PDA

Visualizza versione completa : Acquisizione e Montaggio VirtualDubMod



Sabotender
25-07-10, 12: 14
VirtualDubMod


VirtualDubMod è la versione modificata del già potente VirtualDub.
E’ un software Open Source e No Install e completamente freeware per l’editing lineare, la cattura e la conversione e qualsiasi altra operazione nei flussi video con formato::
AVI
MPEG (mpeg, mpg, mpv, m1v,m2v,m2p,vob,dat)
OGM
MKV
Sequenze di immagini (jpg,bmp,tga,png,gif,pcx)

Mentre grazie alla perfetta interazione con Avisynth via script .avs e .vdr è possibile operare su qualsiasi altro tipo di video applicando i numerosi filtri che permettono ampie possibilità di correzione e modifica dei flussi.

In questa guida tratteremo le operazioni che necessitano di riconversione, le procedure senza riconversione dei file sono presenti nella guida Lavorare in Direct Stream Copy con VDM.



Sommario della guida

La guida è stata strutturata seguendo le opzioni presenti nei menù di VDM e per una rapida consultazione di seguito sono i link ai capitoli:

Menù File

• Opzioni di Salvataggio
• Il Frameserving - La Job List
• Acquisizione Video

Menù Edit

Menù Video

• Modalità di Elaborazione
• La Compressione
• I Filtri
• Il Cropping
• Elenco dei Filtri
• DeLogo
• Logo - Logo(1.5)
• Subtitler - TextSub - VobSub
• Resize
• I Template e gli Script di Avisynth

Menù Streams

Sabotender
25-07-10, 13: 08
Menù File

Panoramica

http://farm5.static.flickr.com/4081/4812213719_9ba20aec96_b.jpg

IL Menù File contiene i comandi di apertura (Open video file…), chiusura (Close video file), anteprima (Preview input, Preview filtered, Preview output from start).
Il comando Append Segment permette l’unione al file caricato di altre clip con le solite caratteristiche audio/video.
File Information mostra le caratteristiche Audio e Video del file caricato.
I comandi di salvataggio sono integrati da rispettive finestre che consentono di impostarene le opzioni:
Save as… salva il file per intero o le parti selezionate.
Save Processing Setting consente di salvare le impostazioni correnti per poi essere richiamate da Load Processing Stetting. Questa opzione può essere utile quando una operazione divisa in più parti non può essere portata a conclusione in un'unica sessione, i settaggi possono essere salvati e richiamati anche dopo la riapertura del programma.
Start Frame Server permette di trasferire ad un altro programma i file elaborati che VDM non può codificare perché il formato finale non è supportato.
Capture AVI apre la procedura di acquisizione video da periferiche esterne
Job Control apre la finestra di controllo dei job in coda.
Run Script esegue uno script nei formati .vcf, syl o jobs preventivamente salvati.



Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 13: 14
Opzioni di Salvataggio


Il comando Save as… consente il salvataggio sia in Direct Stream Copy che nelle opzioni compresse (1), Full Processing Mode, Normal Recompress e Fast Recompress che danno accesso alla scelta e alle impostazioni dei codec.(2)

Il processo di salvataggio può essere inserito in una Job List per lavorare in batch. (3)

http://farm5.static.flickr.com/4120/4812839414_7f4268f8d3_b.jpg

Con Segment output file il salvataggio avverrà in sezioni di frame (1) e dimensioni (2) massime impostabili:

http://farm5.static.flickr.com/4114/4812839598_1c9100d551_b.jpg


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 13: 17
Frameserving e Job Control

Il Frameserving

Nell’eventualità che si voglia ottimizzare un file con i filtri e le opzioni di VDM ma che debba avere un formato finale non-avi è possible trasferire il video elaborato ad un altro programma.
Questa operazione viene gestita da uno script .vdr che utilizza il Frame Server
Per prima cosa è necessario installarlo dall’ eseguibile AuxSetup presente nella directory di VDM.

http://farm5.static.flickr.com/4080/4812214769_1ba347cfd1_b.jpg

Cliccando su Install Handler e confermando successivamente, verranno installate le librerie che gestiranno l’operazione.

Con Start Frame Server la procedura avrà inizio, basterà dare un nome al file da salvare e allo script che verrà generato, quindi lasciando il server aperto, importare lo script con il software di conversione alternativo che caricherà il file con tutte le modifiche apportate con VDM.
Nelle impostazioni di VDM, alla voce compression dovrà essere selezionato Uncompressed (RGB) dato che la compressione finale sarà effettuata dal software di appoggio.


