PDA

Visualizza versione completa : OpenDNS blocca siti di "dubbio gusto" grazie a FamilyShield



Asterix
06-07-10, 23: 09
http://www-files.opendns.com/img/home-footer-logo.pngMolti di noi conoscono e utilizzano i server OpenDNS, i server possono essere utilizzati ricorrendo agli IP 208.67.222.222 e 208.67.220.220.

Non tutti sanno che OpenDNS mette a disposizione degli internauti anche una serie di servizi accessori, ad esempio la possibilità di bloccare automaticamente la connessione a siti web preconfezioni per truffare gli ignari visitatori (phishing) oppure ai domini che pubblicano contenuti ritenuti sconvenienti e poco sicuri. Per coloro che sono registrati al sito OpenDNS esiste la possibilità di abilitare e configurare la funzionalità "parental control" attraverso la propria dashboard.

OpenDNS ha recentemente comunicato di aver attivato un nuovo servizio denominato FamilyShield, il servizio blocca la consultazione dei siti web che veicolano materiale per adulti e di qualsiasi altro contenuto ritenuto di “dubbio gusto"

FamilyShield è anche in grado di bloccare l'impiego di proxy server ed "anonymizer", sempre più utilizzati per "dribblare" le limitazioni imposte.

Per sfruttare questa nuova potenzialità non necessita l'installazione di alcun software, in quanto è sufficiente utilizzare i seguenti ip DNS 208.67.222.123 e 208.67.220.123

Un metodo per controllare il diverso comportamento dei diversi server OpenDNS è il seguente:

Aprite il prompt dei comendi windows (start – esegui – cmd) e digitate quanto segue:

nslookup www .sito. xxx 208.67.222.222
nslookup www .sito. xxx 208.67.222.123

Sostituendo www .sito. xxx con un sito web a carattere pornografico noterete le diverse risposte ottenute.

<img src="http://www.collectiontricks.it/imagesbox/collection/icone/ct.png">

ginalfa
07-07-10, 19: 53
Sembra che si tratti di una soluzione semplificata del servizio di filtri che OpenDNS già offriva, ma che prevede l'installazione di un client.
FamilyShield semplifica il setup presso l'utente prevedendo solo il settaggio di indirizzi del server DNS, che sono diversi da quelli standard di OpenDNS, ma non mi sembra essere customizzabile, nel senso che bisogna tenere per buoni i criteri scelti da OpenDNS e non si può disattivarlo momentaneamente se non cambiando i DNS sul router.
Di contro il sistema "classico" basato sul client offre la possibiltà di ampia configurazione, ma la procedura è un po' più complessa, perchè richiede la creazione di un account, l'installazione del client e la configiurazione del router, del client e la scelta dei criteri di filtri sulla dashboard di OpenDNS.

Asterix
08-07-10, 11: 54
Gin

un altro vantaggio rispetto al Web Content Filtering sta' nel fatto che i filtri risultano attivi in tutte le periferiche, anche in quelle dove non è possibile installare il client di openDNS, ricordo che il client è disponibile solo per Windows e Mac OS X.

:bai

Andy86
08-07-10, 14: 07
Bello. Testato e funziona. (Penso, non conosco siti del genere, ho messo un roba a caso, non so se è veramente ... ).
Tanto per completezza dell'articolo, questo è l'errore restituito:

452

:bai

ginalfa
08-07-10, 18: 59
Gin

un altro vantaggio rispetto al Web Content Filtering sta' nel fatto che i filtri risultano attivi in tutte le periferiche, anche in quelle dove non è possibile installare il client di openDNS, ricordo che il client è disponibile solo per Windows e Mac OS X.

:bai

Non esattamente, *.
OpenDns rilascia un client proprietario solo per Win e Mac, ma il client esiste anche per Linux, si tratta di ddclient che è presente nei repositories delle maggiori distribuzioni, ma è scaricabile anche da questa pagina (http://www.opendns.com/support/article/109).
Se poi la rete è, come ormai nella maggior parte dei casi, sotto router, basta che una sola delle macchine abbia il client e tutta la rete beneficia del content filtering.
Infatti il client lavora esattamente come un client di aggiornamento del dns dinamico (usa lo stesso protocollo DynDns) e comunica al server OpenDns l'Ip pubblico della LAN.
Sta all'utente scegliere tra le due possibiltà, una più facile ma rigida, l'altra che richiede una seppur minima configurazione ma più flessibile.

Asterix
08-07-10, 20: 17
Gin

grazie per la precisazione, nella pagina di openDns da me visitata non faceva alcun riferimento al client per Linux.

:bai

Andy86
20-02-11, 21: 32
:bai

Oggi ha cominciato a bloccare anche i social network, es. facebook, costringendomi a cambiarlo momentaneamente sul pc delle sorelle, ma in giro questa funzionalità non risulta, è normale ciò? :m: