PDA

Visualizza versione completa : Perché gli uomini uccidono le donne



janet
14-07-10, 20: 40
Molti di questi definiti delitti passionali sono il sintomo del declino dell'impero patriarcale. La violenza non è solo di pazzi, mostri, malati. E poco importa il contesto sociale: non si accetta l'autonomia femminile …...
Come se la violenza fosse l'unico modo per sventare la minaccia della perdita. Per continuare a mantenere un controllo sulla donna. Per ridurla a mero oggetto di possesso. Ma quando la persona che si ama non è altro che un oggetto, non solo il mondo relazionale diventa un inferno, ma anche l'amore si dissolve e sparisce. Certo, quando si ama, si dipende in parte dall'altra persona. Ma la dipendenza non esclude mai l'autonomia

Di Michela Marzano
Fonte Repubblica (http://www.repubblica.it/cronaca/2010/07/14/news/marzano_donne_uccise-5572987/?ref=HREC1-9)

wrongway
14-07-10, 22: 41
Uomini... Donne... mah... io quelli che generalizzano per appioppare un denominatore comune proprio non li capisco... :tap chi ha scritto l'articolo ha chiesto a Luca perché ha ucciso Simona? a Fabio perché ha ammazzato Eleonora? ad Andrea perché ha fatto fuori Roberta? a Riccardo perché si è sbarazzato di Debora? a Gaetano perché ha seccato Maria e Sonia? e se hanno risposto, ha creduto a quanto da loro dichiarato? (ad alcuni di questi ovviamente la questione andava posta tramite seduta spiritica essendosi a loro volta levati di torno... :mad: )

imho sono elucubrazioni che lasciano il tempo che trovano, un contorno per citare Bizet, Mill, e Arendt che fa molto cool...

MarcoStraf
15-07-10, 00: 12
... io quelli che generalizzano per appioppare un denominatore comune proprio non li capisco...
In genere sono in accordo con quello che dici.
Ma l'articolo non ha generalizzato, parla di un ben determinato tipo di delitto, quello che in Italia continuiamo a chiamarlo "delitto passionale" e che, ancora adesso, permette a certi uomini/mariti di ricevere pene scontate. Il titolo dell'articolo, come tutti i titolo e' una schifezza, ma direi che in sottotitolo da' una buona descrizione di cosa voglia dire l'articolo:
Molti di questi definiti delitti passionali sono il sintomo del declino dell'impero patriarcale...
Come vedi, non dice "tutti i delitti", ma solo "molti" di quelli cge vengono definiti "delitti passionali"

wrongway
15-07-10, 09: 18
beh... ma proprio il solo dire "Molti di questi..." è generalizzare
l'autrice non può specificare perché ovviamente non ha potuto entrare nella mente degli assassini, ed ognuno di quei drammi recenti da me citati è un caso a sé stante
in questo momento di escalation (qui in italia sto mese praticamente non passa giorno che accendendo il telegiornale sentiamo di questo che ha ammazzato quella - è da lì il buttare giù quell'articolo proprio ora) il peso specifico di quel pezzo è lo stesso di aver scritto "E' luglio e il caldo ha dato loro alla testa"


"Grazie ad alcune inchieste sociologiche, oggi sappiamo che la violenza contro le donne non è più solo l'unico modo in cui può esprimersi un pazzo, un mostro, un malato; un uomo che proviene necessariamente da un milieu sociale povero e incolto. L'uomo violento può essere di buona famiglia e avere un buon livello di istruzione."

...eh grazie tante... e quindi? a che serve un simile identikit? secondo me soltanto "a riempire due righe di un foglio"

qui abbiamo diversi programmi televisivi che svolgono lavoro d'inchiesta su casi specifici ("Chi l'ha visto?"/"Amore criminale"/"Storie maledette") e per quanto sia lo sforzo profuso nel cercare di spiegare il perchè e il per come, comunque non se ne viene a capo

janet
15-07-10, 09: 48
Sono d'accordo con Wrongway mi ha proprio colpito la generalizzazione dell'articolo e poi il titolo avrebbe fatto pensare che fosse riportato il parere di qualche illustre medico, o sociologo e poi questa famiglia patriarcale, a volte in declino a volte no, viene tirata in ballo sempre o in senso positivo o negativo, dai bamboccioni, al bullismo, mah

wrongway
15-07-10, 11: 29
negli ultimi tre anni qua in italia in quattrocentoerotte sono state uccise dai loro rispettivi coniugi/fidanzati/compagni/ex/persecutori...
ci sono i nomi e i cognomi sia delle vittime, sia dei carnefici
già è un'impresa riuscire a dare una spiegazione ad una sola di quelle tragedie
come si possa poi accomunarne più d'una proprio non so

io sto solo dicendo che quell'articolo è superficiale e scritto sull'onda del momento

è una presunzione bella e buona quella di pensare di aver trovato il bandolo della matassa in citazioni colte e luoghi comuni

non si può andare da uno qualunque dei familiari di quelle vittime e dire: "Guarda è andata così:"
perché il "Perché?" li perseguiterà fino a chissà quando

MarcoStraf
15-07-10, 16: 14
Al momento ci sono quasi 300 commenti dei lettori su quell'articolo, commenti che si dividono come stiamo facendo noi. Ne cito uno a caso, dove ho evidenziato la perte che ritengo interessante:

... ci sono uomini violenti, donne arrampicatrici sociali, uomini egoisti e donne insensibili. non sono d'accordo con tutto quello che dice quest'articolo, anzi, e lo trovo troppo semplicistico, l'avevo catalogato come un'altra opinione liberamente espressa da valutare e confutare, dimenticabile. ma quello che appare sotto quest'articolo, nei commenti dei lettori, è assai più interessante e rivelatore: l'astio, l'aggressività e la violenza verbale con la quale alcuni uomini, la maggiorparte per dire la verità, si scagliano contro un generico concetto dell'altro sesso è allarmante e mi fa considerare più seriamente di quanto credessi, dopo aver letto l'articolo, la valutazione delle motivazioni sociali ed emotive di una tale rabbia ottusa e colma di ignoranza e cecità. rabbia non giustificabile solo con diffuse esperienze negative personali, perchè tale da arrivare a giustificare tra le righe omicidi, botte e persecuzioni. mi ha spaventato.

Armandillo
15-07-10, 16: 57
Perché gli uomini uccidono le donne ?

Per vigliaccheria
per paura
per egoismo
per il possesso
perche' da una donna sono stati generati
per il super-io

in definitiva....perche' non sanno e non vogliono fallire !

Ciao

wrongway
16-07-10, 08: 48
ho letto alcuni dei commenti su quel sito... c'è "gente" che ha "grossi problemi"... :ghgh

giusto ieri mattina a Unomattina su Rai1 hanno trattato l'argomento invitando degli "esperti" - si tenga presente che in quel contenitore gli "esperti" hanno un minuto/unminutoemezzo per rispondere - con il rullo in sovraimpressione che recitava "Che cosa passa nella mente dell'assassino?" - non so se fosse imbarazzo o seccatura quella che traspariva nei due conduttori che non erano riusciti ad ottenere una risposta che fosse soddisfacente... :mad:

comunque secondo me resta sempre il fatto che quell'articolo è stato scritto senza alcuna cognizione di causa