La Job List

Poter applicare le solite impostazioni a più file o compiere una codifica in due passate in tempi diversi sono operazioni rese più semplici dalla possibilità di metterle in coda di esecuzione nella Job list.
La coda di file nella Job List può essere gestita attraverso la finstra di controllo che permette di decidere l’ordine di esecuzione, eliminare e aggiungere nuovi file alla lista, i comandi sono semplici ed intuitivi:

http://farm5.static.flickr.com/4123/4812839730_7a94262b51_b.jpg

Move Up/down per stabilire l’ordine con cui VDM eseguirà le operazioni.
Postpone per sospendere temporaneamente l’esecuzione di una procedura fino al ripristino.
Delete elimina la procedura dalla lista.
Start inizia il processo.
Abort lo interrompe.
Skip salta l’esecuzione di una determinata procedura senza eliminarla.


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 13: 20
Acquisizione Video



Con Virtualdubmod è possibile acquisire video da periferiche esterne, come schede d'acquisizione o schede tv, webcam ecc.
Il consiglio è di acquisire usando un codec lossless (senza perdite) per il video e acquisire l'audio non compresso, per evitare perdita di frames durante l' acquisizione visto il carico per il processore in caso di compressione, volendo si può provare ma meglio sarebbe convertire poi il video in un secondo momento.

Ottimo codec lossless è l' Huffyuv, scaricabile da QUI (http://www.free-codecs.com/download/HuffYUV.htm) , per l'installazione basta scompattare i files in una cartella, selezionare il file Huffyuv.inf e scegliere Install.

Ora apriamo Virtualdubmod e dal menù file selezionare CAPTURE:AVI, quindi spuntare preview nel menù video.
Verifichiamo il driver da cui acquisire e eventualmente selezionamolo, da capture-->preferences.

http://farm5.static.flickr.com/4099/4821416865_1519ceda8a.jpg

Nella stessa schermata verificare che sia spuntato "overlay", inoltre è possibile nella stessa finestra salvare le impostazioni che poi si faranno su formato video e audio, oltre che la destinazione del file in output, di default la destinazione del file è: C/CAPTURE.AVI

Dal menè audio impostiamo come segue:

http://farm5.static.flickr.com/4081/4822033696_a8978f1237.jpg

Sempre dal menù audio verifichiamo il volume, dovrebbe visualizzarsi il movimento del grafico (parte rossa) con l'audio in entrata.

http://farm5.static.flickr.com/4077/4821416959_72c84b8b0a.jpg

Ora nel menù capture-->settings spuntiamo capture audio e in basso lock video stream to audio , in alto mettiamo il frame rate (25.000)

http://farm5.static.flickr.com/4095/4821417079_ec636106d6_b.jpg

Impostiamo il codec Huffyuv, da video-->compression:

http://farm5.static.flickr.com/4120/4821417149_ef8486161d_b.jpg

Cliccando poi configure impostiamo come segue:

http://farm5.static.flickr.com/4138/4822034020_4fbec0fabe.jpg

Dal menù video sono caricabili anche i filtri, come il resize, spuntando enable RGB filters e poi come solito filters -->add e si aggiungeranno, anche se per il deinterlacciamento e altri filtri si può rimandare alla conversione che si farà poi in fase di riconversione, una volta che si ha il file sul pc.

Dallo stesso menù si può impostare formato in entrata e impostazioni della periferica dalla quale si sta acquisendo (format e source) oltre che cropping e altri filtri appositi per la cattura, ma lascerei come sono.

http://farm5.static.flickr.com/4081/4821417331_c64df094e3_b.jpg

Per iniziare la cattura a questo punto basta dal menù capture cliccare capture video mentre per fermarla è sufficiente ricliccare capture

Se si applica il filtro resize ricordarsi di mettere bilinear se si sta rimpicciolendo la risoluzione, o bicubic o Lanczos se la si sta aumentando.

Il video acquisito con codec huffyuv è poi importabile nei software di montaggio video o nei programmi di conversioni, da VDM stesso ad altri.


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 13: 24
Menù Edit




http://farm5.static.flickr.com/4082/4812249289_c6b6b166a7_b.jpg

Nel Menu Edit sono concentrati tutti i comandi per la gestione del cursore della timeline, tutte le operazioni di editing possono essere controllate con questo menù: dal posizionamento del cursore al taglio di porzioni di filmato, al salto ai frame successivi o precedenti, ai fotogrammi chiave (keyframe), ai fotogrammi persi (drop frame).
Al proposito è bene ricordare che lavorando in Direct Steam Copy i fotogrammi di riferimento nei tagli saranno sempre i keyframe, quindi:

:ok: Se si vuole eliminare una porzione di un filmato, il keyframe di riferimento, cioè quello che verrà incluso nell'eliminazione è sempre quello di fine taglio o il più vicino se è stato selezionato un frame
mentre è ininfluente se la selezione inizia con un keyframe o meno, l'eliminazione partirà dal frame selezionato.
:ok: Se si vuole salvare una porzione di un filmato, il keyframe di riferimento, cioe quello che verrà incluso nel pezzo salvato è sempre quello di inizio taglio o il più vicino se è stato selezionato un frame.
Diversamente, nei casi di salvataggio con ricompressione i tagli saranno precisamente ai frame selezionati.

I comandi sono intutitivi e quelli di scorrimento e di selezione possono essere controllati con i pulsanti sotto la timeline. Una annotazione a parte per:
il comando Refresh che annulla tutte le operazioni precedenti,
il comando Mask Selected Frame che rende nulla alla visione la selezione effettuata ma non la elimina dal video e il corrispondente Unmask Selected Frame che ne riabilita la visione.


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 13: 26
Menù Video

Panoramica

http://farm5.static.flickr.com/4115/4812864788_20d0ec30e9_b.jpg

Con il Menù Video entriamo nell’uso avanzato del software che ci permette il vero editing sia con le possibilità di compressione, sia con l’uso dei filtri interni, sia con l’appoggio a filtri esterni utilizzabili direttamente da VDM che con filtri gestiti nello specifico da Avisynth attraverso gli script dei due software.

Sono disponbili 4 diverse modalità per copiare un fotogramma del video caricato:

Copy source frame to clipboard, copia il fotogramma dal file originale, quindi senza gli effetti dei filtri applicati, è possibile incollarlo in un editor grafico.
Snapshot source frame, salva il fotogramma come immagine nei formati bmp, png, tga.

Copy output frame to clipboard, copia il fotogramma ottenuto dopo l’elaborazione con i filtri applicati.
Snapshot source frame, salva il fotogramma elaborato nei formati bmp, png, tga.
Queste due opzioni non sono disponibili in Direct Stream Copy.

In Direct Stream Copy il file viene salvato senza ricompressione quindi non sono modificabili i parametri e i codec di compressione e i filtri sono disabilitati. Gli altri interventi applicabili al video sono i controlli Frame Rate e Select Range.


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 13: 27
Modalità di Elaborazione del Video

http://farm5.static.flickr.com/4136/4812865612_928d0da353.jpg

Oltre che in Direct Stream Copy, I video possono essere elaborati in Fast Recompress, Normal Recompress e Full Processing Mode.
Andiamo a vedere le differenze basilari tra le tre modalità.

Fast Recompress

In Fast Recompress , il colorspace non sarà convertito in RGB ma tutta l’elaborazione procederà in YUV e dato che quasi tutti i codec lavorano in questa modalità di colore, risulta il sistema più veloce per elaborare un video.
Questa modalità però non permette l’utilizzo dei filtri di VDM che lavorano solo in RGB, le uniche opzioni abilitate sono la gestione della compressione e del frame rate. E’ la modalità con cui elaborare i video attraverso i filtri di Avisynth con uno script adeguato.


Normal Recompress

In Normal Recompress tutte le opzioni di VDM sono disponibili tranne l’utilizzo dei filtri anche se colorspace sarà convertito in RGB.
Può essere utilizzata per effettuare la ricompressione di un file senza applicare filtri.


Full Processing Mode

Questa è la modalità che consente il completo utilizzo delle opzioni video, anch’essa lavora in RGB e quindi supporta l’uso dei filtri interni del software.

Va ricordato che in queste modalità deve sempre essere selezionato un codec nella fase di salvataggio, altrimenti il file sarà salvato in RAW (sempre AVI ma senza compressione) con dimensioni finali grandissime.


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 13: 37
La Compressione

La compressione avviene selezionando compression dal menù video, e scegliendo un codec dalla lista, a seconda del formato in cui si vuol convertire.
I codec devono essere installati sul pc per essere visti nel programma, e si vedono appunto cliccando compression.
Oltre a quelli che microsoft stessa installa con windows, saranno visibili quelli installati in un secondo momento, per vederli però bisogna riavviare VDM dopo l'installazione di un nuovo codec.

http://farm5.static.flickr.com/4074/4822105806_d95b6a3fba_b.jpg

Per prima cosa, ecco un elenco di alcuni codec che sono quasi d'obbligo per l'uso di Virtualdubmod, almeno divx o xvid e Lame.

