diritti sessuali della gente!
quando ancora oggi se vedi in giro per le strade un, sengalese, un marocchino, o un albanese lo si quarda come per dirgli "bastardo vai a rubare il lavoro da qualche altra parte"...
togli prima sti preconcetti stupidi, e poi magari si può pensare a fraternanza priva da pregiudizzi sessuali!!!
anzi guarda sarei il primo...ad appoggiarli...con i sexy nei supermercati, e la fila di depravati ad assaporarsi dolci momenti in casa fra una fantasia ed un gadget appena acquistati, chissa con chi in casa legati:bgg2
perche francamente il girare per le corsie dei supermercati con le signore che si passano il dito medio sulle labbra nella corsia dei salumi, fra coppe salami e affettati vari, con il solo pensire che gli passa per la mente di " cosa gli preparo di buono sta sera per conquistarlo "! o il presentarsi alla cassa con due paia di mutande e una confezzione di pappa rale, per sentirsi susurarre dalla cassiera sottovoce mi piaciono i pi....ò: ha rottobgg2

ora fuori dagli scherzi, ma fin quando ce sta er magna magna di statio e chiesa...che fratellanza vuoi avere? è gia tanto se ti danno il diritto di respsirare quasi!!!:bai:bai:bai:bai

Rodolfo Tatana
19-08-10, 18: 40
togli prima sti preconcetti stupidi

si deve lavorare per eliminarli, bisogna educare la gente a vedere anche quello che non vogliono vedere e accettarlo, buttare via il bigottismo e orizzonti mentali stile medioevo, queste cose non spariscono da sole, se aspetti che siano le persone a cambiare ci vorra' un secolo in italia porima che i gay siano considerate persone normali come gli etero, bisogna fare qualcosa, spiegare a certa gente che un bacio tra due gay in spiaggia non rovina la salute ai bambini, spiegare che una coppia di gay ha diritto ad avere una sorta di riconoscimento legale della loro convivenza se decidono di vivere insieme per anni, si sposano, ovvio non in chiesa, diritti e doveri di una coppia gay come li ha una etero, e che magari gli puoi anche affidare un orfano o un bambino levato ai genitori naturali che tanto crescera' bene ugualmente e se per caso verra' preso in giro non è colpa dell'adozione ma dell'ignoranza della gente che pero' a forza di vedere inizierebbe a sparire.

ora questo lavoro lo fanno solo le associazioni gay, la chiesa li eliminerebbe, lo stato non se ne cura minimamente se non quando ci sono da raccogliere voti e l'argomento è nel cassetto da almeno 3 anni ormai, è ora che anche un governo se ne preoccupi perchè come legislazione siamo al livello dell'albania e dietro tutti i principali stati europei, per non parlare degli stati uniti dove marco ci racconta che il problema è stato affrontato gia da 30 anni

refennu
19-08-10, 20: 02
si deve lavorare ...

Quoto il tuo post al 100%
:bai

danystreet
19-08-10, 20: 07
ummm ok però...


spiegare a certa gente che un bacio tra due gay in spiaggia non rovina la salute ai bambini

ma se in spiagia corri pure il rischio di venire amnmanettato a momenti, perche vuoi o non vuoi magari guardando una donna ti ecciti e il costume strabocca..con a fianco dei bambini, finendo nientemeno che quasi crocifisso dall'opinione della gente per una sana e naturale attrazione eterosessuale , che forse darebbe pure (una sana svlegiata ai bambini, che al giorno d'oggi crescono, con il concetto che se non hai il telefono sei un primitivo)...non faccimo allora che solo da quel punto di vista ci sono dei pregiudizi...perche ce ne sono anche per molti altri aspetti !
edit: comunque, io non avrei nessun tipo di problema nell'accetare, l'adozione da parte di coppie o singles omosessuali se ciò dovesse andare in porto con il volere del popolo.oltre a dargli la possibilita di sposarsi, amarsi o semplicemente godersi l'omosseusalità e non vergongarsi di ciò che a differenza del mio scetticismo sulle adozioni ritengo un passo etico... poi però mi vien da chiedermi se fra 50 anni il essere omosessuali a sto mondo diventa la maggioranza del costume sociale, i figli come li facciamo solo in provetta? :bai:bai:bai

MarcoStraf
19-08-10, 20: 32
...non faccimo allora che solo da quel punto di vista ci sono dei pregiudizi...perche ce ne sono anche per molti altri aspetti ! ...
Certamente, al mondo esistono "tantissimi" pregiudizi, ma non per questo bisogna starsene con le mani in mano a non fare niente. L'evoluzione di una societa' e complessa, e non occorre distrarsi.

I problemi sono enormi: corruzione, delinquenza, droga, maschilismo, sciovinisvo, maleducazione, pedofilia, ecologia, inquinamento, energia, se ci mettiamo a elencarli non finiamo piu'. Il problema dell'accettare gli omosessuali per quello che sono e' solo uno dei tanti. In questa discussione parliamo di questo specifico problema, in altre discussioni possiamo parlare di altro. Non possiamo dire "non parlaimo di questo perche' c'e' invece quello".
Spero di essermi spiegato, a volte sono troppo convoluto.

danystreet
19-08-10, 20: 46
marco mi devi perdonare, ma mi risulta difficile debellare il mio modo di esprimermi limitandolo ad un solo aspetto...

tu mi dici che l'evoluzione della società è complessa...però non tieni conto dela mia ultima affermazione" i figli se le coppie omosessuali diventano superiori a quelle etero come li facciamo solo in provetta?"

affermando poi che in natura per procreare vi è bisogno solo di un seme maschile e uno femminile!
ora , scusa la mia volgarita come ne chiedo scusa a tutti voi sperando mi possiate perdonare, ma per me la natura dice che per fare un figlio ci vuole un cazzo un figa voglia di fottere e di schizzare fino alle ovaie!!!! non di una provetta...quella l'ha inventata l'uomo non la natura

il prossimo passo dell'evoluzione cosé vivere senza ossigeno e farsi le passeggiate nello spazio senza tuta?
scusami marco ma propio non me la sento di accettare che l'intelletto umano vadi oltre quello che la natura ci ha imposto!!!:sisi:bai:bai:bai

Rodolfo Tatana
19-08-10, 21: 02
dany ma di cosa stiamo parlando?? ggay, coppie gay, omofobia e adozioni, non stiamo parlando di riproduzione, i bambini continueranno a farli le coppie etere e le donne single tramite i vari strumenti, tu di cosa stai parlando? e poi cosa significa "i figli se le coppie omosessuali diventano superiori a quelle etero come li facciamo solo in provetta?" :shock

danystreet
19-08-10, 21: 10
ecco appunto quello è il mio timore rodolfo...niente di male ad essere gay...ma quello che mi dice la mia testa malatuccia è: se un bimbo viene affidato a coppie omosessuali presubilmente avra quella indone pure lui, appena gli sara consentito sviluppare gli istinti sessuali(niente di male ad esserelo) ma fai uno, fai due, fai tre... diventano milioni forse miliaridi e magari quel problema te lo poni o no?
non è che dobbiamo guradare solo alla piccola minoranza che purtoppo ora è oppressa, guarda in vasta scala
a prescindere dal fatto che gli strumenti che gia ci sono per andare contro natura non li digerisco:bai:bai:bai

