PDA

Visualizza versione completa : Francesca Schiavone regina di Parigi



jacklostorto
05-06-10, 17: 09
Favolosa Schiavone
"Grazie a tutti gli italiani"
Francesca vince 6-4-7-6 la finale del Roland Garros contro l'australiana Stosur. La gioia della milanese durante la premiazione: "Senza il sostegno della mia famiglia e dei tifosi non sarei qui"
http://www.gazzetta.it/Sport_Vari/Tennis/05-06-2010/schiavone-ci-siamo-704270700945.shtml

calaf
05-06-10, 17: 50
Grande!
Veramente GRANDE!
Anche se l'avversaria non era da meno è stata magnifica per voglia di vincere e determinatezza!

MarcoStraf
05-06-10, 17: 52
Pensavo che non avrei mai visto una italiana vincere un torneo del Grand Slam, non solo perche' le nostre altlete non sono poi cosi' forti, ma specialmente perche' le tenniste di adesso sono veramente, incredibilmente forti. Molto diverse dalle Navratilova e dalle Evert di quaranta anni fa.
Ma la Schiavone, a 30 anni praticamente una vecchietta sul campo. ha dimostrato tutto il suo carattere e il suo coraggio, battendo un'avversario che e' arrivata in finale sconfiggendo le piu' forti tenniste del momento.

Grazie Francesca, mi hai dato un bellissimo regalo. Sei tu la regina oggi.

vane
05-06-10, 18: 25
Pensavo che non avrei mai visto una italiana vincere un torneo del Grand Slam, non solo perche' le nostre altlete non sono poi cosi' forti, ma specialmente perche' le tenniste di adesso sono veramente, incredibilmente forti. Molto diverse dalle Navratilova e dalle Evert di quaranta anni fa.
Prima la differenza la faceva più il polso, adesso purtroppo la fanno più i muscoli (le Williams ne sono una prova vivente), il livello medio delle tenniste si è alzato però personalmente sento la mancanza di grandi rivalità, di 2-3 campionesse in grado di vincere con una certa continuità e soprattutto di tenniste come la Henin (che è tornata ma non è la stessa di prima) in grado di dare spettacolo senza ricorrere alla forza e servizi ad oltre 200km/h.

Neanche io pensavo di poter vedere un'italiana vincere un torneo dello Slam, più che altro almeno un'italiana di questa generazione. La Farina fino a qualche anno fa era l'unica che mi faceva sorridere (se non ricordo male centrò anche più di un quarto di finale tra Wimbledon e US Open). Spero che questa vittoria porti pubblicità al tennis, perché se aumentassero i bambini e le bambine che giocano questo sport sicuramente potremmo toglierci qualche soddisfazione in più.


Ma la Schiavone, a 30 anni praticamente una vecchietta sul campo. ha dimostrato tutto il suo carattere e il suo coraggio, battendo un'avversario che e' arrivata in finale sconfiggendo le piu' forti tenniste del momento.

Grazie Francesca, mi hai dato un bellissimo regalo. Sei tu la regina oggi.
Infatti non me l'aspettavo così forte oggi, sul piano fisico è calata leggermente solo nel secondo quando la Stosur ha fatto il break (infatti pensavo che quel set fosse perso) poi però s'è ripresa ed ha vinto con merito.

Con questa vittoria arriverà al n.6 della classifica WTA, se non sbaglio è la prima italiana ad entrare nella top ten, record su record per la piccola realtà del nostro tennis. E' una gran bella soddisfazione.

Sarebbe davvero bello avere in casa una piccola, giovane Navratilova, Evert, Graf...qualcuno di veramente forte in grado di dare lustro a questo bellissimo sport e di far cambiare un pochino le cose anche a livello di fondi e di strutture.

MarcoStraf
05-06-10, 18: 38
... se non sbaglio è la prima italiana ad entrare nella top ten, record su record per la piccola realtà del nostro tennis. ...
Flavia Pennetta fu la prima, l'anno scorso arrivo' al 10 posto (e ancora adesso rimane tra le prime venti


... Sarebbe davvero bello avere in casa una piccola, giovane Navratilova, Evert, Graf...qualcuno di veramente forte in grado di dare lustro a questo bellissimo sport e di far cambiare un pochino le cose anche a livello di fondi e di strutture.
Purtroppo in quello ho poche speranze, non riuscimmo a cambiare le cose quaranti anni fa quando avevamo atleti come Panatta, Bertolucci e Barazzuti. Adesso che abbiamo perfino un primo ministro che e' anche proprietario di una squadra di calcio, la vedo proprio impossibile. Un vero peccato.
Ma oggi e' un altro giorno. Oggi una Italiana ha vinto. Godiamocelo.