Codec video

Divx (http://www.divx.com/en/software/divx-plus/codec-pack)
Xvid (http://www.free-codecs.com/download/Koepi_XviD.htm)
Panasonic Dv (http://www.free-codecs.com/download/Panasonic_DV_Codec.htm)
Huffyuv (http://www.free-codecs.com/download/HuffYUV.htm)

Se non si usa un certo compressore inutile installarlo, per esempio se non si comprime in divx ma solo in xvid basta quest'ultimo, che fa anche da decoder (spuntando l'opzione quando lo si installa) per il divx, per importarli e visualizzarli in virtualdubmod stesso e con i vari player.

Il DV e lo huffyuv li cito perchè possono servire quando si vuole comprimere con codec lossless (senza perdite) un filmato per poi importarlo in un altro programma per ulteriore codifica, come ad esempio un software di montaggio video.

Codec Audio

Lame mp3 (http://www.free-codecs.com/download/LAME_ACM_Codec.htm) (indispensabile!!)
Ac3 Decompresso (http://www.free-codecs.com/download/AC-3_ACM_Decompressor.htm)r
OgmAcm (http://www.free-codecs.com/download/Vorbis_Ogg_ACM.htm)

P.s. Il lame direi che è d'obbligo, l'mp3 che si vede in lista, quello predefinito e installato con windows, è molto limitato e lontano dagli standard di un mp3 , esempio, di un divx/xvid da vedere su lettore da salotto.

Per la compressione, come detto in precedenza, selezionare full processing mode se si vogliono attivare i filtri, altrimenti basta il fast recompress, quindi cliccare compression, e dalla lista, scegliere il compressore e poi, se possibile a seconda del codec scelto, cliccare configure

http://farm5.static.flickr.com/4118/4821488861_c1bd7cc206_b.jpg

Ricordo che se non si sceglie un compressore il video sarà in RGB uncompressed, avi non compresso, svariati Gb di dimensioni per un filmato anche corto.

http://farm5.static.flickr.com/4074/4822106034_8c9066d928_b.jpg

Le impostazioni cambiano a seconda del codec e della conversione, spesso si usa VDM per codificare in divx o xvid ma oltre a questo esistono settaggi differenti a seconda della fonte, in QUESTA GUIDA si possono vedere i settaggi per passare un DV in Xvid, ma non può essere considerato il settaggio migliori per tutti i casi.

Una volta settato il codec video si passa all'audio, se è proprio necessario codificarlo, di default l'audio è impostato su direct stream copy e rimarrebbe quello che è senza codifica.
Questo nel caso si voglia codificare un divx di nuovo perchè ha la risoluzione elevata, l'audio va comunque bene cosi, se è in mp3 (o Ac3) il problema su lettore non è lui.
Se invece si cambia proprio formato perchè l'audio sarebbe incompatibile con vari apparecchi, si va nel menù stream-->stream list, si clicca sulla traccia col destro e si sceglie full processing

http://farm5.static.flickr.com/4115/4821489007_b948ea4892_b.jpg

quindi si sceglie il codec da usare (in questo caso il Lame mp3) e il settaggio che si desidera tra quelli visibili sulla destra.

http://farm5.static.flickr.com/4121/4822106228_abbb77c3e6_b.jpg

Dopidichè si da l'ok a destra, ancora ok nella finestra successiva e si salva, dal menù file-->save as

http://farm5.static.flickr.com/4138/4822106306_ec25177bc3_b.jpg

Dalla finestra di salvataggio si possono scegliere comunque alcune opzioni:

1) Qui è d'obbligo ovviamente dare un nome al file e dove salvarlo

2)Scegliere di avviare subito la conversione o metterla nella job list in attesa per farla partire in un secondo momento, spuntando la casellina indicata

3) Si può ancora cambiare codec e tornare alla configurazione dello stesso

4)Decidere se operare in full processing o no, a seconda della necessità, come detto senza filtri da aggiunge si può scegliere fast recompress, lavorerà direttamente in yuv e sarà più veloce.

5)Per ultimo se salvare in avi o ogm o mkv, onestamente per ogm e mkv ci sono altri software più adatti, però volendo, se si fosse codificato l'audio in ogg ad esempio si potrebbe salvarlo in OGM anche (visibile solo su pc).
E' un'opzione che non viene molto usata, visto che VDM è soprattutto ottimo per la codifica in container AVI.