Rodolfo Tatana
19-08-10, 21: 18
caro dany è inutile che scrivi "niente di male a essere gay ma..", ogni discorso discriminatorio inizia piu o meno cosi', il tuo pensiero è emerso, consideri i gay diversi dagli altri, e poi c'è anche il rischio che si propaghino, come un virus magari :ghgh, PAURA!! stai discriminando


se un bimbo viene affidato a coppie omosessuali presubilmente avra quella indone pure lui

no questo lo stai presumendo tu, perchè non mi pare che ove esista l'adozione da parte di gay i casi di omosessualita' siano aumentati in maniera esponenziale, non è vero, e se anche fosse il problema sarebbe soltanto per chi pensa siano persone diverse, peggiori, meno naturali di chi è etero...

MarcoStraf
19-08-10, 21: 33
i figli se le coppie omosessuali diventano superiori a quelle etero come li facciamo solo in provetta?"
Non c'e' nessun pericolo: l'omosessualita' e' una predisposizione che non sara' mai la maggioranza, la percentuale di persone omosessuali e' stimata al massimo attorno al 1 (uno) percento della popolazione. Dany stai tranquillo, non andra' mai oltre quello: e' la legge di natura.


... se un bimbo viene affidato a coppie omosessuali presubilmente avra quella indone pure lui ...
Questo e' un altro preconcetto che non ha nessuna base.
Prima di tutto, gli omosessuali sono sempre esistiti nonostante le famiglie fossero solamente eterosessuali. Secondo, come ho piu' volte detto (fornendo anche i riferimenti) le statistiche hanno mostrato che l'adozione da parte di famiglie GLB non ha nessun effetto negativo sul bambino, e non solo: la percentuale di persone omosessuali cresciuta da famiglie GLB e' la stessa di quelle cresciute da famiglie eterosessuali.

danystreet
19-08-10, 22: 02
rodolfo io non discrimino nessuno!!!sia chiaro!::::son tornato non da molto da una parata dove, se va bene il 70 % è etero e il restante omosseuale..ci ho ballato insime se non addirittura abbracciati presi dall'euforia di quella splendida festa...non mi frega niete con chi lo si fa e come NON MI Dà FASTIDIO chi è omosseuale come dici tu....
e ti dirò dovessi incappare in quella coppietta con i due vecchietti che li discriminavano, prendo il cortese signore e consorte e gli dico di andare a rompere i coglioni da qualche altra parte e lasciare in pace chi si ama in giro per il modo!!!visto che mi sento un hippy:bgg2
e nun fa el furbo tagliandomi le diciture:bgg2 rileggiti per benino il post di prima e vedi se riesci a compredere il concetto che volevo esprimere che non è discriminizione ma paura di qualcosa, che a mio modo di vedere può portare contro natura
marco forse ha compreso meglio quello che volevo dire, riportandomi le statistiche
non concordo però quando mi imputi il fatto che i bambini corrano dei rischi!!!
io non ho detto quello...per me essere gay non è niete di malevolo..come non lo sarebbe diventarlo cresciuti in una famiglia omosessuale
nessun rischio per il bambino intendiamoci....
lo sarebbe...se davvero prendesse una larga scala...visto che son dell'opinione di dover fare i figli nel modo consono e non con provette e alchimismi simili:bgg2
reputando che sia piu facile, se pur contro le statische che mi riporti marco,
che crescendo in una famiglia eterosessuale lo si diventi a sua volta (aridaglie niente di male o discriminismo guai a te rod!!!)
ma ho come la paura che questa tematica possa essere il trampolino di lancio per...
e qui mi congedo, perche il mio modo di esprimermi non mi consente di stare dietro alla discussione senza arrrecarvi disturbo, con un po di ironia click (http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=12881):lol:
io propio non me ce li vedo con un pargolo in braccio scusatemi:bgg2ma preferico vederli a braccio delle loro mamme!!!
sarà perche le donne col pancione mi....:bgg2:bai:bai:bai

Lo Zio T
19-08-10, 22: 25
visto che son dell'opinione di dover fare i figli nel modo consono e non con provette e alchimismi simili:bgg2
reputando che sia piu facile, se pur contro le statische che mi riporti marco, che crescendo in una famiglia eterosessuale lo si diventi a sua volta

Questo dipende esclusivamente dalla libertà che i genitori lasciano ai figli nella loro scelta dell'orientamento sessuale.
Tuttavia, la questione si pone in entrambi i casi, cioè sia che i genitori sono omosessuali che eterosessuali.
Le persone che vogliono imporre la loro idea, che vogliono decudere della vita dei propri figli ci sono e possono essere di entrambi gli orientamenti.
Tu dici che è più facile che un giglio nato da una coppia omosessuale, tenderà anch'esso ad esserlo. Ma anche un figlio nato da una copia eterosessuale tenderà a mantenere quel dato orientamento, sempre seguendo il tuo ragionamento, sia beneinteso. Quindi, arrivati a questo punto, non vedo quale sarebbe il problema.

:bai

MarcoStraf
19-08-10, 22: 33
... ma ho come la paura che questa tematica possa essere il trampolino di lancio per...
Questo e' uno degli argomenti preferiti di chi e' contrario agli omosessuali: oggi loro e domani cosa? Matrimonio tra uomini e mucche? Cinque uomini e sette donne? O peggio...
Anche questa e' una paura infondata. Il matrimonio deve essere l'unione tra due persone, adulte e consenzienti. Quindi lasciamo da parte gatti e cani... :) E la storia ormai ha dimostrato che la poligamia, che aveva ragione di esistere migliaia di anni fa, quando la mortalita' maschile era otto volte quella femminile, ormai non funziona piu' (ci provarono gli hippies con le "comuni", negli anni '60, e fallirono pure loro)


e qui mi congedo, perche il mio modo di esprimermi non mi consente di stare dietro alla discussione senza arrrecarvi disturbo, con un po di ironia click (http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=12881):lol:
io propio non me ce li vedo con un pargolo in braccio scusatemi ...
Perche' mai di devi congedare? Ti stai esprimendo benissimo, e' un piacere parlare con persone come te che rispondono "a tono" senza scaldarsi! :)
Non posso accedere al link (problema di connessione al server) ma posso immaginare cosa sia.
Vedi Dany, le persone omosessuali sono persone come altre. E a loro come noi piace divertirsi. Forse anche noi non ci mettiamo il costume a volte? Io conosco moltissime "famiglie" GLB, e ti assicuro che nella vita normale sono persone "normalissime", si vestono, mangiano, dormono, lavorano come tutte le altre. Anzi, direi a volte molto meglio di altre... quando devo comprare vestiti senza mia moglie vado sempre con i miei amici gay, che conoscono benissimo i negozi dove compare ottimi vestiti a buon prezzo, hanno buon gusto e danno consigli eccellenti... Purtroppo quello che mostrano i media e' sempre lo stesso: omosessuali con costumi di pelle e lustrini colorati, facendoci credere che sia quello il loro modo di vivere. Nulla di piu' sbagliato.