Eres
05-06-10, 18: 48
Quella che manca da sempre purtroppo, è una nuova generazione di campioni come quella di Panatta

vane
05-06-10, 19: 17
Flavia Pennetta fu la prima, l'anno scorso arrivo' al 10 posto (e ancora adesso rimane tra le prime venti
Ah ecco, non ne ero sicura.


Purtroppo in quello ho poche speranze, non riuscimmo a cambiare le cose quaranti anni fa quando avevamo atleti come Panatta, Bertolucci e Barazzuti. Adesso che abbiamo perfino un primo ministro che e' anche proprietario di una squadra di calcio, la vedo proprio impossibile. Un vero peccato.
Ma oggi e' un altro giorno. Oggi una Italiana ha vinto. Godiamocelo.
Meno male che all'inizio del mondiale manca quasi una settimana altrimenti son certa che non avrebbe avuto il titolone e tutte le prime pagine dei giornali che merita. Ha compiuto una grande impresa, anche se probabilmente questa è una fase di transizione del tennis femminile (e in parte anche di quella maschile...Federer sta lentamente abdicando, non stravince più come prima) non è per forza facile vincere. Ci vuole fortuna ma anche forza di volontà. La Stosur era data per favorita dai bookmakers (la vittoria della Schiavone era quotata 8) e aveva già battuto 4 volte la Schiavone. Anche io mi aspettavo un secondo posto e sono stata felice di vedere questo trionfo. Finalmente qualcuno che nella premiazione parla un po' italiano.

Per il futuro la speranza è l'ultima a morire, se la piccola Svizzera ha sfornato re Federer e la Hingis (peccato per la sua fragilità psicologica) magari un giorno avremo anche noi un tennista da vedere sulle reti nazionali (oggi non mi sembrava vero che dessero il Roland Garros sulla Rai).

CIANOVITO
05-06-10, 20: 41
Era già determinata sin dall'inizio, quando dichiarò: "sono venuta qui per giocare, per diventare una giocatrice migliore e per vincere il Roland Garros". E così ha fatto, ora è sul tetto del mondo.

L'ho vista tutta la partita e devo dire che il secondo set era iniziato male (4-1 per la Stosur) dovuto ad un leggero calo fisico, più che psicologico. Poi ne è uscita fuori alla grande arrivando a giocare come mai aveva fatto ed è per questo che se la merita tutta questa vittoria. Ora è 6° nel ranking WTA, ma anche se avesse perso sarebbe entrata lo stesso al 7° posto...

Grazie Francesca.

:bai

danystreet
05-06-10, 21: 35
Sarebbe davvero bello avere in casa una piccola, giovane Navratilova, Evert, Graf...qualcuno di veramente forte in grado di dare lustro a questo bellissimo sport e di far cambiare un pochino le cose anche a livello di fondi e di strutture.

con la cultura che abbiamo....è davvero un peccato che uno sport cosi bello, non venga supportato ed apprezzato in forze!

jacklostorto
05-06-10, 21: 48
purtroppo è anche uno sport"costoso"che non tutti possono permettersi specialmente in tempi di crisi come oggigiorno,dove vivo ci sono parecchi campi dei quali anche uno ove si svolgono manifestazioni internazionali e so di costi abbastanza sostenuti per noleggio campo,poi il maestro,l'atrezzatura non ne parliamo,insomma se subentrassero incentivi statali o simile forse anche qui i campioni non mancherebbero:bai

danystreet
05-06-10, 21: 57
ancor prima ci sarebbe da partire con gli oratori jack!!!

di costoso cosa cé? 30 mt di cemento ed una rete ?

si va bene una racchetta ti costa piu di un pallone da calcio, ma non cosi tanto da mandar in rovina chi le compra :bgg2

è questione di cultura purtoppo! non vi è dubbio che se, come dice la vane si scovasse da qualche parte un fenomeno che dominasse le grandi platee, la gente ci si avvicinerebbe di piu!

