PDA

Visualizza versione completa : RIAA, LimeWire alla spremitura



janet
14-05-10, 17: 06
Induzione alla violazione del copyright: una responsabilitÓ attribuita agli azionisti e al CEO di LimeWire dal giudice Wood di New York nel giudizio che sancisce, almeno per il momento, la fine della vicenda che per anni ha visto contrapposti il servizio di sharing e i rappresentanti della RIAA, Record Industry Association of America.

Al giudice sarebbe bastato ispirarsi alla sentenza che nel 2005 aveva affondato Grokster in quella che era stata la seconda grande sconfitta per il P2P made in USA dopo Napster. I termini di entrambi i casi per certi versi coincidono: da una parte i detentori dei diritti e dall'altra produttori di software di condivisione, i quali, se la decisione di Wood dovesse costituire da esempio per processi futuri, sarebbero da considerarsi "consapevoli dell'uso illegale del proprio software" che a quel punto potrebbe essere facilmente equiparato a uno "strumento che permette e agevola la violazione del copyright".
Altre responsabilitÓ attribuite a LimeWire sono quelle di "non aver preso provvedimenti adeguati per arginare il fenomeno" e di "aver tratto un considerevole vantaggio sul mercato grazie a queste pratiche illegali". Inoltre, dopo la caduta di Napster, i gestori di LimeWire avevano pubblicamente annunciato di essere pronti ad accogliere tutti gli utenti in cerca di una nuova strada per il download: alla corte questo e altri atteggiamenti, come la campagna AdWords portata avanti tra il 2002 e il 2006 durante la quale le query risolte da Google per Napster, Morpheus e altri appellativi inequivocabilmente legati al file sharing conducevano al collegamento sponsorizzato del sito ufficiale di LimeWire, non sono andati gi¨. "Le prove analizzate dimostrano - secondo il giudice Wood - che le caratteristiche di LimeWire erano state opportunamente ottimizzate per scaricare contenuti digitali protetti da copyright".
continua Articolo (http://punto-informatico.it/2883275/PI/News/riaa-limewire-alla-spremitura.aspx) di Giorgio Pontico
Fonte Punto Informatico (http://punto-informatico.it/)
licenza http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/it/