danystreet
20-08-10, 08: 33
ok rinvio il congedo xd, ancora marco... ci tengo a sottolinearlo...son tornanto non da molto da una parata dove se va bene il 70 % è eterosessuale e il restante gay...ci ho ballato se non arriritturali ho abbracciati amichevolmente non intimamente perche orami penso sia chiaro che mi piace la f...che sia bianca, nera, gialla, tenera, tirata, rasata, bagnata,stratta, larga, lunga, corta, mini, giovane, matura, o addirittura, gravida a testimonianza del fatto che non me ne frega niente dei gusti sessuali della gente dove in un delirio simile:

xzBB-6WSvPY

quello che conta è divertirsi, con chiunque ci sia intorno,a prescindere dell'ataà o dal sesso, ballando, ridendo, scherzando e dimostrando, la propia indone senza nessun tipo di timore, nessun tipo di discriminazione, con gente che gira pure in mutande...
lo ripeto sottolineandolo a me non interssa, l'indone sessuale della gente
ma permettimi di dirlo, prima! che levassero certe assurde regole di torno che dicono che l'amore non si può fare con un minore...perche ancora non del tutto sviluppato quando è la natura che dice appena sono pronti e non la morale umana...
e poi mi stanno bene tutti i dirtitti a favore degli omosessuali di sto mondo che vuoi!
no che se guardo una bella ragazina, vieni considerato il mostro di firenze!
o se una donna si spalma la crema sulle zinne davanti a due ragazzini si becca una denuncia!
e che mi venissero a dire in faccia " brutto maiale" per questo, che gli rispondo guarda che ne vado fiero! sta discriminazione ssualle non conta?

il link è quello di un noto film di schwarzenegger dove rimane col pancione:bgg2
e ti ripeto non li ritengo un virus come dice rodolfo o dei malati anzi...tuttaltro beati loro se si amano il più possibile, che nella vita per me le due sole cose veramente belle, sono quella e una bella magnata:bgg2
ma lo risottolineo io i pargoli a bracccio di un petto virtuoso non ce li vedo:bgg2 è un po come togliermi il sole dal celo xd:bgg2
per me devono stare a braccio delle loro MAMME.:bai:bai:bai

Rodolfo Tatana
20-08-10, 10: 45
e vedi se riesci a compredere il concetto che volevo esprimere che non è discriminizione ma paura di qualcosa, che a mio modo di vedere può portare contro natura

l'ho capito al 100% e infatti ti ho risposto in quel modo, tu mi dici che hai paura di qualcosa..beh non avrai magari paura del gay come single ma xenofobia significa proprio "paura del diverso"


come non lo sarebbe diventarlo cresciuti in una famiglia omosessuale
nessun rischio per il bambino intendiamoci....

intendiamoci, nessun rischio che la popolazione gay aumenti esponenzialmente se per caso approviamo le adozioni, nessuna correlazione, dany stai tranquillo, e non vedrai mai un petto peloso allattare un neonato perchè loro non faranno figli, non possono, magari ne cresceranno uno che la mamma non ce l'ha, l'umanita' sparira' per colpa di guerre inquinamento e disastri ambientali e non per un aumento incontrollato della popolazione omosessuale


reputando che sia piu facile, se pur contro le statische che mi riporti marco,
che crescendo in una famiglia eterosessuale lo si diventi a sua volta

e ti ripetiamo che non è vero, i gay sono persone di ogni ceto sociale e professione, provenienti dalle famiglie piu svariate, addirittura preti


che crescendo in una famiglia eterosessuale lo si diventi a sua volta

e non è vero neanche questo altrimenti spiegami come mai esiste un 1% di gay, esiste una buona percentuale di bisessuali, esiste chi va a trans, chi a vecchiette, e poi quei malati di pedofili, i gusti sessuali sono infiniti e difficilmente appare una relazione con l'educazione ricevuta

danystreet
20-08-10, 11: 53
io non so più come dirtelo!!! eppure mi sembra di essere stato chiaro...se poi tu vuoi intendere qualcosa che io non penso liberlo di farlo però non ti ripspondo più dopo.
Non me ne frega niente dei gusti sessuali della gente e ritengo troppo facile imputare del malato ad una persona come hai fatto senza considerarne mille aspetti
si parla tanto di educazione sessuale e poi ci si spaventa di dire a un bambino come si fanno certe cose, nemmeno fosse l'accettazione del diavolo, come si vuol far credere
ma bensì la cosa più bella al modo che andrebbe inseganta il prima possibile come si fa per leggere e scirvere!!!
ma i tabù di questa società portano sempre più a imporre, "schiavizzando" la gente, che siano le assurde morali umane a prevarele su quelle naturali
senza proporre come... qualcosa di utile che tolga certi stupidi luoghi comuni...
bè magari proponedo un libro come Josefine Mutzenbacher link (http://it.wikipedia.org/wiki/Josefine_Mutzenbacher) al posto che pinocchio, nelle scuole la gente crescerebbe senza questi pregiudizzi, che tanto opprimono la nostra societa, vedendo poi i ragazzi crescere ad "aspaspetta che non ciò niente da fare, vado a bruciare un barbone per le strade"
quelli sono malati ma non di testa, tali e quali a sporchi ipocriti e razzasti uomini come potevano esserlo hitler e compagnia bella, per poi magari sentirmi dire che, quel razza di mostro che non era altro amava i bambini, dopo che li richiudeva gli faceva vedere atrocita quali tagliare i testicoli dei loro padri per farci del portatabacco dei suoi soldati,morire di fame e buttari dentro dei forni ancora vivi !!!!!
o chi si approfitta della povera gente, con il solo scopo di mgliorarsi l'esistenza portando a casa piu grana!!!!

te lo ripeto per l'ennesima ed ultima volta non me ne frega niete, dei gusti sessauli della gente o di chi è omosessuale, ti ho fatto anche un'espepio lampante di ciò...
ma rimango del mio parere, i pargoli mi piace vederli nelle bracia dielle loro MAMME.
poi scusa il termine ognuno si può "ficcare" chi cavolo gli stimola e gli piace...ma per me natura comanda di procreare fra maschio e femmina...ed il vedere un neonato, nelle braccia di coppie omosessuali mi suana innaturale....poi per carita, magari sono pure meglio l'oro delle coppie etero nel crescere ed educare i figli ma io rimango scettico!!!:bai:bai:bai

Rodolfo Tatana
20-08-10, 12: 18
i pargoli mi piace vederli nelle bracia dielle loro MAMME.

