PDA

Visualizza versione completa : Anche per la Corte Suprema Telenor deve bloccare Pirate Bay



janet
28-05-10, 16: 41
Si è ormai giunti all'ultimo atto di una sentenza che fece scalpore in quanto, dietro richiesta dell'IFPI, nel 2008, un tribunale danese sentenziò che l'ISP Tele2 (ora Telenor), dovesse impedire agli utenti danesi di accedere al sito altrimenti sarebbe risultato anch'esso colpevole di assistenza in violazione.
La sentenza, come detto, fece scalpore perchè andava contro la direttiva Europea Infosoc nel caso di 'una trasmissione in rete tra terzi con l'intervento di un intermediario' (articolo 5.1 (a)).
Quindi Telenor decise di ricorrere all'alta Corte, che però confermò la sentenza e nell'aprile 2009 venne, comunque, riconosciuto il diritto di Telenor di portare il caso alla Corte Suprema.
Subito Martin Arnoldsen, direttore esecutivo del sindacato dei musicisti danesi,
dichiarò che il principio in discussione era estremamente importante e che se fosse stato sbloccato Pirate Bay ciò significava che le persone potevano di nuovo abusare della musica degli autori danesi, arrecando danni ai loro mezzi di sostentamento,
L'udienza è cominciata il 20 Maggio ed era l'ultima occasione per Telenor per far ascoltare le sue ragioni ed ottenere lo sblocco di Pirate Bay. ma la Corte Suprema ha, oggi, confermato, (http://torrentfreak.com/supreme-court-rules-pirate-bay-must-stay-blocked-100527/)le precedenti sentenze e Telenor deve continuare a bloccare Pirate Bay agli utenti danesi.
Secondo però esponenti del Partito del Pirata, il fatto che la Corte Suprema abbia confermato il divieto nei confronti dell'ISP, che fornisce l'accesso dei propri utenti a Pirate Bay, ha bisogno di essere giustificato legalmente, con modifiche legislative in modo che tali sentenze non siano più in violazione del diritto comunitario.