Precisazione per l'installazione dei codec DV, huffyuv, Lamemp3, ac3acm ed oggacm: non c'è l'installer, ma come detto in altre occasioni, basta decomprimere i files e cliccare col destro sul file con estensione .INF, quindi scegliere installa.


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 13: 41
I Flitri

VirtualDubMod permette l’applicazione di un buon numero di effetti video attraverso i filtri interni o esterni, sia richiamabili direttamente dal programma, sia con l’interazione con Avisynth.

Con i filtri sono possibili sia le operazioni di ridimensionamento del formato, sia le correzioni di luminosità contrasto e colore, la sovraimpressione di sottotitoli e tutti gli interventi di miglioramento del video e sono facilmente concatenabili per ottenere il risultato ottimale in un unico passaggio.


http://farm5.static.flickr.com/4117/4812240869_8598a52747.jpg

L’utilizzo dei filtri è gestito dalla finestra di controllo che si apre cliccando sulla voce Filters


http://farm5.static.flickr.com/4135/4812864872_a6d2358d36_b.jpg

Con Delete si cancellerà il filtro selezionato.
Move Up e Move Down permettono di scegliere la sequenza con cui gli effetti interverranno nella correzione del filmato.

Col tasto Add si avrà accesso all’utilizzo dei filtri del programma ed a quelli aggiungibili nella cartella plugin nella directory del programma.

http://farm5.static.flickr.com/4081/4812864960_0d197a47e4_b.jpg

I filtri aggiuntivi per cominciare sono il Delogo (http://neuron2.net/delogo132/delogo132.zip), il Logo (http://neuron2.net/logo/logo15.zip), dei quali basta copiare il file con estensione .vdf e Vob Sub e Text Sub (http://www.freecodecs.net/fc/VobSub_2-23.zip), lanciando l’installer.

Caricando un filtro si abilitano i tasti Cropping e Configure.


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 13: 42
Il Cropping

Il Cropping è l’operazione di taglio di un file e viene generalmente usato per rimuovere le bande orizzontali e verticali che sono presenti in alcuni filmati e che se lasciate sarebbero comprese nella compressione con un inutile spreco di tempo e risorse.

Se si vuole solo “croppare” un file, è presente nella lista dei filtri il “null transform” che non è un vero e proprio filtro ma permette di abilitare il tasto Cropping.

http://farm5.static.flickr.com/4143/4812240563_5812e48746_b.jpg


Cliccando sul tasto si accede alla finestra dove è possibile regolare il taglio.

http://farm5.static.flickr.com/4137/4812241355_ae2a398c92_b.jpg

Variando sinistra (X1 offset), destra (X2 offset), sopra (Y1 offset) e sotto (Y2 offset) si potrà restringere l’area che verrà elaborata fino a far scomparire le bande nere:

http://farm5.static.flickr.com/4117/4812865950_5ba398f0a8_b.jpg


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 13: 43
Elenco dei Flitri

I filtri di VDM possono essere gestiti attraverso i pannelli di configurazione dove previsti a cui si accede attraverso il tasto Configure.
Qui di seguito l’elenco dei filtri, altri è possibile scaricarli in rete ed aggiungerli in qualsiasi momento

http://farm5.static.flickr.com/4082/4825520247_7db494b972_b.jpg


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 13: 47
DeLogo

http://farm5.static.flickr.com/4099/4812241729_78d61dfe5c_b.jpg

Nell' interfaccia del filtro cliccare su Show Preview (1) per attivare la finestra video del filtro.
Scegliere un fotogramma con il logo che deve essereeliminato (2) e nella finestra di Delogo cliccare su Save frame (nella riga Analize) (3) e chiudere il preview (Hide preview).

http://farm5.static.flickr.com/4097/4812866740_257cbac8f3.jpg

Aprire il frame salvato con Paint e coprire il logo col rosso (con la funzione rettangolo) quindi salvare l'immagine ottenuta.

http://farm5.static.flickr.com/4101/4812866638_cc36f8ac13_b.jpg

Ritornare nella finestra di Delogo e caricare l'immagine nell'ultima riga (Repair) (1), poi Show preview (2) per vedere il risultato. Se è soddisfacente, Hide preview e Close per chiudere il filtro, così nella finestra generale dei filtri cliccare su OK per confermare.
Ora con il secondo pulsante play (con una piccola “o” sotto il triangolo) sarà possibile verificare il risultato durante la riproduzione.