anche a me, ma nel caso non ne avessero una valuterei la possibilita' di affidarli a singoli o coppie, etero o omo, senza alcuna discriminazione


e ritengo troppo facile imputare del malato ad una persona come hai fatto senza considerarne mille aspetti

beh parlavo di pedofili, che siano malati mi sembra chiaro, e la loro malattia li porta a essere dei criminali


te lo ripeto per l'ennesima ed ultima volta non me ne frega niete, dei gusti sessauli della gente o di chi è omosessuale,

questo l'abbiamo capito, penso sia un punto superato, per il momento qui non è emerso alcun omofobo, stiamo parlando ora di adozioni non sviare l'argomento tornando indietro piuttosto prova a rispondere a quello che stiamo scrivendo perchè stai dribblando le nostre argomentazioni con sole supposizioni

danystreet
20-08-10, 12: 27
che faccio io dribblo? son mica cassano:bgg2
rodolfo...il mio pensiero oramai lo sai ed è inutile che continui a ripetermi, visto che altro non farei che ridirti le stesse cose. interpretalo come vuoi.
se ti vado a genio così bien, se no per me bien lo stesso visto che non lo cambio:bgg2
e di sicuro non sarà la mia opinione a cambiare ste cose al modo. ora scusami ma me son un po rotto de sta discussione per me è morta quì:bgg2:bai:bai:bai

Armandillo
20-08-10, 16: 31
ora scusami ma me son un po rotto de sta discussione per me è morta quì

Scusa, ma questa e' la classica risposta di quelle persone che hai condannato solo poco fa con le tue parole....e comunque mi senbra poco corretta con chi la discussione l'ha aperta !!! :oo2

MarcoStraf
20-08-10, 17: 31
ragazzi, non forziamo le cose.
dany ha espresso benissimo come la pensa, e il perche', e ha accettato la discussione, ma bisogna rispettare la sua idea, che tra l'altro non fa una piega. la questione dell'adozione e' spinosa e qui possiamo solo parlarne, non certo risolverla!

aspettiamo che qualcun altro esprima le sue idee. nel frattempo possiamo solo rallegrarsi che in questo forum ci sia una ampia apertura alla situazione dell'omosessualita'

danystreet
20-08-10, 17: 34
armad è una risposta fatta amichevolmente dopo non so quanti post a rodolfo uno con qui oramai è un anno che scrivo non 2 giorni in tutta spontanetà ...nella quale non vi è nessuna, come dici tu forma razziale celata. ho dato la mia opinione svariate volte sull'argomento, e mi si è continuamente frainteso, imputandomi dello xenofobo, ora lo ridico per l'ennesima volta. a me gli omosessuali non danno nessun fastidio come non ho nessun risentimento verso chi lo è, o pregiudizzio alcuno...però a sto punto vorrei anche non doverlo ripetere ennesimamente...liberi di intedere quello che volete da quello che scrivo ma il mio pesiero è quello sopra citato.
mica gli ho detto "ma che l'hai aperta a fare sta discussione" armadillo anzi vi ho partecipato anche voletieri, se da fastido che ad un certo punto esterni, il fatto che non voglia più parteciparvi posso anche cancellare!!! ma non mi pare di aver offeso nessuno come dici:bai:bai:bai

Armandillo
20-08-10, 20: 05
dany ha espresso benissimo come la pensa, e il perche', e ha accettato la discussione, ma bisogna rispettare la sua idea


D'accordo senz'altro...la mia era una critica alla forma e non al contenuto.
Come gia' ho espresso in precedenza, parlarne e discuterne anche da posizioni diverse fa solo il bene comune e di chi ci legge ed e' per quest'ultimi che mi sono espresso in quel modo.

Comunque se sono stato troppo duro me ne scuso con tutti ed in primis con Dany !!

:bai

Rodolfo Tatana
20-08-10, 20: 15
e mi si è continuamente frainteso

e no scusami sei tu che ti fai fraintendere, se parliamo di adozioni di bambini orfani e tu mi rispondi che i bambini preferisci vederli in braccia alla mamma certo che concordo, ma purtroppo la mamma non ce l'hanno! e ho anche capito che piuttosto che affidarlo a una coppia gay lo lasceresti in orfanotrofio, o non è cosi?
se parliamo di crescere un orfano e tu mi parli di riproduzione pene e vagina se permetti è tutto un altro argomento, non puoi mischiare tutto cio e quindi per me il tuo discorso, diversamente da come dice marco, fa piu che una piega

se non ti va piu di discutere beh mi spiace ma chi è coerente con le proprie idee fa di tutto per essere chiaro e le espone all'infinito come faro ' io su questa discussione

MarcoStraf
20-08-10, 20: 26
... e ho anche capito che piuttosto che affidarlo a una coppia gay lo lasceresti in orfanotrofio, o non è cosi? ...
Il discorso e' un po' piu' complesso.
Ci sono coppie che non possono avere figli che usano la fecondazione artificiale, e gia' ci sono coppie LGB che invece di adottare orfani preferiscono usare la stessa tecnica, affidandosi a cliniche che "offrono" ovuli e sperma da "donatori". La cosa diventa complicata: fino a che punto spingere la tecnologia? A me va bene adottare un orfano, e personamente anche che si preferisca usare la fecondazione artificiale, ma questo non va bene a tutti e ci sono molte discussioni a riguardo.

Ma restando nell'argomento adozioni/affidamento (altrimenti usciamo veramente dal tema) anche se io sono perfettamente in favore, posso capire benissimo che alcuni non siano del tutto comodi a questa idea, e li rispetto. Ovvio, mi piace discutere idee, ma non mi piace il volere imporre la mia.

danystreet
20-08-10, 20: 30
tranquillo armad non ce mica bisogno di scusarsi!!!:sisi
ummm..ok rod:bgg2
e giusto per chiarire che il mio come sempre era un modo di fare amichevole, per il quale spero non ti sia offeso con la mia solita ironia... mò ta faccio io na domanda:ghgh

se camminado per strada, dovessi ritovarti un bel "pongi patongi :bgg2" ben dotato alle spalle tutto preso, che te punta dove dico io che fai?:bgg2 aooo non mi verrai a dire che mò te viene la xenofobia:lol:
scherzi a parte...

su rodolfo vediamo di capirci...nulla in contrario contro gli omosessuali, tantè che to detto pure che ci ho ballato insieme, il mio modo di essere mi porta a credere che i pargoli debbano stare fra le braccia di una madre
non ritengo che sia giusto esclusivamente il mio modo di pensare, anzi come detto poi magari crescono pure meglio in ambito glb (tè come sempre grazie a voi un vocabolo nuovo lo imparo)... ma perdonami con i pochi vocaboli che conosco, non saprei propio più come riestarnare sto concetto:bgg2e mi fermo qui:bai:bai:bai

edit: ecco marco concordo con te!!! a me può come detto pure stare bene che vengano affidati delgi orfanelli a delle coppie omosessuali, senza ombra di dubbio avrebbero più di quanto la vitaccia gli offrirebbe in orfanatrofio
ma se si comincia a dire usiamo l'inseminazione artificiale perche lo voglio cosi o cosà allora propio e lo sottolineo non mi va giù e questo a mio modo forse stolto di vedere le cose non mi va giù nemmeno per le coppie etero:bai:bai:bai