dalle mie di parti di centri sportivi ve ne sono aiosa, e i costi di noleggio campo, non sono piu elevati di qualli di un campo da calcetto, anzi ne ho visti anche di gratuiti!:bai:bai:bai

jacklostorto
05-06-10, 22: 36
guarda che il tennis non è mica roba da oratorio,se vuoi emergere ci vuole il maestro,e costa!e allenarti il tempo chi lo paga e per conciliare gli studi,e poi i primi tornei,l'iscrizione,trasferte ecc.ma ti rendi conto?la fai troppo facile,niente da fare è uno sport per ricchi o perlomeno benestanti almeno io la penso così:sisi

danystreet
05-06-10, 22: 58
allora jack non dico che ci sia, da diventare tutti professionisti!!!

penso che su 60 milioni di italiani, almeno la metà a pallone cià giocato,non perche l'altra meta so femmine è?:bgg2
e non credo che si abbia tutti, i piedi di baggio a sto mondo no?
in fin dei conti tirare un calcio ad un pallone, o usare un braccio per brandire una racchetta...
se si comincia da piccoli si impara a farlo decentemente in entrambi i casi, se no...
certo, per diventare bravi indubbiamente si ha bisongo di un maestro, ma è la cultura che lo rende uno sport da ricchi.....
predi gli usa, lì il baseball è lo sport piu popolare se non sbaglio, e non penso che lanciare una pallina o ribatterla con una mazza sia, piu semplice che farlo con una racchetta....
o almeno io ho provato entrambi gli sport amatorialmente, sò tutti e due complicati:bgg2
ma è così popolare, che i ragazzini si accontentano di praticarlo in mezzo alle strade come facciamo noi col pallone...e di fatti vengono su maree di fuoriclasse in quel gioco in america!

ci fosse una cultura differente, stai tranquillo che li avremmo anche noi i fuoriclasse del tennis, per questo dico che ci sarebbe da partire dagli oratori! :bai:bai:bai

Kirk
05-06-10, 23: 15
se la piccola Svizzera ha sfornato re Federer e la HingisEh si ma da noi mancano infrastrutture e aiuti ai giovani per il tennis, o almeno agevolazioni.
Io giocai per anni ero una promessa andai sotto un maestro per un paio d'anni, ricordo però che d'inverno mi facevo 30 km in motorino per gli allenamenti, e comunque il maestro che aveva me e altri 4-5 sotto custodia costava una cifra per l' epoca.. cosi prosegui giocando nel mio paese e limitandomi a vincere per qualche altro anno il torneo paesano, senza più trasferte..finche poi mollai del tutto quando con le nuove racchette era un tennis diverso, smisi perfino di guardarlo in tv, dove peraltro andò a pagamento.. i tempi di Borg (mio idolo)-McEnroe erano andati, era tempo dei Sampras, che alla battuta su 3 servizi 2 erano vincenti..

Tanto per dire per giocare a calcio ti venivano anche a prendere a casa e non pagavi una lira, nemmeno la racchetta da tennis, al massimo ti pagavi le scarpette.. in questa situazione sperare che salgano altri Panatta e soci è un' utopia, sarebbe solo un caso, e anche ora quelli che escono con potenziale preferiscono a starsene a giocare tornei da poco vicino casa senza farsi esperienza con i top 100 mondiali.

Grande Schiavone comunque, un 'altra donna ci da soddisfazioni uniche, o perlomeno, considerando i maschi, raggiunte l' ultima volta 34 anni fa.

Armandillo
06-06-10, 00: 29
di costoso cosa cé? 30 mt di cemento ed una rete ?

Mica tanto !
A tutt'oggi il tennis resta uno sport, non dico elitario, ma quasi ci siamo !


è questione di cultura purtoppo! non vi è dubbio che se, come dice la vane si scovasse da qualche parte un fenomeno che dominasse le grandi platee, la gente ci si avvicinerebbe di piu!

Ecco....qui e' la nota stonata !
In Italia abbiamo il record di cellulari pro-capite e poi parliamo di costi dello sport ?

Nelle scuole ancora si fa l'educazione fisica come la facevo io 40 anni fa !
Dov'e' questa cultura sportiva ?

Oggi, grazie a questa ragazza, viviamo con orgoglio un'impresa da annale enciclopedico...ma che tristezza quando ci giriamo attorno e non troviamo una piscina pubblica, una !
I campi, lo sport, lo paghiamo caro, troppo caro rispetto l'esigenza di formare ragazzi anche sotto quel punto di vista.