E’ possibile intervenire parzialmente per migliorare la sfocatura del logo con i cursori Depth, Power e Pixel aspect, la spunta su Interlace crea le caratteristiche righe dell’interlacciamento all’interno della sfocatura.


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 13: 51
Logo - Logo (1.5)

E’ possibile inserire un Logo in un video con il filtro Logo e con il Logo (1.5), il primo è disponibile di default del programma, l’altro va installato e si può scaricare dal link inserito all’inizio del capitolo Filtri.

Per prima cosa serve il logo, si può creare con Paint di dimensioni proporzionate al video ma comunque come si preferisce e va salvato in formato Bitmap a 24 bit.
Caricato il filtro Logo si accede alla schermata di controllo.

http://farm5.static.flickr.com/4073/4812866880_4745c9590f.jpg

Caricare il logo (1), abilitando l’anteprima (2) sarà possibile controllare l’effetto.
Opacity (3) per regolare la trasparenza,
Justification (4) per posizionare il logo,
offset x e y per regolarne la distanza dal bordo.
Trovata la posizione e la trasparenza ottimale, OK per tornare nella pagina dei filtri.

Il filtro Logo (1.5) ha a disposizione un numero maggiore di regolazioni.
Caricato il filtro, questa è la schermata di controllo

http://farm5.static.flickr.com/4081/4812242701_875a480d8c.jpg

Input file (1) per caricare il logo. Se si dispone di una sequenza di immagini che compongono una animazione, è possibile caricarla spuntando la casella. Perché il filtro carichi la sequenza, le immagini devono avere il solito nome seguito da una sequenza progressiva di 4 cifre:
immagine000.bmp, immagine0001.bmp, immagine0002.bmp ecc.

Show previev (2) per un’anteprima del risultato finale.

Alpha Blending (3) regola la trasparenza del logo da 0 = completamente trasparente a 255 completamente visibile.

Space and time coordinates (4) regola sia la posizione all’interno dell’immagine con le coordinate X e Y, che la posizione temporale all’interno del video:
Starting frame decide in quale punto del video dovrà apparire il logo
Duration, settato a 0 il logo apparirà per tutto il resto del video, se si dispone di una sequenza di immagini, andrà settato ad un valore che deciderà la durata di ogni singola immagine.
Loops, se a 0 ripete la sequenza all’infinito, altrimenti va inserito il numero di ripetizioni, con immagini statiche è un valore ininfluente.

Fade (5) regola la dissolvenza in entrata (In len) in uscita (Out len) e la durata complessiva della dissolvenza (Out End).

Trasparent Color (6) se abilitato regola la trasparenza di un colore. Il codice RGB del colore deve essere inserito nelle rispettive caselle Red Green e Blue, in più è presente la casella Tollerance per comprendere nella trasparenza tutta la gamma che si discosta dal colore impostato del numero inserito, molto utile per colori con sfumature.

Terminate le regolazioni, OK per tornare alla pagina dei filtri.


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 14: 04
Subtitler – VobSub – TextSub



E’ possibile indurre un lettore SA a riconoscere un file di sottotitoli semplicemente rinominandolo col nome del file video e posizionandolo nella solita directory del disco, per esempio film.avi e film.srt, a patto che il lettore ne supporti il formato.
Questa è la soluzione migliore dato che i sottotitoli sono selezionabili a piacere e non è necessario ricomprimere il video. E’ possibile inserire più sottotitoli per ogni video a patto che il lettore supporti formati diversi, utilizzando per ogni formato un sottotitolo diverso che sarà richiamabile dal menù del lettore.

Però può capitare che sia necessario imprimere i sottotitoli al video e per fare questo ci vengono in aiuto i filtri Subtitler, VobSub e TextSub.
Gli ultimi due fanno pare di un unico programma da installare ma è possibile utilizzare solo i file con estensione .vdf che si trovano nella cartella dopo l’installazone. In entrambi i casi è necessario spuntare le voci VobSub fro VirtualDub e TextSub for VirtualDub e Avisynth durante il setup.

Il funzionamento di Subtitler e TextSub è simile e mentre il primo accetta solo i formati .ssa, TextSub accetta i formati .srt .sub .smi .psb .ssa e .ass

Un discorso a parte va fatto per VobSub che offre una duplice funzione:
Permette sia di estrarre i sottotitoli da un dvd video selezionando l’ifo che gestisce il filmato, sia di imprimerli tramite una finestra di controllo dalla quale è possibile impostare alcuni parametri.