Lo Zio T
20-08-10, 21: 22
il mio modo di essere mi porta a credere che i pargoli debbano stare fra le braccia di una madre

Uhm. Come madre intendi ovviamente un'individuo di sesso femminile. Tuttavia, eccezion fatta per alcune particolarità, come l'allattamento al seno, si può dire che un'uomo può ricoprire le mansioni di una donna: cioè cambiare i pannolini, cantare la ninna nanna, ecc. ecc. sono compiti che di solito vengono coperte dalla madre, ma non per questo un'uomo non è in grado di svolgerli al meglio, come, viceversa, qualsiasi genere di lavoro o sport che prevede caratteristiche prettamente "maschili" può essere coperto anche da un'individuo femminile. Quindi, più che il fatto che i paroli debbano stare fra le braccia di una madre, direi che il tuo modo di pensare ti porta a credere che i bambini debbano stare fra le braccia di una donna.


ma se si comincia a dire usiamo l'inseminazione artificiale perche lo voglio cosi o cosà allora propio e lo sottolineo non mi va giù e questo a mio modo forse stolto di vedere le cose non mi va giù nemmeno per le coppie etero

Beh chiaro che l'inseminazione artificiale è un mezzo per avere un bambino, o meglio, per concretizzare il desiderio di avere un figlio. Questa è IMHO una condizione indispensabile, perchè accudire un bambino costa fatica e sudore, ma che vengono ripagate dall'amore verso la creatura. Se si sfrutta l'inseminazione solo per sfogare un "capriccio" o anche solo una "fissa", come può essere l'avere un bambino coi capelli biondi, allora non ci siamo, perchè abusiamo del mezzo ed onestamente a persone del genere non darei un bambino. Purtroppo non si può imporre a persone del genere si non avere un figlio lo stesso.

:bai

MarcoStraf
20-08-10, 21: 35
... se camminado per strada, dovessi ritovarti un bel "pongi patongi :bgg2" ben dotato alle spalle tutto preso, che te punta dove dico io che fai?:bgg2 aooo non mi verrai a dire che mò te viene la xenofobia
Attento dany: lo stesso discorso lo potrebbe fare una donna che sia stata violentata da un eterosessuale. Molte di loro sono cosi' traumatizzate che diventa poi avere un rapporto normale, e continuano ad avere il terrore degli uomini.
Omosessualita' e violenza sono cose ben distinte, non le confondiamo. Del resto, la maggior parte delle violenze su uomini da parte di uomini non sono prodotte da omosessuali (i quali sono interessati solo a starsene tra loro, come ormai avrai ben capito) ma da pervertiti sessuali, o da eterosessuali disperati (tipo nelle prigioni)

danystreet
20-08-10, 21: 41
volevo fare solo una battuta marco.
e tranquilllo che sul fatto delle violenze sessuali non hanno merito di esistere in nessun caso, pur sapendo che alcune volte vi è del falso in esse da parte di chi accusa:eye!!!

Armandillo
20-08-10, 23: 55
Letti i posts volevo sottoporvi una domanda per arricchire la discussione: perche' tendenzialmente si da' fiducia a single o coppie gay conosciute e /o famose magari stimandole e concedendo loro teoricamente gli stessi diritti degli etero e contemporaneamente si vorrebbe gli stessi diritti negati per tutti gli altri ?

Vi sono scrittori, stilisti, politici gay molto noti nei cui confronti la gente dimostra interesse e rispetto e, forse, vedrebbe di buon occhio matrimonio, adozione, pari diritti, ecc... quasi che il fatto stesso di esser agli onori dei media concedesse un "attestato di eguaglianza" mentre storcerebbero il naso per una "comune" coppia sconosciuta dimostrando quasi una "intolleranza nell'intolleranza" !

Che meccanismo scatta nella mente umana ?
E' solo ipocrisia ? o forse l'essere famosi diventa un surrogato di parita' che puo' concedere cio' che agli altri e' negato ?

Oppure, e questo e' peggio, si puo' anche fare di tutto purche' cio' non riguardi la sfera sessuale ?

Mi piacerebbe uno scambio d'opinioni su questi miei interrogativi !

deathwish
21-08-10, 00: 13
perche' tendenzialmente si da' fiducia a single o coppie gay conosciute e /o famose [...]

personalmente, non mi risulta che sia così... tanto più che in generale non ho la "fortuna" di conoscere persone famose più di quante ne conosca di non famose... per cui...



Che meccanismo scatta nella mente umana ?


forse, semplicemente, l'illusione di "conoscere" almeno un po' quella "persona famosa" per come si mostra pubblicamente... quantomeno, non risulta un completo estraneo di cui non si ha alcun (pre)giudizio.

MarcoStraf
21-08-10, 01: 25
.... perche' tendenzialmente si da' fiducia a single o coppie gay conosciute e /o famose magari stimandole e concedendo loro teoricamente gli stessi diritti degli etero ...
Beh, ma mi sembra chiaro: la fiducia non si da' agli sconosciuti, la fiducia occorre conquistarla.

Al momento la paura dell'omosessualita' ha vari motivi: l'omofobia (ossia la paura di essere se' stessi omosessuali, e quindi il diniego) e la xenofobia, ossia la paura del "diverso", dovuta principalmente alla ignoranza, intesa come "non conoscenza". Per l'omofobia c'e' ben poco da fare, il piu' delle volte l'omofobo e' un omosessuale represso che nella foga di negare la propria natura si scatena, anche violentemente, contro gli omosessuali, credendo in questa maniera di fare credere a tutti di non esserlo. La xenofobia si puo' superare con la sensibilizzazione della societa' (ecco perche' partecipo sempre in queste discussioni) Non e' un caso che le persone che abbiano fatto conoscenza con omosessuali, e imparandoli a capire che sono persone come noi, con gli stessi pregi e gli stessi difetti, anche se di "gusti" diversi, sono molto piu' aperti al riconoscimento dei loro diritti.

Kirk
21-08-10, 05: 10
Onestamente la popolazione gay non credo diventerà mai la maggioranza, l' uomo e' un animale, e in quanto tale, e' sottoposto alle leggi della natura, non entro in " affido si affido no da parte dei gay" per me se non sono fuori di testa lo posson fare benissimo nessuna discriminazione, come reputo indifferente o a volte esagerato che 2 facciano mostra del loro innamoramento davanti a 100 persone, siano essi dello stesso sesso o no, se si sposano oppure no, dipende dalle leggi dello stato in questione, ma qui bisognerebbe fare molti appunti..

Qualcuno ha parlato del Sudamerica, bene..