Lo sport non e' solo gara o agonismo; lo sport e' rispetto dell'avversario prima di tutto
Lo sport e' mentalita' aperta e scuola dei nostri limiti

Purtroppo anche in questo versante le scelte che sorvolano le nostre teste vanno solo al sodo, al soldo, al business !
E cio', poi, si ripercuote in certi atteggiamenti da stadio che spesso ci presentano al mondo come i meno sportivi

Da una parte vi sono le Francesca, la Vezzali, la Idem, la Chiappa, mosche bianche di orgoglio e passione...dall'altro ragazzotti milionari fortunati perche' madre natura gli ha dato l'abilita' di calciare come pochi e qualcun'altro gli ha procurato ogni ben di Dio
ben sapendo che in quel giro miliardario c'e' da fare i soldi...e gli altri sport chissenefrega !!!

Onore a Francesa

:bai

danystreet
06-06-10, 01: 04
Mica tanto !
A tutt'oggi il tennis resta uno sport, non dico elitario, ma quasi ci siamo !
bè fin quando i potenti son contenti di tenerlo tale!!!

ma scusa armad, perchè con il tennis non si possono far soldi?
anzi sarebbe una fonte di lavoro notevole penso io...più che altro manca la volontà!!!
non vi è dubbio che la cultura deve provenire dalle grandi istituzioni quali la chiesa con la sua grande influenza morale, prima che da chi porta avanti le società,ma come tutte le cose deve andare a braccetto con quelle che sono le morali comuni no?
ora dimmi, per te il construire un campo da tennis o basket puo risultare piu o meno costoso di un campetto da calcietto?
a voglia a far soldi i grandi imprenditori, se lo volessero con sto campo...
contenti loro di tenerlo ristretto ad una sola certa fascia di persone!!!

che magari come dici tu sono campioni di moralismo, quali...

Lo sport non e' solo gara o agonismo; lo sport e' rispetto dell'avversario prima di tutto
Lo sport e' mentalita' aperta e scuola dei nostri limiti

e tè credo, certe cose come dici tu le insegnano solo a chi fà comodo!!!


non mi vorrai dire che il mondo del pallone si è costruito partendo dalle grandi platee...
per me è venuto su perche alla gente piace....non perche ci si fanno solo i soldi!

dai modo al popolo di poter apprezzare tale sport trovando come dice la vane, un qualche fuoriclasse
che possa entusiasmarlo, e poi dimmi se le cose non si smuoverebbero:bai:bai:bai

Kirk
06-06-10, 02: 46
non si possono far soldi?
anzi sarebbe una fonte di lavoro notevole penso io...più che altro manca la volontà!Dany non è solo volontà, dal tennis (e altri sport cosidetti minori) e dal calcio, c'è un abisso, io parlavo nel mio piccolo, ma ti porto l' esempio della Garbin, che arrivò ad essere n.22 del mondo e per ben un decennio tra le prime 100 del mondo, non in Italia!! Guarda qui (http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=119&ID_articolo=129&ID_sezione=263&sezione=)

Un giovane con poche possibilità ma grande estro nel calcio non ha spese, è allenato, il medico e massaggiatore è pagato dalla società e tutto il resto, un tennista si paga viaggi, coach e spese mediche, se sei agli inizi paghi anche i campi di un circolo per l' utilizzo.

Cioè ci sono 111 calciatori SOLO in Italia (http://generazioneditalenti.forumfree.it/?t=42409626) che guadagnano più di 1 milione, rendiamoci conto, 33 oltre i 3 milioni, oggi come oggi è scandaloso.

La Garbin in una intera carriera (http://comesefossesport.blogosfere.it/2007/02/tennis-i-bei-guadagni-dei-signor-nessuno-italiani.html) (33 anni) ha gudagnato 1,4 milioni di dollari (fonte (http://comesefossesport.blogosfere.it/2007/02/tennis-i-bei-guadagni-dei-signor-nessuno-italiani.html)) fa più sacrifici, e non solo sull' allenamento, gli spostamenti sono più intensi e stressanti, parlo di gente a livello mondiale (altrimenti fai la serie A o tornei italiani e non guadagni niente o quasi) poi i coach di livello 40-200 della classifica costano da 500 a 2000 dollari a settimana, senza contare le percentuali sui premi, poi come detto, togli i costi dei viaggi, andare a giocare a NY o a Melbourne e restar là finchè si è dentro il torneo costa.. e poi vedo che un Arnautovic qualsiasi, o un Favalli, o anche un giovane come Giovinco o Palladino, 1 milione di EURO in un solo anno?? :shock

La Schiavone oggi ha avuto un premio speciale dalla federtennis (400000) che con l' 1,1 di montepremi arriva cosi a 1,5 milioni, ma ha dovuto fare un' impresa per pochi, i Grand slam sono solo 4 all'anno, e ha vinto più della metà in un solo giorno di ciò che ha vinto in carriera, e sono anni che entro le prime 20 o 30.. ma anche qui.. il vantaggio di uno sport di squadra.. un Quaresma, un Flamini, un Poulsen, li guadagnano in un solo anno, e cito gente che se ha vinto o vincerà qualcosa difficilmente sarebbe per merito loro..

E te lo credo che se anche uno ha estro in vari sport sceglie il calcio.. anche se magari l' amore principale sarebbe un altro.

danystreet
06-06-10, 02: 48
ma concordo con tè kirk !!!
indubbiamete il tennis è uno sport di grande sacrifico non solo in campo!!! come dici tu
che lo hai pure vissuto in prima persona...


E te lo credo che se anche uno ha estro in vari sport sceglie il calcio.. anche se magari l' amore principale sarebbe un altro.


ba....avessi come dici tu "l'estro in piu attività sportive" e la possibilita di guadagno di un tennista professionista medio, farei il salto del campo in lungo, non per la rete dalla gioia, anche se ciò comporterebbe un sacrificio molto piu dispendioso di quallo di un calciatore. non credi anche tu?

volonta.:bai:bai:bai

Atlas_77
06-06-10, 04: 13
Storica Francesca :fleurs

Due curiosità:
1) Sempre a Parigi la Stosur e la Schiavone nel 2009 si scontrarono al primo turno ed ebbe la meglio l'australiana:ghgh:ghgh

2) Nel suo cammino nel tabellone, ha perso solamente il primo set della partita del primo turno contro la Kirilenko (7-5) ... poi è stata una schiacciasassi ... non ne a più perso uno :gogo

Epica.

Armandillo
06-06-10, 09: 24
ora dimmi, per te il construire un campo da tennis o basket puo risultare piu o meno costoso di un campetto da calcietto?

Vado OT un minuto.
Un campo da tennis ha bisogno d'una manutenzione che non immagini, a meno che non sia di cemento (che ti spacca le ginocchia) e cio' influisce sul fitto che paghiamo senza parlare dell'attrezzatura.

Io ci ho giocato finche' mi ha ceduto un ginocchio e poi cercai una valida alternativa nella piscina pensando fosse facile ! macche', nel mio quartiere romano (Cinecitta') vi saranno almeno 10 campi di calcio/calcetto, qualche campo di tennis e basta !!
Ho parlato di piscina non a caso...riferendomi a tutte le belle parole lette quando la Pellegrini fece il suo exploit e si dichiararono le cose che diciamo oggi.

Kirk ha ben illustrato la notra situazione, aggiungerei che per creare e formare una mentalita' sportiva sarebbe necessario il "college" anglosassone o perlomeno incrementare l'attivita' fisica nelle scuole con strutture appropriate e molte piu' ore.....sogno irrelizzabile visto che hanno pensato bene di dimezzare anche i professori e che e' gia' tanto se le pareti non ti cadono sulla testa !!

Noi parliamo di sacrifici in un paese dove il finanziamento parte e arriva solo se ci sono prospettive di guadagno
Questa miopia riguarda tutti i settori, dalla ricerca fin l'ultima palestra di quartiere (quando c'e')
Probabilmente c'e' qualcuno che ha l'interesse di lasciare i ragazzi passivi dietro una tv o a chattare nelle loro stanzette coltivando solo chi portera' loro cifre astronomiche (ovvero potere)....che prospettive !!!!

:bai

vane
06-06-10, 11: 01
Concordo con Kirk e Armandillo...il tennis non è solo un campo di cemento e una rete. Non è come il calcio (per cui per fare la porta vanno bene anche due magliette messe per terra), ci vogliono tanti soldi. Se poi vuoi giocare anche sull'erba e sulla terra rossa ce ne vogliono ancora di più perché i costi di manutenzione sono più onerosi.