Per l’estrazione basta scegliere la directory del film e selezionare ifo come tipo di file.

http://farm5.static.flickr.com/4122/4812242949_8ae9d1ea72.jpg

Quindi dalla finestra che si apre scegliere il program chain e la lingua, le voci di destra saranno quelle selezionate per l’estrazione e successivamente la destinazione dei file dei sottotitoli.

http://farm5.static.flickr.com/4078/4812242779_1e0ebabd9e.jpg

Terminata l’estrazione si avranno 3 file con estensioni .ifo .idx e .sub, nella finestra delle regolazioni aprendo il file .sub si accede al controllo dei sottotitoli.

http://farm5.static.flickr.com/4075/4812242875_6d8d1c43d8_b.jpg

Le regolazioni sono intuitive, è possibile scegliere la lingua (1), inserire il fade in entrata ed in uscita (2), ritardare o anticipare la visualizzazione (3), regolare la posizione all’interno dello schermo (4) la trasparenza ed i colori delle lettere abilitando la casella custom colors (5).


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 14: 06
Resize

Una delle operazioni che capita più spesso di fare è il ridimensionamento dell’immagine.
Questa operazione viene svolta dal filtro Resize:

http://farm5.static.flickr.com/4080/4812243009_32a71dd57d.jpg

Il Resize si può utilizzare sia per ridurre che per aumentare la risoluzione e quindi la dimensione dell’immagine, i campi da riempire determinano la nuova risoluzione dell’immagine, l’unica accortezza da ricordare è di mantenere le proporzioni con il file originario per non avere distorsioni nell’immagine e di scegliere come pixel orizzontali, multipli di 16 per avere la massima compatibilità con i lettori SA.
Quindi una risoluzione 720x540 (4:3) potrà diventare 640x480 o 480x360 ecc.
Mentre una risoluzione 720x404(16:9) potrà diventare 640x360 o 480x 270 ecc.

A seconda che si voglia ridurre o aumentare la risoluzione, conviene utilizzare una diversa modalità di conversione:

Nearest neighbor è il filtro di default ma è preferibili utilizzare gli altri per ottenere risultati migliori.
I filtri bilineari, Bilinear e Precise Bilinear effettuano un filtraggio meno aggressivo che tende a sfocare i contorni delle immagini con perdita di particolari, utilizza meno bit quindi il risultato sarà un file di dimensioni minori, quindi utili quando si devono ottenere alte compressioni e sono da preferire per ridurre la risoluzione.
I filtri bicubici Bicubic e nelle varianti Precise Bicubic con fattori diversi di aggressività rendono più netti i contorni e tendono a diminuire il fattore di compressione, da usarsi con file dal bitrate più alto, qundi con più dettagli disponbili, validi per aumentare la risoluzione.
Il Lanczos3 è il filtro con maggior precisione nel ridimensionamento ma rallenta molto la codifica.

Quindi come indirizzo generale per ridurre la risoluzione di un’immagine è preferibile il Bilinear, per aumentarla il Bicubic ma caso per caso, in dipendenza della qualità della fonte è conveniente decidere al momento facendo delle prove.


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 14: 32
I Template e gli Script di Avisynth

VirtualDubMod come abbiamo visto accetta un numero limitato di formati video, per poter lavorare con gli altri possiamo seguire la strada dello script o la strada dei template.
I template si possono creare con un semplice editor testuale come il blocco note di windows e quelli presenti nativamente sono nella cartella template di VDM e contengono un unico comando che abilita Avisynth a supportare il formato da aprire, ma in teoria potrebbero contenere uno script intero anche se quello non è lo scopo.

http://farm5.static.flickr.com/4101/4812867780_56daf4242e_b.jpg

L’utilizzo dei template deve essere dichiarato all’apertura del file, col menù a tendina accanto a Use Avisynth Template si può effettuare la scelta:

Avisource carica attraverso Avisynth i file avi

DirectShowSource per caricare mpeg1, da preferire per gli mkv e alcuni tipi di DV

DirectShowSource+convfps.avst che oltre ad abilitare l’apertura dei file mantiene a 25fps il framerate aggiungendo frame quando necessario, utile nei file a frame variabile come mkv, mp4, rmvb ecc, va aggiunto nella cartella template:
Aprite il Blocco note e scrivete queste due righe
#ASYNTHER DirectShow_convfps
DirectShowSource("%f", fps=25, convertfps=true)
Salvate nella cartella Template nella directory di VirtualDubMod nominandolo DirectShow_convfps.avst

MPEG2Source ("mpeg2dec.dll") per importare i dvd2avi e i d2v, perché il template funzioni, nella cartella plugins di Avisynth deve essere presente la libreria DGDecode.dll di DgMpgDec (http://www.videohelp.com/tools/DGMPGDec)

MPEGSource (Nic) Alternativa al template precedente, in questo caso serve la libreria MpegDecoder.dll scaricabile QUI (http://nic.dnsalias.com/MPEGDecoder/MPEGDecoder_YV12.zip).

