PDA

Visualizza versione completa : Festa dei lavoratori, Google gli dedica il logo



jacklostorto
01-05-10, 14: 18
Oggi 1° Maggio, festa dei lavoratori in molti paesi del mondo, non poteva mancare un nuovo logo di Google per ricordare a tutti gli utenti del web questa giornata e le sue origini. Big G anche questa volta ha fatto ricorso alla sua ultima moda, cioè modificare l'immagine di accesso per ricordare un grande evento o una ricorrenza.
http://img17.imageshack.us/img17/2221/1maggiol.jpg
http://www.net1news.org/festa-dei-lavoratori-google-gli-dedica-il-logo.html

Asterix
01-05-10, 17: 27
Su questo punto sono concorde


Intanto è polemica sul fatto che molte città italiane permettono ai negozi di aprire in un giorno come questo. Via libera allo shopping quindi a Torino, Firenze, Napoli e Bologna.

alla fine è anche una loro festa, ok molti diranno e a Natale ? a mio avviso la cosa è diversa a Natale le persone girano per fare acquisti mentre il 1° maggio la gente ne approfitta per fare la gita fuori porta quindi sono dell'opinione che avere il negozio aperto per 1/2 giornata possa essere un buon compromesso sia per i proprietari che per i possibili clienti.

Almeno in questo modo ho la moglie a casa una mezza giornata :P

:bai

MarcoStraf
01-05-10, 17: 45
Sono d'accordo con Asterix
Il primo Maggio, come tutte le feste, serve come celebrazione, non significa che la gente che voglia o debba lavorare se ne debba per forza stare a casa.
Dovremmo forse dire ai medici, infermieri e staff degli ospedali "chiudete i battenti e andate a casa"? Dovremmo forse chiudere raffinerie, altiforni e acciaierie che lavorano ininterrottamente? E la polizia, vigili del fuoco, spazzini (pardon, "operatori ecologici"?) Chi munge le vacche? Chi da' da mangiare al gatto?

La madre degli stupidi e' sempre incinta.

Armandillo
01-05-10, 19: 22
Difficile non essere d'accordo con Asterix e Marco
Provo ad interpretare quella frase nell'ottica di chi "contava" sulla festivita' e ne e' stato privato !

Anche come "celebrazione" qualcosa s'e' perso negli anni soprattutto in questo periodo di crisi con il pensiero rivolto a chi il lavoro non ce l'ha o comunque si trova in grosse difficolta' !

Penso ai cassaintegrati, agli eterni precari e a chi s'avvicina a questo mondo senza apparenti prospettive !

Immagino, forse sbagliando, che l'articolo si rivolgesse a chi abbia voluto "profittare" della festa per guadagnare comunque così inimicandosi commessi e addetti del settore, privati di una giornata da passare in famiglia....pero' e' pure vero che nell'attuale situazione, una giornata lavorata in piu', pure festiva, vuol dire qualche soldo non previsto che torna utile !

Insomma, vi saranno sempre felici e insoddisfatti

:bai

MarcoStraf
01-05-10, 20: 04
... Immagino, forse sbagliando, che l'articolo si rivolgesse a chi abbia voluto "profittare" della festa per guadagnare comunque ...
In Italia c'e' sempre qualcuno che cerca di approfitare della situazione.

Parlavo al telefono con mio padre, che mi disse di essersi commosso sentendo la canzone "Bella Ciao" durante la manifestazione di Roma. Quando gli chiesi che diavolo c'entra una canzone della Resistenza Italiana (ossia del movimento di liberazione dall'occupazione tedesca durante la Seconda Guerra Mondiale) con il movimento per i diritti dei lavoratori, c'e' stata una pausa dall'altra parte del telefono, e alla fine un "hai ragione Marco..."

Armandillo
02-05-10, 11: 36
Il mio riferimento era prettamente dedicato agli esercizi commerciali.
Piu'e piu' volte in occasioni di festivita' si e' riaperto lo scontro pro e contro queste aperture.
Per conoscenza diretta (la mia compagna) circa quel settore so che il problema verte sulle condizioni di lavoro di tanti addetti mal pagati, precari o addirittura in nero con contratti che li rendono facilmente ricattabili
Ecco dunque una "ribellione" alle aperture extra

Le polemiche, quasi tutte, nascono dalle enormi contraddizioni di questo paese.
Se assieme ai negozi aperti fosse consentita anche una fruizione costante, magari anche notturna, per esempio, di musei ed altri siti d'arte probabilmente si farebbe opera utile ed economicamente valida (e meno male che ieri questo s'e' fatto !!)

Cio', pero', dovrebbe essere regola da applicare ogni giorno dell'anno
Invece si assiste spesso a beghe riguardanti il solo commercio che interessano appunto le aperture, i saldi, le licenze per i grandi centri commerciali, fino ad influenzare anche decisioni riguardanti l'accesso ai centri storici

Poi, che tutto cio' venga in qualche modo sfruttato per fare propaganda, e' innegabile....vizio italico di chi ha poverta' di argomenti ed idee !!!!

:bai

jacklostorto
02-05-10, 11: 55
perfettamente d'accordo con Arma,e a proposito delle commesse in"nero"precarie e mal pagate ,e dunque ricattabili,ho una testimonianza diretta di una mia nipote,commessa in un Supermercato del Sud,di cui ovviamente non faccio il nome,che nella busta paga prende esattamente la metà dello stipendio indicato,con beneplacito di sindacati e istituzioni e tutti zitti ,là funzia così purtroppo.
:bai

MarcoStraf
02-05-10, 16: 30
E' proprio per questo che io mi indigno davanti alle ipocrisie di certe feste.
Da una parte le gente in piazza, a cantare canzono partigiane (tanto vale cantare le canzoni del Festival di Sanremo), dall'altra la triste realta' dei lavoratori che, nonostante tutto quello che dicono i politicanti in piazza, sono ancora alle condizioni in cui erano cento anni fa.

Questo e' quello che cantava Bennato nell'anno 1975, e' quello che canticchiavo io quando partecipavo, con tanto entusiasmo e pochissima convinzione, alle manifestazioni degli anni '70. Cosa e' cambiato? Nulla. Solo Google che ci degna di un logo nel suo sito. Che tristezza...


http://www.youtube.com/watch?v=qi3IVAjsiLo

Armandillo
02-05-10, 17: 51
Da una parte le gente in piazza, a cantare canzono partigiane

Apro un breve OT

Mi vien da dire....magari cantassero quelle canzoni...purtroppo non hanno coscienza di cio' che e' stato e del significato profondo che lega il lavoro con la nascita della Costituzione dov'e' garantito per diritto !!!!

La tristezza vera nasce dalla quasi assoluta mancanza di principi e ideali !
Assistere, come mi e' accaduto, ad una specie di rivolta in strada contro una societa' sportiva per il fatto che un giocatore veniva venduto ad altra squadra quando, le medesime persone, in stragrande maggioranza erano disoccupati.....beh, cosa c'e' da sperare ??!!
Perche' non hanno adoperato la loro rabbia per un diritto sancito e sacrosanto ?

Mah...... :bai