PDA

Visualizza versione completa : Il pilota più spettacolare in F1 di tutti i tempi



Kirk
14-03-10, 23: 16
Lasciando perdere i numeri, magari erano i più bravi ma erano calcolatori, o avevano una macchina molto più competitiva della concorrenza, ma chi, anche solo per una volta, vi ha dato un' emozione indescrivibile nel seguire un gran premio?
I miei ricordi iniziano alla fine degli anni 70, e quelli in lista sono degli ultimi 30 anni o poco piu, ma se qualcuno ha altre idee dal passato remoto ben venga, parliamo comunque di un' emozione vissuta al momento, non filmati visti dopo 20 anni ;-)

Mathew23
14-03-10, 23: 25
:bai kirk,

Io sono giovane ma son nato col mito di Hakkinen....Quindi fin da piccolo l'ho sempre sostenuto ed ogni gara è sempre stata speciale, nel bene e nel male....
Era un campione in pista ma anche come uomo....
Un pilota vecchiostile... adesso non ce ne sono piu in giro come lui...

Se però, come chiedi, devo andare a cercare una gara nella quale mi sono particolarmente divertito ti dico:

-Giappone 2005, Kimi Raikkonen partito 17esimo in griglia fece sorpassi meravigliosi su Schumacher, Alonso e tanti altri e poi sappiamo tutti com'è andata a finire:eye

Hakkinen e Kimi m'hanno fatto veramente divertire :eye

:bai:bai

Lo Zio T
14-03-10, 23: 59
Kirk concedimi però un piccolissimo Ot.

Il pilota più spettacolare di tutti i tempi per me è stato un corridore che non ha vinto mondiali, ma solo 6 gare in carriera: Gilles Villenueve, il più grande pilota della storia della F1 per me.

Rivedere i suoi sorpassi, le sue gare mi hanno fatto emozionare come non mai. Non ero ancora nato quando lui correva e neanche quando è morto, ma è bastato vedere un suo giro in gara per innamorarmi completamente di questo grande Campione.

Qua trovate il leggendario duello con Renè Arnoux:

j3tXJm9tYGM

Qua invece un suo tributo:

xsuIPJxcamc&feature=related

************************************************** ********

Se invece mi chiedi una gara vissuta, un'episodio vissuto dal vivo che mi ha segnato, beh senza dubbio scelgo il sorpasso di Hakkinen su Schumacher a Spa, nel 2000. Il più grande sorpasso della storia della F1, senza ombra di dubbio.

e5h-HTv9d4c

:bai

Kirk
15-03-10, 01: 21
concedimi però un piccolissimo OtMica è o.t Zio, Villeneuve infatti è in lista ci mancherebbe ;-)
Upss.. nel metterli in ordine alfabetico alla fine mi son scordato di qualcuno..

Rodolfo Tatana
15-03-10, 09: 48
Io non sono un grande esperto di foruma 1 anche la seguo senza gran de continuita' dai tempi di senna, beh la formula 1 è campbiata parecchio, io ricordo senna che magari partiva da dietro e te ne superava 8 in un giro, pazzesco, ma oggi non sarebbe possibile, quindi senna probabilmente sarebbe meno spettacolore, insomma non riesco a paragonare piltoti cosi' lontano tra loro come epoche sportive, in 20 anni sono cambiate tantissime cose...uno dei miei prediletti è sempre alonso che ci stupisce dall'inizio della sua carriera, ma per me la gara piu emozionante e spettacolare è stata l'ultima gara di shumi con la ferrari, fu sfortunatissimo in quella gara e a un certo punto si trovo quasi ultimo, inizio a maginare giri su giri arrivando comunque tra i primi e facendo nell'ultimo giro il giro veloce della gara, fu pazzesco, quel gran premio mi è rimasto impresso anche se probabilmente io da incompetente ho dimenticato gare piu spettacolari e combattute, shumi fu per i ferraristi un idolo e ogni gara era uno spettacolo solo perchè c'era lui, poi adesso pazienza si è bevuto il cervello andando a indossare "quell'altra maglia" :ghgh anche se comincio a sospettare con si tratti di un sosia :tong2

Kirk
15-03-10, 16: 26
Si certo, oggi è più dura sorpassare per l' aerodinamica al limite che risente del fatto di star dietro, anche se uno come Villeneuve forse qualcosa si inventava :ghgh