A Roma ne vedo tanti di campi da tennis, sulla C.Colombo ovunque ti giri o ce n'è uno di calcio o uno di tennis, ma quelli di tennis sono tutti sul cemento e uno solo sul sintetico (ma solo perché è usato soprattutto come campo di calcetto), che non è la stessa cosa dell'erba.

Qui a Roma sicuramente c'è la possibilità di allenarsi per chi ha i soldi, ma in realtà più piccole, non dico paeselli sperduti sulla montagna ma nelle piccole province forse non c'è questa possibilità, perché il tennis costa quasi come il golf e quindi nessuno spende soldi per costruire un campo.

Poi la Federazione sta dietro alle atlete ma non ha i soldi e la possibilità di aiutare l'atleta con le spese. Io mi auguro che la Garbin trovi lavoro nella Federtennis (Barazzutti sono secoli che sta lì, sono in pochi e c'è spazio per tutti), così come le altre. Ma in ogni caso guadagni tanto solo se sei brava e magari anche bella come la Kournikova (un talento molto precoce, però di fatto ha vinto solo 2 US Open nel doppio e dal 2003 non gioca più...però indubbiamente ha guadagnato molti milioni), altrimenti vivi del tuo lavoro e poi devi sperare di trovarne uno nel tuo stesso sport.

Non sapevo di Philippousis, lui come Safin quando si metteva in testa di giocar bene ci riusciva, però se non hai dietro una famiglia o amici che ti facciano restare con i piedi per terra è possibile sperperare tutto.

Comunque fondamentalmente il problema del tennis in Italia è che è uno sport minore e come tale è a prescindere praticato da pochi. Solo ieri la Rai ha messo la finale del Roland Garros, altrimenti il tennis in tv non esiste (Sky a parte), Italia uno da qualche anno trasmette in diretta le semifinali e le finali degli Internazionali d'Italia (con un commento pessimo da parte di una giornalista di calcio...vabbè), però non basta.

Al di la della crisi economica io credo che almeno qualche famiglia lo farebbe volentieri qualche sacrificio pur di far giocare il bambino nel suo sport preferito, come i ragazzi che studiano pianoforte o vogliono andare al conservatorio e quindi hanno bisogno di studiare tanto. Ma il problema non si pone nemmeno perché i ragazzi non lo chiedono, le bambine fanno danza (o al massimo nuoto ma così tanto per, non per diventare la Pellegrini del futuro) e i bambini fanno calcio oppure mini-basket o nuoto, ma non li considerano come sport da praticare in futuro, si divertono e basta. Poi con tutti i soldi che i calciatori guadagnano io ce li vedo i genitori a spingere i bimbi a fare calcio...non si sa mai...d'altronde anche un giocatore di serie b guadagna cifre a 5 zeri.

Kirk
06-06-10, 23: 15
La Schiavone ha detto che si compra dei jeans, ma ha specificato che lo aveva detto dopo il passaggio di un turno, non dopo la vittoria :-D Comunque ancora grande!!

Volevo però approfittare di uno dei rari topic che non sian di calcio, per ricordare alcuni aneddoti e personaggi dei tempi che furono, anche se so di andare O.T. :tap

Biorn Borg e John McEnroe, uno tutto il contrario dell' altro, come il Diavolo e l' Acqua santa.
La massima emozione di Borg in anni e anni di incontri era di inginocchiarsi sull' erba di Wimbledon dopo 1 delle sue vittorie, braccia al cielo.. gioco completamente diverso, anche se Borg per vincere Wimbledon sulla prima sapeva che doveva attaccare almeno sul primo servizio, nonostante non avesse il tocco felpato di Supermac.

Vero che io presi ad esempio Borg, (nel gioco anche) ma Supermac, pensandolo adesso, è stato uno dei tennisti che più hanno fatto storia nel tennis, e non solo per quel suo tocco di classe, con le vecchie racchette di legno.
Era l' incubo degli arbitri, lui mai se la prendeva con gli avversari, ma se pensava che un giudizio era sbagliato, le sue urla risuonavano nel campo, per il divertimento del pubblico (a parte chi a wimbledon si scandalizzava per non essere formale), non saprei i punti persi per proteste, le multe prese per insulti, anche pesanti, all' arbitro, anche a 47 anni per un torneo masters nel 2007, era sempre lui, dopo quasi 30 anni che aveva esordito a Wimbledon.
Borg dopo la sconfitta del 81 con Mac si ritirò a soli 26 anni, donne (la Bertè) e investimenti sbagliati lo rovinarono presto, nel 2006 si seppe che voleva vendere all' asta i trofei di Wimbledon e 2 racchette usate nelle finali.. molti gli chiesero perchè, lui rispose solamente che era per i debiti, ma solo McEnroe, dopo una lunga telefonata, riuscì a farlo desistere dal liberarsi per soldi dei leggendari trofei.

