PDA

Visualizza versione completa : Componenti ottimizzazione degli hd interni..



p060477
16-03-10, 09: 32
ciao!
vorrei sapere,indicativamente ovvio..!!..,quale sia la percentuale di impiego max per un hd interno..
mi spiego mi sembra di sapere che sotto il 15% di spazio residuo sia meglio non andare per la conseguente impossibilita' di fare la deframmentazione..
inoltre credo che il disco c\ dove ci sono i prog e il s.o con la c\win etcc..debba avere ancor piu' spazio libero..
..voi cosa mi consigliate..??
grazie in anticipo..e perdonate se ho scritto stupidaggini..
luca

HHH
16-03-10, 13: 28
ciao.
una percentuale precisa non so dirtela. generalmente l'hdd più è vuoto e più è performante: questo è uno dei motivi per cui può risultare utile il partizionamento. almeno su una partizione metti solo il so, e poi in base alle tue esigenze decidi quante altre partizioni ti servono. io per esempio ho 2 hdd interni: su uno ho 4 partizioni (so, programmi e 2 per i giochi), sull'altro ne ho cinque (so, programmi, files completi, incompleti e musica). tieni anche presente che la deframmentazione è utile in caso di continue installazioni e disinstallazioni, ma per semplici file archiviati che non vengono mai toccati (come film e musica) non serve a granché in quanto non si vengono a creare degli spazi vuoti su hdd.
:bai

p060477
16-03-10, 16: 20
grazie!!
..vi risulta che sotto il 15% di spazio libero non sia possibile effettuare piu' il defrag..??
luca

Asterix
16-03-10, 17: 15
Ciao

Di norma io cerco di non andare al di sotto del 20%

Nel web si è spesso parlato che per eseguire il defrag in modo completo e corretto è necessario avere almeno il 15% di spazio libero.

Dopo quanto letto mi vien da pensare che se lo spazio risulti essere inferiore a tale limite la deframmentazione dovrebbe essere non completa, attenzione posso presumere che il comando deve essere lanciato da prompt dei comandi in quanto la modalità grafica di windows dovrebbe bloccare l’operazione in caso di soglia superata.


Nei pc dei miei amici ho sempre cercato di recuperare spazio prima di lanciare il defrag es. cancellando i file temp e i punti di ripristino.

:bai

p060477
16-03-10, 19: 17
attenzione posso presumere che il comando deve essere lanciato da prompt dei comandi in quanto la modalità grafica di windows dovrebbe bloccare l’operazione in caso di soglia superata.


Nei pc dei miei amici ho sempre cercato di recuperare spazio prima di lanciare il defrag es. cancellando i file temp e i punti di ripristino.

:bai

ciao e grazie!
..e se si ha diskeeper sul pc che di norma fa tutto lui in automatico..??
..si bloccherebbe se si va sotto la soglia del 15%..??
grazie mille!!
luca

MarcoStraf
17-03-10, 23: 34
... la deframmentazione è utile in caso di continue installazioni e disinstallazioni, ma per semplici file archiviati che non vengono mai toccati (come film e musica) non serve a granché in quanto non si vengono a creare degli spazi vuoti su hdd
il problema e' che, volenti o nolenti, files vengono continuamente creati/cancellati automaticamente dalle varie applicazioni (per esempio da un browser, che deve forzatamente copiare documenti e media nel hd) E piu' grossi sono i files, piu' si hanno problemi di frammentazione.
C'e' pero' da dire i nuovi sistemi operativi (XP incluso) fanno un bel lavoro nel deframmentare/ottimizzare automaticamente il hdd.
Per sapere se occorre deframmentare o meno, fare click su Start -> Tutti i programmi -> Accessori -> Utilita' di Sistema -> Deframmentatore (come al soito, sto traducendo dall'inglese)
Selezionare il volume che si desidera e cliccare il bottone Analizza. Il programma dara' una risposta, o del tipo "non c'e' bisogno di fare nulla" oppure si ha una idea di quanto si recupera.

p060477
18-03-10, 09: 03
ciao e grazie!
come ho scritto avendo diskeeper mi fa lui tale ottimizzazione quotidianamente!
luca

MarcoStraf
18-03-10, 15: 39
Ma guarda, io in ufficio uso XP (ovviamente l'edizione Enterprise) e nel mio lavoro quotidianamente mi capita di creare e cancellare grossi files di dati (fino a 4GB), eppure in venti anni non ho mai avuto bisogno di defragmentare il disco, forse anche perche' ho sempre avuto dischi grossi, e quando sono quasi pieni in genere e' anche tempo di cambiare pc :) Ormai i sistemi operativi di adesso (NTFS incluso) fanno un buon lavoro nell'ottimizzare il disco, prima di defragmentare fai una analisi dl disco e vedi cosa ti dice.

p060477
19-03-10, 09: 34
ciao!
..le partizioni d\ ed e\ dove ho i dati in effetti vedo che il diskeeper non me li deframmenta quasi mai..
invece il c\ dove c'e' il s.o ed i prog me lo deframmenta quotidianamente..con migliaia di frammenti cancellati ogni di'..!!
luca

K.a.o.s.
20-03-10, 11: 57
C'e' pero' da dire i nuovi sistemi operativi (XP incluso) fanno un bel lavoro nel deframmentare/ottimizzare automaticamente il hdd.Mah, non sono proprio proprio d'accordo...
io anche solo dopo l'installazione di Windows su hd relativamente capienti (>100GB) mi trovavo con la frammentazione al 5%. La cosa peggiorava nel tempo. Capita anche di andare da molti amici e trovare la frammentazione a livelli pazzeschi (alcuni di loro hanno anche più del 60% di spazio libero)
Anche Diskeeper 2010, che ha una tecnologia chiamata Intelliwrite che previene la frammentazione (credo spostando nella giusta posizione i file scritti in realtime), dopo poco tempo indica un numero di file frammentati evitati molto alto.

Poi molti utenti notano un particolare rallentamento del sistema con il defrag automatico di Windows.

il problema e' che, volenti o nolenti, files vengono continuamente creati/cancellati automaticamente dalle varie applicazioni (per esempio da un browser, che deve forzatamente copiare documenti e media nel hd) E piu' grossi sono i files, piu' si hanno problemi di frammentazione.In particolare i programmi P2P: continuare ad aggiungere piccole parti a file anche consistenti aumenta notevolmente la frammentazione. Questo capita a volte anche su Linux che come Mac Os X generalmente non ha bisogno di defrag.

..si bloccherebbe se si va sotto la soglia del 15%..??
C'era un limite per il defrag di Windows, ma Diskeeper mi pare permettesse di deframmentare anche con poco spazio libero.

HHH
20-03-10, 12: 43
io per deframmentare uso power defragmentator, con cui mi trovo molto bene: facendo però sempre la deframmentazione power, e mai quella normale.

p060477
20-03-10, 16: 52
..il diskeeper che ho io,2008..,mi pare che quotidianamente mi mantenga sempre ben deframmentato l'hd..
luca