Rivedevo vecchie gare tempo, anche Mansell era emozionante, a Silverstone 87 recuperò 30 secondi in 28 giri al compagno Piquet, vince e rimane senza benzina appena tagliato il traguardo, la folla festante lo assale..
O come a Monaco 92, Williams superiore, ma un problema a una ruota lo penalizzò, si lanciò alla caccia di Senna e gli ultimi giri furono mozzafiato (vedi link), con l' inglese che cercò di passare in tutti i modi, ma venne chiuso, in un circuito dove il sorpasso è impossibile.
http://videolog.uol.com.br/video.php?id=88875

Molti ricordano il sorpasso di Hakkinen a Schumi, ma il Leone inglese fece qualcosa di simile con Senna anni prima, si può vedere anche in questo tributo:

lhNlNrHqusI

Altro tributo al Leone:

a5VOKnF50oE

E per ultimo, il famoso passaggio che diede a Senna rimasto a piedi lontano dai box:

ehLyDof0NWs

MarcoStraf
15-03-10, 19: 24
"Di tutti i tempi" e' un po' presuntuoso, IMHO, in quanto la F1 e' cambiata (e continua a cambiare) radicalmente nel corso degli anni, fare paragoni e' quasi impossibile.

Sinceramente, non la seguo piu' perche' la trovo di una noia mortale, Ogni anno c'e' un team piglia-tutto, quindi si puo' stare davanti al televisore per delle ore senza vedere un singolo sorpasso. Molto diverso quindi dagli anni '70 (quando la seguivio assiduamente), con piloti del calibro di Jacques Laffitte, Jacky Ickx, Jackie Stewart, Emerson Fittipaldi, Niki Lauda e il compianto Gilles Villenueve, per me l'ultimo vero pilota "spettacolare" della F1. Erano ore e ore mozzafiato... E tutti i piloti da me citati in quanto a spettacolarita' danno molti punti a quasi tutti quelli presenti nel sondaggio (con forse l'eccezione del grande Nigel Mansell), primo tra tutti Michael Schumaker, che considero il piu' "noioso" di tutti. E forse non per colpa sua ma, come ho detto, per come la F1 e' organizzata adesso.

E notare che ho citato solo piloti degli anni '70 e '80 (quando la seguivo assiduamente) la F1 e' cominciata negli anni '50, con Farina, Fangio e Ascari, solo per nominare i pricipali vinvitori dell'epoca, e chissa' quanto altri do loro erano "spettacolari" senza mai avere vinto nulla.

danystreet
15-03-10, 20: 38
ma che domanda...senna!!!!!!! mi son scappate anche le lacrime quando ci ha lasciato!:bai

Revenge_89
15-03-10, 21: 59
Concordo con Marco e Zio: senza ombra di dubbio Villenueve!!!
Nn cè bisogno di essere Campione del Mondo per entrare nella storia, ma basta vincere anche solo 6 gare ma farlo con stile ed abilità e lui qua ne aveva da vendere...Le sue gare sono uniche, basta guardare i video per farsene un'idea: semplicemente spettacolari :oo2

Certo io purtroppo nn ho avuto modo di conoscere a fondo le glorie della F1 e viverle in diretta, però mi è bastato vedere anche solo un video di questi per apprezzare la loro carriera dedicata alle monoposto.

Mi vengono ancora i brividi a vedere i suoi sorpassi e le sue gare tirate fino all'ultimo giro....direi che ciò basta per essere reputato il miglior pilota che la F1 abbia mai avuto.

Ora la F1 purtroppo è decisamente cambiata, in peggio se vogliamo puntualizzare e questi sono solo ricordi di grande battaglie epiche che rimangano...Peccato :triste

Ringrazio Kirk per questo sondaggio e Zio per i video che ha postato :hap

:bai

Kirk
15-03-10, 22: 50
e chissa' quanto altri do loro erano "spettacolari" senza mai avere vinto nulla. Non l' ho visto correre ma..forse Stirling Moss :eye ?

Jacques Laffitte, Jacky Ickx, Jackie Stewart, Emerson Fittipaldi, Niki Lauda
Niki Lauda e Laffitte li ho visti, niente di spettacolare, bravi ma non rischiavano nulla, come Prost, va bene che Lauda fece un terribile incidente, ma non partire l' ultima gara e lasciare il mondiale ad Hunt.. bah.. almeno parti..