In Sudamerica, (con tutto il rispetto su certi paesi credo saperne più della media) è ufficialmente e più radicata che da noi la religione cattolica..
Bene, però consentitemi, questo non c' entra proprio niente!

Ufficialmente per esempio, nei paesi latino-americani, la chiesa conta eccome, quando si sposano lo fanno solo in chiesa, tutto quel che vuoi ma.. a nessuno gliene frega di meno se poi nella realtà della vita il comportamento della gente va contro proprio ai principi cattolici, è un paradosso, ma cosi è :sisi

Un esempio? pronti.. un suocero vuole che la figlia si sposi SOLO in chiesa, ma come in tutte la realtà del loro paese, lo stesso vecchio padre se la fa con delle 20enni alla faccia della vecchia moglie, con tutte le insolenze dei parenti, che solitamente là sono molti numerosi, ma loro stessi alla fine lo accettano, e' pur sempre il padre ..

Ci sarebbero troppi considerazioni da fare, ma inutile tirar fuori la religione in paesi dove non si sa come funziona, poi per me, gay e lesbiche che facciano quel che gli pare..del resto nei paesi occidentali nordici basta andar su un social network, e le donne sono bisessuali almeno al 60%, parlando di americane, inglesi , svedesi, tedesche ecc. ecc. ma anche altre , tipo latine, come spagnole o italiane, anche se loro hanno da un certo punto di vista " un senso di pudore maggiore in pubblico" ( nn in privato).

La natura poi, farà sempre il suo corso, non c'è rischio che chi ami il proprio sesso arrivi ad essere in maggioranza, proprio perchè contro natura.

L' unica cosa, è che in fatto di procreazione, o adozione, questo non serva solo egoisticamente alla coppia, visto che un uomo e una donna li possono avere anche naturalmente, magari anche senza volere, ma non 2 dello stesso sesso.

Son più d'accordo che 2 gay, visti da chi di dovere, adottino un bimbo che morirà di fame, piuttosto che uno nato in laboratorio, su questo non ho dubbi, la natura, almeno a volte deve fare il suo corso, e 2 dello stesso sesso, NON possono avere un figlio naturalmente, nessuna discriminazione ma non è nella natura, poi che si sposino e faccino quel che gli pare, non è il punto, tra di loro possono anche darsele ma non dev' essere che loro, che mai potrebbero procreare, abbino da dire o non curino dei figli, così come figli naturali vengono presi dai servizi se una coppia etero da i numeri.
Poi contano le leggi interne ma.. a proposito di leggi dello stato, beh i governanti li abbiamo votati noi, poco da aggiungere in proposito, ci siam capiti..

Non sono bacchettone di certo, sempre mi son ritenuto un libertino, perà a volte mi ha rotto sentire sempre le solite problematiche sui gay o non gay.. sembra essere tornati indietro di 50 anni quando le donne volevano gli stessi diritti (e ora ne hanno più degli uomini), ma siamo nel 2010 eh.. ormai hanno pià considerazione loro degli altri, ne avrei di da dire su cose che non vanno in Italia, altro che questo.. ma che pensino alle musulmane che sono praticamente come schiave..


Albania, Bulgaria, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Cipro, Estonia, Grecia, Italia, Lettonia, Lituania, Malta, Moldavia, Monaco, Montenegro, Polonia, Repubblica di Macedonia, Romania, Russia, San Marino, Serbia, Slovacchia, Ucraina, Vaticano, invece non hanno alcuna legislazione che regolamenti il discorso sule coppie omoOltre a qualche paese prevalentemente cattolico, lo sai no di che religione sono gli altri paesi?? Immagino di si.. testimonianza che non è certo la religione cattolica di per sè il problema, altre religioni, sempre cristiane, sono più chiuse..e parlo sempre di testimonianza diretta non per sentito dire.


:bai

janet
21-08-10, 11: 09
(e ora ne hanno più degli uomini), ma siamo nel 2010 eh.. ormai hanno pià considerazione loro degli altri,
A parte che mi sembra che come diritti civili siamo in parità e mi sembra anche pure giusto perchè se per un'azienda è più utile e più redditizia una donna perchè dovrebbe preferire un uomo, perchè dovrebbe preferire un uomo e questo è solo business.
Dal punto di vista sociale invece mi sembra che l'escalation di stupri e violenze famigliari dimostri che questi diritti non ci sono in realtà e ci scontriamo sul piano unicamente della forza fisica. Oltretutto anche on line basta andare sui siti BitTorrent e si vede che pubblicità si ha, oppure si va sul sito di Cnet dove, sapendo che chi legge notizie tecnologiche, è soprattutto un pubblico maschile, gli uomini che scrivono sono brutti, ma le giornaliste sembrano tutte pin up, strano no? in un posto dove dovrebbero essere importanti i contenuti e non l'aspetto fisico.

Questo per dimostrare che l'Italia, soprattutto, sta in dietro oltre che sui gay su molti altri punti donne in politica, come dirigenti ecc e spesso, con Refennu ci siamo trovati d'accordo su questo punto, molte volte fa più strada un gay di una donna, questo anche complice la tv, basta pensare agli ultimi spettacoli che hanno avuto molto successo su Italia uno.

Scusatemi tanto ma forse rompe sentire sempre le stesse problematiche a chi non subisce sempre e comunque sociale discriminazione

Rodolfo Tatana
21-08-10, 11: 27
molte volte fa più strada un gay di una donna, questo anche complice la tv

mah! in tv fanno strada quei 4-5 che parlano di cavolate e gossip, il primo che mi viene in mente è Signorini, perchè i temi che trattano vanno molto di moda per esempio bikini e storilelline estive tra vip, insomma i gay nel caso risultano utili per distribuire armi di distrazione di massa, per il resto c'è una poverta' di gay impressionante difficilmente ne sentirai qualcuno parlare di roba seria perchè la tv quelli li esclude e pensare che sono persone con una sensibilita' e intelligenza molte volte superiore alla mediocrita' che c'è in giro, sarebbe bello vederne qualcuno parlare anche di queste tematiche qui che stiamo trattando

anche le donne fanno carriera comunque l'importante è essere avvenenti e avere amici importanti, abbiamo esempi ecclatanti..e se gli chiedi come fanno a passare da miss italia a un ministero nel giro di 4 anni ti rispondono che sei un maschilista

dire che siamo indietro è poco, di piu

piu o meno condivido anche il discorso di kirk, a volte non è solo un discorso di religione, cristianesimo o islam che sia, ma noi siamo in italia, noi abbiamo ilvaticano al nostro interno, noi come nessun' altro, forse neanche la spagna, ha chiese preti e suore come noi, noi abbiamo politii cresciuti a braccetto con cardinali vescovi etc..gente che continua a condannare l'omosessualita', puo' perdonare e nascondere la pedofilia, e ce l'ha con i profilattici, quasi fossero questi i problemi del mondo, solo noi, e infatti tra le nazioni piu ricche siamo in piu ricchi anche di discriminazione e bigottismo, non ce l'ho con la religione in se, io sono di famiglia ultracattolica, ma certi discxorsi che fanno non li sopporto proprio

Kirk
21-08-10, 12: 32
Dal punto di vista sociale invece mi sembra che l'escalation di stupri e violenze famigliari L' escalation è nell' informazione dei media, non nel numero maggiore che effettivamente capitano questi fatti di cronaca.
Del resto i media debbono vendere giornali, fare ascolti, ecc. ecc. quei fatti son sempre successi, solo sono più citati a ogni telegiornale che si apra (forse per quello che non li guardo più) e comunque su tanti vari altri casi le donne hanno la parte del manico, almeno qui da noi, non cito tutti i casi o mi dilungherei troppo..
Il mercato del lavoro era ed è sempre stato marcio, conta piu' aver spinte in ogni caso, e conta molto il lecchinaggio, al di là delle effettive capacità.

Ci sono donne emerite ignoranti che hanno un posto, e anche importante, solo perchè, semplicemente, la danno a un capo, e altre intelligenti o che hanno studiato di più, per strada, perchè moralmente più corrette, questo è ormai nella norma.

E' da altre parti però che effettivamente non ne hanno per niente di diritti.


a volte non è solo un discorso di religioneTu forse intendi "la chiesa", la religione di per sè è una cosa, la chiesa effettivamente, con i suoi poteri, un' altra.. ancor oggi i sacerdoti hanno poteri al di fuori della chiesa che non dovrebbero avere, chi e' d'accordo con loro può ottenere cose inimmaginabili :ghgh

In caso contrario sei indicato come un miscredente o una persona da evitare, come anche normalmente capita ai gay (poi qualcuno di loro, qualche prete, ne fa di tutti i colori).

In altri paesi, come la Spagna, un sacerdote è un sacerdote e basta (salvo casi particolari), non un capetto vero e proprio nella vita sociale.

danystreet
21-08-10, 13: 05
Scusatemi tanto ma forse rompe sentire sempre le stesse problematiche a chi non subisce sempre e comunque sociale discriminazione

scusa janet ma in che senso? si lotta per i pari diritti degli omosessuali e poi ci si spaventa di dire che se non hai un laurea vieni considerato uno straccione?
forse quella è un pochino discriminzione più rilevante non credi?
a sto paese la strada la fà chi ha il fondello parato come dice rodolfo cè poco da fare
magari anche parlando di cavolate che tanto piaciono alla gente.
dove l'importante è farsi belli e moralisti in tv incuccando un sacco di fregnacce alla gente...e forse forse nascondere la vera indone che non è propiamente limpida e sana

diamine, come dice kirk ci sono categorie di persone che ancora vengono trattate come schiave, vedi le mussulmane costrette a girare con il velo in testa, non per religione ma per pura gelosia dei mariti e di ciò non frega niente a nessuno solo perche non consiederate effettiavamente di sto paese...non hanno nemmeno la liberta di mostrare il loro corpo! altro che discriminazione sessuale questa! pura repressione
poi mi parli di sturpi in famiglia, e la maggiorparte delle ragazze/ragazzi di oggi và in giro vestita come moana pozzi o corona:bgg2 tralasciando il fatto poi che magari gli piace pure!!!


e la xenofobia, ossia la paura del "diverso", dovuta principalmente alla ignoranza, intesa come "non conoscenza".

scuasami marco ma cosa vorresti dire con ciò, che chi non ha provato ad essere gay è necessariamente xenofobo? scusa è, ma che centra l'ignoranza con un simile preconcetto stupido, se a uno gli piace l'omosessualità bene, se non non trova atrazzione per essa bene ugale. non è che deve per forza avere paura di essa.


rod guarda io son cattolico, non praticante ma credente ed al girono d'oggi non mi stupisco del fatto che vi sia una certa ipocrisia in quel mondo...
ma forse le cose che davvero mi infastidiscono di esso, è vedere parlare di fame nel mondo con in mano un bastone d'oro che vale più dell'intero congo messo insieme...
e non mi stupisco però di ciò visto che l'intera classe politica non è differente da loro.
e altro non fanno che magiare a sbaffo vergognadosi poi di dove vanno a donne o uomini
vedi il bertolaso o marrazzo, insomma saranno fattacci l'oro se ci vanno, poi li massacrano come fossero delle canaglie, e si parla di diritti sessuali della gente.
piuttosto...
al posto di pensare a cotruire i preservativi scusa...che altro non fanno che limitare l'amore della gente, come direbbero i cari e buon vecchi nomadi "sulla pelle mia"
che mettessero in commercio i vaccini giusti per la gente che tutt'ora muore di aids
al posto di far soldi con le indutrie di preservativi!
che di sperimentanzioni arrivati al 2010 ne han già fatte troppe!!!
perdonate l'ot

e dirò semmai fa piacere sottilineare come armadillo in maniera decisamente più consona da quella con qui forse l'ho espressa io, ha sottolineato la questione che forse mi infastidisce davvero in questa discussione ovvero che, si ha la grana tutto e concesso altrimenti no.
dando più diritti che ad un'altro, magari permettendogli come dice l'adozione a discapito di qualsunatro.se non addiritttura la possibilita di "sceglierseli" altro che discriminazione sessuale...ma parliamo veramente della discriminzaione sociale che ci affligge:bai:bai:bai

refennu
21-08-10, 13: 19
... l'Italia, soprattutto, sta indietro oltre che sui gay su molti altri punti donne in politica, come dirigenti ecc e spesso, con Refennu ci siamo trovati d'accordo su questo punto ...
Come ha ricordato Janet, concordo sul fatto che (a parte la questione dei matrimoni e delle adozioni) le discriminazioni e le violenze di cui sono oggetto sia le donne che i gay derivano dal forte maschilismo nella societa' italiana (che, dall'altro lato, consente, a volte, piu' ad un gay che ad una donna di fare strada).

Concordo anche con Janet sul fatto che la situazione sia peggiorata negli ultimi dieci anni, cosa che, secondo me, e' legata ad un aumento dell'ignoranza diffusa (o della paura del futuro? Ma la paura e' legata all'ignoranza): e ad un corrispondente aumento dei casi di violenza.

Non credo che sia soltanto un fatto di maggiore attenzione mediatica. Per contro, questo puo' anche indicare un fatto positivo e cioe' che le persone aggredite o discriminate accettano di meno di rimanere in silenzio e denunciano con meno difficolta' cio' che hanno subito.


... Scusatemi tanto ma forse rompe sentire sempre le stesse problematiche a chi non subisce sempre e comunque sociale discriminazione ...
Anche su questo concordo con Janet. E credo sia legata al non volersi interessare ai "problemi degli altri", tendendo invece a concentrarsi sugli interessi del "proprio orticello", il che potrebbe essere una conseguenza del malessere sociale diffuso dovuto alle crisi economiche di questi ultimi anni (associato all'ignoranza). Questa non vuole essere una scusante, perche' una societa' in cui le persone guardano solo ai propri problemi non e' piu' una societa' ma una giungla imbarbarita.