L’apertura di un video attraverso i template creerà uno script avs nella directory del file, utilizzato da VDM e che può essere editato per aggiungere altri filtri o comandi di Avisynth.

Uno script è un programma con una serie di comandi che richiamano le funzioni di Avisynth in modo che siano applicate attraverso VDM al video da elaborare, vista la grande varietà di effetti disponbili imparare ad utilizzarlo consente di svolgere quelle operazioni che con VDM non sarebbero possibili.

La costruzione deve seguire una serie di regole, la giusta sequenza dei comandi e il giusto uso delle variabili. Per una corretta compilazione è disponibile un editor apposito, AVSP (http://avisynth.org/qwerpoi/index.html), che offre alcune opzioni di auto completamento e segnalazione degli errori e la possibilità di vedere in anteprima il risultato degli effetti applicati.

Le regole generali, la sintassi, l’elenco dei filtri con gli esempi e il link per scaricare Avisynth sono nel Wiki a questo indirizzo: http://avisynth.org/mediawiki/Main_Page.

I file caricati attraverso uno script vanno salvati riencodandoli e in Fast Recompress, modalità di compressione più rapida che non consente l’uso dei filtri interni di VDM e quindi adatta all’uso di quelli di Avisynth.

Parallelamente per VDM esiste un tool simile, DubMan (http://dubman.sourceforge.net/), che aiuta nella creazione di script vcf per l’esecuzione in batch di una serie di comandi, nel sito il link per il download e la guida all’uso.


Torna al Menù

Sabotender
25-07-10, 14: 35
Menù Streams

Panoramica



http://farm5.static.flickr.com/4082/4812855348_a276850b48_b.jpg

Il menù Stream sostituisce ed amplia in VDM il menu audio di VirtualDub. Dalla Stream List si possono muxare e demuxare i flussi audio, agire sull’interleaving per sincronizzare i flussi, tutto in Direst Stream Copy e abilitando la modalità Full Processing Mode si attivano ulteriori opzioni.
La più importante, la Conversione è già stata trattata nel capitolo dedicato.

Possono essere aggiunti i sottotitoli .srt ed i capitoli nei contenitori ogm e mkv seguendo la solita procedura dell’aggiunta di un flusso audio, va ricordato però che fino ad ora questi formati non sono supportati dai lettori Stand Alone.

E’ preferibile, per le altre operazioni, agire sui flussi audio con editor specifici dopo averli estratti in quanto i controlli e le regolazioni sono meglio implementati rispetto ai filtri di VDM ma è giusto descriverne brevemente le funzioni.

Conversion

http://farm5.static.flickr.com/4140/4812230835_728b964810.jpg

Da questa finestra è possibile convertire la frequenza di campinamento del flusso audio, è utile quando il software rileva incompatibilità tra due flussi da unire a causa della differenza di questo valore.

Volume

http://farm5.static.flickr.com/4082/4812230927_e75c0f1504.jpg

Per correggere il livello del volume.

Spuntando la voce Use Advance Filtering si può accedere al pannello di controllo dei filtri audio, un esempio di una sequenza di filtri è questo:

http://farm5.static.flickr.com/4135/4812230617_185eb4f559_b.jpg

Cliccando su ogni filtro inserito è possibile attivare la configurazione quando abilitata.

Le altre voci presenti nella barra del menù sono Option dalla quale si accede alle Preferenze, Tool da dove è possibile accedere ad un editor esadecimale ed un editor per la creazione degli script avs e vdf.

Queste sono le linee guida per un utilizzo corretto di VirtualDubMod, la guida è stata realizzata negli scorsi anni da me e Kirk ed è stata adattata per l'utilizzo su Collection Tricks.


Torna al Menù

Guida creata da Sabotender (http://www.collectiontricks.it/forum/member.php?u=103) e Kirk (http://www.collectiontricks.it/forum/member.php?u=92)


cc_collection