I 2 fecero poi anche uno spot insieme: http://www.youtube.com/watch?v=SwkpYD-_vrk
Una breve intervista (http://www.youtube.com/watch?v=pUa2ltLC0hw) tanti anni dopo ai 2 (qui magari qualcuno (Marco?) potrebbe aiutarci nella traduzione :-D)

Sotto, solo alcuni momenti degli scontri del "Discolo" con i giudici di sedia, dal suo famoso " You cannot be serious" a quando a 47 ancora inveisce contro un giudice, mitico John!! :sisi

koE_e_LX4c0&playnext_from=TL&videos=Vwc8HXUzKnM

vane
07-06-10, 00: 26
Io non ero ancora nata e non ho potuto "viverli" (seguo il tennis dal 1998 ma in maniera più costante dal 2001, quando grazie a tele+ potevo vedere tutti i maggiori tornei), ho visto giusto qualche filmato...comunque mi piacerebbe vedere una di queste esibizioni (anche della Navratilova), peccato che qui non credo le facciano. :(

Io ce le dovrei ancora avere in cantina le vecchie racchette di mia madre, pesano un quintale rispetto alla mia. Logicamente era un tennis diverso. Anni fa sentii che qualcuno aveva lanciato l'idea di ingrandire le palle da tennis in modo tale da restituire al tennis un po' più di spettacolo meno basato sui muscoli (record di velocità al servizio come quelli di Roddick (250km/h circa) e Venus Williams (205 km/h) se li sognavano con le racchette di legno). Però non credo che lo faranno.

Tornando a John McEnroe, mio fratello ne ha letto l'autobiografia (intitolata appunto "You cannot be serious" XD) in cui motivava le sue sfuriate. Sinceramente non ricordo :boh se lo facesse per innervosire l'avversario, riprendere fiato, fare spettacolo o tutte e 3 le cose assieme, comunque oggi non credo sarebbe possibile farlo, anche per il tono usato. Serenona per aver dato in escandescenza (http://www.youtube.com/watch?v=7-VxYvfwVas) contro il giudice di linea (le aveva detto, in preda ad un attacco isterico :ghgh, "I will kill you"...anche se lei ha negato) s'è presa una multa di 82mila dollari e la condizionale per 2 anni.

ps: visto che siamo in vena di video...
37qyvTRVus8

Kirk
07-06-10, 02: 20
Vane non ho letto il libro, ma da quel che ho visto e sentito da giovane era un ragazzo che esprimeva ciò che gli passava per la testa e che adorava comunque far "show", oggi sarebbe una cosa diversa, però credo non sia paragonabile al fatto della Williams, non so se abbia detto veramente "ti ammazzerò" ma ciò che diceva Mac lo sentiva tutto lo stadio e, per quanto abbia dato degli idioti a più arbitri e a spettatori, e aver detto a uno che è il peggior arbitro mai visto e che non arbitrerà più per i prossimi 10 anni, non è mai arrivato a lasciarsi andare a minacce del genere, e se anche lo avesse fatto, son sicuro che gli arbitri lo avrebbero preso in un altro modo.. per cui credo appunto che lui era ben conscio del personaggio, fossi stato un regista di Hollywood, lo avrei scritturato subito..

Che lo facesse per gli avversari non credo, loro a volte conoscendolo si rilassavano un po' quando aveva le sue uscite, e ridevano pure, difficilmente lo faceva nei momenti più delicati di una finale, era un ragazzaccio che se gli andava male voleva sfogarsi, allora poi, se aveva un altro carattere avrebbe vinto più Slam di Connors e Lendl (7 contro 8), ma perchè la gente ricorda più lui mi chiedo?? tennis sublime certo, ma non solo..

La Williams è che stava perdendo il torneo e gli son venuti 2 minuti cattivi, se proprio ha detto quello, ma lei sarà forte ma non ha niente di John nella sua teatralità, anche se come detto, al giorno d' oggi anche McEnroe pagherebbe ben più caro dare dell' idiota al giudice, questo è certo.