:bai

PS: forse non tutti mi conoscete: sui matrimoni sono d'accordo e sono d'accordo sulle adozioni. La questione mi interessa in prima persona perche' sono gay.

MarcoStraf
21-08-10, 13: 56
... scuasami marco ma cosa vorresti dire con ciò, che chi non ha provato ad essere gay è necessariamente xenofobo? i
No, non volevo dire quello, scusami.
Volevo dire che buona parte di chi è contrario all'omosessualità non ha mai fatto la conoscenza di omosessuali, non ha mai parlato con loro, non ha mai discusso con loro, ma parla solo per sentito dire e l'unica cosa che sanno sono gli stupidi stereotipi negativi mostrati dai media.

janet
21-08-10, 14: 10
poi mi parli di sturpi in famiglia, e la maggiorparte delle ragazze/ragazzi di oggi và in giro vestita come moana pozzi o corona tralasciando il fatto poi che magari gli piace pure!!!
]
eh allora? può essere un motivo per giustificare un giudizio pubblico o uno stupro? La libertà come si suol vedere, assume aspetti diversi in base al sesso, all'attitudine sessuale e soprattutto alle conoscenze e all'importanza sociale, voglio andare a vivere in un isola deserta così almeno a contatto della natura e delle leggi naturali, si sfugge sicuramente all'ipocrisia sempre più caratteristica di questo primo decennio 2000.

Rodolfo Tatana
21-08-10, 14: 16
rod guarda io son cattolico, non praticante ma credente ed al girono d'oggi non mi stupisco del fatto che vi sia una certa ipocrisia in quel mondo...
ma forse le cose che davvero mi infastidiscono di esso, è vedere parlare di fame nel mondo con in mano un bastone d'oro che vale più dell'intero congo messo insieme...

primo punto, io inorridisco nel sentire opinioni estremiste come quelle che propaganda la chiesa su anticoncezionali e famiglia, discorsi fatti da gente che una famiglia non puo' averla e non puo' avere bambini, per me è il colmo dei colmi...qual'è il colmo per un prete o una suora? insegnare agli altri cosa sia la famiglia e adirittura indicare come deve essere fatta

secondo punto, trovo di un qualunquismo quasi fastidioso chi quando parla di fame del mondo se la prende con la chiesa e i suoi calici d'oro e le collane i paramenti, ma per favore, ogniuno inizi a fare il suo, sopratutto i governi, ma anche il singolo tanto criticone, rinunci anche lui a qualcosa, a una collana d'oro, a un viaggio, un po di beneficenza in piu da parte di tutti e probabilmente la fame nel mondo la sconffiggeremo anche bisogno di vendere san pietro

danystreet
21-08-10, 15: 55
si rodolfo propio con i soldi dei poveretti la risolvi la fame nel mondo...quando cè gente che scusami il termine usa le banconote da 500£ per pulirsi il...
chi è che deve dare l'esempio il povero operaio che non arriva a fine mese?
o i super industriali, guidati dai politici, e dai manger finanziari che fanno sparire i capitali e che si fanno le vacanze con gli yacht.
mi piacerebbe che lo andassi a dire a chi non ha nemmeno i soldi per comprarsi da mangiare, che la colpa è dei qualcunismi che criticano come posso aver fatto io una società, che come dice refennu pensa solo ed unicamente al benestare propio
e dove se esterni tale fatto con i modi che posso utilizare io vieni a momenti rinnegato
e consigliato ad andare a vivere in un isola in mezzo alla natura... come se il sentirsi animali fosse una macchia a sto mondo, represso da mille moralismi creati dalla mente umana, e non da un sano e sincero istinto naturale che tutti abbiamo infuso quando dobbimo fare l'amore o sesso che dir si voglia, per poi parlare di discriminazione sessuale...alla faccia e questa cosè?:bai:bai:bai

janet
21-08-10, 16: 59
=Rodolfo]ma anche il singolo tanto criticone, rinunci anche lui a qualcosa
Io critico e come perchè sono in una categoria dove si pagano le tasse e dove tolgono gli scatti alla minima necessità quindi vorrei in toto che i miei soldi fossero usati in maniera costruttiva e poi penso che alla benificenza ci debba pensare lo stato e poichè sono, non più cattolica molto probabilmente ma seguace di Cristo mi dà molto fastidio chi a suo nome chiede magari 50 euro, per una messa funebre e poi va con vari ornamenti d'oro o con certi macchinoni.
Scusate l'ot ma il discorso mi sembra ormai più legato ad un discorso sociale.

Tornando al tema della discussione, come ho detto non credo che ci saranno a breve cambiamenti dei diritti degli omosessuali ma la lobby degli stessi a livello internazionale è sempre più potente ed anche in Italia cambierà qualcosa, quando scenderanno in campo omosessuali con forte potere industriale o politico.

Armandillo
21-08-10, 17: 23
Bene, però consentitemi, questo non c' entra proprio niente!Ufficialmente per esempio, nei paesi latino-americani, la chiesa conta eccome, quando si sposano lo fanno solo in chiesa, tutto quel che vuoi ma.. a nessuno gliene frega di meno se poi nella realtà della vita il comportamento della gente va contro proprio ai principi cattolici, è un paradosso, ma cosi è

Non pensi che proprio questa ipocrisia sia alla base dei pregiudizi ?
Si battono il petto in chiesa....e poi ne fanno di tutti i colori !
Ricordiamoci da noi mafiosi nei loro rifugi con l'icona di Padre Pio accanto al comodino...e poi facevano squagliare i bambini nell'acido !!

Se sei credente si presume che seguirai i suoi comandamenti, o almeno tenterai di farlo !

Io son convinto che alla base dei pregiudizi contro i gay vi sia il timore che venga messo in discussione il proprio ruolo, maschile o femminile che sia, soprattutto dal punto di vista sessuale scatenando fobie celate fin dalla fanciullezza come cose "da non fare" e supportate dalla famiglia, dalla scuola (mancanza di informazione) e dai precetti religiosi mai analizzati e discussi a fondo.

Il sesso, comunque, gioca il ruolo fondamentale e se nei vari post, come nella vita comune, si puo' leggere una generalizzata tolleranza e accettazione dell'individuo gay la medesima cosa non si puo' dire quando le varie espressioni di quell'amore diventano palesi, come un bacio o una carezza.

Chi di noi non si e' mai trattenuto nell'angolino buio ad amoreggiare con il proprio partner ? Tutti immagino !
Ma due gay no, non lo possono fare !
Poi pero' si scopre che la stessa persona contraria a quell'effusioni, nel suo privato, ne faceva......

Il tabu' sesso !!!
C'e' ed e' forte oltre cio' che immaginiamo, nonostante ci sforziamo di negarlo e se vi sono esempi di liberta' in quel senso, in tv o sui giornali o sul web, beh, sono considerati e guardati con gli "occhi del peccato" e non con la naturalezza che si presume di avere !