O.T.
Prendendola in ridere perchè si è rotto solo le caviglie (Moss a 80 anni).. certo che se vai a prendere l' ascensore e questi si è fermato al piano di sopra, ci si rimane male, spaventi da non provare :cry3

prescy
16-03-10, 02: 10
Gilles Villeneuve e tutta la vita, non ci sono paragoni è stato il pilota più spettacolare in assoluto, una leggenda!
non ci sono Senna, Prost, Schumacher, Lauda etc che tengano ... :sisi

del resto perle (e non di certo l'unica) come quella del duello a Digione contro Renè Arnoux rimaranno indelebili nei ricordi degli appassionati di Formula 1
e stiamo parlando ahimè della vera Formula 1, quella dei tempi d'oro, quella dei grandi piloti dall'enorme personalità dentro e fuori la pista rispetto a quelli odierni freddi, robotici e dall'appeal quasi allo zero, di quando attorno a quel mondo ruotavano molti meno soldi ma molto più fascino, pubblico, vero interesse e personaggi di un certo livello, rispetto alla F1 attuale ridotta ormai a fenomeno, anzi circus da baraccone ... :ghgh

e son convinto che nel cuore dei veri ferraristi rimarrà per sempre al primo posto soltanto Gilles malgrado non abbia mai vinto un mondiale

:bai

MarcoStraf
16-03-10, 02: 54
.. Niki Lauda e Laffitte li ho visti, niente di spettacolare, bravi ma non rischiavano nulla, come Prost, va bene che Lauda fece un terribile incidente, ma non partire l' ultima gara e lasciare il mondiale ad Hunt.. bah.. almeno parti.. ...
Non voglio entrare in polemica perche' ognuno ha il diritto di dire il proprio parere, intervengo solo per dire le cose come andarono.

Niki Lauda era famoso per non correre "insicuri" rischi, ma molte volte riusciva a superare all'ultimo momento e doveva controsterzare per controllare la macchina in frenata entrando in curva, cosa che non si vede fare molto. Ed era molto attivo battendosi per la sicurezza dei piloti, cosa che non lo faceva vedere di buon occhio ne' agli organizzatori della F1, ne' alle case costruttrici.

Nel 1976 ebbe il tragico incidente a Nurbrunger (sospetta rottura della sospensione) che gli causo' ustioni estese al volto e problemi polmonari causati dalla respirazione dei fumi. Fu in coma per diversi giorni ma recupero', ebbe un intervento chirurgico per ricostruire le palpebre bruciate, e solo sei settimane dopo rientro' nelle corse, quando tutti lo pensavano morto, con ferite ancora aperte che sanguinavano. All'ultima gara parti', ma si ritiro' dopo due giri perche' ritenne la corsa insicura a causa della pioggia torrenziale, e perse il campionato per un solo punto. Cosa avremmo fatto noi al suo posto? Sinceramente io ero oltraggiato da come la stampa italiana lo attacco' per la sua decisione. Facile per loro parlare. Nell'anno successivo, nonostante la sua situazione non proprio amichevole con la scuderia di Maranello, vinse il suo secondo mondiale.

Kirk
16-03-10, 14: 28
Non voglio entrare in polemica perche' ognuno ha il diritto di dire il proprio parere, intervengo solo per dire le cose come andaronoSo benissimo come andarono le cose non sono cosi giovane Marco :-D , comunque nessun problema, la visione delle cose è naturale non sia uguale per tutti :eye

e solo sei settimane dopo rientro' nelle corseQui sta il punto forse delle critiche avute, rientra frettolosamente e poi salta l' ultima gara dove solo un errore di Hunt poteva salvarlo dal perdere il mondiale? Lì secondo me lo fece più per la sua ideologia sulla sicurezza, anche se piove si può sempre andar piano, se poi perdi lo stesso il mondiale amen..
Erano altri tempi certo, anche in termini di sicurezza, negli anni 60 e 70 ci furono parecchi incidenti mortali, dopo Villeneuve e Paletti nel 82, solo il week end nero di Imola 94..

Lauda è tornato anche negli anni 80 e ha pure vinto, però non lo si ricorda per la spettacolarità, o per aver fatto vivere almeno un momento di assoluti brividi, che è la questione del sondaggio, non chi è stato il più forte in F1 di tutti i tempi.

:bai

MarcoStraf
16-03-10, 17: 01
... Qui sta il punto forse delle critiche avute, rientra frettolosamente e poi salta l' ultima gara dove solo un errore di Hunt poteva salvarlo dal perdere il mondiale? ...
Un momento: Lauda aveva quattro punti di vantaggio, quindi poteva benissimo continuare, andare piano (come dici tu) e sperare di arrivare a punti per contenere Hunt. E' quello che tutti pensavano avesse fatto. Quindi secondo me ha dimostrato coraggio nel prendere quella decisione: pensare a se' stesso, come persona, piuttosto come il pilota che tutti volevano che fosse. Piu' che pilota, direi il gladiatore in una arena, di cui tutti volevvano vedere il sangue e la testa mozzata. In quella occasione, Lausa ha dimostro' di avere la testa sulle spalle, e un cervello dentro.
Quindi non accetto quelle critiche. Specie da chi non e' stato in coma per diversi giorni per poi rientrare nelle corse, troppo facile parlare quando si e' seduti davanti a un computer invece che dietro al volante di una auto che corre a duecento all'ora. Lauda e' una persona, non un gladiatore da circo, e bisogna rispettarlo per quello.


... Lauda è tornato anche negli anni 80 e ha pure vinto, però non lo si ricorda per la spettacolarità, o per aver fatto vivere almeno un momento di assoluti brividi, che è la questione del sondaggio, non chi è stato il più forte in F1 di tutti i tempi. ...

Allora abbiamo diversi ricordi. Ecco i miei, in questo video (la parte interessante inizia circa al quinto minuto) Ogni domenica mi vedevo con un mio amico a guardarmi le corse, lui un ferrarista, io un appassionato di corse (infatti seguivo anche la formula rally, prima che venisse massacrata), durante i sorpassi di Niki il mio amico si mangiava le dita, io esultavo (in silenzio, e non ho perso una amicizia che dura ancora dopo piu' di trenta anni). Ci fu molto rancore tra gli italiani per via del suo abbandono alla Ferrari, e la stampa italiana non lo mando' giu', a differenza di quella estera che ancora adesso, come me, continua a ricordare Lauda con affetto.


http://www.youtube.com/watch?v=sY4sRAds3xY

Ma non voglio fare cambiare idea a nessuno. A me personalmente Lauda e' sempre piaciuto, e lo ricordo con nostalgia, ma non lo considero di certo il piu' spettacolare di tutti, ma secondo me e' stato troppo sottovalutato. Al primo posto della classifica metto Gilles Villenueve, che ha dato la sua vita alle corse, al secondo Sir John Young Stewart, che correva con il nome di Jackie Stewart ed era soprannominato lo Scozzese Volante, uno dei primi piloti che conobbi quando iniziai a seguire le corse. Ero giovanissimo, e furono le sue acrobazie che mi fecero diventare interessato alle corse (non vi dico il numero di multe per eccesso di velocita' che ho accumulato, e continuo ad accumulare)

Kirk
16-03-10, 20: 28
troppo facile parlare quando si e' seduti davanti a un computer invece che dietro al volante di una auto che corre a duecento all'ora. Lauda e' una persona, non un gladiatore da circo, e bisogna rispettarlo per quelloNessuno ha detto che è un gladiatore da circo, ti faccio un ultimo appunto comunque abbiamo idee diverse in merito..

La macchina da F1 non ti serve ad andare al lavoro tutti i giorni, e' il loro lavoro ma è ben più retribuito di uno qualunque, un conto è che io, oltretutto per colpa di un altro, rischio le penne per colpa di un altro addirittura (mi è successo è so cosa sono pesanti incidenti, anche se almeno non mi han dovuto fare una plastica), un altro è una competizione ben retribuita dove non si può dire prori che non c'è rischio, ne allora, nè (meno) oggi, non sono totalmente dalla parte di chi gli fece feroci critiche, ma non lo capii granchè e ancora oggi non lo capisco.. o perlomeno ho la mia idea..
Lui lottava per la sicurezza hai detto bene, per questo non credo fosse solo la paura o il ricordo dell' incidente, altrimenti non avrebbe corso nemmeno le altre 3-4 gare prima, era , secondo me, una forma di protesta verso l' organizzazione che non avrebbe dovuto far gareggiare, e infatti oggi sotto il diluvio si va di safety car..

Se ti ritiri son 0 punti, se corri anche in sicurezza metti pressione ad Hunt, e se vanno fuori altri che rischiano di piu prendi anche punti, questo è, quello che probabilmente han pensato in molti qui.
Tutto imho naturalmente.